SPOLETO E L’UMBRIA HANNO AVUTO GIORNALISTI MARTIRI DELLA VIOLENZA, WALTER TOBAGI E ENZO BALDONI


L’UNCI E IL LIBRO DEDICATO AI COLLEGHI SCOMPARSI

In occasione della Giornata, l’Unci pubblicherà un libro con il ricordo delle vittime della violenza mafiosa e terroristica: la copertina recherà un’illustrazione del pittore Riccardo Benvenuti. Un capitolo sarà dedicato a ciascuno degli 11 colleghi uccisi: Giuseppe Alfano, Carlo Casalegno, Cosimo Cristina, Mauro De Mauro, Giuseppe Fava, Mario Francese, Peppino Impastato, Mauro Rostagno, Giancarlo Siani, Giovanni Spampinato, Walter Tobagi. Un capitolo ricorderà gli altri colleghi uccisi all’estero o in Italia in circostanze diverse, Ilaria Alpi, Enzo Baldoni, Raffaele Ciriello, Maria Grazia Cutuli, Almerigo Grilz, Gabriel Gruener, Marco Luchetta, Enzio Malatesta, Carlo Merli, Carmine Pecorelli, Guido Puletti, Antonio Russo. Ci sono poi Graziella De Paolo e Italo Toni scomparsi in Libano. E tra le vittime ci sono anche gli operatori Dario D’Angelo, Miran Hrovatin, Alessandro Ota e Marcello Palmisano. E anche Maurizio Di Leo, tipografo del Messaggero ucciso “per errore” dai Nar che lo avevano scambiato per il cronista che si occupava della eversione neofascista. Numerosi sono stati anche i colleghi “gambizzati” dai terroristi: Vittorio Bruno, Nino Ferrero, Antonio Garzotto, Indro Montanelli, Guido Passalacqua, Franco Piccinelli, Emilio Rossi.

LA REDAZIONE DI SPOLETOCLICK HA VOLUTO COSI’ RICORDARE