A CASTEL RITALDI INFRANTO IL SOGNO DEL CAMBIAMENTO

Siamo alle solite, la piccola comunità non si discosta da un voto che, come maeba, cambia forma ma non colore.

Proprio la divisione interna della sinistra avrebbe dovuto favorire assolutamente il PdL che tra l’altro ha avuto il coraggio di presentarsi con il proprio simbolo.

Di fatto, e’ stata la Frazione di Bruna a decretare la vittoria di Andrea Reali, già impegnato negli ultimi 15 anni all’interno dell’Amministrazione quale vice sindaco, assessore e con vari incarichi in altri Enti correlati.

La delusione forte dei contendenti è derivata anche da tante critiche sollevate da molti cittadini per la passata gestione del sindaco uscente Francesco Venturi, non confermato alla provincia di Perugia dove si presentava quale candidato, ciò nonostante, anche se per una manciata di voti, il gruppo benedetto tra l’altro dalla Governatrice Lorenzetti è riuscito a portare a termine una operazione che sembrava quasi impossibile.

All’interno della composizione della lista nomi antiche della politica di almeno una trentina d’anni, che usciti, entrati e rientrati, sono sempre lì non offrendo ai tanti giovani del territorio la possibilità di emergere ed offrire qualcosa di nuovo alla politica.

Non è da escludere un ricompattamento fra le due sinistre spaccate, nel tempo, e l’opposizione sarà rappresentata dal dr. Maltzeff che a dire il vero, ha maldigerito l’ipocresia di un popolo che da sempre mostra due facce.

Il potere della sinistra nella cittadina vige da tantissimi anni, e mentre Montefalco vola AD ALI SPIEGATE verso il futuro con una compagine politica nuova capeggiata dall’avvocato Tesei, nel vecchio pagus romano dove sono sparite iniziative di pregio e di grande passione popolare negli ultimi dieci anni, rimangono ancora in essere il Premio letterario Mario Tabarrini e il vecchio Palio del Fantasma che ormai dovrebbe essere gestito e amministrato dalle nuove generazioni desiderose di compartecipare eventi autonomamente.

Va detto che Andrea Reali nuovo eletto sindaco, potrebbe incarnare il sogno dei giovani per dare finalmente sviluppo all’impresa giovanile sul territorio, ed essere il sindaco di tutti. La vasta area del territorio in realtà è composta da circa 3.000 anime, con una forte tendenza allo sviluppo agro-turistico, con 150 posti letto all’incirca, e una serie di aziende produttrici di vino, olio e formaggi, oltre a diversi allevamenti di cavalli e mucche. Castel Ritaldi  è un piccolo centro con molte possibilità inespresse, i prossimi cinque anni saranno il banco di prova per una amministrazione che può cambiare la realtà da cittadina dormitorio, a cittadina attiva e operosa, mettendo a sistema quel genius loci baipartisan che dopo anni e anni di amministrazione di sinistra, deve guardare a tutta la popolazione nel suo complesso offrendo davvero a tutti, la possibilità di apportare idee e forze cominciando dalla Pro Loco, che è il cardine della vita sociale di una qualsiasi comunità.

MIXER NEWS NETWORK SPOLETOCLICK

Foligno
domenica 7 giugno 2009
TAMBURINO DI QUINTANA, SULL’ANNULLO POSTALE SPECIALE DI POSTE ITALIANE
Giovedi’ la punzonatura di lance e costumi dei cavalieri

La taverna del Badia si arricchisce della sala delle ostie.

Sta andando benissimo la prevendita dei biglietti per assistere alla Giostra della Sfida in programma per

Spoleto
sabato 6 giugno 2009
DA FANTASTICO DIRETTORE RESPONSABILE A SCRITTORE: GILBERTO SCALABRINI E I VIGILI DEL FUOCO DI TERNI
Abbiamo discusso tante volte in tanti anni, anche animatamente, ma un direttore responsabile come Gilberto Scalabrini è stato unico! Elegante e rispettoso, appena smessi i panni del Corpo dei Vigili Urbani di Foligno, si catapultava
Spoleto
sabato 6 giugno 2009
VINI NEL MONDO 2009: L’ASTA DI BENEFICIENZA PER L’ABRUZZO E LA SODDISFAZIONE DEL PATRON ALESSANDRO CASALI

Appena scesi i riflettori sulla manifestazione che può considerarsi come la più grande cantina en plain air del mondo, “Vini nel Mondo” si sta già preparando per una nuova edizione 2010 ricca di novità.

