Edicolajournal- In libreria: “Angela da Foligno Penitente francescana” di Sergio Andreoli

“Angela da Foligno Penitente francescana”

Foligno, 26/09/2008

Questo saggio su Angela da Foligno, terziaria francescana, che viene pubblicato nella ricorrenza del settimo centenario della morte (4 gennaio 1309- 4 gennaio 2009), smentisce in modo eloquente il luogo comune della impossibilità di parlare di mistica al grande pubblico in maniera comprensibile, ma nello stesso tempo storicamente e dottrinalmente sicura.
È, infatti, il risultato di anni di studio e di approfondimento delle tematiche angelane, affrontate con metodologie diverse e su fronte vari: bibliografico, critico e teologico.
Sicché, chi lo ha in mano potrà, al termine della lettura, affermare di avere veramente incontrato una persona viva: donna, sposa, madre, vedova, penitente, mistica e beata – per definirla santa, bisogna attendere ancora che, chi ne ha l’autorità, termini di esaminarne la vita e il pensiero -.
Indiscutibile ne risulta anche l’attualità, in quanto nel mondo – e nella Chiesa – hanno più udienza coloro che sanno confermare con la vita le loro parole – e Angela è una di queste persone altamente benemerite -, che coloro che sanno imbastire ragionamenti e offrire conclusioni a basso costo, anche se brillanti e accattivanti.
Questo è, in sintesi, il messaggio della Poverella di Foligno – il riferimento a San Francesco, Poverello di Assisi, è chiarissimo -: chi sceglie Gesù Cristo, si impegna a fare un cammino, che ha come mèta la profonda comunione e la familiarità intima con il Padre il Figlio e lo Spirito Santo.
Costerà rinunce, esigerà scelte radicali, comporterà contrasti con il mondo e il suo stile.
Il Signore della gloria – checché ne pensino i pessimisti e coloro che della vita cristiana hanno un’idea inesatta, se non proprio errata – ha tutti i mezzi per rendere i suoi amici capaci di superare ogni ostacolo, e assaporare la vera gioia già su questa terra.
E ad Angela non manca il modo di esercitare dal Cielo la missione, che già in vita iniziò a mettere in atto, di assistere, spronare, consigliare, correggere, come vera madre e maestra.


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...