SJ- GIORNAL…MENTE L’UMBRIA E NON SOLO, E…STATE CON MARIOLINA SAVINO

Valtopina
giovedì 20 agosto 2009
IL RICAMO, PREZIOSO MANUFATTO CHE RACCONTA LA STORIA DI UN TERRITORIO
Il tombolo aquilano è tra i prodotti dell’artigianato artistico italiano più conosciuto e dunque l’undicesima edizione della Mostra del ricamo e del tessuto in calendario a Valtopina (Perugia) dal 4 al 6 settembre prossimi non poteva lasciarsi sfuggire
Mondo
giovedì 20 agosto 2009
LA MORALITÀ NON INTRIDE NATURALMENTE LE AZIONI DELLE AZIENDE

Cassandra Crossing/ I principi non sono un optional

La moralità non intride naturalmente le azioni delle aziende. E’ necessaria una reazione per sospingerle a comportarsi in maniera equa rispetto al cittadino
Cassandra Crossing/ …

Cascia
giovedì 20 agosto 2009
ARTE IN MOSTRA DEI GIOVANI CASCIANI
Spazio all’arte contemporanea e a giovani artisti nella città di santa Rita. In piazza Garibaldi è stata, infatti, allestita una mostra di opere realizzate da due giovani casciani, Flavoni Emanuele e Mattei Diego. Una passione comune, quella per
Valnerina
giovedì 20 agosto 2009
CASTELLUCCIO….MEDIEVALE
Anche quest’anno si è svolta a Castelluccio la tradizionale sfilata in costume medioevale.
Per le vie del paese hanno sfilato dame, notabili, menestrelli, sbandieratori e tamburini. Faceva bella mostra di se Romano che indossato un costume

Valnerina
giovedì 20 agosto 2009
FESTA NEL PARCO E SERVIZIO NAVETTA GRATUITO PER LA GIORNATA DI VENERDÌ CON PARTENZA DA PORTA ROMANA E DA PORTA ASCOLANA
Gastronomia di eccellenze tipiche, scenario paesaggistico tra i più suggestivi del Parco Nazionale dei monti Sibillini, intrattenimenti per grandi e piccoli, serate danzanti e spettacoli di cabaret di grande livello. Sono solo alcuni degli ingredienti che, da ventidue anni
A Spoleto
giovedì 20 agosto 2009
SPOLETOCLICK- INFO, SPORT, EVENTI & NEWS

Spoleto, 20/08/2009

Teatro Lirico Spoleto – Al via le prove di regia dello spettacolo L’Elisir d’amore

Segna il debutto della 63ma stagione lirica sperimentale.

Sono 14 i cantanti scritturati …

A Spoleto
mercoledì 19 agosto 2009
MISCELLANEA NEWS DA SPOLETOCLICK
COMUNICATI STAMPA E NEWS DI SPOLETO & DINTORNI

Spoleto, 19/08/2009
La presentazione delle domande entro il 30 settembre 2009 alle ore 12

Contributi per la fornitura di gas metano
Il Comune …

Italia
mercoledì 19 agosto 2009
OGGI SI CONCLUDE LA 28ESIMA SAGRA DEL FAGIOLO IGP DI SARCONI PZ
Al via la 28esima Sagra del fagiolo Igp di Sarconi (Pz). Una kermesse di due giorni – 18 e 19 Agosto, a partire dalle ore 20 – tutta dedicata a “Sua Maestà” il Fagiolo di Sarconi, star

SJ- NOI AFFAMATI DI CURIOSITA’…DA SEMPRE FOLLI INNOVATORI FREE IN RETE!

spoleto-struzzo

Siate curiosi siate folli
di Steve Jobs
Nella vita le sconfitte sono le svolte migliori. Perché costringono a pensare in modo diverso e creativo.

