LETTERA APERTA DI DANIELE MANTUCCI, IRREGOLARITA’ DURANTE LO SCRUTINIO?

I risultati elettorali al momento resi noti, non sono ancora da considerarsi ufficiali, dovendo essere sottoposti alle normali procedure di controllo, previste dalle normative ed anche in relazioni a talune irregolarità che stando alle dichiarazioni dei nostri rappresentanti di lista, si sarebbero verificate in diversi seggi durante lo scrutinio.

Il nostro obbiettivo, comunque, era il ballottaggio ed è stato mancato veramente per un soffio.

Il centro sinistra ha perso – rispetto alle ultime elezioni comunali – oltre otto punti e mezzo. Personalmente ho ricevuto una entusiasmante attestazione di consenso, ed apprezzamento, avendo ricevuto moltissimi voti anche dagli elettori delle liste della sinistra.

Inoltre, la lista civica Cambiare Foligno, il gruppo da me costituito in poche settimane,  è stata la lista civica che ha ottenuto il miglior risultato in assoluto.

Un’esperienza che proseguirà costituendosi nei prossimi giorni in associazione politico-culturale.

La candidatura mi è stata proposta circa due mesi fa, e sinceramente – in tempi così stretti – ritengo che non avrei potuto fare di più.

In queste settimane si è formato un bellissimo ambiente umano, con molte persone nuove e piene di entusiasmo, con tanta gente che questa mattina mi ha sommerso di fax e telefonate, chiedendomi di poter continuare a lavorare, insieme a me,  per l’alternativa.

Confermo la mia stima personale per Nando Mismetti.

Sono però convinto che la coalizione elettorale da lui assemblata, per la sua eterogeneità, non sia in grado di garantire un governo alla città e non escludo che presto si torni alle urne.

Da parte mia, ho cominciato oggi stesso a svolgere il mio ruolo di leader della maggiore forza di opposizione in consiglio comunale.

Sarà una opposizione leale, ma durissima e senza sconti.

Anche se da posizioni di minoranza, mi batterò per la realizzazione del mio programma elettorale, la cui attuazione continuo a ritenere necessaria per un reale sviluppo della città.

Approfitto per ringraziare le tante, splendide persone che in queste settimane hanno lavorato al mio fianco, senza pretendere nulla, senza sollecitare promesse, senza chiedere assessorati, concessioni edilizie o posti di lavoro.

Anche pensando a loro, soprattutto per loro, proseguirò nel mio impegno: per una città più libera, più efficiente e più giusta.

Per amore di Foligno!”.

 

 

 

Cordiali saluti

 

Per informazioni:

0742.351637

0742.353518

fax 0742.359992

A CASTEL RITALDI INFRANTO IL SOGNO DEL CAMBIAMENTO

Siamo alle solite, la piccola comunità non si discosta da un voto che, come maeba, cambia forma ma non colore.

Proprio la divisione interna della sinistra avrebbe dovuto favorire assolutamente il PdL che tra l’altro ha avuto il coraggio di presentarsi con il proprio simbolo.

Di fatto, e’ stata la Frazione di Bruna a decretare la vittoria di Andrea Reali, già impegnato negli ultimi 15 anni all’interno dell’Amministrazione quale vice sindaco, assessore e con vari incarichi in altri Enti correlati.

La delusione forte dei contendenti è derivata anche da tante critiche sollevate da molti cittadini per la passata gestione del sindaco uscente Francesco Venturi, non confermato alla provincia di Perugia dove si presentava quale candidato, ciò nonostante, anche se per una manciata di voti, il gruppo benedetto tra l’altro dalla Governatrice Lorenzetti è riuscito a portare a termine una operazione che sembrava quasi impossibile.

All’interno della composizione della lista nomi antiche della politica di almeno una trentina d’anni, che usciti, entrati e rientrati, sono sempre lì non offrendo ai tanti giovani del territorio la possibilità di emergere ed offrire qualcosa di nuovo alla politica.

Non è da escludere un ricompattamento fra le due sinistre spaccate, nel tempo, e l’opposizione sarà rappresentata dal dr. Maltzeff che a dire il vero, ha maldigerito l’ipocresia di un popolo che da sempre mostra due facce.

Il potere della sinistra nella cittadina vige da tantissimi anni, e mentre Montefalco vola AD ALI SPIEGATE verso il futuro con una compagine politica nuova capeggiata dall’avvocato Tesei, nel vecchio pagus romano dove sono sparite iniziative di pregio e di grande passione popolare negli ultimi dieci anni, rimangono ancora in essere il Premio letterario Mario Tabarrini e il vecchio Palio del Fantasma che ormai dovrebbe essere gestito e amministrato dalle nuove generazioni desiderose di compartecipare eventi autonomamente.

Va detto che Andrea Reali nuovo eletto sindaco, potrebbe incarnare il sogno dei giovani per dare finalmente sviluppo all’impresa giovanile sul territorio, ed essere il sindaco di tutti. La vasta area del territorio in realtà è composta da circa 3.000 anime, con una forte tendenza allo sviluppo agro-turistico, con 150 posti letto all’incirca, e una serie di aziende produttrici di vino, olio e formaggi, oltre a diversi allevamenti di cavalli e mucche. Castel Ritaldi  è un piccolo centro con molte possibilità inespresse, i prossimi cinque anni saranno il banco di prova per una amministrazione che può cambiare la realtà da cittadina dormitorio, a cittadina attiva e operosa, mettendo a sistema quel genius loci baipartisan che dopo anni e anni di amministrazione di sinistra, deve guardare a tutta la popolazione nel suo complesso offrendo davvero a tutti, la possibilità di apportare idee e forze cominciando dalla Pro Loco, che è il cardine della vita sociale di una qualsiasi comunità.