SPOLETOJOURNAL- SPOLETOCARD, PIU’ VENDUTA LA SOLUZIONE UNICA PER UN GIORNO

SONO PASSATI ALCUNI GIORNI DALL’INAUGURAZIONE DELLA SPOLETOCARD, GHIOTTA PROPOSTA PER IL TURISTA ORGANIZZATO O FAI DA TE CHE NELLA CITTA’ DEI DUCHI PUO’ VISITARE BEN 7 MUSEI CON TANTO DI NAVETTA.

SOLO PRESSO LA SEDE DELL’APT UBICATA IN PIAZZA LIBERTA’ SONO STATI VENDUTI CIRCA 250 BIGLIETTI.

MA NOI ABBIAMO FATTO DI PIU’ DA VIA PLINIO IL GIOVANE 10, OLTRE CHE AD INDIRIZZARE ALLA SEDE PRINCIPALE MOLTI TURISTI CHE CI CHIEDONO INFORMAZIONI. ABBIAMO CHIESTO AI TURISTI SE SONO SODDISFATTI DI QUESTO SERVIZIO.

A CURA DI MARIOLINA SAVINO

Le è piaciuto il tour?

Molto, non pensavo mai che Spoleto possedesse così tanti tesori e così ben tenuti!

Signora scusi, come è andato il viaggio culturale?

Benissimo, pensavo di pagare tanto un sevizio che invece si è rivelato enormemente efficace.

Senta, scusi se la importuno, ha gradito questa passeggiata fra i musei spoletini?

Sicuramente si. Ci sarebbe voluto molto più tempo ma domani torno a lavorare…uff! Tornerò a Spoleto presto con i miei genitori per il loro anniversario e con loro spero di poter visitare ancora una volta la Rocca, magari mi fermerò un po’ di più perché è davvero fantastica, La saluto… dove trovo questa intervista?

Su umbriaclick.it e spoletogiournal! Grazie!

E, concludendo come diceva Bongiorno in cima alla vetta, scambiamo volentieri due chiacciere con il nostro caro amico Vairo Caldarelli.

“Che ti dico? che va bene. l’esperienza della navetta è importante non solo per i turisti ma anche per tanti spoletini che non conoscono a fondo le ricchezze museali di questa città! I turisti sono contenti, si sentono assistiti e coccolati dalla nostra presenza. Ci chiedono di tutto e noi per quel che possiamo cerchiamo di essere il più esaustivi possibile.”

AMARCORD-Con Vairo esattamente dieci anni fa collaborammo visto che mi era “presa” l’idea di inventarmi la prima navetta che dalla Bruna di Castel Ritaldi, in occasione del Frantotipico, doveva collegare tutto il territorio partecipe all’evento. Vairo ne fu entusiasta, si mise a disposizione e fu quella una delle prime esperienza dell’utilizzo di un mezzo, per i collegamenti dovuti agli eventi. Da allora è stato sempre più frequente il collegare territori con piccoli bus e Spoleto ha trovato un ottimo sistema per offrire un servizio semplice ma estremamente dignitoso e piacevole per i turisti che vanno via felici e soddisfatti!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...