innovatori_palla

Voglio raccontarvi tre storie della mia vita. Tutto qui, niente di eccezionale: solo tre storie. La prima storia è su una cosa che io chiamo ‘unire i puntini’ di una vita. Quand’ero ragazzo, ho abbandonato l’università, il Reed College, dopo il primo semestre. Ho continuato a seguire alcuni corsi informalmente per un altro anno e mezzo, poi me ne sono andato del tutto. Perché l’ho fatto? è iniziato tutto prima che nascessi. La mia mamma biologica era una giovane studentessa universitaria non sposata e quando rimase incinta decise di darmi in adozione. Voleva assolutamente che io fossi adottato da una coppia di laureati, e fece in modo che tutto fosse organizzato per farmi adottare sin dalla nascita da un avvocato e sua moglie. Però, quando arrivai io, questa coppia – all’ultimo minuto – disse che voleva adottare una femmina. Così, quelli che poi sarebbero diventati i miei genitori adottivi, e che erano al secondo posto nella lista d’attesa, ricevettero una chiamata nel bel mezzo della notte che gli diceva: “C’è un bambino, un maschietto, non previsto. Lo volete?”. Loro risposero: “Certamente!”. Più tardi la mia mamma biologica scoprì che questa coppia non era laureata: la donna non aveva mai finito il college e l’uomo non si era nemmeno diplomato al liceo. Allora la mia mamma biologica si rifiutò di firmare le ultime carte per l’adozione. Poi accettò di farlo, mesi dopo, solo quando i miei genitori adottivi promisero formalmente che un giorno io sarei andato al college. Questo è stato l’inizio della mia vita.

Così, come stabilito, parecchi anni dopo, nel 1972, andai al college. Ma ingenuamente ne scelsi uno troppo costoso, e tutti i risparmi dei miei genitori finirono per pagarmi l’ammissione e i corsi. Dopo sei mesi non riuscivo a trovarci nessuna vera opportunità. Non avevo idea di quello che avrei voluto fare della mia vita e non vedevo come il college potesse aiutarmi a capirlo. Eppure ero là, che spendevo tutti quei soldi che i miei genitori avevano messo da parte lavorando per tutta una vita.

Così decisi di mollare e di avere fiducia, che tutto sarebbe andato bene lo stesso.

Era molto difficile all’epoca, ma guardandomi indietro ritengo che sia stata una delle migliori decisioni che abbia mai preso in vita mia.

Nel momento in cui abbandonai il college, smisi di seguire i corsi che non mi interessavano e cominciai invece a entrare nelle classi che trovavo più interessanti.

Non è stato tutto rose e fiori, però. Non avevo più una camera nel dormitorio, ed ero costretto a dormire sul pavimento delle camere dei miei amici. Guadagnavo soldi riportando al venditore le bottiglie di Coca-Cola vuote per avere i cinque centesimi di deposito e potermi comprare da mangiare. Una volta la settimana, alla domenica sera, camminavo per sette miglia attraverso la città per avere finalmente un buon pasto al tempio degli Hare Krishna: l’unico della settimana. Ma tutto quel che ho trovato seguendo la mia curiosità e la mia intuizione è risultato essere senza prezzo, dopo. Vi faccio subito un esempio.

Il Reed College all’epoca offriva probabilmente i migliori corsi di calligrafia del Paese. In tutto il campus ogni poster, ogni etichetta, ogni cartello era scritto a mano con calligrafie meravigliose. Dato che avevo mollato i corsi ufficiali, decisi che avrei seguito la classe di calligrafia per imparare a scrivere così. Fu lì che imparai i caratteri con e senza le ‘grazie’, capii la differenza tra gli spazi che dividono le differenti combinazioni di lettere, compresi che cosa rende grande una stampa tipografica del testo. Fu meraviglioso, in un modo che la scienza non è in grado di offrire, perché era bello, ma anche artistico, storico, e io ne fui assolutamente affascinato.