Sono ovviamente

Spoleto
sabato 6 giugno 2009
CERCHI LAVORO? LEGGI GLI ANNUNCI!
Sono queste le informazioni sugli avviamenti a selezione presso pubbliche amministrazioni, sui concorsi pubblici ed i corsi di formazione professionale che si possono ricevere presso i Centri per l’impiego, gli Sportelli del lavoro e gli Sportelli del Cittadino

Spoleto
venerdì 5 giugno 2009
FINISCE UN’ERA, UN TEMPO IN CUI LA SOMMA HA FATTO IL TOTALE
SPOLETO 2009, CITTA’ APERTA ALL’UOMO?
QUALE QUELLO DI TERZO LA PIEVE, COME QUELLO DI SAN GIACOMO, DI SAN GIOVANNI DI BAIANO, DI CAMMORO, DI SAN NICOLO’ O DEL CENTRO STORICO?

LO DIRANNO I …

Spoleto
giovedì 4 giugno 2009
PROCESSI AL FESTIVAL?
NEL TANTO PUBBLICIZZATO NUOVO CORSO DEL FESTIVAL DEI DUE MONDI, A FRONTE DI UN’UNICA EDIZIONE REALIZZATA, ACCOMPAGNATA DA UNA LUNGA FILA DI PERPLESSITA’ E POLEMICHE, E DI ASPETTATIVE CHE ALLA LUCE DELL’EDIZIONE 2009 NON SEMBRANO
Spoleto
giovedì 4 giugno 2009
SCOOP BENEDETTI, VINCENZO CERAMI ASSESORE ALLA CULTURA, NON SOLDI MA UNA CASA A SPOLETO
A QUANTO PARE LO SCOOP NON ERA UN SEGRETO PER TUTTI, MA NON CI FERMIAMO SULLE SOTTIGLIEZZE….

AL TRIC TRAC, CON VISO EBBRO DI SODDISFAZIONE SONO ENTRATI IL CANDIDATO A SINDACO DANIELE BENEDETTI, ANDREA …

Umbria
giovedì 4 giugno 2009
REGIONE UMBRIA- BANDI E CONCORSI
Nel Bollettino Ufficiale della Regione Umbria n. 23 (parte terza) sono pubblicati i seguenti avvisi e bandi di concorso:

AZIENDE OSPEDALIERE UNITÀ SANITARIE LOCALI
Azienda ospedaliera Perugia

Pubblico concorso, per titoli ed esami, per la copertura a tempo

SPOLETOJOURNAL- DIARIO DI CAMPAGNA ELETTORALE ENTUSIASMANTE

SIAMO STATI I PRIMI AD INTERVISTARE E FARVI CONOSCERE ANGELO LORETONI DALLE PAGINE DI SPOLETOCLICK.

loretonimarsacconi_fotoatpa

CHIUDIAMO A QUESTO PUNTO LE INTERVISTE DI RITO RILASCIATE DAL CANDIDATO A SINDACO A SPOLETO PER IL PDL, A TUTTE LE VARIE FONTI DI INFORMAZIONE CON, IN ORDINE DI TEMPO, L’ULTIMA INTERVISTA PRIMA DEL VOTO SU SPOLETO JOURNAL.

DIRETTORE MARIOLINA SAVINO

LA PRIMA VOLTA IN REDAZIONE, avevamo di fronte un uomo sicuro di sè, ma lontano dalla politica attiva.

a distanza di poco più di due mesi, vediamo una immagine diversa, una forte determinazione negli occhi, una certezza piu’ che speranza, quella di vincere questa lunga sfida.

Cosa ricorderà di questa esperienza?

E’ stata una situazione inusuale per me, ma posso dire che tutto è stato fantastico, splendido, partire da un gruppo di 10, poi cento, poi mille persone che imparano a conoscerti ed apprezzarti, non mi era mai successo in così poco tempo di avere tanti amici di tutte le età e diventare un punto di riferimento per tutti loro, ivi compresi tanti giovanissimi che sono il fulcro di un grande motore che è quello della passione civile e politica.

Da uomo della strada a stratega e parte centrale di un progetto che ga visto ruotare intorno a Lei ben 11 big della politica Nazionale, da Frattini a Sacconi, che non si sono limitati alle due parole di rito per sostenere il candidato Loretoni, ma hanno tenuto lezioni di alta politica sia sull’emigrazione che sul lavoro… cosa ha provato dentro sè?

