Lo schiaffo delle borse americane travolge i sistemi economici mondiali

Questa sera,

Draghi, Berlusconi e Tremonti,

hanno partecipato

un incontro straordinario dei ministri

per garantire

risparmiatori e gli imprenditori


di Mariolina SAVINO

La paura dell’irrigidimento del sistema bancario con conseguente blocco di consumi e commercio viene quindi scongiurato con un intervento significativo dello stato.

Intanto Veltroni e il Pd cambia atteggiamento verso il governo preoccupato dall’evolversi della sitazione e della conseguente instabilità economica garantendo larghe intese e un atteggiamento collaborativo e un clima molto più disteso fra le parti.

Avranno giovato le parole del direttore del Corriere della Sera, Mieli, a Ballarò?

Sj- Chiede Maurizio Hanche “Un sondaggio sui candidati sindaci? E chi paga?”

INTERROGAZIONE AL SINDACO DI SPOLETO

Il sottoscritto Maurizio Hanke Consigliere Comunale interpella la S.V. per sapere  se corrisponde al vero che l’Amministrazione Comunale ha commissionato un sondaggio sugli orientamenti dell’opinione pubblica all’interno del quale vengono posti agli intervistati domande su possibili candidati sindaci per le prossime elezioni amministrative di Spoleto; e se le spese di tale sondaggio sono a carico del Comune di Spoleto e a quale titolo.

Risposta in Consiglio Comunale

Spoleto 8-10-2008

Maurizio Hanke

PoliticaJournal-Task force per il delicato momento economico?

(Adnkronos) – La proposta del ministro ombra dell’Economia Pierluigi Bersani, di allestire una task force per rassicurare il Paese di fronte al terremoto della finanza e dell’economia “e’ un’idea di buon senso” che, tuttavia, ha poche speranze di essere realizzata “perche’ al presidente del Consiglio non gliene frega niente dell’opposizione. Ma questo lo sappiamo fa parte dello stile di questo governo”. Lo ha affermato l’ex ministro degli Esteri, Massimo D’Alema, commentando a margine della presentazione dei “Quaderni” della fondazione Italianieuropei, la possibilita’ che maggioranza e opposizione possano agire in modo convergente per rispondere efficacemente alla grave crisi che ha colpito i mercati internazionali. Intanto il Ministro dell’economia e delle finanze, Giulio Tremonti, ”condivide le misure preannunciate questa mattina dal Governo inglese per assicurare la stabilita’ delle istituzioni finanziarie”. E’ quanto si legge in una nota di Via XX settembre in cui si precisa che ”queste misure sono in linea con quanto stabilito dai capi di Stato e di Governo dell’Unione Europea nella riunione del 6 ottobre e con quanto successivamente precisato dai ministri economici e finanziari nel consiglio Ecofin del 7 ottobre”.

GiornalistiJournal- 3° concorso giornalistico “Una storia ancora da raccontare: Giancarlo Siani”

3° concorso giornalistico

“Una storia ancora da raccontare: Giancarlo Siani”

In occasione della terza edizione del Festival Internazionale del Giornalismo, che si terrà dal 1 al 5 aprile 2009 a Perugia, l´organizzazione del Festival Internazionale del Giornalismo e l´Associazione Ilaria Alpi bandiscono il 3° concorso giornalistico “Una storia ancora da raccontare: Giancarlo Siani”.

Giancarlo Siani, giornalista del quotidiano il Mattino, viene ucciso in un agguato, nel quartiere napoletano del Vomero, la sera del 23 settembre 1985. Aveva solo 26 anni. Nei suoi articoli denunciava la criminalità organizzata e l´espansione economica dei boss locali.

Prima di essere ucciso Siani stava lavorando all´intreccio politica camorra, proprio nel momento in cui piovevano in Campania i miliardi per la ricostruzione delle zone colpite dal terremoto del 1980.

REGOLAMENTO

1. Il concorso intende premiare i lavori che meglio avranno raccontato la storia di Giancarlo Siani.

2. Il concorso è riservato ai giornalisti e praticanti al di sotto dei 30 anni di età e agli allievi delle scuole di giornalismo.