Nessuna di queste cose, però, aveva alcuna speranza di trovare un’applicazione pratica nella mia vita. Ma poi, dieci anni dopo, quando ci trovammo a progettare il primo Macintosh, mi tornò tutto utile. E lo utilizzammo per il Mac. è stato il primo computer dotato di capacità tipografiche evolute. Se non avessi lasciato i corsi ufficiali e non avessi poi partecipato a quel singolo corso, il Mac non avrebbe probabilmente mai avuto la possibilità di gestire caratteri differenti o spaziati in maniera proporzionale. E dato che Windows ha copiato il Mac, è probabile che non ci sarebbe stato nessun personal computer con quelle capacità. Se non avessi mollato il college, non sarei mai riuscito a frequentare quel corso di calligrafia e i personal computer potrebbero non avere quelle stupende capacità di tipografia che invece hanno. Certamente, all’epoca in cui ero al college era impossibile per me ‘unire i puntini’ guardando il futuro. Ma è diventato molto, molto chiaro dieci anni dopo, quando ho potuto guardare all’indietro.

Insomma, non è possibile ‘unire i puntini’ guardando avanti; si può unirli solo dopo, guardandoci all’indietro. Così, bisogna aver sempre fiducia che in qualche modo, nel futuro, i puntini si potranno unire. Bisogna credere in qualcosa: il nostro ombelico, il destino, la vita, il karma, qualsiasi cosa. Perché credere che alla fine i puntini si uniranno ci darà la fiducia necessaria per seguire il nostro cuore anche quando questo ci porterà lontano dalle strade più sicure e scontate, e farà la differenza nella nostra vita. Questo approccio non mi ha mai lasciato a piedi e, invece, ha sempre fatto la differenza nella mia vita.

La mia seconda storia è a proposito dell’amore e della perdita

Io sono stato fortunato: ho scoperto molto presto che cosa amo fare nella mia vita. Steve Wozniak e io abbiamo fondato Apple nel garage della casa dei miei genitori quando avevo appena 20 anni. Abbiamo lavorato duramente e in dieci anni Apple è diventata – da quell’aziendina con due ragazzi in un garage che era all’inizio – una compagnia da 2 miliardi di dollari con oltre 4 mila dipendenti.

Nel 1985 – io avevo appena compiuto 30 anni e da pochi mesi avevamo realizzato la nostra migliore creazione, il Macintosh – sono stato licenziato.

Come si fa a venir licenziati dall’azienda che hai creato? Beh, quando Apple era cresciuta, avevamo assunto qualcuno che ritenevo avesse molto talento e capacità per guidare l’azienda insieme a me, e per il primo anno le cose erano andate molto bene. Ma poi le nostre visioni del futuro hanno cominciato a divergere e alla fine abbiamo avuto uno scontro. Quando questo successe, il consiglio di amministrazione si schierò dalla sua parte. Quindi, a 30 anni io ero fuori. E in maniera plateale. Quello che era stato il principale scopo della mia vita adulta era saltato e io ero completamente devastato.

Per alcuni mesi non ho saputo davvero cosa fare. Mi sentivo come se avessi tradito la generazione di imprenditori prima di me; come se avessi lasciato cadere la fiaccola che mi era stata passata. Era stato un fallimento pubblico e io presi anche in considerazione l’ipotesi di scappare via dalla Silicon Valley.

Ma qualcosa lentamente cominciò a crescere in me: ancora amavo quello che avevo fatto. L’evolvere degli eventi con Apple non aveva cambiato di un bit questa cosa. Ero stato respinto, ma ero sempre innamorato. E per questo decisi di ricominciare da capo.

Non me ne accorsi allora, ma il fatto di essere stato licenziato da Apple era stata la miglior cosa che mi potesse succedere. La pesantezza del successo era stata rimpiazzata dalla leggerezza di essere di nuovo un debuttante, senza più certezze su niente. Mi liberò dagli impedimenti, consentendomi di entrare in uno dei periodi più creativi della mia vita.

