Sj- Nuovi progetti e grandi risultati per “Il Forum dei Giovani Spoletini”

Dopo il grande successo di pubblico per lo spettacolo “I versi dell’anima” (Sabato 30 Agosto 2008, Piazza Garibaldi in Spoleto), il Forum dei Giovani Spoletini sarà protagonista di nuove importanti iniziative che si succederanno nei prossimi mesi.

A cura di Simone FAGIOLI

Il Forum ha come obiettivo culturale e sociale quello di coinvolgere il mondo dei giovani spoletini ed umbri in generale, al fine di promuoverne le capacità intellettuali ed umane e di valorizzarne le potenzialità nei diversi ambiti di interesse.

“I versi dell’anima” è stato un primo incontro nel quale più di sessanta artisti si sono avvicendati, per ben otto ore, in una manifestazione poliedrica di grande impatto sullo sfondo della Nostra Bella Spoleto.

I sessanta giovani hanno avuto la possibilità di esprimersi nelle numerose arti dell’anima (poesia, musica, pittura, recitazione, danza), suscitando belle emozioni nel pubblico presente.

I due direttori artistici dell’evento di fine Agosto, Simone Fagioli e Viviana Cardoni, ringraziano il Comune di Spoleto, in particolare il Sindaco Massimo Brunini, per il fondamentale aiuto e per la sensibilità mostrata verso il mondo giovanile. Un particolare ringraziamento intendono rivolgerlo all’Assessorato delle Politiche Giovanili, nelle persone dell’Assessore Emanuela Albertella e della Dott.essa Francesca Palazzi. Inoltre, esprimono la loro gratitudine all’Ufficio Stampa del Comune di Spoleto, a tutti i mezzi di informazione che hanno informato il gentile pubblico, al Centro Culturale “Città Nuova” ed agli sponsor che hanno contribuito all’iniziativa: UmbriaClick, Panetti Marmi s.r.l., Studio Tecnico Geom. Amedeo Cardoni, Luca Cesari s.r.l. e M.I.T s.r.l..

Per quanto riguarda le nuove iniziative, lo scrivente Fagioli e Cardoni non anticipano nulla ma assicurano un forte impegno nella promozione di nuovi eventi culturali.

PERUGIAJOURNAL- PARTITA LA QUINDICESIMA EDIZIONE DI EUROCHOCOLATE

PERUGIA
venerdì 18 ottobre 2008
QUINDICESIMA EDIZIONE DI EUROCHOCOLATE
fonte: redazioneclick direttore Mariolina Savino


Da OGGI sabato 18 a domenica 26 ottobre

Dalle ore 11.00 di questa mattina, il primo grande appuntamento è allo stadio Santa Giuliana, dove la Mongolfiera Pan di Stelle si alzerà in volo per portare al “Settimo cielo” Barbara Biancoli, la vincitrice dell’omonimo concorso indetto on line, qualche mese fa, da Mulino Bianco. Barbara avrà l’onore di tagliare il nastro inaugurale e dare così il via a Play Chocolate. A seguire il Maestro Maurizio Santin presenta il Panino d’Autore Negroni “Coppa al Cioccolato”, panino gourmet dolce-salato per gli amanti del gusto. Tra i protagonisti indiscussi della manifestazione, come tutti gli anni, il Chocolate Show, il bazar più goloso d’Italia che si snoda tra le vie dell’acropoli perugina, tutti i giorni dalle 9 alle 20 e il sabato dalle 9 alle 23. Tra i colorati stand del Chocolate Show non ci sarà che l’imbarazzo della scelta tra le 150 firme del dolciario artigianale ed industriale proveniente dall’Italia e dal mondo. Ma per vivere al meglio l’evento, beneficiando di golosi omaggi ed esclusive agevolazioni, Eurochocolate ripropone ai suoi fedeli coccolatosi la vera card d’accesso alla manifestazione: la Chococard 2008. La tessera per la quale il gusto non conosce limite! Acquistando la Chococard nell’apposito spazio dedicato, al costo di 5 Euro si ottengono omaggi in cioccolato e sconti, non solo tra gli stand della manifestazione, ma anche nei ristoranti, bar e negozi ed agevolazioni per l’ingresso ai musei e nei principali parchi tematici d’Italia. Sempre nella giornata di domani inizia la serie di appuntamenti di Cioccolata con l’autore, l’evento che abbina il gusto alla cultura e propone pagine di pura dolcezza. Ogni giorno alle 18.00, nel salotto della libreria Feltrinelli, il giornalista perugino, Matteo Grandi, direttore del mensile Piacere Magazine, presenterà gli autori di alcuni libri di ultima uscita. Il primo incontro è con Grazia Cioce, autrice del romanzo “Cioccolato Extra Fondente”. Quindi, nove giorni di appuntamenti golosi e divertenti con un unico, incontrastato protagonista: il cibo degli dei. Il programma completo della manifestazione è consultabile sul sito http://www.eurochocolate.com. Nel week end, però, il piacere di Eurochocolate non si limita a Perugia, infatti domani e domenica, torna, dopo l’incredibile affluenza di pubblico dello scorso anno, “Deruta, ceramica e cioccolato”. Un’occasione per gustare della buona cioccolata calda e apprezzare la tipica

