SpoletoJournal- Ritrovati importanti affreschi di Jacopo Siculo nella chiesa della Madonna di Loreto

Spoleto, 20/10/2008

E’ stata rimessa in luce, nella chiesa della Madonna di Loreto, adiacente all’ospedale di Spoleto, la maestà di Jacopo Siculo fatta dipingere nel 1537 dalla famiglia Spinelli. Era rimasto visibile un piccolo lacerto del grande affresco: il volto della Madonna e del Bambinello. L’opera del celebre pittore spoletino, genero dello Spagna, era stata inspiegabilmente scialbata e in parte occultata da uno strato di malta.
Sono riemersi, nella vivezza dei loro colori e nell’eleganza delle forme, l’intera figura della Madonna, sovrastante una chiesa sorretta da tre cherubini e, ai lati, le grandi figure di S. Sebastiano e S. Antonio Abate.
L’attribuzione è certa e il manufatto si presenta di grande qualità. La rimozione delle sovrammissioni e la ripulitura della parte ritrovata del dipinto di Jacopo Siculo è stata affidata alla ditta COO.BE.C., sotto la direzione della competente Soprintendenza. L’intervento è stato generosamente offerto dal Rotary Club di Spoleto, sotto le presidenze del geometra Rodolfo Valentini e del dott. Mauro Calabresi.
Sabato 18 ottobre la concittadina professoressa Giovanna Sapori, cattedratica dell’Università Roma Tre, unanimemente riconosciuta tra i più grandi studiosi della pittura umbra del ‘500, ha visitato l’affresco. L’illustre storica dell’arte ha auspicato che presto possa essere restituita alla pubblica fruibilità l’intera cappella che contiene l’opera ritrovata, liberando la volta e le pareti laterali della pesante scialbatura e dal denso strato di materiali impropri che offuscano i restanti dipinti, commissionati dal Duca Isidoro Benedetti nel 1701, per il piccolo luogo sacro. Ci auguriamo che anche le pitture tuttora sotto scialbo siano di adeguata qualità.


SpoletoJournal- Presentato il puc2

Spoleto, 20/10/2008

Brunini:”Lavoro di programmazione fondamentale per il futuro della città”

Approvato mercoledì scorso dal Consiglio comunale il PUC2 del Comune di Spoleto denominato “Spoleto Piazza delle Eccellenze”, è stato presentato questa mattina nella Sala dello Spagna del Palazzo Comunale alla presenza del sindaco Massimo Brunini, del vice sindaco Daniele Benedetti, del Coordinatore Unico dell’Area di Pianificazione Strategica Stefania Nichinonni e del Dirigente della Direzione Progettazione Ambiente e Territorio Massimo Coccetta.
226 le domande valutate, 212 quelle considerate ammissibili ed inserite nella graduatoria provvisoria (che diventerà definitiva dopo il vaglio regionale), rispondenti agli avvisi di selezione relativi all’edilizia residenziale, al settore del commercio e artigianale, a quello turistico-ricettivo e ai servizi ai cittadini e alle imprese.
42 i soggetti che a vario titolo hanno aderito al Programma Urbano Complesso; 66 i progetti considerati finanziabili per una richiesta complessiva di 8 milioni di euro, cofinanziati al 15% dal Comune di Spoleto e al 30% dal settore privato.
Questi i numeri di un percorso avviato con la presentazione delle manifestazioni di interesse da parte dei soggetti privati, proseguito con l’individuazione di un tavolo di co-progettazione per la redazione del Piano di Marketing Urbano e la perimetrazione dell’area PUC2 e terminato, ad oggi, con la definizione della graduatoria provvisoria e i progetti considerati finanziabili: 50 nell’ambito delle attività commerciali e artigianali, 2 per le attività turistico-ricettive, 9 per le attività di servizio ai cittadini e alle imprese e 5 quelli relativi all’edilizia residenziale.