Durante i cinque anni successivi fondai un’azienda chiamata NeXT e poi un’altra chiamata Pixar, e mi innamorai di una donna meravigliosa che sarebbe diventata mia moglie. Pixar si è rivelata in grado di creare il primo film in animazione digitale, ‘Toy Story’, e adesso è lo studio di animazione di maggior successo al mondo. In un significativo susseguirsi degli eventi, Apple ha comprato NeXT, io sono tornato ad Apple e la tecnologia sviluppata da NeXT è nel cuore dell’attuale rinascimento di Apple. Mia moglie Laurene e io abbiamo una splendida famiglia. Sono sicuro che niente di tutto questo sarebbe successo se non fossi stato licenziato da Apple. è stata una medicina molto amara, ma ritengo che fosse necessaria per il paziente.

Qualche volta la vita ti colpisce come un mattone in testa. Non bisogna perdere la fede, però. Sono convinto che l’unica cosa che mi ha trattenuto dal mollare tutto sia stato l’amore per quello che ho fatto. Bisogna trovare quel che amiamo. E questo vale sia per il nostro lavoro che per i nostri affetti. Il nostro lavoro riempirà una buona parte della nostra vita, e l’unico modo per essere realmente soddisfatti è di fare quello che riteniamo essere un buon lavoro. E l’unico modo per fare un buon lavoro è amare quello che facciamo. Chi ancora non l’ha trovato, deve continuare a cercare. Non accontentarsi. Con tutto il cuore, sono sicuro che capirete quando lo troverete. E, come in tutte le grandi storie d’amore, diventerà sempre migliore mano a mano che gli anni passano. Perciò, bisogna continuare a cercare sino a che non lo si è trovato. Senza accontentarsi.

La terza storia è a proposito della morte.

Quando avevo 17 anni lessi una citazione che suonava più o meno così: “Se vivrai ogni giorno come se fosse l’ultimo, un giorno avrai sicuramente ragione”. Mi colpì molto e da allora, negli ultimi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio chiedendomi: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?”. E ogni qualvolta la risposta è no per troppi giorni di fila, capisco che c’è qualcosa che deve essere cambiato.

Ricordarmi che morirò presto è il più importante strumento che io abbia mai incontrato per fare le grandi scelte della vita. Perché quasi tutte le cose – tutte le aspettative di eternità, tutto l’orgoglio, tutti i timori di essere imbarazzati o di fallire – semplicemente svaniscono di fronte all’idea della morte, lasciando solo quello che c’è di realmente importante. Ricordarsi che dobbiamo morire è il modo migliore che io conosca per evitare di cadere nella trappola di chi pensa che abbiamo sempre qualcosa da perdere. Siamo già nudi. Non c’è ragione, quindi, per non seguire il nostro cuore.

Più o meno un anno fa mi è stato diagnosticato un cancro. Ho fatto la Tac alle sette e mezzo del mattino e questa ha mostrato chiaramente un tumore nel mio pancreas. Prima non sapevo neanche che cosa fosse un pancreas. I dottori mi dissero che si trattava di un cancro che era quasi sicuramente di tipo incurabile, che sarei morto entro i prossimi tre, al massimo sei mesi. Quindi sarebbe stato meglio se avessi messo ordine nei miei affari (che è il codice dei dottori per dirti di prepararti a morire). Questo significa prepararsi a dire ai tuoi figli in pochi mesi tutto quello che pensavi di poter dire loro in dieci anni. Questo significa essere sicuri che tutto sia stato organizzato in modo tale che per la tua famiglia sia il più semplice possibile. Questo significa prepararsi a dire i tuoi addio.