Giornalismo- Il Festival apre la partecipazione agli studenti Universitari

Prontamente pubblichiamo la news in oggetto

Oggetto: APERTURA PARTECIPAZIONE AL CONCORSO ANCHE PER GLI STUDENTI UNIVERSITARI

Le numerose richieste da parte di studenti universitari a partecipare al concorso “Una storia ancora da raccontare: Giancarlo Siani” ha reso necessaria una modifica del bando permettendo anche agli iscitti ad ogni facoltà universitaria di poter inviare i propri elaborati. Ricordaimo che il termine di scadenza del concorso è il 28.02.2009.
ATTENZIONE: Il bando corretto lo troverete nel link sottostante nell’articolo dedicato a Giancarlo Siani.
Il Festival Internazionale del Giornalismo

Cronaca- “Sono innocente” lo dice Amanda

Amanda parla: “Sono innocente”.

Lo ha detto al Gup Micheli

E’ ripresa l’udienza preliminare per l’omicidio di Meredith Kercher

18/10/2008

(UJ.com di Marcello MIGLIOSI) PERUGIA – Meredith, riparte udienza preliminare “Sono innocente” è la dichiarazione spontanea resa da Amanda Knox all’udienza preliminare dell’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher davanti al Gup Paolo Micheli.

Dopo aver salutato il giudice con un “buongiorno”, la giovane di Seattle ha parlato in inglese, assistita da un interprete, per una decina di minuti. L’udienza è proseguita con l’inizio della requisitoria dei Pm. Le richieste dell’accusa sono attese per lunedì.

”Meredith era mia amica e non avevo alcun motivo per ucciderla”: Amanda Knox lo ha ribadito stamani davanti al Gup di Perugia. Una dichiarazione spontanea, quella della studentessa di Seattle, caratterizzata da alcuni momenti di commozione e lacrime.

Mentre parlava Amanda e’ stata vista gesticolare piu’ volte con le mani. Maglione fucsia su camicia bianca, la Knox ha ripetuto al giudice di essere estranea al delitto. Ha sostenuto di avere ricevuto pressioni dalla polizia la notte in cui venne fermata. Secondo la giovane americana le venne anche detto che avrebbe preso trent’anni di carcere se non avesse confessato. La Knox ha parlato per una decina di minuti assistita da una interprete.

Ha sempre mantenuto un atteggiamento molto composto, anche quando le sue parole sono state segnate dalla commozione. Subito dopo di lei ha preso la parola Raffale Sollecito il quale si e’ limitato a spiegare ”di avere conosciuto Amanda il 25 ottobre a un concerto di musica classica”. Tra i due giovani, fidanzati fino al momento dell’arresto ci sono stati anche oggi diversi sguardi ma nessuna parola.


Ha fatto riferimento a un ”attacco mediatico da settori limitati e proveniente da oltreoceano” il pubblico ministero Giuliano Mignini nella fase iniziale della sua requisitoria nell’udienza preliminare per l’omicidio di Meredith Kercher.

Il riferimento sarebbe alla lettera, anticipata oggi da alcuni quotidiani, giunta alla procura di Perugia da parte di un giudice della Corte Suprema di Seattle, amico della famiglia Knox, che nel difendere Amanda testimonia la bonta’ d’animo e l’assoluta mancanza di cattiveria della ragazza.

Il magistrato di Perugia ha poi ricostruito le fasi iniziali dell’indagine. Ha quindi parlato delle ”pressioni e interferenze” che hanno caratterizzato gli accertamenti. Ha poi cominciato ad affrontare la posizione di Rudy Guede che ha chiesto e ottenuto di essere processato con il rito abbreviato.

