Sj-PARI OPPORTUNITA’, Carfagna: multe fino a 50.000 euro per chi non promuove le donne sul lavoro

Il ministro responsabile delle Pari Opportunità Mara Carfagna ha proposto nuove norme per quanto ri guarda l’accesso al lavoro, la promo zione e la formazione professionale e le condizioni di impiego, comprese le pressioni esercitate attraverso le molestie sessuali. Previste anche san­zioni più severe per i datori di lavo ro che violano i divieti di discriminazione.

Non si tratta, comunque, di novità dal decorso immediato: il decreto legislativo, do po il primo via libera, dovrà passare prima al vaglio della confe renza Stato-Regioni e poi sarà tra smesso alle Camere per il parere del le commissioni permanenti. L’appro vazione definitiva, infine, è di com­petenza del Consiglio dei Ministri che dovrà comunque tenere conto delle modifiche derivanti dai pareri.

Per la Carfagna “se pri ma il datore di lavoro che discrimina va una donna nello stipendio, pena­lizzandola per la maternità o attra verso atteggiamenti molesti, al mas simo prendeva una multa da 206 eu ro, ora rischia una ammenda fino a cinquantamila euro e, addirittura, un anno di carcere”.

La sanzione pecuniaria per il dato re di lavoro scorretto è dunque dila tata, con la previsione dell’arresto in alternativa all’ammenda (oggi fino a 3 mesi, in futuro fino a un anno) che continua ad essere lasciata alla di screzionalità del giudice.

Infine, sostiene il ministro, “siamo passa ti dall’enunciazione dei principi di uguaglianza, alla creazione di un vero apparato sanzionatorio. L’obiettivo non è soltanto garan tire pari opportunità tra i due sessi, ma, anche, consentire alle donne, che finora sono state penalizzate, uguali pos­sibilità di progredire nella carriera”.

Annunci

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...