Ho vissuto con il responso di quella diagnosi tutto il giorno. La sera tardi è arrivata la biopsia, cioè il risultato dell’analisi effettuata infilando un endoscopio giù per la mia gola, attraverso lo stomaco sino agli intestini, per inserire un ago nel mio pancreas e catturare poche cellule del mio tumore. Ero sotto anestesia ma mia moglie – che era là – mi ha detto che quando i medici hanno visto le cellule sotto il microscopio hanno cominciato a gridare, perché è saltato fuori che si trattava di un cancro al pancreas molto raro e curabile con un intervento chirurgico. Ho fatto l’intervento chirurgico e adesso, per fortuna, sto bene.

Questa è stata la volta in cui sono andato più vicino alla morte e spero che sia anche l’unica per qualche decennio. Essendoci passato attraverso, adesso posso parlarvi con un po’ più di cognizione di causa di quando la morte per me era solo un concetto astratto

Nessuno vuole morire. Anche le persone che vogliono andare in paradiso, in realtà non vogliono morire per andarci. Ma la morte è la destinazione ultima che tutti abbiamo in comune. Nessuno gli è mai sfuggito. Ed è così come deve essere, perché la morte è con tutta probabilità la più grande invenzione della vita. è l’agente di cambiamento della vita. Spazza via il vecchio per far posto al nuovo.

Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.

Quando ero un ragazzo, c’era un giornale incredibile che si chiamava ‘The Whole Earth Catalog’, praticamente una delle bibbie della mia generazione. è stata creata da Stewart Brand non molto lontano da qui, a Menlo Park, e Stewart ci aveva messo dentro tutto il suo tocco poetico. è stato alla fine degli anni Sessanta, prima dei personal computer e del desktop publishing, quando tutto era fatto con macchine per scrivere, forbici e foto Polaroid. è stata una specie di Google in formato cartaceo tascabile, 35 anni prima che ci fosse Google: era idealistica e sconvolgente, traboccante di concetti chiari e fantastiche nozioni.

Stewart e il suo gruppo pubblicarono vari numeri di ‘The Whole Earth Catalog’ e quando arrivarono alla fine del loro percorso, pubblicarono l’ultimo numero. Era più o meno la metà degli anni Settanta. Nell’ultima pagina di quel numero finale c’era la fotografia di una strada di campagna di prima mattina, il tipo di strada dove potreste trovarvi a fare l’autostop se siete dei tipi abbastanza avventurosi. Sotto la foto c’erano le parole: ‘Stay Hungry. Stay Foolish’, siate affamati, siate folli. Era il loro messaggio di addio. Stay Hungry. Stay Foolish: io me lo sono sempre augurato per me stesso.

E adesso lo auguro a voi.

Stay Hungry. Stay Foolish.

VINMONSALUTOSPOLETOCLICKPRO

Sj-LA PASSIONE GIORNALISMO NON VA MAI IN VACANZA….MARIOLINA SAVINO! FRESCHE NEWS FREE A PORTATA DI CLICK

Spoleto
sabato 1 agosto 2009
PENDOLARI- STEFANO FELIGIONI ASSESSORE ALLA MOBILITÀ E TRASPORTI RISPONDE A FABIO CITTADINI COMITATO PENDOLARI SPOLETO – TERNI

IN RISPOSTA ALL’APPELLO INVIATO DAL COMITATO PENDOLARI SPOLETO -TERNI A SPOLETOCLICK, la Provincia di Perugia, nel ribadire

Spoleto
sabato 1 agosto 2009
CHARLESTON A SPOLETO
Gemellaggio Spoleto-Charleston
“CHARLESTON A SPOLETO”
Lunedì 3 agosto due concerti di importanti istituzioni musicali della città del South Carolina

Nell’ambito dei rapporti di gemellaggio che legano Spoleto con Charleston, lunedì 3 agosto sono …