Il Pm si e’ soffermato sugli elementi a carico dell’ivoriano, ha sostenuto che Rudy non ha conosciuto Metz a casa di amici il 31 ottobre e non aveva alcun appuntamento con lei la sera del delitto. Sara’ poi l’altro Pm Manuela Comodi a prendere la parola per delineare gli aspetti scientifici dell’indagine.


Si tiene nell’ex Officina Elettrica di Via XIV Settembre, ora sede della sezione penale del Tribunale di Perugia, l’udienza preliminare di oggi relativa all’omicidio di Meredith Kercher. Le parti hanno infatti lasciato per esigenze organizzative lo storico Palazzo di Giustizia nel cuore della citta’ per trasferirsi nella struttura a ridosso del centro. La palazzina che ospita gli uffici del Gup e l’aula dell’udienza venne realizzata dalla Societa’ Anonima Elettrica Umbra che nel 1899 – si legge in una targa esposta all’esterno dell’edificio – ultimo’ la prima centrale elettrica a carbone della regione.

La produzione elettrica cesso’ intorno al 1930 quando la centrale fu ristrutturata, demolendo tra l’altro una ciminiera.Passato poi all’Enel, il complesso fu dismesso nel 1993 e tre anni dopo acquistato dal Comune di Perugia con i fondi del ministero della Giustizia. La nuova sezione penale e’ stata formalmente inaugurata nel dicembre del 2007 ma l’attivita’ e’ formalmente cominciata solo da pochi giorni.

Nei pressi dell’ingresso si trova ancora un grande interruttore ad alta tensione sormontato da trasformatori. L’aula dove si svolge l’udienza del Gup si trova al piano meno uno ed e’ praticamente nuova, piu’ piccola di quella utilizzata finora. Ha tra l’altro una grande vetrata che si affaccia sulla strada e per questo e’ stata schermata con dei cartoni. L’aula non e’ stata ancora completamente ultimata: manca infatti la scritta ”La legge e’ uguale per tutti”.


Raffaele Sollecito, Amanda Knox e Rudy Guede sono arrivati negli uffici del tribunale di Perugia dove stamani riprende l’udienza preliminare per l’omicidio di Meredith Kercher.

Oggi e’ in programma l’arringa del pubblici ministeri Giuliano Mignini e Manuela Comodi. I cellulari della polizia penitenziaria con a bordo gli imputati sono stati fatti entrare in un garage e da li’ i tre giovani sono stati trasferiti nell’Aula A da un corridoio interno. Lo stesso percorso seguito dai pubblici ministeri. Senza parlare con i giornalisti sono entrati nella palazzina di Via XIV Settembre i difensori degli imputati e i legali di parte civile.

Il loro arrivo, cosi’ come quello dei cellulari con gli imputatati, e’ stato seguito con curiosita’ dai numerosi giovani che stanno raggiungendo il centro di Perugia per l’inizio dell’edizione 2008 di Euro Chocolate. Presente all’udienza anche Partick Lumumba, costituito parte civile nei confronti della sola Knox accusata di calunnia nei suoi confronti.

SPOLETOJOURNAL- IL MITICO FAGIOLI SCOPRE “IL COPERCHIO” DEL SONDAGGIO

LE DOMANDE A RAFFICA

DELL’INTERLOCUTRICE TELEFONICA

CHE DICE DI INTERVISTARE A NOME

DELL’AGENZIA DI PAGNONCELLI

DI SIMONE FAGIOLI

LE DOMANDE CHE SONO STATE FATTE AD ALCUNI SPOLETINI RAGGIUNTI DALLA TELEFONATA DI INTERVISTA PER PROBABILE SONDAGGIO ELETTORALE

L’intervistatrice si è presentata con il proprio nome di battesimo e ha dichiarato di intervistare a nome dell’agenzia di statistica di Pagnoncelli.

