11 settembre, stavo inviando una mail negli USA a Wern, ma non partiva mai…

….Arrivò trafelato mio figlio Francesco in redazione, “mamma è successo l’Apocalisse in America!”  Io continuavo ad inviare quella mail ma non vi era modo di spedirla. Solo a tarda sera realizzai il perché.

L’attacco alle Torri Gemelle aveva provocato il panico generale e tutte le comunicazioni avevano avuto uno stop imperativo.

A tutti quei morti dedico un fiore e una preghiera

certa della condivisione di tutti i nostri lettori

Mariolina Savino

San Brizio, Festeggiamenti per il primo Vescovo di Spoleto

Sabato sette settembre 2008, la cittadina di San Brizio ha festeggiato l’omonimo Santo e primo Vescovo di Spoleto

San Brizio nato in Siria nel 50 d.C., fervente Cristiano, fa parte dei 12 Sirii che si sistemarono nelle nostre terre per predicare il Vangelo
A causa delle sue professioni religiose venne arrestato e morì. La tradizione vuole che il corpo di San Brizio sia stato sepolto all’interno del Sarcofago romano presente ancora nella cripta.
La chiesa di San Brizio è legata alle vicende del Primo cristianesimo dell’Italia centrale.
Dopo la sua morte, la tomba fu oggetto di venerazione e nel IX o X Secolo fu eretta una Chiesa della quale rimane una colonna che è custodita nella cripta.
L’attuale Chiesa è della prima metà del Secolo XII sebbene della facciata originaria è solo la bellissima bifora centrale.
La pianta è a tre navate suddivise da delle file di colonne.
Nei rifacimenti sono stati impiegati dei materiali provenienti da alcune costruzioni romane.
All’interno è possibile accedere alla meravigliosa cripta a quattro navate.
Il personaggio più illustre della storia contemporanea della cittadina è il Giornalista Walter Tobagi. Nacque a San Brizio di Spoleto 18 marzo 1947 e dopo una vita spesa per diffondere i suoi principi Cattolici e sociali, le sue scoperte sui segreti delle stragi e sui “cuscinetti riformisti” utilizzati con probabilità come alibi dai Brigatisti è stato freddato da 6 colpi di pistola in Via Salaino -Milano- il 28 maggio 1980 alle ore 11:00, dalla “Brigata 28 marzo”, lasciando la moglie, Maristella, e i figli Luca e Benedetta.

Sj- Agenda degli appuntamenti

Spoleto, 11/09/2008

Incontro con le associazioni dei consumatori Venerdì 12 settembre 2008 ore 16 Sala della Biblioteca – Via dei Filosofi

Servizi al cittadino e tutela del consumatore. Questi i temi al centro dell’incontro che si terrà venerdì 12 settembre alle ore 16 nella Sala della biblioteca della Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano in via dei Filosofi.
L’appuntamento, che vedrà la presenza delle Associazioni dei consumatori (“Le vostre domane e le nostre risposte” è il titolo) analizzerà le possibilità di intervento delle associazioni per la tutela dei consumatori alla luce della ricerca effettuata agli Sportelli dei Consumatori, soffermandosi sul funzionamento degli Sportelli, sul tipo di problematiche che i cittadini e le associazioni si trovano ad affrontare, sulle difficoltà che ostacolano frequentemente una rapida soluzione dei casi.

Umbria, 11/09/2008

La comunicazione pubblica e istituzionale: la gestione dei rapporti con i media

Scuola di Amministrazione Pubblica Villa Umbra
9 ottobre 2008.

Destinatari: Amministratori, Responsabili e Operatori di uffici stampa e di servizi di comunicazione degli Enti Pubblici.

Docente: dott. Alvaro Fiorucci giornalista – Presidente Associazione Stampa Umbra, Docente di Teoria e tecniche del linguaggio radiotelevisivo all’Università degli Studi di Perugia.

Spoleto, 11/09/2008

Convocazione consiglio comunale

Il Consiglio comunale di Spoleto è stato convocato, in seduta straordinaria di I convocazione, per lunedì 15 SETTEMBRE 2008 alle ore 16:00. Qualora la trattazione degli argomenti posti all’ordine del giorno non venisse esaurita o qualora la seduta andasse deserta per il mancato intervento della metà più uno dei Consiglieri o per il venir meno, nel corso della stessa di tale “quorum”, il Consiglio comunale è convocato per i giorni 17-19-22-24-26 SETTEMBRE 2008 alle ore 16:00
nella Sala consiliare “Spoletium” del Palazzo Comunale.

