REDAZIONEJOURNAL- FEDERICA MORO DEDICA UN SALUTO FLOREALE A TUTTI I NOSTRI LETTORI RINGRAZIANDOLI PER LE MAIL CHE LE RINVIAMO

FEDERICA MORO

UNA RAGAZZA D’ORO, FEDERICA E’ DAVVERO AMABILE.

ABBIAMO RICEVUTO PER LEI TANTE MAIL CHE LE ABBIAMO PUNTUALMENTE RISPEDITO.

NELLA FOTO DI MARIOLINA SAVINO SCATTATA DOMENICA SERA AL CAMPO DE LI GIOCHI, FEDERICA

SALUTA TUTTI I NOSTRI LETTORI E LI RINGRAZIA PER L’AFFETTO!

SJ- Rotatoria di via dei Filosofi, Proseguono i lavori con la chiusura del Ponte Unità d’Italia

LAVORI IN CORSO

Proseguono i lavori per la realizzazione della rotatoria di Via dei Filosofi all’intersezione con via Ponte Unità d’Italia. La rotatoria andrà a sostituire l’attuale impianto semaforico, l’ultimo rimasto in città.
Il cantiere è stato allestito nella seconda metà di agosto dopo una fase sperimentale durata pochi giorni dalle quale erano emerse informazioni sui flussi veicolari nelle diverse fasce orarie e le conseguenti misure da adottare per garantire sicurezza e fluidità del traffico. Gli interventi proseguono ora con la chiusura al traffico del Ponte Unità d’Italia da tutte le direzioni di marcia (sia per i veicoli che provengono da Baiano sia per quelli provenienti da Spoleto).
Sono stati creati due attraversamenti pedonali di cantiere, il primo in prossimità dell’attuale linea di arresto in via Ponte Unità d’Italia, il secondo all’altezza della fermata bus di via dei Filosofi che consentirà la continuità dal marciapiede (aperta di recente all’utilizzo pedonale) dalla sede della Compagnia Carabinieri fino all’area S.U.I.C. attraverso l’attraversamento su Ponte Unità d’Italia; stessa continuità è assicurata ai pedoni provenienti da via XXV Aprile.

Saranno inoltre apposti cartelli di indicazione necessari per i percorsi consigliati, finalizzati a snellire il traffico nell’area dell’intervento.

Echi di Quintana a due giorni dalla vittoria del Pugilli grazie al cavaliere detto “il moro” Lorenzo Paci

NOSTRA FOTO ESCLUSIVA DELL’ANELLO CHE PER LA PRIMA VOLTA SI E’ ROTTO, PROPRIO ALLA CENTESIMA EDIZIONE DI GIOSTRA

Lorenzo Paci ha portato al trionfo il rione Pugilli. Brutto episodio per la madrina di giostra Federica Moro