Domanda (in totale l’intervista è durata 10 minuti e le domande sono state molte e a raffica, una dietro l’altra intervallando domande sulla propria condizione personale e sociale a quelle sulla politica)

1.Quale è il suo titolo di studio? Lavora? Che tipo di lavoro fa? Quanti sono i componenti della sua famiglia? Ha figli?
2.E’ andata a votare nelle ultime elezioni? ( elezioni in senso lato: europee, nazionali e amministrative)
3.Sa che il mandato di Brunini è scaduto e non può ricandidarsi?
4.L’intervistatrice propone una lista di nomi di centro-destra e di centro-sinistra ma non di centro o di sinistra possibili candidati sindaco. Quale di questi voterebbe ? (nella lista ci sono Benedetti, Benedetti Valentini, Cintioli e altri che non ricorda)
5.Per chi ha votato alle scorse elezioni politiche e d amministrative?
6.Che cosa non va Spoleto e che migliorerebbe?
7.SE le coalizioni di centro destra e di centro sinistra di alleano con Udc, Sinistra e Di Pietro?
8.Voterebbe il centro destra con l’Udc?
9.Voterebbe il centro sinistra con la sinistra?
10. Che cosa le va bene di ciò che è stato fatto nella Città di Spoleto?

ValtopinaJournal- La cittadina umbra in testa nel nuovo piano di Protezione Civile


Valtopina, 18/10/2008

“Ci siamo molto divertiti –dicono i ragazzi- ed abbiamo anche capito quali sono i compiti del sindaco come autorità di protezione civile.

Dal nostro inviato

Gilberto SCALABRINI

E’ venerdì 17. Una pioggia torrenziale ingrossa le acque del Topino e il fosso Serrone rischia di tracimare a valle trasformando in una trappola mortale case, scuole, fabbriche e botteghe. Persone in fuga verso spazi di salvezza, caos totale e panico. Scatta l’allarme “rosso” e nel piccolo comune di Valtopina il sindaco e i tecnici della protezione civile fanno scattare subito il piano operativo. Si evacua la scuola elementare e media. Alunni e insegnanti si radunano nel punto di raccolta più sicuro. Si attende il cessato allarme.
Fortunatamente è solo un’esercitazione. Si vogliono testare sul campo le linee d’intervento del nuovo piano di protezione civile e il risultato va oltre le aspettative.
“Abbiamo scelto il rischio esondazione –dice il sindaco Giuseppe Mariucci- perché l’ultimo tratto del Serrone è intubato e a monte c’è il rischio che l’ostruzione possa farlo tracimare in caso di una forte perturbazione. In questa ipotesi la corsa delle acque potrebbe interessare il villaggio scolastico. Il fosse è monitorato ogni volta che piova e si sta valutando l’opportunità di un intervento per scongiurare ognbi possibile rischio. La bonifica umbra infatti sta progettando delle briglie e una vasca di accumulo con il conseguente spostamento del deflusso delle acque in un altro fosso meno pericoloso”.
Dopo l’evacuazione, gli studenti più grandi, quelli delle classi quinte e della terza media, hanno preso parte presso il Coc (Centro operaivo comunale) da una lezione tenuta dal disaster manager Ugo Corbelli, responsabile del settore protezione civile del comune. Attraverso la proiezione di alcune s lite hanno potuto capire meglio il territorio e i punti critici.
“Ci siamo molto divertiti –dicono i ragazzi- ed abbiamo anche capito quali sono i compiti del sindaco come autorità di protezione civile. E’ lui che assume la direzione ed il coordinamento dei servizi di soccorso e di assistenza alla popolazione, provvedendo ad organizzare gli interventi necessari ed a segnalare immediatamente l’evento al Presidente della Provincia ed al Centro Situazioni regionale. Abbiamo visto anche come sono suddivise le competenze e come i componenti mettono a disposizione la proprie professionalità per fronteggiare l’emergenza”.
Il nuovo piano di protezione civile però riguarda anche altre criticità, come abbondanti nevicate, incendi boschivi, terremoti, frane e trasporti.
“La Provincia di Perugia –spiega Mariucci- aveva a suo tempo attivato un programma di raccolta dati finalizzato all’elaborazione informatizzata dei piani di emergenza comunali e provinciale. L’obiettivo era quello di realizzare il sistema con la partecipazione dei 59 comuni della provincia e di altri enti operanti nell’ambito dell’emergenza, supportando direttamente gli enti locali disponibili alla elaborazione. Siamo stati subito disponibili e grazie alla collaborazione dei nostri tecnici e di quelli provinciali, tutti usciti dal corso di laurea di Foligno, nonchè dei volontari del gruppo comunale, abbiamo individuato e pianificato tutti gli scenari di rischio prevedibili e le procedure necessarie alla gestione”.
Adesso il piano sarà partecipato alla popolazione attraverso le norme del “buon comportamento”.
Domani si svolgerà pure un convegno sui rischi e Mariucci difenderà a spada tratta i laureati in protezione civile,perché “sono i tecnici più qualificati per dare contributi e risposte concrete alle nostre realtà”.
Parlerà pure delle nuove responsabilità dei sindaci e delle difficoltà dei borghi dopo i tagli delle risorse da parte dello Stato.
“I sindaci dei piccoli comuni –dice- hanno enormi difficoltà a stare dietro alle tante responsabilità a cui sono chiamati a rispondere. Per questi motivi molti miei colleghi, a capo di amministrazioni con meno di 3.000 abitanti, non si ripresenteranno più alle prossime elezioni. Io, per esempio, che sono dipendente di un ente pubblico, ho solo 48 ore di permessi al mese. Tutto questo è assurdo per svolgere bene il proprio mandato”.
Al convegno parteciperanno anche l’assessore regionale Vincenzo Riommi, l’assessore provinciale Carlo Antonini, i sindaci dei comuni limitrofi, il presidente della Comunità Montana Giancarlo Picchiarelli, il rappresentante dell’Anci e un osservatore del dipartimento nazionale di protezione civile.


