TERNIJOURNAL- Inaugurazione della mostra sulla tragedia alla Thyssen Krupp di Torino

Mostra sulla tragedia alla Thyssen Krupp di Torino

chi muore

al lavoro


Sj- Ahiai ahi, signora Longari mi è caduta sul sondaggio!

dalla RedazioneJournal


Non uno ma due o anche tre

i sondaggi

che hanno reso incandescente

il clima politico delle ultime ore

nella apatica e tranqulla città di Spoleto.

Come se una vipera abbia morso avvelenando, così il clima si è fatto roventissimo.

Pare che i telefoni dei tranquilli spoletini abbiano squillato con lo stesso scopo, ma i sondaggisti erano una volta di Roma e un’altra volta di Canicattì.

Insomma tutti vogliono sapere il gradimento o lo scontento della gente, ma con quali criteri sono state poste le domande?

Trasparenza vorrebbe che intanto si sappia che ci sono sondaggi seri e non di colore in corso, poi come vengono svolti, e lo scopo precipuo sfugge, visto che tanto si è parlato di primarie in tutti gli schieramenti.

La Margherita, si sente “sfogliata” visto che ha scoperto il fatto a cose avvenute, anche se ne avevano sentito parlare ma mai alcuna comunicazione, si dice, è arrivata in maniera ufficale.

Fatto questo che potrebbe determinare un grande scompiglio fra le fila del PD dove già da tempo emergono alcune “insoddisfazioni” per scelte future elettorali ventilate, non in linea con accordi presi in passato.

Evviva la politica che vivacizza l’autunno appena entrante spoletino, non ci annoieremo siamo certi, questo è un fatto che noi non “sondaggeremo”, le poltrone girano come le persone e sarà una politicandia interessante quella che vedrà fiumi di parole scorrere sulle pagine dei giornali virtuali e non!

ItaliaJournal- Le Borse europee in forte recupero dopo le disastrose discese dei giorni scorsi

Le Borse europee reagiscono e oggi sono in forte recupero dopo la seduta disastrosa di ieri.

I mercati del Vecchio Continente hanno infatti aperto in rialzo e ora accelerano facendo segnare progressi superiori al 2%.
I futures sugli indici Usa sono in territorio positivo facendo presagire un avvio al rialzo di Wall Street.

Istruzione: G.R. approva i criteri per le borse di studio, stanziati 1milione 729mila euro

Umbria, 09/10/2008

Ammonta ad un milione 729mila euro la somma per contributi finalizzati alla spesa sostenuta e documentata delle famiglie umbre per l’istruzione dei figli. Su proposta dell’assessore all’Istruzione Maria Prodi, la Giunta regionale ha infatti approvato i criteri per la concessione di borse di studio per l’anno 2008/2009.
Beneficiari del provvedimento sono gli alunni residenti nei comuni umbri che frequentano le scuole statali e paritarie elementari, medie e superiori, appartenenti ad un nucleo familiare con reddito non superiore a 10mila 632,94 euro quantificato secondo il calcolo “Isee” (Indicatore situazione economica equivalente). Per gli alunni delle elementari l’importo massimo concedibile è di 150 euro, 205 euro per quelli delle scuole secondarie di primo grado (ex medie) e di 360 euro per gli studenti delle scuole secondarie di secondo grado (ex superiori). Priorità nell’assegnazione del beneficio sarà data ai redditi più bassi. Il tetto minimo di spesa effettivamente sostenuta per ottenere il beneficio è stato definito in 51,66 euro. Entro il 30 gennaio 2009 gli aventi diritto dovranno presentare ai Comuni di residenza la domanda di contributo su apposito modulo.
“Il significativo aumento del 30 per cento dei contributi erogati rispetto all’anno scolastico 2007/2008 – ha spiegato l’assessore Maria Prodi – consente di intervenire in maniera più corposa per aiutare le famiglie umbre a sostenere le spese per l’istruzione dei ragazzi e conferma l’impegno di questo assessorato nel potenziare le iniziative per garantire il fondamentale diritto allo studio dei giovani umbri”.


