CCIAA- “MAESTRI ORAFI UMBRI IN MOSTRA”

Inaugurazione sabato 27 settembre 2008 (ore 17.00)

Centro Servizi Camerali “Galeazzo Alessi”

Perugia

Al Centro Servizi Camerali – Galeazzo Alessi di via Mazzini a Perugia, si inaugura domani sabato 27 settembre 2008  (ore 17,00)  l’esposizione “Maestri Orafi Umbri in mostra”.   Alla cerimonia presenzieranno autorità cittadine ed esponenti del mondo della cultura e dell’arte.  L’organizzazione dell’evento si deve alla Camera di Commercio di Perugia che ha operato in collaborazione con le associazioni artigiane CNA e Confartigianato.
In esposizione le migliori creazioni di 17 orafi umbri nelle cui botteghe e laboratori rivive la straordinaria tradizione della oreficeria italiana. “Abbiamo fortemente voluto questa rassegna – ha detto il Presidente della Camera di Commercio Alviero Moretti – perché abbiamo piena consapevolezza della fervida creatività che ispira il lavoro dei nostri maestri artigiani, secondi a nessuno nella rappresentazione del bello. Mi sembra inoltre che i gioielli dei nostri  orafi traggano una adeguata esaltazione  dal luogo in cui abbiamo voluto ospitare la mostra, l’ex Chiesa della Misericordia di Galeazzo Alessi, uno dei momenti più alti dell’architettura rinascimentale perugina, divenuto dopo il restauro Centro Servizi della Camera di Commercio di Perugia”.
In occasione della mostra si terranno alcune interessanti iniziative collaterali: sabato 27 settembre alle ore 10,30 è previsto un incontro sul tema “Come si valutano le Perle” a cura di Luigi Costantini, Responsabile Formazione IGI di Anversa; martedì 30 settembre  e mercoledì 1 ottobre Alessio Sorrentino terrà una dimostrazione pratica di “Incisione e Scultura del Corallo” e una conferenza sull’Arte del Corallo.
Maestri Orafi Umbri in Mostra resterà aperta fino al 5 di ottobre 2008, con ingresso libero.

CastelRitaldiJournal- Premio letterario – sabato 27 settembre 2008

Castel Ritaldi, 26/09/2008

Sabato 27 settembre inizia il fine settimana interamente dedicato al Premio Letterario “ Mario Tabarrini “ . Alle ore 10.30 , presso la biblioteca comunale , dopo il saluto dell’assessore alla Cultura , Aura Di Tommaso , i bambini e le bambine delle scuole elementari potranno ascoltare una lettura di alcune pagine del libro “ La fata gattina “ . L’evento , promosso dalla Biblioteca Comunale di Foligno , sarà presentato da Sara Pianella e Sabina Antonelli . Successivamente , alle ore 15 , prenderà il via la “ Caccia alla Fiaba “ , una singolar tenzone , lungo le vie del centro storico di Castel Ritaldi , alla ricerca di indizi e prove per la vittoria finale.
Nel frattempo , in piazza Santa Marina , saranno a disposizione laboratori ludico-creativi , giochi gonfiabili , arte creativa e giochi di gruppo a cura della associazione “ L’albero magico “ . Alle ore 17 , negli gli spazi della Biblioteca Municipale “ Corrado Spaziani “ , la scrittrice Silvana De Mari , illustrerà ai presenti “ Gli aspetti storici e neuro-biologici della letteratura fantastica “ . Infine , alle ore 21 , la dottoressa Rosella De Leonibus, restituirà i lavori del “Laboratorio … da fiaba“.

SPOLETOJOURNAL- MIXER NEWS DI OGGI

Spoleto – Foligno, 26/09/2008

On. Sereni: tre giorni di mobilitazione per una scuola pubblica migliore

“Mai come in questi giorni è necessario richiamare l’attenzione sulla scuola pubblica e per questo, noi del Partito Democratico, siamo davanti agli Istituti per parlarne con gli studenti, gli insegnanti, i genitori. Il ministro Gelmini ha in testa un’idea di scuola che colpisce la qualità dell’insegnamento perché parte dalla riduzione delle risorse, dei maestri e dei professori, delle ore di lezione”.