Foligno, 16/09/2008

Dal nostro inviato Gilberto Scalabrini

E’ stata una lunga notte quintanara, grazie anche al patto di ferro tra Pluvio e il dio Marte: a dispetto delle previsioni non è caduta neanche una goccia d’acqua. La potenziale minaccia delle nuvole, suffragata dal servizio meteo dell’aeronautica militare di Pratica di Mare, ha consigliato i vertici di palazzo Candiotti di far slittare la giostra in notturna. Ad una certa ora c’è voluto il maglione, perché stemperare l’aria fresca. La centesima edizione della giostra della Quintana è stata vinta da un agguerrito Lorenzo Paci che ha portato al successo il rione Pugilli dopo nove lunghi anni di astinenza. Una vittoria attesa e sognata da Lorenzo e che ha premiato anche la velocità, la precisione e la resistenza di Go Betty Go, la purosangue inglese di 9 anni che ha fatto fermare il cronometro a 55.32 nella prima tornata, 55.10 nella seconda e 54.85 nella terza.
Lorenzo Paci proviene dalla scuola ippica di Foligno ed è un cavaliere molto tecnico ma anche capace e determinato. Lo ha dimostrato in questa difficile giostra. A lui anche gli onori al merito per avere rigenerato un’ottima Go Betty Go, dimostrando di essere bravo e pure sensibile, perché certe cose non le trovi scritte sui manuali di equitazione, bensì sono lasciate alla creatività del cavaliere.
In finalissima Paci è stato sfidato da Massimo Gubbini dello Spada (3° classificato), Luca Innocenzi del Cassero (2°) e Lucio Antici del Croce Bianca (4°). Quest’ultimo, in sella a Scala Minore, la purosangue di 8 anni che detiene il record della pista con il tempo di 54.36, ha fatto registrare tempi davvero eccellenti: 55 secondi netti e nella seconda tornata a 54.98. Sembrava il candidato al palio dipinto dal maestro Filippo di Sambuy, invece in finalissima ha clamorosamente fatto schizzare via con la punta della lancia il piccolo anello da 5 centimetri di diametro. Al boato di sconcerto degli spettatori e contradaioli (il campo non era completamente pieno in ogni ordine di posti)è seguita, subito dopo che Antici ha tagliato il traguardo, l’invasione di campo del popolo dell’aquila nera. Il priore del Cassero Giorgio Recchioni ha subito presentato ricorso alla giuria chiedendo di squalificare il cavaliere vincitore, dimenticando però che il vecchio regolamento è andato in pensione e quello nuovo, approvato anche da lui, all’articolo 16, recita che il cavaliere termina la gara dopo che ha superato l’arrivo, mentre il punteggio gli viene assegnato dopo che ha consegnato gli anelli. C’è qualche contraddizione, un cono d’ombra che andrebbe portato meglio alla luce del sole. Se è vero, come è vero, che non si può invadere il campo prima che l’ultimo cavaliere abbia terminato la gara, c’è da chiedersi perché il punteggio è assegnato dopo che il binomio ha depositato gli anelli davanti alla giuria, mentre la sua gara termina appena supera il traguardo della fotocellula?
Il presidente della giuria, Mariano Angioni, non ha potuto fare altro che sbattere in faccia al priore del Cassero il regolamento.
Prima di Lucio Antici, comunque, altri sei binomi si sono persi per strada. Hanno subito lasciato sul campo i loro sogni di gloria Riccardo Conti del Morlupo: è entrato tardi in diagonale ed ha letteralmente piegato l’anello, tanto che la giuria ha dovuto sostituirlo con uno nuovo (9); Gianluca Chicchini del Contrastanga: oltre a non beccare il cerchietto ha pure abbattuto una bandierina (10);Emanuele Filippucci del Badia: ha mollato per qualche istante la pressione delle gambe sul cavallo e La Bhalma ha stretto in curva facendo cadere una bandierina (8). Nella seconda carriera sono usciti di scena Michelangelo Fondi della Mora: oscilla sulla diagonale e sbaglia i primi due anelli (7); Emanuele Capriotti dell’Ammanniti: spizza il primo anello e manca il secondo (6); Daniele Scarponi del Giotti: la sua cavalla Baccani di 6 anni, debuttante, è stata brava e veloce, ma non avendo ancora una grande confidenza con il percorso è entrata poco precisa in diagonale e il campione ha mancato un anello e abbattuto una bandierina (5).
E quando il campo de li giochi è invaso dai contradaioli del Pugilli che vanno a festeggiare il loro tredicesimo palio della storia quintanara, un piccolo incidente turba l’allegra caciara: un uomo sulla cinquantina, già conosciuto dalle forze dell’ordine, si avvicina alla madrina Federica Moro, prima la insulta e poi la strattona con frasi incomprensibili. E’ un momento di panico per la bella Federica che si scioglie in lacrime. Non si conosce il motivo che abbia fatto scattare il raptus dell’agitato folignate, il quale ha continuato a disturbare anche dopo, minacciando pure il presidente Domenico Metelli. Lo ha fatto mentre si portava, sotto scorta dei suoi armigeri, a consegnare il palio al vincitore. Insomma, una brutta storia, speriamo che si sia chiusa lì. Questa è stata l’unica nuvola sopra la giostra.


PRIMI D’ITALIA- Decima edizione A FOLIGNO

I Primi d’Italia, tutto pronto per la decima edizione

Domani a Foligno, conferenza stampa per la presentazione del Festival nazionale dei primi piatti
Ancora una volta il centro storico di Foligno diventerà capitale dei primi piatti ospitando, dal 25 al 28 settembre, I Primi d’Italia, il Festival nazionale dei primi piatti che nella passata edizione ha coinvolto oltre 200.000 visitatori provenienti da tutta Italia. I Primi d’Italia è organizzato dalla società Epta-Confcommercio, con il patrocinio del ministero delle Politiche Agricole e Forestali.
Il Festival dei primi piatti sarà presentato nel corso di una
CONFERENZA STAMPA
convocata per
domani, mercoledì 17 settembre, ore 11
presso la Sala del Camino di Palazzo Deli, a Foligno.
Alla conferenza stampa parteciperanno, tra gli altri:
Roberto Prosperi, presidente di Epta
Manlio Marini, sindaco di Foligno
Giorgio Mencaroni, presidente Confcommercio della provincia di Perugia.