UMBRIA- AUTUNNO CALDO PER I GIORNALISTI, INCONTRO ORGANISMI

Umbria, 11/09/2008

Stelvio Gauzzi – Segretario di Confartigianato Alimentazione: “Bene iniziativa di Garante prezzi e GdF

Finalmente chiarezza su reali responsabilità aumenti”.

“Apprezziamo l’iniziativa del Garante per la sorveglianza dei prezzi e della Guardia di Finanza perché finalmente contribuirà a fare luce sulle reali responsabilità nella formazione dei prezzi dei prodotti alimentari”.
E’ quanto afferma il Segretario di Confartigianato Alimentazione – Stelvio Gauzzi – il quale sottolinea: “la Confartigianato nazionale ha già evidenziato, con prove documentali, al Garante dei prezzi, fenomeni a dir poco singolari nella filiera ed episodi di speculazione che contribuiscono a mantenere elevato il prezzo delle materie prime.

Umbria, 11/09/2008

Rete oncologica regionale: in Umbria la cartella è consultabile via web per le diagnosi anatomo-patologiche

Una “cartella delle diagnosi anatomopatologiche del paziente”, consultabile via web da qualsiasi servizio di anatomia patologica: è quanto renderà possibile, in Umbria, l’integrazione del sistema informativo in rete per la quale la Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Sanità Maurizio Rosi, ha stanziato 250mila euro.

Castel Ritaldi, 11/09/2008

Percorsi formativi a Castel Ritaldi

L’amministrazione comunale e la Provincia di Perugia , dal 2000 , promuovono il premio nazionale “ Mario Tabarrini – Il Paese delle Fiabe “, un concorso letterario nato per commemorare la figura del concittadino poeta e scrittore. Da quest’anno si propone anche un itinerario formativo dal titolo “Un laboratorio …da fiaba” condotto dalla dr.ssa Rosella De Leonibus, psicologa-psicoterapeuta, formatrice, responsabile della sede umbra del Centro italiano di Formazione Psico-Eco-Relazionale – Gestalt Ecology Ciformaper.

Campello sul Clitunno, 11/09/2008

Clitunno: beffa di rigore alla Real Virtus

di Stefano GOBBI

Sofferta vittoria dei campellini che non ripetono la partita contro il Bevagna.

Una partita senza troppi sussulti, con un paio di belle parate di Felici (nel 1t), a fermare la maggiore intraprendenza (da fuori area però) dei padroni di casa che si dimostravano imprecisi grazie anche al reparto difensivo campellino, in giornata veramente di grazia soprattutto in Quondam (autore di una prestazione perfetta che ha rassicurato tutti – ma non ce n’era bisogno!! – dopo le indecisioni di sabato scorso) e in Andrea Loreti (che timbra con una pregevole prestazione la prima vera partita “intera” con la prima squadra: della serie quando un serio impegno ti fa raggiungere traguardi prima impensabili. Complimenti!!).

Spoleto, 10/09/2008

“Spoleto per la Scuola”

Presentato il catalogo per i Piani dell’Offerta Formativa.

Uno strumento per arricchire e facilitare l’ elaborazione dei Piani dell’Offerta Formativa da parte dei Docenti e Dirigenti degli Istituti scolastici di ogni ordine e grado nella predisposizione del piano annuale dell’offerta formativa. Si chiama “Spoleto per la Scuola” il catalogo presentato questa mattina all’Istituto D’Arte “Leoncillo Leonardi” alla presenza dell’Assessore alla Formazione del Comune di Spoleto Patrizia Cristofori e della dirigente della Direzione Istruzione, Coesione Sociale, Salute e Sport Antonella Quondam.

Foligno

Merloni: Giovannetti, ”Regione Umbria pronta ad appoggiare mobilitazione a Fabriano”

“La Giunta regionale dell’Umbria, nell’evidenziare una forte preoccupazione per le prospettive produttive ed occupazionali degli stabilimenti Merloni, a partire da quello di Gaifana, esprime apprezzamento e condivisione per la mobilitazione decisa dalle organizzazioni sindacali per il 19 settembre prossimo con manifestazione a Fabriano”. Lo afferma l’assessore regionale alle attività produttive, Mario Giovannetti, in seguito all’incontro di ieri nella sede del Ministero dello Sviluppo Economico proprio per discutere sulla crisi della Merloni.