Sj- OGGI Convegno pediatrico neurologico

A Spoleto,

presso il Chiostro di San Nicolò

nei giorni 9-10-11 ottobre

L’associazione bambini epilettici Danilo Flamini “onlus” di Trevi, fondata dal dottor Mauro Lodolo, in collaborazione con il Centro Medico Pediatrico di Cincinnati, Ohio, Stati Uniti ed il Dipartimento dell’Età Evolutiva, Asl 3, dell’ospedale di Perugia e di Terni, organizza il terzo convegno pediatrico neurologico, a Spoleto, presso il Chiostro di San Nicolò nei giorni 9-10-11 ottobre. Gli argomenti affrontati da medici esperti provenienti da ogni parte d’Italia e dagli Stati Uniti saranno vari: dalla neurologia del neonato alla distrofia muscolare nei piccoli pazienti, alle malattie congenite fino ad arrivare all’epilessia pediatrica con la possibilità, per gli iscritti, di frequentare workshop formati con piccoli gruppi e medici esperti. “Una conferenza importante –ha detto il fondatore dell’associazione Danilo Flamini di Trevi, dottor Mauro Lodolo – perché parleremo specificatamente di molti argomenti di interesse comune e avremo, tra gli ospiti, i massimi esperti nel mondo della medicina, provenienti dagli Stati Uniti, con la conseguente possibilità di scambiare dati e informazioni molto importanti per la nostra piccola ed importante realtà.”

Sj- Una polemica che urla una verità “Ma a Santo Chiodo è vero che si muore di tumore?”

*A sei mesi dalle elezioni,

e a distanza di 3 anni

dalla forte denuncia

di Don Formenton,

Luciani scopre i morti

per tumore a S.Chiodo*

Non resisto a dire la mia perchè questa è troppo grossa e non so come
direbbe Leopardi se il riso o la pietà prevale.
Per anni Don Gianfranco Formenton si è battuto come un leone per gli
abitanti della zona industriale di Santo Chiodo, denunciando le morti
per tumore dei suoi parrocchinani, prendendo legnate da destra, da
sinistra e dal centro. Uno di coloro che lo volevano punito, fino al
punto da consegnare il carteggio ( pubblico) con il quale Formenton ha
parlato dei mali di questa società, fino all’alto seggio del Cardinale
Ruini per i provvedimenti del caso, l’allora rappresentante della CISL
Luciani, adesso mi sembra UGL e rappresentante di un raggruppamento
politico che si chiama Alternativa moderata, oggi “scopre” a distanza di
anni il grave problema.
Per chi ha assistito come me alla caccia a Don Gianfranco nell’assemblea
indetta dai Confederali nella rimessa mezzi dell’ASE a S.Chiodo,
presieduta dalla Lorenzetti e da Brunini e ha letto della “cristiana”
indignazione di Luciani contro questo prete che non riesce a stare
zitto, in particolare quando c’è di mezzo la vita della sua gente, e
alla salita dello stesso per chiedere l’intervento di un ViceMinistro di
Dio, il senso della nausea è prepotente.
Aurelio Fabiani

SpoletoJournal- Luglio, agosto, settembre, ottobre e il Bilancio del Festival dei Due Mondi?

L’EDITORIALE

IL FESTIVAL BHOLLYWOODIANO

IN BHOLLA DI SAPONE?

di MARIOLINA SAVINO

Eh……., la recessione, la crisi borsistica internazionale, gli sprechi, la casta, gli elefanti “più carestosi” di una stella di prima grandezza, giunti ormai all’apice dei castelli di carta crollano ad uno ad uno svelando solo l’operosità dei migliori, di quelli che con il pallottoliere sapevano fare due + due.

Spoleto usata come teatro guitto e poi lasciata lì a decantare?