Umbria, 26/09/2008

Turismo: “Tevere fiume della storia”, il progetto di Umbria-Toscana per valorizzare il territorio

Tutelare le biodiversità, il paesaggio e le ricchezze storico-archeologiche, ma favorire anche lo sviluppo di attività economico-produttive e la crescita di un turismo consapevole e di qualità. Sono queste alcune delle finalità di “Tevere, Fiume della Storia”, il progetto interregionale tra Umbria e Toscana proposto dall’APT dell’Umbria per il recupero e la valorizzazione ambientale e culturale dei territori attraversati dal Tevere.

Spoleto, 26/09/2008

Spoleto Back Beat

Tutti gli eventi di sabato 27 e domenica 28 settembre.

Al via la III edizione al Teatrino delle Sei.

Sarà il gruppo sperimentale ‘ALTER DANZA’, di Patrizia Pelliccia e Daniela D’Aurizio, ad inaugurare sabato 27 settembre alle ore 18.00, insieme all’intervento teatrale della regista ed interprete Carla Galiazzo, a quella della vocalist Laura Pierantoni e a quello del musicista Angelo Benedetti, la terza edizione di ‘’SPOLETO BACK BEAT’.

Montefalco, 26/09/2008

Proseguono i lavori del Congresso internazionale di S. Chiara

Numerose le presenze di docenti universitari, storici e religiosi.

Prosegue il Congresso Internazionale su S. Chiara da Montefalco, evento inserito nel VII° centenario della morte della santa agostiniana, grande paciera dell’Umbria. Docenti universitari provenienti da tutta Italia, ma anche dalla Germania e dalla Spagna, storici, teologi, religiosi, religiose e autorità umbre hanno riempito la basilica di S. Chiara a Montefalco per l’apertura delle tre giornate di studio.

Spoleto, 26/09/2008

L’iniziativa parte con “Puliamo il mondo” e continuerà durante tutto l’anno grazie alla collaborazione di scuole e cittadini

Anche se presenta argini artificiali, il torrente Serra è un luogo “semi-naturale” con piante – erbe, arbusti e alberi tipici del boschetto ripariale – ed animali tipici di ogni torrente naturale ma che vede soprattutto la presenza di uccelli difficili da osservare altrove.

SpoletoJournalMagazine vi tiene compagnia in questi giorni….

…..che per la nostra redazione sono

giorni di passione!

Presto andrà in linea la nostra rinnovata linea editoriale e stiamo lavornado giorno e notte, per affrettare i tempi.

Non abbiamo gradito la sparizione del nostro portale http://www.spoletoclick.it che su Alexa si era attestato come uno dei giornali in internet con le pagine più viste e con un piazzamento ottimo nelle visite.

Non tutti i mali vengono per nuocere e questo fattore è stato scatenante per quello che da tempo avevamo intenzione di fare.

Stiamo quindi rinnovando tutto il parco portali a cominciare da http://www.umbriaclick.it che sarà totalmente dinamico e che nei prossimi giorni contiamo di lanciarlo in rete, seguirà http://www.spoletoclick.it e di seguito tutti gli altri.

Non perdeteci di vista dunque e prenotatevi per i banner pubblicitari che verranno scelti da una apposita commissione prima di essere pubblicati!

Cari lettori tutto si fa per voi e forse anche per la nostra vanità… ma di sicuro si lavora con entusiasmo e con la certezza che le donne in rete sono brave, precise, esausive, oneste e fantasiose.

Tante novità in arrivo quindi per il nostro AUTUNNO CALDO!

DA VOI CI ASPETTIAMO TANTO,

LA VOSTRA CONTINUA PRESENZA

E SEGNALAZIONI DI FATTI DI INTERESSE COMUNE!

AGLI SPONSOR OFFRIREMO SPAZI GRAFICI OTTIMI

AL GIUSTO PREZZO

DA NOI STESSI PRETENDEREMO IL MASSIMO DELL’IMPEGNO

COME SEMPRE E DA SEMPRE!