CASTELRITALDIJOURNAL- FESTA AL CASTELLO DI CASTEL SAN GIOVANNI

UN EVENTO PER LA PICCOLA COMUNITA’

CHE DOMENICA

SI E’ RACCOLTA NELLA PIAZZA DEL PAESE

Servizio a cura

di Mariolina SAVINO

(Testo e foto)

Un piccolo mondo antico dove il tempo pare che si sia fermato. Ma il tempo passa e quei ragazzi che fino a pochi anni fa giocavano costruendo la casetta sull’albero ora sono uomini, padri e mariti. Così come quelle bambine con le trecce che ora si sono ritrovate adulte e pronte a sfidare mamme e nonne nella gara dei dolci presenziata dal nostro Comandante della stazione dei Carabinieri che in borghese ha decretato il manicaretto più buono.

Non poteva mancare la pignata appesa alla corda da rompere, come la gara di briscola, le bruschette e le salsicce cotte a puntino per una merenda tutta da gustare.

Castel San Giovanni è davvero un piccolo “capriccio” tutta raccolta intorno all’antico castello in pianura dove si stanno ultimando i restauri della chiesa che contiene meravigliose tele di alto pregio.

CASTELRITALDIJOURNAL- INTERVISTA ALL’ASSESSORE AURA DI TOMMASO

Foto di Mariolina Savino-L’assessore alla cultura del Comune di Castel Ritaldi

con in braccio il primo nipotino

dal direttore

Mariolina SAVINO

Correre, correre, correre, è l’imperativo di Aura di Tommaso, iper impegnata fra lavoro, casa e politica.

Non bastava, la sua attenzione si è incentrata sul mondo delle fiabe e da alcuni anni, con uno staff volenteroso e preparato ha iniziato un lungo percorso con un progetto preciso, stimolare alla scrittura tutti coloro che vogliono esprimersi, promuovendo un territorio piacevole e distensivo come quello del Ritaldese.

Domenica a Castel San Giovanni, dove si è svolta una festa della frazione, siamo riuscita ad incontrarla ed intervistarla per i nostri lettori di SpoletoJournal, fratello gemello di spoletoclick.it presto in rete, che, ricordiamo, è in fase di lavorazione dopo il blak out avvenuto non certo per nostra volontà.

“L’esperienza di assessore in primis, e della regia del “Paese delle Fiabe” ha costituito per me una grande crescita sia a livello personale che politico. Posto che il tempo è tiranno e spesso intersecare i vari impegni è sempre complicato, in questi anni siamo riusciti a trovare una serie di volenterosi che ci hanno affiancato nel percorso del Premio, oltre alla partecipazione di enti e privati che ci hanno supportato e continuano a supportrci avendo constatato la bontà del progetto e la diffusione che anche la stampa specializzata ha operato in confronto all’evento.”

Ora può raccontare tante favolette al suo piccolo nipotino

“Diciamo che la nascita di mio nipote è stato il fiore all’occhiello, ed è una gioia immensa che dà ancor più senso a quanto fatto finora, noi adulti abbiamo il dovere di pensare al mondo di domani, di lavorare per costruire possibili percorsi da lasciare ai posteri. L’esperienza di nonna si è aggiunta al resto, donandomi una marcia in più, per quelle che ormai sono le mie caotiche giornate”.

Il rapporto con l’orologio?

“Sempre estremo, riesco comunque a raggiungere gli obbiettivi prefissati anche se a fatica.”

Gaia, una delle ragazze che presenteranno la tesi

Presto ci saranno le nuove elezioni, potrebbero cambiare gli assetti e gli incarichi

“Il Premio Letterario Mario Tabarrini è ormai ben avviato e spero di poter continuare a svilupparlo con i numerosi volontari che hanno creduto fortemente in questa idea. Del resto le cose ben fatte hanno sempre un solido futuro. Vedremo i prossimi assetti dopo le elezioni, adesso ci godremo questo fine settimana intenso di eventi dove tengo a sottolineare il riconoscimento ad aluni giovani delle scuole superiori che hanno presentato delle tesi per fine anno, oltre ad una serie di altre iniziative che sono assolutamente da vivere qui a Castel Ritaldi. Invito tutti i suoi lettori a passare il fine settimana qui da noi dove ormai, si sono sviluppati molti punti per l’accoglienza e per calarsi all’improvviso in un mondo da fiaba”.

CastelRitaldiJournal- L’incanto del borgo nel Paese delle Fiabe

di Mariolina SAVINO

Una nuova edizione del Paese delle Fiabe ideato da un gruppo di esperti capeggiati dall’assessore alla Cultura Aura di Tommaso approda all’appuntamento settembrino.

