A CASTEL RITALDI INFRANTO IL SOGNO DEL CAMBIAMENTO

Siamo alle solite, la piccola comunità non si discosta da un voto che, come maeba, cambia forma ma non colore.

Proprio la divisione interna della sinistra avrebbe dovuto favorire assolutamente il PdL che tra l’altro ha avuto il coraggio di presentarsi con il proprio simbolo.

Di fatto, e’ stata la Frazione di Bruna a decretare la vittoria di Andrea Reali, già impegnato negli ultimi 15 anni all’interno dell’Amministrazione quale vice sindaco, assessore e con vari incarichi in altri Enti correlati.

La delusione forte dei contendenti è derivata anche da tante critiche sollevate da molti cittadini per la passata gestione del sindaco uscente Francesco Venturi, non confermato alla provincia di Perugia dove si presentava quale candidato, ciò nonostante, anche se per una manciata di voti, il gruppo benedetto tra l’altro dalla Governatrice Lorenzetti è riuscito a portare a termine una operazione che sembrava quasi impossibile.

All’interno della composizione della lista nomi antiche della politica di almeno una trentina d’anni, che usciti, entrati e rientrati, sono sempre lì non offrendo ai tanti giovani del territorio la possibilità di emergere ed offrire qualcosa di nuovo alla politica.

Non è da escludere un ricompattamento fra le due sinistre spaccate, nel tempo, e l’opposizione sarà rappresentata dal dr. Maltzeff che a dire il vero, ha maldigerito l’ipocresia di un popolo che da sempre mostra due facce.

Il potere della sinistra nella cittadina vige da tantissimi anni, e mentre Montefalco vola AD ALI SPIEGATE verso il futuro con una compagine politica nuova capeggiata dall’avvocato Tesei, nel vecchio pagus romano dove sono sparite iniziative di pregio e di grande passione popolare negli ultimi dieci anni, rimangono ancora in essere il Premio letterario Mario Tabarrini e il vecchio Palio del Fantasma che ormai dovrebbe essere gestito e amministrato dalle nuove generazioni desiderose di compartecipare eventi autonomamente.

Va detto che Andrea Reali nuovo eletto sindaco, potrebbe incarnare il sogno dei giovani per dare finalmente sviluppo all’impresa giovanile sul territorio, ed essere il sindaco di tutti. La vasta area del territorio in realtà è composta da circa 3.000 anime, con una forte tendenza allo sviluppo agro-turistico, con 150 posti letto all’incirca, e una serie di aziende produttrici di vino, olio e formaggi, oltre a diversi allevamenti di cavalli e mucche. Castel Ritaldi  è un piccolo centro con molte possibilità inespresse, i prossimi cinque anni saranno il banco di prova per una amministrazione che può cambiare la realtà da cittadina dormitorio, a cittadina attiva e operosa, mettendo a sistema quel genius loci baipartisan che dopo anni e anni di amministrazione di sinistra, deve guardare a tutta la popolazione nel suo complesso offrendo davvero a tutti, la possibilità di apportare idee e forze cominciando dalla Pro Loco, che è il cardine della vita sociale di una qualsiasi comunità.

Annunci

One thought on “A CASTEL RITALDI INFRANTO IL SOGNO DEL CAMBIAMENTO

  1. Risulta che alcuni non hanno pensato affatto al sentire politico o sociale ma a questioni personali di trasferimento, ormai è una moda che si perpetua ad ogni elezione.
    Pretestuoso dire che la gente è totalmente soddisfatta, se lo fosse si potrebbe evitare di andare a votare e ritornare alla buona vecchia monarchia!

    Non ci sono invidiosi, ci sono solo persone che hanno una visione diversa del mondo e questo dà loro diritto di mettersi in discussione e di vedere le cose per quello che sono.
    Io analizzerei bene il voto ed è davvero preoccupante il fatto che non c’è una risposta politica, gli uscenti non hanno avuto certo un plebiscito, c’è stato chi ha portato voti ma quale è il progetto politico?
    In ogni caso bisogna imparare a rispettare il diritto di critica, e saper leggere gli articoli che in questo specifico, lanciano comunque messaggi positivi alla coesione, senza però nascondere la testa sotto la sabbia!

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...