3. Gli elaborati dovranno essere inediti, non saranno presi in considerazione lavori apparsi su quotidiani, riviste e televisioni sia nazionali che locali.

4. I lavori potranno essere frutto di attività individuale o di gruppo.

5. Il concorso si articola in due sezioni:

> Sezione a. Carta stampata: articolo in massimo due cartelle

> Sezione b. Video giornalismo: racconta la storia in 6 minuti

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEGLI ELABORATI

6. Sezione a: Gli articoli non dovranno superare le due cartelle (6.000 battute spazi inclusi) e dovranno essere prodotti in formato digitale.

7. Sezione b: I filmati dovranno essere prodotti in quattro esemplari in supporto dvd.

8. In capo all´elaborato si dovrà specificare la sezione per la quale si concorre.

9. Ogni candidatura dovrà essere accompagnata da una scheda con le generalità dell´autore o degli autori (cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale, indirizzo, telefono, cellulare, indirizzo di posta elettronica, liberatoria per il trattamento dei dati personali ai sensi della legge 196/03).

10. I servizi, per essere ammessi al concorso, devono pervenire entro il 28 febbraio 2009 a mezzo R.R. al seguente indirizzo: Il Filo di Arianna, via Cortonese 82/A, 06127 Perugia.

11. La Giuria, a proprio insindacabile giudizio, selezionerà i due servizi giornalistici più rispondenti alle ragioni e allo spirito del concorso. Ne sarà data comunicazione a tutti i partecipanti tramite e-mail.

12. Per ciascuna delle sezioni a, b sarà proclamato un vincitore che riceverà, rispettivamente, un premio consistente di 2.500,00 euro (duemilacinquecento euro).

13. Gli elaborati migliori saranno pubblicati sul sito dell´Associazione Ilaria Alpi http://www.ilariaalpi.it

14. Tutti i partecipanti dovranno rispettare rigorosamente le modalità suddette, pena l´esclusione dal Concorso. La partecipazione è gratuita. Gli elaborati non saranno restituiti e potranno essere utilizzati dagli Organizzatori senza nulla pretendere da parte dei partecipanti.

15. La data ed il luogo di premiazione saranno tempestivamente comunicati agli interessati.

16. La manifestazione finale di premiazione si svolgerà a Perugia nelle giornate del Festival Internazionale del Giornalismo.

17. La Giuria si riserva di assegnare menzioni straordinarie, qualora si riscontrino servizi meritevoli oltre a quelli rientranti nei premi stabiliti.

18. Per ulteriori informazioni, la segreteria del concorso è presso Il Filo di Arianna, tel. 075.5055807, fax 075.5017894, e-mail info@festivaldelgiornalismo.com. Il bando si può scaricare on line dal sito http://www.festivaldelgiornalismo.com.

GIURIA

La giuria è composta da: Mario Orfeo (Direttore il Mattino) Presidente, Paolo Siani, Ottavio Lucarelli (Presidente Ordine dei giornalisti della Campania), Lirio Abbate (ANSA), Roberto Morrione (Associazione Ilaria Alpi).

http://www.festivaldelgiornalismo.com

Sj- Domenica in via Salara Vecchia, 33 inaugura Petit Paris

SPOLETO
mercoledì 8 ottobre 2008

DOMENICA INAUGURA PETIT PARIS

fonte: commercialeclick

FINALMENTE UN NUOVO PUNTO VENDITA IN CONTROTENDENZA!

Mentre tanti chiudono, Petit Paris apre al pubblico la sua attività di vendita di scarpe,abbigliamento e accessori a prezzo giusto!

