UMBRIA- Sagra Musicale, doppio appuntamento

19/09/2008

(UJ.com) PERUGIA – Il Teatro del Pavone di Perugia, come è avvenuto con successo nelle precedenti edizioni, ospita sabato 20 settembre alle ore 17 una nuovissima Festa dei bambini ideata da Bustric con la fisarmonica di Roberto Secchi e intitolata Il naso di Dante, scherzo in un tempo per grandi e piccini, con le musiche di Fiorenzo Carpi e Roberto Secchi. Nello spettacolo, che Bustric descrive come “un miscuglio di magia, pantomima, e racconti in musica” si immagina Dante “che passeggia consapevole del suo naso Dantesco, un naso meditabondo e curioso che infila ovunque. Il naso diviene la sua guida, sempre attento e impettito come un soldato, sarà lui a svelare l’odore della gente, rendendolo così “dell’umana natura conoscitore”. Dante cammina all’ombra del suo naso fino a quando nel bel mezzo della sua vita giunge in una selva incantata”. Sergio Bini, in arte Bustric, è prolifico autore e fantasioso interprete degli spettacoli che mette in scena con la compagnia teatrale da lui creata, “La compagnia Bustric”. Compone i suoi spettacoli, generalmente scritti e interpretati da lui stesso, partendo dal testo che poi racconta usando varie tecniche: dal gioco di prestigio, alla pantomima, al canto e alla recitazione. In questo caso è il severo profilo di Dante ad evocare spazi inconsueti di spettacolo e di gioco per i più giovani, che potranno così avvicinare in modo originale e insolito l’opera del grande poeta. In serata arriva a Perugia un Vivaldi sconosciuto. Grande attesa anche nel mondo dei musicologi e della critica per la prima esecuzione in tempi moderni dello sconosciuto Mottetto d’Assisi vivaldiano. Nuove scoperte vivaldiane: il Mottetto di Assisi e altre primizie è il titolo del secondo appuntamento di sabato 20 settembre: alle ore 21, nella Basilica di San Pietro di Perugia, Federico Maria Sardelli con il suo Modo Antiquo e il contralto Kristina Hammarström portano alla luce, dopo secoli di oblio, un Mottetto vivaldiano scoperto nel Sacro Convento di Assisi. Si tratta di Vos invito, mottetto RV 811 per contralto, archi e basso continuo, il cosiddetto “Mottetto di Assisi”, in prima esecuzione nei tempi moderni e che attirerà l’attenzione degli studiosi e appassionati della musica di Vivaldi, in questo periodo oggetto di ricerche approfondite e ampia riscoperta e divulgazione. Federico Maria Sardelli, impegnato in prima persona anche nel campo della ricerca, si dice entusiasta: “Alcune delle musiche presentate in questo programma vivaldiano della Sagra giungono al mondo come una totale novità: sono infatti il frutto dell’ultimo anno di ricerche vivaldiane, che è stato particolarmente generoso di scoperte entusiasmanti. E’ grazie ai talenti di tre giovani ricercatori, Valerio Losito, Renato Criscuolo ed Olivier Fourés, che abbiamo la possibilità di ascoltare il mottetto Vos invito ed il concerto per due violini e violoncello RV 578a. Ricercando nell’archivio della Basilica di S. Francesco d’Assisi, Losito e Criscuolo.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...