“Con il Programma Urbano Complesso – ha spiegato il sindaco Massimo Brunini nel corso della conferenza stampa – Spoleto presenta un sistema di collaborazione pubblico-privato molto importante, capace di fare del nostro centro storico una delle più interessanti piazze delle eccellenze d’Italia. La pianificazione e la programmazione che sono alla base di questo lavoro si configurano quale motore non solo della parte più antica della città ma dell’intero territorio comunale”.

Due le direttrici principali seguite: da una parte consolidare la polarità del centro storico, con particolare riguardo a quella turistica e commerciale e, dall’altra, incrementare l’efficienza mettendo a sistema tutte le funzioni dell’area PUC2 con particolare riguardo a quelle legate alla funzione di area commerciale naturale del centro storico.
Il progetto infatti si muove su 5 assi strategici che riguardano il miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità del centro storico, la valorizzazione dei tesori della città e delle sue eccellenze, il recupero dell’identità e la promozione della coesione sociale, il rafforzamento del sistema dei servizi ed il consolidamento e la qualificazione della polarità commerciale. Su questi sono stati definiti 5 progetti pilastro che definiscono gli elementi caratteristici e distintivi del PUC2 e sostengono gli assi strategici: il sistema insediativo e di coesione sociale, il sistema dell’offerta turistica integrata, il sistema dell’offerta congressuale, il sistema dei mercati e dei servizi e il sistema della conoscenza e dell’alta formazione.

“Nella stesura del nostro Programma Urbano Complesso – ha sottolineato Stefania Nichinonni – abbiamo incontrato una forte disponibilità da parte di tutti a lavorare insieme, a fare sistema. Gli 89 incontri che si sono svolti nel corso di questi ultimi 3 mesi hanno visto una partecipazione molto alta che ha permesso di elaborare un progetto molto ben articolato e in grado di valorizzare al massimo i tesori della nostra città e di recuperare l’identità del centro storico, elemento indispensabile se si vuole incrementare la capacità attrattiva di Spoleto ”.
Recupero di Palazzo Leonetti-Luparini, in via del Municipio che sarà recuperato e destinato alle abitazioni per le giovani coppie e, per quanto riguarda il piano terra, alla Casa delle Associazioni; il City Logistic, ossia la piattaforma logistica alimentata con un impianto fotovoltaico e ideata insieme alla SITT, che permetterà la creazione di un sistema di mobilità alternativa per le merci (da e per il centro storico) attraverso l’utilizzo di navette a motore elettrico, sono solo alcuni dei progetti pianificati all’interno del PUC2 del Comune di Spoleto.
“Sappiamo che questo è l’inizio di un percorso di grande respiro per la nostra città – ha sottolineato Brunini – Il valore di questa azione, insieme agli altri progetti che questa amministrazione ha messo in campo negli ultimi anni, permetterà a Spoleto di affrontare a testa alta il proprio futuro e di fare un grande salto di qualità”.


TRASIMENOJOURNAL- Sabato 25 ottobre tre visite imperdibili nei castelli a libeccio del lago