A TUTTI VOI OVUNQUE VOI SIATE

UN SALUTO IN UN CLICK!

direttore

Mariolina Savino

LETTERATURA- A LODI, LA CREATIVITA’ AL FEMMINILE

Marianne Maric crea sculture viventi e fotografa donne-lampade

Lamp Girls - Marianne Maric

La creatività è donna, questa lampada la dice lunga su come nascono le straordinarie opere

di

Marianne Maric

—————————–*—————————–

LODI DEDICA AL MONDO FEMMINILE CREATIVO

LA SCENA APERTA

Sabato 27 settembre

Ore 11, cortile di Palazzo dei Filippini, corso Umberto I 63

INCONTRO CON HELGA SCHNEIDER

Scrittrice

“Dalla parte dei vinti – Per una cultura della pace”

Presenta Marina Picker, responsabile della comunicazione Alumni Bocconi

Io e Oriana Fallaci: carteggio tra una scrittrice e un Vescovo: il racconto dell’inedito rapporto epistolare tra un autorevole uomo di Chiesa (monsignor Rino Fisichella, Magnifico Rettore della Pontificia Universita’ Lateranense) e quella che e’ stata una delle piu’ “agguerrite” voci laiche della letteratura e del giornalismo italiani sara’ l’evento di apertura (il 18 settembre, presso i Giardini dell’Episcopio) della prima edizione del Festival della Letteratura e Creativita’ al femminile Da Donna a Donna, in programma a Lodi sino al 27 settembre.
Organizzato dal Comune di Lodi e dall’Associazione Poesia, la Vita, il Festival si concludera’ con la consegna del prestigioso Premio Internazionale di Poesia e Narrativa Sulle orme di Ada Negri, giunto alla settima edizione. Proprio la consolidata esperienza del premio e la figura della poetessa Ada Negri (la cui biografia e la cui opera sono intimamente legate alla citta’) sono stati gli spunti che hanno ispirato l’idea di creare a Lodi un festival dedicato alla creativita’ femminile: un festival in cui le donne non solo parlano alle donne, ma parlano a tutti.
Protagoniste della rassegna saranno scrittrici, giornaliste, attrici, artiste, stiliste, poetesse, donne impegnate nelle istituzioni e in magistratura, tutte legate dal filo conduttore di una testimonianza di creativita’ portata nella vita professionale a livello nazionale e internazionale.
Il Festival aprira’ le porte anche alle associazioni e ai movimenti femminili che ogni giorno creano spunti di riflessione sul territorio, offrono servizi e rappresentano una risorsa importante non solo a livello locale: realta’ che troveranno nell’Agora’ delle donne – presso la loggia di piazza Broletto -uno spazio/tribuna a loro dedicato. Oltre a quello di apertura gia’ citato, tra gli incontri del Festival (la cui direzione e’ affidata a Giuseppe De Carli, giornalista Rai) si segnalano quelli con le giornaliste Edgarda Ferri, Silvana Giacobini, Giuliana Sgrena e Renata Pisu; le scrittrici Sveva Casati Modignani, Helga Schneider, Cinzia Tani e Nace’ra Benali; il soprano Denia Mazzola Gavazzeni (che si esibira’ in un recital speciale presso la Casa Circondariale di Lodi); la poetessa Alda Merini; la psicoterapeuta Maria Rita Parsi; Livia Pomodoro (prima donna presidente del Tribunale di Milano); l’attrice Paola Pitagora; Gentucca Bini (stilista di Romeo Gigli, che sara’ presentata da Claudia Buccellati, presidente del Quadrilatero della Moda di Milano); l’artista Federica Galli; la principessa Alessandra Romana Borghese. Grandi personalita’ che saranno presentate da donne altrettanto famose.(AGI)

AmbienteJournal- A Cannara un bel “termovalorizzatore”