In via Salara Vecchia,33 domenica 12 ottobre alle ore 17,00 siete tutti invitati ad ammirare abbigliamento, calzature ed accessori.
🙂
Auguri dalla nostra redazione alla giovane e coraggiosa imprenditrice spoletina!
Spot promozionale gratuito

EDITORIAJOURNAL- FUGA DALLE TENEBRE -AL BAMBINO “BASTARDO” E “FIGLIO DI PUTTANA”-

MONDO

mercoledì 8 ottobre 2008

LA COPERTINA: AL BAMBINO “BASTARDO” E “FIGLIO DI PUTTANA”
fonte: redazioneclick

Al Bambino “Bastardo” e “figlio di puttana” che ero, frutto di un amore impossibile tra due adulti che non si amavano

e a tutti i bambini del mondo che la società, nel suo cinismo e la sua cattiveria, ha targato di “figlio di puttana”

– Al Bambino schiavo che ero, nato e cresciuto in un continente schiavo degli altri e a tutti i bambini maltrattati di questo mondo che subiscono soprusi; prima o poi ogni bambino crescerà, diventerà adulto e sarà l’unico e vero giudice a sentenziare sul comportamento degli adulti durante la sua infanzia.

UN LIBRO DA FARE LEGGERE AD OGNI STUDENTE CHE NON AMA LA SCUOLA O A CHI PENSA CHE OGGI, STUDIARE NON SERVE A NULLA

Ad un anno dall’uscita in libreria, è già un Best-seller (15€ in tutte le librerie):

Jean-Paul POUGALA

“In Fuga dalle Tenebre”

“Gli Struzzi” – Giulio Einaudi Editore ISBN 978-88-06-18798-9

http://www.infugadalletenebre.it

Può la cultura contribuire ad uscire dalla povertà?

L’autobiografia di Jean-Paul Pougala, giovane imprenditore Italo-Camerunese di formazione Europea, è a tal punto fitta, anzi stipata, di accadimenti da richiamare la tradizionale immagine della melagrana. Fitta nel tempo perché, nell’ambito di un’esistenza non ancora giunta ai quarantacinque anni, riassume un’esperienza storica plurisecolare. Da una vera e propria condizione di schiavitù familiare, infantile e adolescenziale, giunge attraverso vicende non di rado al limite dell’inverosimiglianza, al compimento di un travagliato “curriculum studiorum”, fino alla laurea in economia conseguita in Italia e poi fino alla sua attuale posizione di imprenditore a livello intercontinentale. Altrettanto fitta è la dimensione spaziale della sua storia, segnata da un costante andirivieni tra l’Africa, l’Europa e la Cina, non senza un importante soggiorno formativo tra Canada e Stati Uniti.
Questo libro tocca necessariamente una varietà di temi e di registri che, senza presunzioni letterarie, conduce il lettore dal romanzo picaresco alla storia di una formazione intellettuale e morale, in un interessante confronto con realtà profondamente diverse, segnate in più di una circostanza da rischi che non è esagerato definire estremi.

Come può la Scuola cambiare un destino ?

E’ un libro da mettere tra le mani di ogni studente che ha detto un giorno di non aver voglia di studiare. L’autore spiega come la “scuola, sempre la scuola, ancora la scuola, fino alla nausea” ha potuto salvarlo dalla schiavitù e cambiare il suo destino, nonostante le difficili condizioni di partenza di miseria estrema in Africa, peggiorate dal razzismo in Italia.

In Camerun Jean-Paul Pougala è figlio di un notabile, ma è obbligato a lasciare l’Africa a metà degli anni Ottanta. In questo libro racconta la sua storia, ma ha anche modo di denunciare le condizioni di vita africana: Pougala è nato in una società patriarcale, suo padre ha trenta figli da varie mogli. Quando con la madre è cacciato di casa decide di tentare la via dell’emigrazione e si ritrova a studiare in Italia, all’Università degli studi di Perugia, finanziando questi studi facendo: il lavapiatti clandestino nei ristoranti di notte, il VUCUMPRA di giorno, e raccogliendo i pomodori d’estate.

Ma anche in Italia sperimenta condizioni di vita non sempre agevoli. Al suo arrivo si sente isolato dai compagni di università per le paure di quegli anni legate all’AIDS. E non è quella l’unica forma di apartheid subdolo e pervasivo che sarà costretto a subire, e che per un certo periodo della sua vita ha prevalso persino nell’immagine che egli aveva di sé.