Una grande fifa che non ho dato a vedere, io sono un uomo semplice ma forte della mia esperienza di vita e di lavoro, non mi sono perso d’animo ed ho affrontato tutte le situazioni da spoletino e italiano vero e sincero, ci siamo dati del tu con tutti questi grandi personaggi e mi hanno offerto un sostegno, che forse non speravo! Certo è che mi sento in grado di affrontare la governance della città di Spoleto, dopo questa lunga galoppata che mi ha fatto capire quanto la città ha bisogno di chi non ha mai avuto a che fare con questa realtà e oggi ha le mani libere e il cuore sgombro per rappresentare degnamente e in trasparenza tutti i cittadini.

I Giovani, una conquista?

Quarant’anni fa ero proprio come loro e non ho dimenticato nè le prospettive nulle che avevo a Spoleto nè le mortificazioni, ma non mi sono incattivito, ho solo provato un’altra strada, l’ho orgogliosamente percorsa e vorrei che i ragazzi invece non debbano tribolare come me ma vivere e lavorare a Spoleto, dove merito, competenza, trasparenza saranno gli unici mezzi per trovare una occupazione senza raccomandazioni e clientele varie.

Quale è il segreto del suo fascino verso le donne?

Non pensavo di avere queste caratteristiche, non sono bello, nè alto, ne biondo e non ho neppure gli occhi azzurri, ma il popolo femminile della città mi ha mostrato simpatia, affetto, calore.

Mi dicono che sono la spalla forte, che infondo sicurezza, caratteristiche che Lei aveva segnalato in un suo divertente articolo paragonandomi a Gerry Scotti…troppo buona! In ogni caso sono contento che mi vedano come una persona sicura e degna del loro rispetto.

Il festival, i maligni dicono che Lei vorrà Francis per la kermesse menottiana.

I maligni dovrebbero tacere, troppi piccoli uomini con bramosia di potere parlano a sproposito, il festival di Menotti è ormai una fase terminata. Per lanciare una VERA NUOVA FASE, non potremmo certo avvalerci dell’attuale situazione che mi pare stà naufragando di giorno in giorno. Abbiamo in mente un grande vero progetto dove Spoleto è al centro e il FESTIVAL, NON UN’AGORA’ POLITICA, ma una fucina di arte vera con persone e personaggi di alta competenza senza lacci e lacciuli politici. Il Festival sarà totalmente nuovo e partirà dal numero zero per poi crescere e rinnovarsi come avvenne nel 1958. Le dico in un orecchio a chi pensiamo di affidare tale compito, anche se adesso è troppo presto per dire o fare qualsiasi cosa.

Dopo la rivelazione ho avuto un sobbalzo, interessante proposta irrivelabile per ora, ma certamente un punto e a capo che cambierebbe tutte le attuali gerarchie e le proposte che non hanno pare, ,rivalutato il Festival, ma lo hanno minato nelle fondamenta.


Da lunedì come sarà la Sua vita?

Tre ipotesi: la prima, VINCITA SECCA E FASE POLITICA DELLA MIA VITA A TUTTO TONDO CON PASSEGGIATE NEI BOSCHI SOLO ALLA DOMENICA.

La seconda: BALLOTTAGGIO E QUINDI LA CONTINUAZIONE DI QUESTA MERAVIGLIOSA, IRRIPETIBILE CAMPAGNA ELETTORALE, FINO ALLA VITTORIA DEFINITIVA

La terza ipotesi: OPPOSIZIONE CONCRETA, ATTIVA, RAGIONATA E NON OSTRACISTA NEL CASO DI PROPOSTE CONDIVISIBILI PER I VERO BENE DELLA CITTA’ DI SPOLETO. OVVIAMENTE QUESTA IPOTESI NON LA PRENDO NEPPURE IN CONSIDERAZIONE!!!

Loretoni lascia la nostra sede dopo aver riconosciuto la nostra assoluta serietà nello svolgere il nostro lavoro.

A onor del Vero, Daniele Benedetti è stato più volte invitato, a differenza di Angelo Loretoni non è stato disponibile all’intervista, peccato per lui perchè poteva approfittare del grande numero dei nostri lettori per dire la sua.

Noi a questo punto auguriamo a tutti i candidati di portare a termine con soddisfazione il proprio impegno e vi salutiamo augurandovi un buon fine settimana e ricordandovi che il voto è un diritto non un dovere!

Buon voto a tutti!

DIRETTORE MARIOLINA SAVINO