Foligno, 26/09/2008

Eventi locali hanno conseguenze globali nello spazio e nel tempo (futuro prossimo), ma localmente se ne possono apprezzare le conseguenze più immediatamente se soltanto fossero adeguatamente poste sotto esame, studiate. Il “termovalorizzatore” a Cannara? Vicino ad Assisi… vicino a Spello… vicino a Foligno… su una bellissima e storica valle, la nostra vera ricchezza… Si sa che un “termovalorizzatore” è un impianto per la combustione di rifiuti (inceneritore) che usa il calore prodotto per generare energia.
Si dice che il materiale destinato all’incenerimento deve essere posto in un’area dotata di un sistema di aspirazione per evitare fughe di miasmi. Si sa che tale materiale (destinato all’incenerimento) deve essere stoccato alla fine di un accurato processo di raccolta differenziata in cui le diverse tipologie di rifiuti vengono selezionate, raccolte e divise. Che i rifiuti trasportati al sito del “termovalorizzatore” devono essere poi sollevati da una gru e messi nel forno, dove l’intenso calore generato dalla combustione fa sì che l’acqua in circolo nella caldaia si trasformi in vapore, che a sua volta aziona una turbina per trasformare l’energia termica in energia elettrica. Si sa che le scorie rappresentano circa il 10% del volume totale dei materiali immessi, e il 30% del loro peso originario, e che sono (le scorie) costituite da quella parte di rifiuti che ha resistito alla combustione. Si sa che alla fine del processo le scorie devono essere raccolte in una vasca piena d’acqua, raffreddate e smaltite in una discarica.

Ma le popolazioni ospitanti (il termovalorizzatore) sanno che i fumi roventi della combustione, dopo essere passati attraverso un sistema di filtraggio per fermare gli agenti inquinanti, vengono attualmente (anche per quello di Brescia!) e verranno immessi nell’atmosfera senza che ancora sia stata consentita un’ adeguata conoscenza delle scoperte fatte con gli studi sul particolato e sulle nanopolveri? Tali studi hanno messo in crisi le certezze assunte dagli amministratori pubblici e privati, promotori della diffusione dei termovalorizzatori. Studi sul articolato e sulle nanopolveri dimostrano che i moderni sistemi di controllo delle emissioni rendono i “termovalorizzatori” ecologicamente incompatibili con l’ambiente. Le ceneri (circa il 30% in peso e il 10% in volume del materiale immesso nell’inceneritore) sono classificate come rifiuti speciali non pericolosi, mentre le polveri intrappolate dai sistemi di filtraggio sono classificate come rifiuti speciali pericolosi. Entrambe, in ogni caso, sarebbero smaltite in discariche per rifiuti speciali… Si sa che non sono stati consentiti o favoriti studi epidemiologici completi, ma si sa –per certo- che i nuovi “termovalorizzatori” pur essendo meno inquinanti dei
-1-

vecchi inceneritori rispetto ad uno stesso quantitativo di rifiuti inceneriti,
sono invece a tutti gli effetti molto più inquinanti se si considera la enormemente maggiore quantità di rifiuti destinati a “trattare”, affinché inoltre diventino più vantaggiosi nella produzione di acqua calda e di energia elettrica. I nuovi “termovalorizzatori” non eliminano la famigerata diossina, tossica e cancerogena. Lo sanno le popolazioni della bella vallata Umbra, gli abitanti di Cannara, di Spello, di Foligno, di Assisi? Perché a leggere l’articolo pubblicato su La Nazione del 23 settembre sembra solo che occorra “finirla col demonizzare le tecnologie pulite(sic!)”, certamente il “partito trasversale dei termovalorizzatori” sembra aver fatto la sua scelta: Cannara. E allora basta raccolta differenziata… basta raccolta porta a porta, se no come “alimentare” “l’inceneritore di valore”? Perché accelerare, perché correre, se rallentando si possono garantire più introiti ai costruttori e gestori del “termovalorizzatore”? Del resto a convincere gli adulti che bisogna procedere spediti in un programma di raccolta differenziata per evitare discariche e inceneritori ci possono pensare i bambini a scuola e la “pubblicità ministeriale” che mettono la coscienza a posto, di tutti! Grazie bambini!

Per gli “Amici di Beppe Grillo città di Foligno”
Alessandro PORCU*


Sj- 12° Conferenza internazionale Living Lakes

Trasimeno, 25/09/2008

Tra i risultati la “Carta del paesaggio lacustre” e il progetto della “Lakes Academy”