OrvietoJournal- Per l’Italia centrale la terza giornata nazionale dello sport paralimpico

Enel Cuore e Cip

Orvieto, 08/10/2008

Enel Cuore e Cip ancora insieme per avvicinare atleti disabili e normodotati alle discipline paralimpiche

Orvieto è una della 10 città italiane sedi della manifestazione sportiva all’insegna della cultura della solidarietà.
In Umbria l’evento organizzato in collaborazione con Regione, Provincia di Terni e Comune di Orvieto, assieme ad altre associazioni del volontariato.
Orvieto giovedì prossimo sarà una delle dieci città italiane assieme a Torino, Milano, Genova, Verona, Piacenza, Roma, Napoli, Bari, Catania, dove si svolgerà una giornata di sport durante la quale gli atleti disabili inviteranno atleti normodotati a praticare insieme le discipline paralimpiche in un momento di integrazione, senza competizione. L’idea è quella di avvicinare i giovani alle discipline sportive paralimpiche e rappresentare, metaforicamente, l’assenza di differenze nello spirito, nelle motivazioni e nella passione, tra atleti normodotati e atleti disabili.

L’appuntamento orvietano con lo sport per tutti, abili e diversamente abili, si terrà in Piazza Duomo con inizio alle ore 9. La pratica delle varie discipline sportive paralimpiche comincerà, dopo l’arrivo degli studenti e degli insegnanti di tutte le scuole dell’orvietano, con un lancio di aquiloni curato dalla Società Nazionale degli Aquilonisti.

Oltre ai giochi sportivi ci sarà uno spettacolo didattico della compagnia AT MO, degli sbandieratori e altri momenti di intrattenimento cui tutta la cittadinanza è invitata a partecipare.

Le discipline sportive, nelle quali sono presenti tutte le disabilità, in programma sono: Basket in carrozzina; Torball (calcio per non vedenti); Tennis in carrozzina; Tiro con l’arco per non vedenti; Judo; Ginnastica artistica; Calcio A5 dirp.

Il Presidente del CIP Umbria, Francesco Emanuele, ha detto che “questo è il terzo anno, dopo Assisi e Gubbio, che la regione Umbria ospita la giornata dei giochi paralimpici, grazie al contributo di Enel Cuore Onlus e alla operosa solidarietà degli amministratori regionali, provinciali e locali che qui ho il piacere di ringraziare pubblicamente”.

In rappresentanza di Enel Cuore Onlus presente alla conferenza stampa, Giuseppe Ferrara, ha ricordato che “Il Cuore che illumina lo Sport, realizzato assieme al CIP ha messo in luce quanto sia importante la pratica sportiva per le persone diversamente abili e quanto sia altresì necessario socializzare, con manifestazione come le giornate dello sport paralimpico, le problematiche della disabilità e dell’integrazione a cominciare dal mondo della scuola”.

“Il Cuore che illumina lo Sport”, progetto ideato dal Comitato Italiano Paralimpico ed Enel Cuore, mira a promuovere la pratica sportiva tra le persone disabili. Il progetto si articola in tre tipologie di intervento: acquisto attrezzature e materiali per le attività sportive, partecipazione degli atleti disabili alle maggiori competizioni e realizzazione della Giornata Nazionale dello Sport Paralimpico.

Alla presentazione della giornata hanno partecipato l’Assessore Regionale allo Sport, Silvano Rometti; l’Assessore allo Sport del Comune di Orvieto, Carlo Tonelli; l’Assessore allo Sport della Provincia di Terni, Giancarlo Antoniella; accanto al Presidente del Comitato Regionale CIP Umbria, Francesco Emanuele, e a Giuseppe Ferrara, in rappresentanza di Enel Cuore Onlus.

Enel Cuore ( http://www.enelcuore.org )

Enel Cuore è la Onlus di Enel che dà vita a iniziative di solidarietà sociale a sostegno coloro che vivono in condizioni svantaggiate, in particolare verso l’infanzia e la terza età, oltre che a favore di persone malate e disabili. Enel Cuore nasce nel 2003 per coordinare e gestire i fondi dell’azienda destinati alla beneficenza e alla solidarietà, nel rispetto dei valori espressi all’interno del suo Codice Etico. I contributi di Enel Cuore sostengono interventi mirati, che vanno direttamente a favore dei soggetti in difficoltà, nell’ambito di iniziative concrete e durature nel tempo.
Dal 2003 ad oggi Enel cuore ha devoluto 20 milioni di euro e realizzato 150 progetti a fronte delle oltre 700 richieste di intervento esaminate.

