SpoletoJournal- E il cinema italiano riprende quota a VENEZIA

CINEMA

CON ‘UN GIORNO PERFETTO’ OZPETEK DA’ VIA AGLI ITALIANI


di Giovannella Rendi

(ASCA) – Roma, 30 ago – Ferzan Ozpetek da’ il via alle pellicole italiane in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Oggi viene presentata la sua ultima fatica ”Un giorno perfetto”, tratto dall’omonimo romanzo di Melania Mazzucco. Il film racconta 24 ore nella vita di un gruppo di persone di diversa appartenenza sociale e di diverse generazioni, ma tutte collegate tra loro e accomunate dall’infelicita’ e da una violenza sotterranea destinata ad esplodere. L’opera segna dunque un brusco cambiamento nella produzione del regista che abbandona il tema a lui sinora piu’ consono del mondo dei sentimenti forti di piccola gente per dedicarsi alla violenza quotidiana che porta agli episodi che si leggono poi in cronaca nera: ”Il progetto propostomi da Procacci mi ha attirato subito, anche se per la prima volta si trattava di una cosa non scritta da me” dichiara il regista di origine turca: ”il romanzo effettivamente mi ha spaventato, e’ molto violento e sarebbe stato insopportabile da guardare come film, per questo l’ho ammorbidito. C’e’ una scena molto forte, quella del canneto con il tentativo di stupro, della cui violenza sul momento non ci rendevamo conto”. Ozpetek racconta poi come ci siano state cinque differenti versioni della sceneggiatura, e come continuamente cambiasse la scelta degli attori a seconda delle modifiche.

”Ho fatto questo film perche’ hanno rifiutato tutti gli altri” scherza il protagonista Valerio Mastandrea che pero’ poi si fa serio per affermare che ”in tutto il film c’e’ una violenza cerebrale, la piu’ difficile da riconoscere. Per difendermi ho fatto di tutto per non immedesimarmi con il mio personaggio, altrimenti mi sarei fatto del male”.

Entusiasta del progetto l’altra protagonista, Isabella Ferrari, che per la prima volta si e’ candidata ad un ruolo, contattando Ozpetek via sms: ”quando avevo letto il libro avevo sperato che diventasse un film e di interpretare il personaggio di Emma. Ero preoccupata che il mio fisico non corrispondesse alla descrizione del romanzo, ma sono arrivata sul set anche piena di idee su come doveva essere il personaggio”.

Alla conferenza stampa e’ presente anche la scrittrice Melania Mazzucco che si dichiara molto soddisfatta del risultato e anche delle variazioni apportate da Ozpetek al suo romanzo: ”Trovo molto interessante il rovesciamento di genere di alcuni personaggi, che ha trasformato il film in una storia molto piu’ di donne, e mi sembra affascinante che siano viste da un uomo”.

Sul successo all’estero del film non si pronuncia Domenico Procacci, produttore insieme con Rai Cinema, che ricorda come un piccolo film come ”Respiro” all’estero abbia incassato anche piu’ di ”Gomorra”: ”l’importante e’ che al di la’ di eccessivi entusiasmi di questo periodo si comincino a conoscere all’estero anche gli autori di oggi, sempre costretti a confrontarsi con i grandi del nostro passato”.

Il film esce nelle sale italiane venerdi’ 5 settembre, distribuito da 01.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...