Rinascimento sul Trasimeno

Sabato 25 ottobre il TCI  Umbria ha organizzato – grazie alla collaborazione dei Comuni perugini di Paciano e Panicale, gli splendidi castelli che dominano la costa a libeccio del Trasimeno – tre visite imperdibili ad opere del Rinascimento recentemente restaurate.
Ad accompagnare i visitatori il prof. Elvio Lunghi, storico dell’arte dell’Università di Perugia e curatore del catalogo “Rinascimento sul lago”, e il prof. Giovanni Riganelli, storico e saggista del catalogo e della mostra, entrambi profondi conoscitori dell’arte soprattutto locale.
Intenso il programma, pur se breve, in quanto si vuol lasciare aperta ai partecipanti la possibilità di scoprire altre opere dell’uomo e della natura tanto frequenti in questi luoghi. Il ritrovo e primo appuntamento è a Paciano,  in piazza della Repubblica, alle 9.45, per la visita alla vicina Chiesa di San Giuseppe, ove è esposto il gonfalone della Madonna delle Grazie (1470 ca.), olio su tela di Pierantonio di Nicolò da Pozzuolo. Da Paciano ci si recherà – ciascuno con i propri mezzi – alla vicina  Mongiovino per scoprire il miracoloso e straordinario Santuario della Madonna, monumento nazionale a mezzo tra Rinascimento e Manierismo, un’architettura della scuola del Bramante, che ospita dipinti del Pomarancio, del Fiammingo e di altri eccellenti autori. Da qui si raggiungerà Panicale (ritrovo in piazza Umberto I), ove presumibilmente ci si dividerà in due gruppi che si alterneranno nei percorsi: il primo visiterà il castello con le sue tre piazze ed il piccolo teatro Cesare Caporali; il secondo si recherà alla Chiesa di San Sebastiano, dove sono esposti il magnifico affresco del Martirio di San Sebastiano (1505) di Pietro Vannucci, detto il Perugino; l’affresco staccato della Madonna in trono e Angeli Musicanti (fine 1400) attribuito a Raffaello; e l’Adorazione dei Pastori (1519), tavola di Giovan Battista Caporali, qui eccezionalmente ricongiunta alla propria predella, migrata nell’Ottocento a Roma, ove è custodita presso l’Abbazia di San Gregorio al Celio.

Interventi della Comunità Montana

Comunita’ Montana

Montefalco, 20/10/2008

La Comunità Montana dei Monti Martani e il Comune di Montefalco hanno predisposto un progetto per il “ Miglioramento delle infrastrutture viarie delle aree rurali , Misura 3.2.1. del P.S.R.“.
La Regione Umbria , in attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 , ha previsto le disposizioni procedurali relative ai servizi essenziali per l’economia e per la popolazione rurale .
A seguito di questi provvedimenti la Comunità Montana di Spoleto , su incarico della amministrazione comunale di Montefalco , sta predisponendo la progettazione della viabilità municipale denominata “ Polzella – S.Clemente “ per l’importo complessivo di 308.000 euro. Il lavoro è classificato come strada comunale per l’intero tratto oggetto dell’intervento ed ha una notevole importanza nell’ambito del territorio di Montefalco poiché conclude il collegamento tra la strada di Colverano e quelle di Camiamo e San Clemente. Una volta concluse tutte opere di sistemazione sarà favorita l’accessibilità delle zone agricole , il miglioramento della qualità della vita della popolazione residente, il miglioramento del rapporto fra le aziende agricole ed il resto del comprensorio e l’avvicinamento dei cittadini agli spazi rurali. Sarà inoltre valorizzato il paesaggio , con particolare riguardo alla salvaguardia delle attitudini ambientali dell’area interessata. “ La realizzazione di quanto previsto nei programmi attuativi – afferma l’assessore della Comunità Montana , Alessandro Tofi – ha come obiettivo quello di dare una risposta concreta alle esigenze di tante attività agricole e di altrettante attività agrituristiche. L’operazione – conclude Tofi – persegue l’obiettivo della ottimizzazione dei servizi così come previsto dal P.S.R.“.


CasciaJournal- 8° Mostra Mercato dello Zafferano

ZAFFERANO E TIPICI NELLA LABORIOSA CITTÀ DI CASCIA, CITTÀ NATALE DI S. RITA

fonte: redazionejournal direttore Mariolina Savino

Come ogni anno la mostra mercato dello zafferano di Cascia si svolgera nella città di S.Rita il 24-25-26 di ottobre