L’evento cresciuto negli anni ha portato nella cittadina un vento nuovo di interessi che hanno coinvolto e coinvolgono sia i locali che interessati alla manifestazione da tutta Italia.

Il concorso non ha età e invita proprio tutti ad esprimere la propria vena letteraria.

Molte le novità di quest’anno da vivere direttamente sul campo a cominciare da venerdì 26 settembre fino a domenica 26 con la premiazione delle favole vincitrici per questa edizione 2008.

CulturaJournal- Le Poesie di Manlio Visintini

Norcia-Trieste, 16/09/2008

“Essere Umbria”

di Manlio Visintini – 2008

Quell’infinito verde
dove si perdon gli occhi
in quell’aria dipinta
e fresca,
quelle acque celesti
e semplici
che bagnano la terra,
e il canto dei boschi
al quieto vespero
..risveglia la preghiera
e un ringraziamento,
…oltre le nubi.
E s’accendono le luci
nelle case sparse
sui lontani declivi,
e temporale viene
d’un tratto,
assieme a polìcromi tuoni…
Umbria,
un altro Pianeta,
sceso sulla Terra.

SpoletoJournal- Magazine in web

Montefalco, 16/09/2008

Grande affluenza per questa prima parte dell’anno al museo di San Francesco

Il museo di San Francesco si conferma uno spazio culturale di grande importanza a livello regionale. Dal 1 gennaio al 31 di agosto del 2008 sono stati 22.624 i visitatori che hanno voluto osservare da vicino gli affreschi di Benozzo Gozzoli , di Pietro Vannucci e i rinnovati spazi espositivi che si trovano all’interno dell’edificio. Nello stesso periodo del 2007 i visitatori furono 22.371. Il trend è quindi in crescita , nonostante la congiuntura economica certo non favorevole. Questo significa che la struttura museale è oramai conosciuta a livello nazionale ed internazionale.

Bevagna, 16/09/2008

Mestieri delle Gaite – Deroghe urbanistiche – Le considerazioni del presidente , Folco Barattini

Il consiglio comunale , nella seduta del 10 settembre scorso , ha approvato la modifica dell’articolo 5 del Regolamento edilizio che disciplina le “Facoltà di deroga“. Nella nuova stesura sono state inserite specifiche eccezioni relative alla realizzazione , a carattere temporaneo, dei mestieri delle Gaite. D’ora in avanti“ la costruzione di manufatti temporanei , su aree pubbliche o private , poste all’interno e all’esterno delle mura urbiche nella relativa fascia di rispetto, per ospitare una attività artigianale di rilevanza storica, può essere autorizzata per un periodo massimo di tre anni , in presenza di una dettagliata relazione che evidenzi, oltre alle motivazioni storico-culturali, anche l’interesse scientifico , didattico e turistico“.

Reggio Calabria, 16/09/2008

Boxe:Il titolo italiano dei pesi mediomassimi tra Francesco Versaci e Maurizio Lovaglio

Nella foto Francesco Versaci

Dopo il sottoclou, la serata della promoter Rosanna Conti Cavini, è proseguita con il match clou, il vacante titolo italiano dei pesi mediomassimi, con protagonisti il reggino Francesco Versaci, prodotto della Amaranto Boxe e da tre anni professionista nelle fila biancorosse di Grosseto, e Maurizio Lovaglio, piemontese della Boxe Loreni.

Reggio Calabria, 16/09/2008

Boxe:Il sottoclou della serata di Reggio Calabria organizzata dalla promoter Rosanna Conti Cavini

Nello spettacolare scenario dell’Arena dello Stretto “Ciccio Franco”, con la protezione guerriera della dea Atena, davanti a un pubblico numeroso ed entusiasta assiepato nell’anfiteatro di stile greco, con davanti le luci della Sicilia, sta andando in scena una serata di grande suggestione pugilistica offerta dalla promoter internazionale Rosanna Conti Cavini, in collaborazione con la città di Reggio Calabria e la sua amministrazione, la Amaranto Boxe e il Comitato delle Feste patronali.

SpoletoJournal- Miscellanea News

Italia, 16/09/2008

Italia-Francia 1-0/ Gli americani ora sono i più grandi bevitori di vino. E preferiscono i prodotti italiani a quelli transalpini…

Finalmente ci sono riusciti: gli americani bevono più vino degli italiani. La notizia è di queste ore e francamente non ci meraviglia. Avevamo visto un costante aumento di consumo da un paio di anni a questa parte. Così, nella terra del wisky sulla tavola bevuto con pasta e carne, oggi il vino fa da padrone. Ed è importante ricordare che i vini italiani sono i più importati da questa nazione.