Cinquantanni di Festival con nomi unici al mondo persi nello sdolcinato “bhollywoodismo” dove ormai accorrono grandi registi attratti dai tanti soldini disponibili….crisi a parte si intende. Non dimentichiamo che se il vecchio continente trema all’andamento pazzo economico attuale, le emergenti Giappone, Cina e India non stanno certo meglio.

Altre bolle di sapone?

Vedremo.

Ma torniamo a quei sette milionucci di euro spesi per il “RILANCIO DEL FESTIVAL E DELLA CITTA’ DI SPOLETO”.

Invero, non ci pare di aver percepito una crescita esponenziale della città dopo la pioggia di denari così copiosa giunta a destinazione (quale?) grazie all’impegno di Rutelli, e non parliamo di ventimila presenze in città, dove? E quando mai! Vogliamo parlare di spettacoli e di spettatori e fare qualche timido confronto con il passato?

Silenzio prima, durante e dopo…non disturbiamo il grande manovratore…sa il fatto suo!

Ma timidamente, quasi uscendo da una favola romanzesca dove si rompe l’incanto spuntano quà e là sulla stampa piccole indiscrezioni, attacchi più o meno velati, nomi per prossimi incarichi e possibili fantasmagorici spettacoli…., ormai tutti si domandano “IL FESTIVAL DEI DUE MONDI 52° SI FARA’ NEL PROSSIMO 2009?”

Questo editoriale nasce da una serie di mail ricevute in redazione di molti spoletini perplessi, che ci chiedono di sottoporre agli addetti ai lavori una domanda del perchè di un silenzio così lungo, riguado ad un evento essenziale della città, che meno di un anno fa faceva ben altro rumore.

CronacaJournal- Il presunto omicida di Bastardo nega tutto


Il romeno è stato interrogato dal Gip

08/10/2008

(UJ.com) SPOLETO – Ionut Farcas, arrestato lunedi’ sera dai carabinieri per il presunto omicidio della sua fidanzata Elena Mariana Sobaiala, ha negato di aver ucciso la donna. E lo ha fatto davanti al Gip che si è riservato di decidere sulla convalida del provvedimento avanzata dalla procura di Spoleto, che ha anche sollecitato l’applicazione della custodia cautelare in carcere. Ionut Farcas, che è difeso da Paolo Feliziani – ha ammesso di avere lungamente litigato per gelosia con la fidanzata, una badante di 24 anni, sua…

Sj-L’anticrisi per eccellenza e’ la RIVISTA DEGLI STUDENTI DI SPOLETO, avvisaglie di avvistamenti in città!

Foto di Mariolina Savino-Milly D’abbraccio mascherina per un giorno al Teatro Nuovo di Spoleto

Mitici, splendidi, volgarucci qualche volta, ma sempre loro i goliardi della chiacchiera messa in piazza, quelli che…proprio non se la sanno tenè!

Prime avvisaglie in città e lo diciamo tranquillamente e serenamente prima che tutti parleranno di loro.

Ignorati per anni dai media, hanno scalato le vette più dure dell’auditel spoletino prima di approdare alle prime pagine del local tribune journal sistem.

L’anno scorso presenza “arrapao” di certa vip ha creato scompiglio fra i giovani maschietti tutti ormoni e brufoli, tanto che nella città si era iniziato a pensare a uno scossone erotico che non ha entusiasmato né le alte sfere amministrative e neanche quelle religiose.

Dopo il giro delle sette case partendo dal centro storico a via Marconi, periferia, al sacro Monteluco, il tormentone inverno-primavera è sfumato come tutti i proclami fatti ad hoc per aumentare qualche graduatoria cliccata da qualche vispo visitatore.

Torniamo hai fatti, Il fischio dell’arbitro c’è stato, il buon Pinchi, più Lippi che Donadoni, ha richiamato la squadra già pregustando la flotta dei marinai pronti a dare inizio alle prove di un’altra Rivista che (vedi il Festival di quest’anno) ed altri eventi, potrebbe essersi scritta da sola!