Programma di Venerdi 24

Ore 15,30 • Piazza Garibaldi
Apertura del Mercato dello Zafferano alla presenza dell’Assessore al
Commercio della regione dell’Umbria Mario Giovannetti.
Ore 16,00 • Piazza Garibaldi
Inaugurazione della Mostra Iconografica: “La Valnerina quota 800” a cura
del Servizio Turistico Territoriale della Valnerina.
Ore 16,30 • Piazza Garibaldi
Degustazione gratuita dello zafferano e musica della Banda di Cascia fra
gli stands.
Ore 17,00 • Sala S. Pancrazio
Presentazione dell’Ottava Mostra Mercato dello “Zafferano di Cascia” e
del percorso dello zafferano:
• Lo Zafferano al Mercato, Piazza Garibaldi.
• Lo Zafferano a Convegno e in Mostra, Sala S. Pancrazio,
Ostello S. Antonio.
• Lo Zafferano in Biblioteca, Limonaia di Palazzo Carli.
• Lo Zafferano a Tavola, Ristoranti di Cascia.
• Lo Zafferano in Vetrina, Esercizi commerciali di Cascia.
• La via dell’oro – Degustazioni guidate nei luoghi d’eccellenza di Cascia

Programma di Sabato 25

Ore 09,00 • Piazza Garibaldi
Apertura del Mercato dello Zafferano.
Ore 10,30 • Sala San Pancrazio
Conferenza – La Valnerina.it: presentazione del Portale del Servizio
Turistico della Valnerina
Ore 12,00 • La Via dell’oro
Degustazione guidata, da gastronomi ed enologi, di prodotti tipici allo
zafferano accompagnati da vini umbri, in collaborazione con il CEDRAV.
La degustazione è gratuita con prenotazione obbligatoria.
Ore 13,30 • Ristoranti di Cascia
Zafferano a tavola
Degustazione di pietanze allo zafferano preparate dai ristoratori di Cascia.
Ore 16,30 • Piazza Garibaldi
Degustazione gratuita dello zafferano e musica popolare fra gli stands.
Ore 18,00 • La Via dell’oro
Degustazione guidata, da gastronomi ed enologi, di prodotti tipici allo
zafferano accompagnati da vini Umbri, in collaborazione con il CEDRAV.
La degustazione è gratuita con prenotazione obbligatoria.
Ore 21,00 • Cinema Europa
Concerto dell’“Ensemble di Sax” del Conservatorio di Perugia.
Direttore Roberto Todini

Programma di Domenica 26

Ore 09,00 • Piazza Garibaldi
Apertura del Mercato dello Zafferano.
Ore 09,30 • Partenza con pulmini da P.zzale Dante
Visita guidata ai campi di zafferano con colazione di giuncata allo zafferano.
Ore 11,00 • Ostello S. Antonio
Convegno conviviale.
Valorizzazione dei prodotti tipici e della ristorazione di qualità. Presentazione
della videoricetta 2008.
Ore 13,30 • Ristoranti di Cascia
Zafferano a tavola
Degustazione di pietanze allo zafferano preparate dai ristoratori di Cascia
Ore 16,30 • Piazza Garibaldi
Degustazione gratuita dello zafferano con musica popolare fra gli stand
e proclamazione del vincitore del concorso “Zafferano in vetrina”.
Ore 17,30 • La Via dell’oro
Degustazione guidata, da gastronomi ed enologi, di prodotti tipici allo
zafferano accompagnati da vini Umbri, in collaborazione con il CEDRAV.
La degustazione è gratuita con prenotazione obbligatoria.
Al crepuscolo chiusura della Mostra Mercato.

Iniziative collaterali:
Zafferano in mostra
“La Valnerina quota 800” a cura del Servizio Turistico Territoriale della
Valnerina.
Zafferano in biblioteca
Limonaia della Biblioteca comunale di Palazzo Carli, Via Plebiscito
Esposizione e consultazione delle pubblicazioni sullo zafferano, a cura
dell’Ufficio Cultura del Comune di Cascia.
Zafferano a tavola
Ristoranti di Cascia
Degustazione di pietanze allo Zafferano secondo antiche ricette e moderne
interpretazioni preparate dai ristoratori di Cascia.
Zafferano in vetrina
Esercizi commerciali di Cascia
Allestimento delle vetrine sul tema dello Zafferano con premi per le
migliori esposizioni.