QUELLA NOTTE LUNARE INCOLLATI ALLA TV…

COME NON RICORDARE UN’EMOZIONE TANTO GRANDE ED UNIVERSALE?

Avevo appena 12 anni, pochi per capire la grandezza di quell’evento di quel momento, ma non abbastanza per non percepire un’emozione immensa e che ancora oggi conservo, a quarant’anni di distanza da quella famosa notte.

Tito Stagno era un giovane giornalista e faceva la cronistoria di tutta la scenografia che man mano compariva davanti all’occhio del telespettatore interdetto, dal momento in cui la navicella toccò il suolo lunare, a quando la porticina si aprì e ci furono i primi passi degli astronauti sulla luna.

Tutti con il cuore in gola guardavano inebetiti gli accadimenti che in tempi meno tecnologici di ora, erano davvero straordinari.

Per chi ha vissuto quell’epoca è più facile capire ed apprezzare come la tecnologia abbia fatto ormai passi da gigante, ma ritornare a quella notte, significa ritrovare la vera dimensione delle cose, e guardare alla luna con amore e passione sapendo che …quella notte di quarant’anni fa, l’abbiamo fatta nostra per sempre!

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...