Mondo
sabato 1 agosto 2009
GIAN CARLO MENOTTI PARLA DELLA SUA ARTE SERENAMENTE, DA ITALIANO CHE ADORAVA LA SCOZIA…
Italia USA andata e ritorno. La storia di una vita spesa per la musica. Un autoritratto inedito e insolito che scopre il Menotti compositore, sconosciuto in Italia. Dai successi del Metropolitan agli anni d’oro del
Castel Ritaldi
venerdì 31 luglio 2009
PER IL II° ANNO CONSECUTIVO I° PREMIO NAZIONALE FILA UNDERWEAR PER FRANCESCO DE PAOLO, FESTEGGIA CON LA SFILATA DELL’INTIMO IN PISCINA…CON FOTO!
E…2. BIG FRANCESCO DE PAOLO CHE NONOSTANTE LA CRISI, DETIENE IL PRIMATO NAZIONALE PER LA CONQUISTA DEL MERCATO UMBRO E ARETINO (ULTIMO AFFIDO AREZZO) PER IL PRESTIGIOSO MARCHIO INTERNAZIONALE
Spoleto
venerdì 31 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- UN CALICE NELLA MANO DISTRATTA FA DANZARE LO SCHIETTO VINO, IL PIÙ FEDELE COMPAGNO DI UNA CALDA SERA D’ESTATE
SABATO 8 AGOSTO 2009

Piazza Fontana – ore 21.00

Un calice nella mano distratta fa danzare lo schietto vino, il più fedele compagno di una calda sera d’estate.
Il suono possente …

Mondo
venerdì 31 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- I SINGLE LO FANNO LAST MINUTE
Ad agosto gli spiriti liberi prenotano all’ultimo minuto

Non avere un compagno e bambini al seguito dovrebbe permettere ai single di programmare le vacanze nei minimi dettagli e con netto anticipo. …

Spoleto
venerdì 31 luglio 2009
LAVORO- NEL 2010 L’ENEL ASSICURA 600 NUOVE ASSUNZIONI, 11 IN UMBRIA
Entro il mese di luglio del 2010 Enel assumera’ in Italia, nell’ambito della propria Divisione Infrastrutture & Reti, 600 nuove unita’ lavorative, delle quali 500 operai diplomati e 100 tecnici, prevalentemente ingegneri. In Umbria l’assunzione riguardera’ 11 persone
Spoleto
venerdì 31 luglio 2009
IN RETE IL DIAVOLO E L’ACQUA SANTA, STIL NOVO DELLA SATIRA ROSSA
AUGURI DA SPOLETOCLICK AI NOSTRI NUOVI INSOLITI COLLEGHI E …MAI CONCORRENTI!

Da ieri è pubblicato sul web, all’indirizzo:
www.spoletosatira.com, “il diavolo e l’acqua santa”,
supplemento della rivista “Casa …

SJ- NEWS, INTERVISTE, EVENTI,CURIOSITA’ DALLA RETE, DI TUTTO DI PIU’

giovedì 30 luglio 2009
REPUBBLICA E L’INTERVISTA A MONSIGNOR FONTANA
L’INTERVISTAMonsignor Riccardo Fontana, neo-vescovo di Arezzo. “C’è una trasgressività
che ripugna il senso comune. Ci domandiamo che effetto fanno sui giovani queste vicende”
Orvieto
mercoledì 29 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- ORVIETO FANTASTICA META PER IL TURISMO ESTIVO!

LUGLIO     – MANIFESTAZIONI DELL’ORVIETANO 2009
Selezione dal 29 luglio

23/07/09    02/08/09    MONTELEONE …

Italia
mercoledì 29 luglio 2009
MONDO GIORNALISMO- ATTENZIONE ALLA VERIFICA DELLE FONTI!
Giornalisti nel mirino del Garante

