Sj- Cerchiamo di fare il nostro meglio…e Spoletoclick è quasi pronto!

Giorni troppo corti per il tempo

che occorre

per fare tante cose e tutte insieme

Siamo capaci, lo abbiamo dimostrato, tenendo fede allo stile assoluto di Internet, di agire come redazione estremamente snella, veloce, interagendo con realtà diverse e in diverse città attraverso altre redazioni, piacevolmente, quasi fosse un gioco con grande rispetto e stima dei nostri colleghi, costruendo una grande redazione virtuale. E se con una mano sul mouse seguiamo un computer, con l’altra aggiorniamo una notizia o inseriamo una fotografia, mentre intanto attraverso skype chiacchieriamo con Moreno Carlini di fatti e misfatti spoletini aggiornandoci a vicenda delle ultimissime news che nascono nel cuore della city, o con tanti amici che da vicino e lontano ci chiamano per avere informazioni sulle città, gli eventi e le manifestazioni di ogni genere…. Da non dimenticare che la nostra associazione ATPAI in via Plinio il Giovane è in costante movimento con turisti ed amici, che apprezzano le mostre che realizziamo e vogliono sapere anche dove è il Domo, la Rocca e spesso chiedono indicazioni per raggiungere l’Apt in piazza Libertà! E in questo turbinante vortice quotidiano, abbiamo realizzato la nuova organizzazione di http://www.umbriaclick.it, ed ora se Dio vuole, stiamo ultimando http://www.spoletoclick.it che contiamo di mostrarvi quanto prima! Naturalmente SpoletoJournal continua il suo lavoro di fratello gemello di Spoletoclick… In pratica abbiamo proprio tanto da fare! Non stiamo a libro paga e come tutti i liberi pensatori, creativi, fantasiosi e con una grande voglia di comunicare, cerchiamo di offrirvi il meglio delle notizie sorvolando le tante polemiche quotidiane che non portano giovamento ad alcuno e men che meno, interesse per i nostri lettori! Sentiamo forte la pressione popolare per le prossime elezioni amministrative, pensiamo che la politica ha un ruolo importante e definito che non sempre è amato dal popolo stesso, questo non significa che tutto debba divenire banale e superficiale, quando avremo notizie di peso e realmente interessanti sui reali candidati sindaci, non mancheremo all’appello! Come tutte le mamme ora vi saluto perchè (non dimentichiamo che gli uomini a “una certa” finiscono il proprio lavoro, noi donne no) bisogna preparare la cena e stare un pò con i figli e avendone tre meravigliosi e core de’ mamma, vi garantisco che di cose ne hanno da raccontare! Buona serata a voi spoletini e non, da domani ricomincia la corsa….!

cordialmente vostra

Mariolina Savino

Lavoro: Vinti (Prc-Se) “adesione piena e convinta allo sciopero generale di domani, venerdì 17 ottobre”

Il capogruppo regionale di Rifondazione comunista, Stefano Vinti, ribadisce il “pieno e convinto” appoggio allo sciopero generale indetto dalle organizzazioni sindacali di base per domani, venerdì 17 ottobre. Secondo l’esponente di Rifondazione comunista, “i costanti attacchi da parte delle destre al governo alle libertà dei lavoratori e dei cittadini tutti sancite dalla Costituzione, richiedono una risposta ferma e decisa. La difesa dei beni comuni, della sanità, della scuola pubblica, di un lavoro stabile e sicuro, del diritto di sciopero, di un’Italia antirazzista, solidale e democratica “ conclude Vinti – impone di aderire alla manifestazione indetta dai sindacati di base: domani, e nel futuro, Rifondazione comunista assicura il proprio impegno per la salvaguardia dei diritti di tutti”.

Sj- Morte del sindaco Gubbiotti:La presidente Lorenzetti: “durante la ricostruzione ha saputo interpretare l’interesse collettivo”

Massa Martana, 16/10/2008

Rita Lorenzetti ricorda la figura del giovane sindaco scomparso ieri in una tragica fatalità a Vienna

“In una delicatissima fase, come quella della ricostruzione post sismica, Giampiero Gubbiotti ha saputo esprimere le migliri qualità di un amministratore pubblico. E cioè saper interpretare l’interesse collettivo”. La presidente della Regione Umbria, Maria Rita Lorenzetti, esprime così il suo cordoglio per la morte del sindaco di Massa Martana.“Nel suo caso, e per il suo essere uomo mite, di saldi e profondi principi etici – ha aggiunto la presidente – ha arricchito questo ruolo con l’orgoglio e l’affetto verso la sua città, la sua gente. Se oggi Massa Martana è quel borgo restituito al suo antico splendore, tra i più belli del nostro Paese, ciò lo si deve anche alla sua opera di amministratore appassionato e capace. Giampiero Gubbiotti lascia un vuoto davvero incolmabile. Per la sua famiglia prima di tutto, ma anche per le istituzioni, per la politica regionale, e per la sua città. Ci conforta il suo insegnamento di uomo”.