Il Comitato Italiano Paralimpico

Il CIP è l’ente individuato dallo Stato quale responsabile dello svolgimento della pratica sportiva da parte della popolazione disabile a qualunque livello e per qualsiasi tipologia di disabilità. Il Comitato Italiano Paralimpico coordina e cura la preparazione delle squadre agonistiche delle varie discipline sportive impegnate a partecipare ai Campionati (continentali e mondiali) ed alle manifestazioni organizzate dal Comitato Internazionale Paralimpico (IPC), nonché ai giochi Paralimpici estivi ed invernali. Il CIP ha circa 600 associazioni sportive e 20.000 iscritti direttamente ad esso e oltre 50.000 tesserati attraverso il riconoscimento di 4 Federazioni di disciplina – FSSI (Federazione Sport Sordi Italia), FIWH (Federazione Italiana Wheelchair Hockey), FIGD (Federazione Italiana Golf Disabili), FISAPS (Federazione Italiana Sportiva Automobilismo Patenti Speciali) – e di 2 Associazioni a livello nazionale – ANFFAS (Associazione nazionale Famiglie di Disabili Intellettivi e relazionali) e ENS (Ente Nazionale Sordomuti).
Da recenti indagini ISTAT risulta inoltre che, ogni anno, si hanno 2000 disabili in più a causa di incidenti stradali, che circa 800.000 persone disabili, in età compresa tra i 6 e 40 anni, potrebbero praticare attività sportive con evidenti benefici psicologici, che 150.000 adolescenti disabili frequentano la scuola dell’obbligo e che, non ultimo, 42.000 sono i bambini disabili tra 0 e 5 anni.

SPOLETOJOURNAL- INNOVAZIONE FEMMINILE AZIENDALE

Evoluzione

imprenditorialita’ femminile

Spoleto, 08/10/2008

L’incontro si terrà venerdì 17 ottobre, alle ore 16, alla Comunità Montana.

“Evoluzione della imprenditoria femminile: le opportunità del progetto L.I.N.F.A.”: è questo il titolo della tavola rotonda promossa dalla Fidapa (Federazione italiana donne, arti, professioni, affari) sezione di Spoleto, presieduta dall’Avv. Maria Donatella Aiello, che si terrà il 17 ottobre, alle 16, nella Sala Biblioteca “Montagne di libri”, della Comunità Montana dei Monti Martani e del Serano, in via dei Filosofi, 89.
Sarà l’occasione per approfondire i contenuti del progetto L.I.N.F.A. (Laboratorio di innovazione femminile aziendale) elaborato dalla Provincia di Perugia e finanziato dal Ministero del lavoro.
L’incontro si avvarrà dei contributi dell’assessore provinciale alle pari opportunità e politiche comunitarie, Daniela Frullani, dell’assessore alle pari opportunità del Comune di Spoleto, Manuela Albertella, della responsabile per le pari opportunità della Provincia di Perugia, Lorena Pesaresi e del funzionario del centro per l’impiego della Provincia, Pina Zito.
Un prezioso contribuito alla tavola rotonda sarà dato dall’imprenditrice Gabriella Righi che con grande professionalità e abnegazione ha saputo coniugare una brillante attività di impresa con gli impegni familiari. Seguirà un dibattito.
Il progetto L.I.N.F.A. È rivolto a venticinque imprenditrici, titolari di impresa e operanti nella Regione Umbria, in aziende femminili (con titolarità e/o prevalenza femminile nella compagine societaria) attive da almeno due anni. Tra gli obiettivi, oltre a voler favorire il potenziamento e la stabilizzazione di imprese femminili nella nostra regione, ci sono lo sviluppo di conoscenze e competenze manageriali specialistiche alle imprenditrici; rafforzare la qualificazione professionale delle imprenditrici stesse e potenziare l’accesso delle donne alla formazione specialistica imprenditoriale. L’iniziativa è patrocinata dalla Provincia di Perugia e dal Comune di Spoleto.