Montefalco: Le opere di Palo Massei in mostra

Montefalco, 18/10/2008

L’artista Paolo Massei espone sue recenti opere nei nuovi spazi espositivi del museo di San Francesco . La mostra , intitolata “ Nel blu dipinto di blu “ , è una ricerca interiore complessa che lo ha condotto a confrontarsi con il metodo del togliere , del ridurre all’essenziale l’espressione mutevole della introspezione . Durante il periodo storico che va dalla fine del secondo conflitto mondiale alla conclusione del secolo scorso gran parte della proposta culturale visiva si è sviluppata sulla eliminazione del superfluo e dell’ornamento . A questa fase , detta del “ Riduzionismo “ , hanno contribuito i più grandi artisti di ogni parte del mondo . Nella esposizione dei quadri di Montefalco , Paolo Massei non ha voluto troppo insistere sul “ Riduzionismo “ ed ha volutamente tolto qualsiasi riferimento al simbolo . Per il pittore bevanate “ è più importante la conoscenza che il piacere estetico “ . Agli occhi del profano “ Nel blu dipinto di blu “ può apparire una proposta elementare , ma così non è . Nel suo lavoro , invece , si trova il cardine della strutturalità geometrica pesante , una tecnica di realizzazione lenta e difficoltosa che lo ha impegnato profondamente . Per avere informazioni dettagliate sugli orari di visita si può telefonare al numero 0742 / 379598

( Sistema Museo ) .


USA- Concerto nella Sala Hammerstein del Manhattan Center Studios di New York

Per il Columbus Day, a New York Us

sono stai impegnati gli ottoni e le percussioni

della Banda della Polizia di Stato Italiana

Anche un nostro emerito concittadino,

il grande musicista

Gabriele Francioli

era impegnato con il suo sax contralto

(nella foto, il secondo alla destra del direttore).

Da Jacopo FELICIANI

Il tour è partito il giorno 8 ottobre 2008 e gli impegni sono stati quattro in tutti.

Il primo un concerto del giovedì 9 ottobre delle ore 19.00 presso il Teatro Hammerstein Ballroom a Manhattan – New York. Il secondo concerto presso l’Amabasciata italiana a Washington sabato 11 ottobre ore 9.00.
Il terzo, domenica 12 ottobre ore 10 un esibizione della Banda nella piazza antistante il Columbus Circus per la deposizione di una corona alla statua di Cristoforo Colombo.
Il quarto, lunedì 13 ottobre la Banda è stata impegnata nella Parata Ufficiale del Columbus Day nella Quinta Strada (Fifth Avenue). L’ammiraglio in pensione, ex Vice Capo degli Stati Maggiori, Edmund Giambastiani, è stato il Gran Maresciallo che ha dato avvio alla Parata sfilando a bordo di una Isotta Fraschini 1913.

