SpoletoJournal- Presentato il puc2

Spoleto, 20/10/2008

Brunini:”Lavoro di programmazione fondamentale per il futuro della città”

Approvato mercoledì scorso dal Consiglio comunale il PUC2 del Comune di Spoleto denominato “Spoleto Piazza delle Eccellenze”, è stato presentato questa mattina nella Sala dello Spagna del Palazzo Comunale alla presenza del sindaco Massimo Brunini, del vice sindaco Daniele Benedetti, del Coordinatore Unico dell’Area di Pianificazione Strategica Stefania Nichinonni e del Dirigente della Direzione Progettazione Ambiente e Territorio Massimo Coccetta.
226 le domande valutate, 212 quelle considerate ammissibili ed inserite nella graduatoria provvisoria (che diventerà definitiva dopo il vaglio regionale), rispondenti agli avvisi di selezione relativi all’edilizia residenziale, al settore del commercio e artigianale, a quello turistico-ricettivo e ai servizi ai cittadini e alle imprese.
42 i soggetti che a vario titolo hanno aderito al Programma Urbano Complesso; 66 i progetti considerati finanziabili per una richiesta complessiva di 8 milioni di euro, cofinanziati al 15% dal Comune di Spoleto e al 30% dal settore privato.
Questi i numeri di un percorso avviato con la presentazione delle manifestazioni di interesse da parte dei soggetti privati, proseguito con l’individuazione di un tavolo di co-progettazione per la redazione del Piano di Marketing Urbano e la perimetrazione dell’area PUC2 e terminato, ad oggi, con la definizione della graduatoria provvisoria e i progetti considerati finanziabili: 50 nell’ambito delle attività commerciali e artigianali, 2 per le attività turistico-ricettive, 9 per le attività di servizio ai cittadini e alle imprese e 5 quelli relativi all’edilizia residenziale.

“Con il Programma Urbano Complesso – ha spiegato il sindaco Massimo Brunini nel corso della conferenza stampa – Spoleto presenta un sistema di collaborazione pubblico-privato molto importante, capace di fare del nostro centro storico una delle più interessanti piazze delle eccellenze d’Italia. La pianificazione e la programmazione che sono alla base di questo lavoro si configurano quale motore non solo della parte più antica della città ma dell’intero territorio comunale”.

Due le direttrici principali seguite: da una parte consolidare la polarità del centro storico, con particolare riguardo a quella turistica e commerciale e, dall’altra, incrementare l’efficienza mettendo a sistema tutte le funzioni dell’area PUC2 con particolare riguardo a quelle legate alla funzione di area commerciale naturale del centro storico.
Il progetto infatti si muove su 5 assi strategici che riguardano il miglioramento dell’accessibilità e della fruibilità del centro storico, la valorizzazione dei tesori della città e delle sue eccellenze, il recupero dell’identità e la promozione della coesione sociale, il rafforzamento del sistema dei servizi ed il consolidamento e la qualificazione della polarità commerciale. Su questi sono stati definiti 5 progetti pilastro che definiscono gli elementi caratteristici e distintivi del PUC2 e sostengono gli assi strategici: il sistema insediativo e di coesione sociale, il sistema dell’offerta turistica integrata, il sistema dell’offerta congressuale, il sistema dei mercati e dei servizi e il sistema della conoscenza e dell’alta formazione.

“Nella stesura del nostro Programma Urbano Complesso – ha sottolineato Stefania Nichinonni – abbiamo incontrato una forte disponibilità da parte di tutti a lavorare insieme, a fare sistema. Gli 89 incontri che si sono svolti nel corso di questi ultimi 3 mesi hanno visto una partecipazione molto alta che ha permesso di elaborare un progetto molto ben articolato e in grado di valorizzare al massimo i tesori della nostra città e di recuperare l’identità del centro storico, elemento indispensabile se si vuole incrementare la capacità attrattiva di Spoleto ”.
Recupero di Palazzo Leonetti-Luparini, in via del Municipio che sarà recuperato e destinato alle abitazioni per le giovani coppie e, per quanto riguarda il piano terra, alla Casa delle Associazioni; il City Logistic, ossia la piattaforma logistica alimentata con un impianto fotovoltaico e ideata insieme alla SITT, che permetterà la creazione di un sistema di mobilità alternativa per le merci (da e per il centro storico) attraverso l’utilizzo di navette a motore elettrico, sono solo alcuni dei progetti pianificati all’interno del PUC2 del Comune di Spoleto.
“Sappiamo che questo è l’inizio di un percorso di grande respiro per la nostra città – ha sottolineato Brunini – Il valore di questa azione, insieme agli altri progetti che questa amministrazione ha messo in campo negli ultimi anni, permetterà a Spoleto di affrontare a testa alta il proprio futuro e di fare un grande salto di qualità”.


Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...