Spoleto

Campionati nazionali della Parata della Bandiera

Sabato 13 settembre, alle 9.30, la sfilata della Grande Parata.

A Spoleto oltre 600 atleti in rappresentanza di 18 regioni italiane.

Sarà aperta dal corteo delle Vaite di Spoleto, con raduno presso i giardini della Casetta dell’Ippocastano e la sfilata che da viale Matteotti arriverà fino a Piazza Duomo passando per Piazza della Libertà e Piazza del Mercato, la sfilata della Grande Parata che si terrà a Spoleto sabato 13 settembre alle 9.30 in occasione dei Campionati nazionali della Parata della Bandiera.

Dimmi che informazione vuoi …e ti diro’ ch sei!

Variegatissima ormai l’offerta dell’informazione sulla rete,

ognuno va alla ricerca di quello che più gli sta a cuore

Il Barbiere della Sera

sito segnalato oggi dalla RedazioneJournal

clickka sopra la scritta e buona lettura!

Noi vi segnaleremo alcuni siti e portali che riteniamo ottimi secondo il nostro modesto parere.

Se avete dei siti particolarmente interessanti da segnalare scrivete a:

direttoreclick@gmail.com

mariolinasavino@libero.it

skype- click umbria

realizzazione: Altamura et associati, Mariolina Savino

Sj- A Spoleto passaggio di coronati e regine, di Jacopo Feliciani

Cristina di Svezia
(1626 Stoccolma -1689 Roma) figlia di Gustavo Adolfo e Maria Eleonora di Brandeburgo. Aveva sei anni quando salì al trono. Il Cancelliere A.Oxenstierna presiedeva il Consiglio di Reggenza che governò fino al 1644, anno della maggiore età della piccola Regina. Durante questo periodo, alla Regina fu impartita una perfetta educazione, specialmente nelle Lettere e nelle Scienze. Conosceva otto Lingue, tra le quali Latino e Greco. Alla maggiore età volle avvalersi ancora del Consiglio di Reggenza, in quanto non fu mai interessata al Governo. Attuò comunque una Saggia politica di pacificazione molto profiqua (Pace con la Danimarca di Bromsebro) contribuendo con un ruolo importantissimo alla Pace di Vestfalia del 1648. Abbandonò il Governo progressivamente in favore di avventurieri che approfittarono della situazione. Amava circondarsi, non senza poche spese, di studiosi, letterati e scienziati come Cartesio e Ugo Grozio, Renè Descartes. Il giorno sei giugno 1654 abdicò in favore del Cugino Carlo Gustavo in quanto fu irriducibile nella scelta di un marito (tra l’altro le si attribuiscono delle relazioni con la Contessa Ebbe Sparre). Si convertì da Protestante a Cattolica fuggendo poi a Bruxelles dal Re di Spagna Filippo IV. Il tre novembre 1654 partì per Roma, città in cui fu ospite del Papa Alessandro VII in Vaticano. Conobbe Decio Azzolinoe I Cardinali filofrancesi. Nel 1656 si trasferì a Parigi in quanto era intensionata a chiedere aiuti al Mazzarino per diventare Regina di Napoli. Il piano fallì in quanto I Francesi non le perdonarono l’uccisione, da lei inspirata, del Monaldeschi. Anche il tentativo di invadere Napoli con l’aiuto del Duca di Modena Francesco, fallì per la morte di quest’ultimo. Nell’anno 1660 morì il cugino Carlo Gustavo ma malgrado le sue mire, le fu sconsigliato di tentare. Aiutà la lotta di Venezia contro I Turchi. Tornata a Roma riuscì nell’intento di eleggere il Papa Clemente IX insieme ad Azzolino che diverrà Segretario di Stato e con questo ebbe dei favori economici e l’appoggio per la sua richiesta del trono in Polonia che fu respinta fortemente dai Polacchi.
Tornò definitivamente a Roma per dedicarsi completamente alla Letteratura, raccogliendo una gigantesca biblioteca, artisti e letterati, collezionando quadri del Seicento e del Rinascimento.
Questo centro di vita letterario a Roma del quale Cristina era il centro propulsore, si opponeva al punto di vista Barocco e diede origine all’Arcadia, un anno dopo la sua morte.
Alla sua morte, fu sepolta a San Pietro. La sua biblioteca personale passò alla Biblioteca Vaticana e i beni all’Azzolino.