Italia, 16/09/2008

Salute/ Yoga, pilates e acquagym nuovi ‘farmaci’ dei medici di famiglia. E le palestre fanno boom

Yoga, pilates e acquagym da oggi sono farmaci. Strano a dirsi, ma è proprio così. Entrano ufficialmente nel prontuario del medico di famiglia. Queste tre ‘terapie’ saranno infatti trattate in relativi workshop al prossimo congresso nazionale della Fimmg, la Federazione italiana dei medici di medicina generale che si terrà a Villasimius dal 6 al 12 ottobre prossimi.

Umbria, 16/09/2008

Legambiente: “Senza scuola non c’è futuro”

“Chiusa per tagli” è lo striscione che ha accompagnato l’apertura di molte scuole dei piccoli comuni italiani, dove Legambiente, ANCI, sindaci e cittadini hanno manifestato di fronte all’ingresso degli istituti, unendosi alla mobilitazione nazionale che ha preso il via oggi contro i pesanti tagli che la finanziaria ha previsto per il sistema scolastico italiano. Tagli che penalizzano in modo grave gli istituti più piccoli sparsi per l’Italia.

Umbria, 15/09/2008

Calcio: Perugia, Terni e Foligno, tre città e tre società insieme per un “calcio diverso”

Un calcio diverso, lontano dalla violenza, che torni alle sue radici sportive e sociali, di civiltà e di sano e autentico antagonismo fra le tifoserie. È quello che si propongono la Regione Umbria, le tre città e le tre società che (per la prima volta in una lunga storia calcistica) si trovano quest’anno insieme a disputare un campionato professionistico: Perugia, Ternana e Foligno, tutte impegnate nella Prima Divisione del Girone “B” della Lega Pro.

Umbria, 15/09/2008

Rapporto di Confartigianato: sull’ energia elettrica boom del fisco locale, + 34,9 per cento dal 2000

“Per le piccole imprese un costo di gestione sempre più pesante”.

Stelvio Gauzzi: “Federalismo occasione per riequilibrio tasse su energia”
“La riforma federalista potrebbe essere l’occasione per ridisegnare, nell’ambito dei tributi il cui gettito sarà attributo alle Province, il sistema di tassazione delle accise sull’energia elettrica che attualmente grava soltanto sulle piccole imprese. Si tratta di realizzare una tassazione più equa a parità di gettito”.

Umbria, 15/09/2008

Tracchegiani (LD): Sarà il popolo sovrano a giudicare i comportamenti dei politici

Rispondo amichevolmente al collega Marchesani, rimandando al mittente le accuse di incoerenza e di mancanza di identità. Voglio ricordare infatti al consigliere Marchesani che la mia scelta di aderire a La Destra è andata in una direzione precisa, che è quella della volontà di mettersi in gioco, di rimanere coerenti con gli ideali della destra, che le stesse correnti di AN in cui scelsi di militare volevano incarnare, mettendo in gioco poltrone sicure e remunerative nelle istituzioni locali o nazionali.

Spoleto, 15/09/2008

Modifiche alla circolazione in via Ponzianina

L’ordinanza sarà valida fino al 14 novembre e comunque fino al termine dei lavori.

Proseguono i lavori della V.U.S. per il rifacimento dei collettori fognari.

Proseguono i lavori di rifacimento dei collettori fognari del centro storico nell’ambito dei lavori di adeguamento normativo e miglioramento funzionale del depuratore di Camposalese.

Spoleto, 15/09/2008

MaratonAvis di Spoleto: vince il marocchino Larbi Hamam

Nella foto il vincitore Larbi Hamam.

Il presidente Avis Grifoni: “servono degli sponsor per organizzare la Maratona”. Il Comune garantisce l’appoggio.

Larbi Hamam, giovane del Marocco, residente a Perugia, si è aggiudicato la 5ª “MaratonAvis” di Spoleto, vincendo il premio “Giovanni Carlini”. Il corridore, della Atletica Mezzofondo Recanati, ha percorso i tre giri della città di Spoleto in circa 32 minuti. Al secondo posto si è piazzato un altro marocchino, Abderrahim Massous, della Peter Pan di Bevagna. Terzo è arrivato il greco Joannis Magkriotelsi, della CDRT&RB Group di Perugia. Michela Minciarelli è stata la prima classificata tra le donne.Hanno partecipato alla maratona atleti provenienti da tutta l’Umbria e anche dalle Regioni limitrofe: in totale erano 150. Il via alla maratona organizzata dall’Avis di Spoleto è stato dato dal sindaco Massimo Brunini; presente anche l’assessore allo sport Gilberto Stella.