L’anticrisi di Spoletoclick- RICORDATE C’E’ PIÙ GIOIA NEL DARE CHE NEL RICEVERE!

EDITORIALE M. SAVINO
ITALIA
venerdì 26 dicembre 2008
C’E’ PIÙ GIOIA NEL DARE CHE NEL RICEVERE!
fonte: direttore Mariolina SAVINO

Buone Feste amici miei,
anche se tutti siamo consapevoli dei tempi difficili a cui andiamo incontro nel prossimo anno ormai alle porte!

Ci ha davvero fatto piacere ieri sentire fra le tante notizie una in particolare, l’annuncio dell’arcivescovo di Milano per la nascita di un fondo per chi sta perdendo il lavoro. Guarda il filmato collegato
Tettamanzi.

Credo che, senza cadere nel falso buonismo e nella rete della banalità, ci sia una forte presa di coscenza del dovere verso gli altri in difficoltà e non perchè siamo tutti colpiti dalla bontà melensa natalizia, ma perchè nelle coscenze qualcosa di nuovo sta nascendo.
Questo è l’augurio vero che spero ognuno di noi possa fare al mondo, scoprire la gioia del dare tanto o poco, non importa, ma dare più che ricevere!
Troppo pochi i ricchi benestanti e troppo tanti i nuovi “poveri” in difficoltà.
Di fronte ai grandi eventi terrificanti che hanno spesso funestato l’Italia, (terremoti, alluvioni, etc) si è sempre messa in moto la solidarietà del mondo e nel bene e nel male, si è sempre riusciti a riprendere il cammino e si è ricostrutito là dove tutto era crollato, certo nessuno ci ha ridato le vite perse…ma questa è un’altra storia.
Sappiamo che la crisi fino ad oggi non si è manifestata nella sua vera natura, e siamo tutti consapevoli, che il 2009 sarà molto pesante da questo punto di vista.
Questo non vuol dire fare chiacchiere, ma far sì che le persone singole, le famiglie possidenti, le associazioni, la chiesa, i politici e tutti coloro che possono fare attivamente pronto soccorso solidale, non debbano essere chiamati a capire chi è in difficoltà e non lo dice, per quella forma di dignità che è insita negli italiani. Famiglie che non ammetterebbero mai uno stato di difficoltà reale per paura di perdere il ruolo di apparente benessere in società.
Per noi, sarebbe giusto lasciare nell’anonimato le opere di supporto a chi ne ha bisogno, ma lavorare tutti in una gara di solidarietà autentica che non diventi uno spettacolo di beneficenza, ma un muto dare rispettando le persone che davvero hanno necessità impellenti incoffessate.
Chi meglio dei preti, conosce le reali condizioni della propria diocesi? E chi meglio di loro può agire non ledendo la privacy di ognuno, offrendo un aiuto che rimarrà come nel segreto della confessione?
Ecco il nostro augurio autentico per queste feste!
Dare ad ognuno quello che occorre per vivere dignitosamente, partecipando tutti al benessere di tutti!
Poi, come sempre “passerà a nuttata”, ma intanto non scarichiamo solo sul governo l’onere di intervenire attivamente per chi ha reale bisogno di aiuto e non lo dice!

A tutti, ma proprio a tutti, amici e non, giunga il nostro appello a far del bene e che Dio ci benedica!

Buone Feste

Direttore Mariolina Savino

torna indietro

2009 banner spo
Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...