Sue opere letterarie:
Opere d’ozio o massime e sentenze;
Riflessioni sulla vita e sulle azioni di Alessandro;
“Endimione” favola pastorale (con la collaborazione del Guidi);
Le memorie della sua vita dedicata a Dio.
Il suo passaggio a Spoleto.
Cristina di Svezia, diretta a Roma, il giorno 14 dicembre 1655 lasciò Foligno per far tappa a Spoleto. Monsignor Diego Capece, Governatore di Spoleto, le andò incontro con due Compagnie di Cavalleria e un seguito di molti gentiluomini. Anche il Cardinale Vescovo Facchinetti insieme a Monsignor Gaudenzio Poli Vescovo di Amelia, al Principe di Gallicano, al Governatore di Orvieto e ad altri nobiluomini lesi fecero incontro a tre miglia fuori delle mura di Spoleto. Il Cardinale Facchinetti dopo l’incontro tornò indietro per riceverla al Vescovato.
Prima dell’arrivo della Svedese alla Porta della città, la ricevettero ben inquadrate dei militari che la salutarono con le loro scariche. Il Magistrato la attendeva alla Porta della Città per ossequiarla con il solenne vivace spirito tipico dello spoletino. Cristina diede ordine di fermare la carrozza, per esprimere l’apprezzamento della calda accoglienza. La strada della città era stata allestita con magnifici archi trionfali, decorati con figure, e iscrizioni.
L’ingresso di Porta Fuga, fu coperto e sopraelevato con un baldacchino che presentava tessuti e tendaggi finemente decorati e recava un’iscrizione in onore della Reale e un’altra che ricordava il luogo dove Annibale fu messo in fuga.
Cristina passò per la Piazza che era stata allestita come un teatro.
Si fece in modo che Cristina arrivasse nella notte per poter godere dei fuochi d’artificio preparati appositamente.
In Vescovato, Cristina fu ricevuta da una corona nobile di dame che la riverirono secondo le migliori tradizioni. Tutte ebbero l’onore di baciarle la mano, e la stessa Cristina volle che assistessero al concerto di musica organizzato nelle sue stanze.
La mattina del mercoledì 15, Cristina assistette alla Messa servita in Cattedrale dal Cardinale, dai Nunzii, dai Prelati, dai Principi e dalla nobiltà.
I militari presidiavano tutte le vie della città percorsi dalla Cristina. Fu abbellito anche il portico della Cattedrale con fregi, figure e iscrizioni. Alla fine della messa Cristina fece ritorno in Vescovato per il pubblico pranzo con il Cardinale spoletino. Dopo il pranzo, l’abbondante nevicata impedì il programma che aveva Cristina di far visita alla Chiesa di San Domenico per rendersi conto della reliquia del Santo Chiodo ivi custodito.
La sera dello stesso 15 dicembre, Cristina fece visita al Palazzo pubblico per seguire un’opera recitata da giovani nobili spoletini, uno spettacolo di notevole bellezza anche in ragione delle prodigiose macchine teatrali impiegate.
La mattina del giorno 16 dicembre, Cristina lasciò la città di Spoleto, scortata alcune miglia dal Cardinale, e fino alle porte di Terni dal Governatore.
Alcuni autori ne ricordano la sua figura:
Felice Romani è stato l’autore del libretto del Melodramma “Cristina di Svezia”, messo in musica da Sigismund Thalberg. L’Opera fu rappresentata per la prima volta al Kärntnerthortheater di Vienna il giorno 3 giugno 1855. All’origine il libretto venne preparato per essere messo in musica da Gaetano Donizetti.
La Regina Cristina, tittolo originale Queen Christina, un film per la regia di Rouben Mamoulian.
USA – 1933, b/n durata 100 minuti, con Greta Garbo, John Gilbert, Ian Keith, Elizabeth Young, Lewis Stone, Reginald Owen.

InternetJournal- Maria Amelia LOPEZ, 95, habla sobre la vida en Internet


E’ proprio lei, Maria Amelia, spagnola, la blogger con ben 95 primavere al suo attivo che incanta i lettori in internet!

Che fosse in rete l’elisir di lunga vita?

Asta La Vista!

Mariolina SAVINO