Questa mattina 18 ottobre 2008 alle ore 10 e 40 è andato in onda il primo appuntamneto, il Concerto nella Sala Hammerstein del Manhattan Center Studios di New York. Come sempre, il Maestro Maurizio Billi ha guidato la Banda Musicale della Polizia di Stato in brani dalla pregevole e lodevole armonizzazione orchestrale di Morricone, Melillo, Ellington, Bernstein, Verdi, Novaro e Smith.
Le vibrazioni sognati dei fiati accanto alla voce calda, suadente e allo stesso tempo potente del Soprano Cheryl Porter hanno entusiasmato il pubblico in sala e oggi stesso i Telespettatori italiani.
Di verdi è stata eseguita la Marcia Trionfale dell’Aida.
Il Soprano italoamericano Cheryl Porter ha interpretato con grande sentimento tutti quegli appassionati brani. La cantante Cheryl ha interpretato nel passato svariati ruoli per soprano drammatico risquotendo enormi consensi (Verdi, Puccini), scoprendo poi da qualche anno una sua passione per i canti spiritual e gospel, dove sostiene c’è un richiamo più “intimo”.
Per terminare sono stati eseguiti gli Inni: Italiano, Us e della Polizia di Stato.
Per i festeggiamenti era presente anche il Vice Capo della Polizia Vicario, Prefetto Nicola Izzo.

FOLIGNO- Situazione Puc2

Protocollo d’intesa

tra amministrazione comunale

e associazioni di categoria

per la gestione

del marketing urbano

FOTO DI MARIOLINA SAVINO

Si tiene lunedì 20 ottobre a Foligno (ore 12,30, sala del Camino di palazzo Deli, in via Gramsci) la conferenza stampa che fa il punto sul Puc2, cioè il piano urbano complesso di seconda generazione, con la presentazione del protocollo d’intesa sottoscritto dall’amministrazione comunale e dalle associazioni di categoria per la gestione del marketing urbano e della gestione coordinata del centro commerciale ‘naturale’ del centro storico.
All’incontro intervengono il sindaco Manlio Marini, il vicesindaco Nando Mismetti, l’assessore Joseph Flagiello.

Pesca – Partita dal Tevere a Ponte S. Giovanni la campagna di ripopolamento 2008


Interesserà anche il Trasimeno e il Chiascio.

A disposizione circa 20 quintali di prodotto

Umbria, 18/10/2008

E’ partita venerdì mattina, da Ponte San Giovanni, dal luogo cioè interessato nei mesi scorsi da un significativo caso di inquinamento, la campagna di ripopolamento delle acque dolci della provincia con carpe prodotte presso il Centro Ittiogenico di S. Arcangelo della Provincia di Perugia. Personale dell’Ente, da oggi e per la durata di circa due settimane, sarà infatti impegnato nelle operazioni di immissione di carpe in particolar modo nei due corsi d’acqua principali del territorio provinciale (Tevere e Chiascio) e nel lago Trasimeno che riceverà i quantitativi maggiori.
Nel Tevere, che come detto nel tratto che attraversa Ponte San Giovanni agli inizi di agosto ha fatto registrare una vera e propria moria di pesci a causa di uno sversamento di sostanze inquinanti, la Provincia di Perugia immetterà circa 4 quintali di carpe, per un corrispettivo di 4.000 pezzi, il cui peso può variare da 100 grammi ad un chilo. Ma complessivamente, da qui a quindici giorni, i due fiumi ed il Trasimeno riceveranno nelle proprie acque circa 20 quintali di nuovo prodotto ittico. Inoltre, nel lago saranno immessi anche esemplari di tinche, sempre prodotte al Centro ittiogenico di Sant’Arcangelo. Presso questa struttura, secondo le informazioni fornite dal responsabile, Mauro Natali, la produzione di novellarne 2008 è in linea con le medie degli anni precedenti. Tra carpe e tinche, infatti, si presume che anche quest’anno si raggiungerà la quota di un milione di esemplari. Ed ottobre è il mese più indicato per la loro semina, ovvero per l’immissione nei bacini che li devono ricevere. In questo periodo infatti, ancora la riparo dalle piene e dalle basse temperature, i giovani pesci riescono ad ambientarsi bene nel nuovo ambiente. Alle operazioni di semina di questa mattina ha assistito anche Danilo Barbarossa, presidente della Fipsas di Perugia, associazione che collabora con la Provincia per la gestione ittica di questo tratto del Tevere. Soddisfazione per l’attività portata avanti dall’Ufficio gestione fauna ittica dell’Ente è stata espressa dall’assessore provinciale alla programmazione faunistica Massimo Buconi. “L’azione di ripopolamento – ha fatto inoltre notare l’assessore – è finalizzata a sostenere la presenza dei materiale ittico nei corsi d’acqua, per mantenere un buon livello di densità anche al fine di soddisfare i tanti appassionati di pesca sportiva”.