Tutela, gestione, pianificazione e recupero: sono queste le parole d’ordine della “Carta del paesaggio lacustre” che sta prendendo forma dai lavori in corso di svolgimento a Castiglione del Lago per la 12° Conferenza internazionale di Living Lakes.
I risultati di quanto prodotto in questa settimana dai 200 delegati delle più importanti aree umide del pianeta saranno illustrati in una conferenza stampa fissata per domani, venerdì 26 settembre ’08 alle ore 12,30, presso Palazzo Corgna a Castiglione del Lago.
Ad incontrare i giornalisti saranno la presidente del Global Nature Fund Marion Hammerl e il coordinatore italiano di Living Lakes Fiorello Primi. In conferenza stampa si parlerà anche del progetto di una “Lakes Academy”, presentato dalla rete italiana dei laghi e che dovrebbe sorgere proprio al Trasimeno, e saranno presentate le nuove candidature per entrare nel network internazionale.
Intanto per tutta la giornata di oggi è stato il tema della biodiversità a tenere banco, minimo comune denominatore di una serie di interventi da parte di relatori provenienti dal lago di S. Lucia in Sud Africa, dal lago Atitlàn in Guatemala, dal lago di Piediluco (Tr), dallo Sri Lanka, dal lago Maggiore (Verbania-Novara), dal lago La Nava in Spagna, dal lago Uluabat in Turchia, dal lago di Costanza in Germania. Altro filone di confronto sempre nella giornata odierna è stato il clima e gli effetti dei suoi cambiamenti sugli ambienti lacustri. In questo caso sono entrati in gioco l’Italia con Perugia e Viterbo, la Svizzera ed il Sud Africa. Inoltre, nei workshop che ne sono scaturiti, hanno portato la loro testimonianza i delegati di Indonesia (lago Jempag), Brasile (Pantanal), Ungheria (lago Balaton), Cina (lago Poyang), Kenia (lago Vittoria), Filippine (Laguna de Bay).
Per domani sono previste due nuove sessioni di lavoro, rispettivamente sui valori culturali e spirituali dei laghi. Ad intervenire tra gli altri saranno delegati provenienti da Estonia, Giappone, Russia, Bolivia, Messico e Medio Oriente.
Chiuderà la manifestazione, alle ore 19, presso la sede del Centro sociale anziani dell’ex aeroporto di Castiglione del Lago, la cerimonia del decimo anniversario di Living Lakes con una serie di intermezzi folkloristici presentati dai laghi partecipanti al meeting.


Edicolajournal- In libreria: “Angela da Foligno Penitente francescana” di Sergio Andreoli

“Angela da Foligno Penitente francescana”

Foligno, 26/09/2008

Questo saggio su Angela da Foligno, terziaria francescana, che viene pubblicato nella ricorrenza del settimo centenario della morte (4 gennaio 1309- 4 gennaio 2009), smentisce in modo eloquente il luogo comune della impossibilità di parlare di mistica al grande pubblico in maniera comprensibile, ma nello stesso tempo storicamente e dottrinalmente sicura.
È, infatti, il risultato di anni di studio e di approfondimento delle tematiche angelane, affrontate con metodologie diverse e su fronte vari: bibliografico, critico e teologico.
Sicché, chi lo ha in mano potrà, al termine della lettura, affermare di avere veramente incontrato una persona viva: donna, sposa, madre, vedova, penitente, mistica e beata – per definirla santa, bisogna attendere ancora che, chi ne ha l’autorità, termini di esaminarne la vita e il pensiero -.
Indiscutibile ne risulta anche l’attualità, in quanto nel mondo – e nella Chiesa – hanno più udienza coloro che sanno confermare con la vita le loro parole – e Angela è una di queste persone altamente benemerite -, che coloro che sanno imbastire ragionamenti e offrire conclusioni a basso costo, anche se brillanti e accattivanti.
Questo è, in sintesi, il messaggio della Poverella di Foligno – il riferimento a San Francesco, Poverello di Assisi, è chiarissimo -: chi sceglie Gesù Cristo, si impegna a fare un cammino, che ha come mèta la profonda comunione e la familiarità intima con il Padre il Figlio e lo Spirito Santo.
Costerà rinunce, esigerà scelte radicali, comporterà contrasti con il mondo e il suo stile.
Il Signore della gloria – checché ne pensino i pessimisti e coloro che della vita cristiana hanno un’idea inesatta, se non proprio errata – ha tutti i mezzi per rendere i suoi amici capaci di superare ogni ostacolo, e assaporare la vera gioia già su questa terra.
E ad Angela non manca il modo di esercitare dal Cielo la missione, che già in vita iniziò a mettere in atto, di assistere, spronare, consigliare, correggere, come vera madre e maestra.