Sj- RACCONTO DOCUMENTARIO DI GILBERTO SCALABRINI NEL LIBRO “IL MAESTRO VIGILE”

“IL MAESTRO VIGILE”

Gilberto Scalabrini racconta in un libro “il maestro vigile”


Gilberto Scalabrini a cavallo

PRODUZIONE EDITORIALE A CURA DELLA PROMOEDIT-FOLGNO

Foligno, 26/05/2008

Giovedì 29 maggio, alle ore 17:00 nella sala delle conferenze di Palazzo Trinci, Gilberto Scalabrini presenterà alle autorità comunali, provinciali e regionali il suo dodicesimo libro, edito dalla PromoEdit di Foligno. S’intitola “Il maestro Vigile” e ripercorre tutta la strada dell’Unità Didattica della Polizia Municipale di Foligno, di cui Gilberto Scalabrini è stato, nelle vesti di capitano e Disaster manager, il responsabile per trent’anni. In questo amarcord si snodano, attraverso i 22 capitoli racchiusi in 232 pagine, i fatti chiave del programma iniziato nel lontano 1978.
Ogni anno è ingombro di memoria e parla al cuore in sordina. Soprattutto parla l’appassionante documentazione fotografica (oltre 500 immagini a colori) dalla quale escono incontri, lezioni, esercitazioni e documenti importanti.
Pagina dopo pagina, sfilano veloci trent’anni di attività nelle scuole di ogni ordine e grado.
“Non nego –confessa Gilberto Scalabrini- di essere assalito dalla nostalgia per questo lavoro che ho lasciato il primo aprile scorso e che svolto per passione e non certo per mestiere fino all’ultimo giorno di servizio attivo”.
Nella presentazione, firmata dall’assessore alla protezione civile Salvatore Stella, si legge: “Non capita spesso che un dipendente comunale ti chieda di scrivere la presentazione di un libro che riguarda la storia della sua attività professionale. Il capitano e disaster manager Gilberto Scalabrini riporta a galla quell’atmosfera incantata dell’adolescenza curiosa, affamata di novità e con voglia di crescere. C’è pure uno spaccato della città che non c’è più, ricostruito attraverso i documenti del Comando della Polizia Municipale, che soddisfa appieno ogni curiosità.
La lettura di questo testo riporta alla memoria l’investimento fatto da questa Amministrazione e da quelle del passato su due materie importanti: l’Educazione Stradale e la Protezione Civile.
Un racconto davvero emozionante, ricco di sensazioni e occasioni vissute in prima persona dal “Maestro vigile”.”.
Nella prefazione l’ex direttore didattico Gabriele Brinci ricorda i difficili anni ’80.
“Non fu facile per Gilberto Scalabrini farsi accettare dalle molte insegnanti e dai pochi maestri che in quegli anni erano i soli responsabili della formazione degli alunni. Le classi erano chiuse, nessun insegnante era collaborato da altre figure, solo saltuariamente veniva il parroco e pertanto gli insegnanti erano titubanti, forse paurosi di affrontare questa nuova esperienza.
Un vigile a scuola! Un uomo d’ordine! Cosa voleva? Cosa avrebbe insegnato? E come?
Erano forse gelosi dell’affetto degli alunni che non volevano dividere con nessuno. Ma questi timori in pochi mesi scomparvero e Gilberto “il vigile impeccabile” fu accolto.
Gilberto è stato un insegnante autodidatta, aveva avuto dal comando solo indicazioni sommarie, ha fatto tutto da solo, si è costruito come gli insegnanti delle “scuole per i contadini”, giorno per giorno, il suo programma educativo.
E’ stato capace di rivederlo e correggerlo ma è stato sempre guidato dal grande desiderio di far bene, di migliorarsi e di interessare sempre di più gli alunni.
E’ stato un vero, capace insegnante, perché ha sentito profondamente il compito che gli era stato affidato, e ha conseguito lusinghieri successi, grazie alla sua cultura, umanità, fantasia e all’enorme rispetto che ha avuto verso tutti.
Luigi Volpicelli avrebbe scritto per lui le stesse parole che dedicò ad un insegnante della scuola rurale, che andò ad insegnare in una borgata fatta di capanne di paglia, senza luce, scarsa d’acqua, senza rapporti con il mondo: “E’ diventato maestro perché ha avuto tanta semplicità, tanta umiltà e tanto buon volere di diventarlo, perché ha accolto l’insegnamento dei suoi alunni onde per essi e solo per essi potrà essere Maestro”.
C’è tanto su cui riflettere, discutere ed elaborare. “Il maestro vigile” è il primo “racconto-documentario” a livello nazionale, di cui può andare orgoglioso il corpo dei vigili urbani di Foligno.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...