In una lettera inviata alla
Gubbio
mercoledì 29 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- APPUNTAMENTO IMPERDIBILE PER GLI APPASSIONATI DI DANZA CON ANBETA E JOSÈ TOUR.
Sabato 1 agosto, alle 21,15, al Teatro Romano di Gubbio, appuntamento imperdibile per gli appassionati di danza con Anbeta e Josè Tour.
Uno straordinario Galà che riunisce i beniamini del pubblico Anbeta Toromani e Josè
Cascia
mercoledì 29 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- AESTIVUM, MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO ESTIVO E DELLA ROSA, IN PROGRAMMA L’8 E IL 9 AGOSTO 2009 A CASCIA
L’evento si propone di approfondire sia la conoscenza del TARTUFO ESTIVO, prodotto principe della Valnerina, con particolare attenzione agli aspetti legati alla raccolta, alla conservazione e al suo impiego in cucina; che della
Nocera Umbra
mercoledì 29 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATECON ….NOI!- VENT’ANNI DI PALIO E NON LI DIMOSTRA!

Il Palio dei Quartieri compie vent’anni,

Spoleto
martedì 28 luglio 2009
C L A M O R O S O! LA GUARDIA DI FINANZA APPURA MANCATI ARRIVI AL FESTIVAL DI CONTRIBUTI PUBBLICI DAL 1997 AL 2006?

di ITALO CARMIGNANI

PERUGIA – Sembra un colpo di teatro, una scena inattesa di un copione scontato da apparire quasi una boutade se non ci fosse la firma della Guardia di Finanza …

Magione
martedì 28 luglio 2009
SPOLETOCLICKESTATE- A MAGIONE ESTATE: ARTE, POESIA, RIEVOCAZIONI STORICHE, CINEMA, MUSICA, GASTRONOMIA

Mercoledì 29, ore 11.00, Sala della Partecipazione

Sj- network Umbriaclick e Spoletoclick, qualità news in rete da Mariolina Savino

Spoleto
sabato 18 luglio 2009
RUBATA L’INSEGNA DI SPOLETOCLICK…
INCOMPRENSIBILI GESTI CHE DAVVERO DENUNCIANO L’INCIVILTA’ DI QUALCUNO, CHE IGNORANDO POSSIBILI SISTEMI DI TELECAMERE E CONTROLLI, AGISCE INDISTURBATO FACENDO PROPRIE, COSE ALTRUI, NON RISPETTANDO MINIMAMENTE GLI ALTRI.
CI RIFERIAMO AD UN MANUFATTO CON

Foligno
sabato 18 luglio 2009
CANTI & DISCANTI- OMAGGIO A TOTO’ IL 21 LUGLIO ALLE ORE 21

Nell’ambito del Festival Canti & Discanti di Foligno,
martedi’ 21 luglio 2009 alle ore 21.00 presso
l’Auditorium San Domenico di Foligno la Compagnia di
Spettacolo ” Il Poeta Toto’ ” …

Perugia
sabato 18 luglio 2009
UMBRIAJAZZ- QUESTA SERA SARÀ LA VOTA DI JAMES TAYLOR AND BAND
Si apre l’ultimo weekend di Umbria Jazz 2009

Questa sera sarà la vota di James Taylor and Band. Saranno presenti Steve Gadd, Larry Goldings, Jimmy Johnson, Mike Laudan, Kate Markowitz, Arnold McCuller ed Andrea

Umbria
sabato 18 luglio 2009
AIAB AIAB ESORTA L’ASSESSORE LIVIANTONI PER LA REVISIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE

Il presidente umbro Vizioli: “Necessario sostenere il settore biologico per affrontare le sfide ambientali di contrasto ai cambiamenti climatici”

Nuovi fondi stanziati dall’Unione Europea da inserire nelle modifiche al PSR 2007–2013 per sostenere

Italia
sabato 18 luglio 2009
SISMA ABRUZZO- IN VISITA IL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO PRESSO LE ZONE COLPITE

Terremoto l’aquila: il consiglio regionale in visita nelle aree colpite dal sisma.

I presidenti delle assemblee umbra e abruzzese propongono di creare una rete tra le regioni della …

Castel Ritaldi
sabato 18 luglio 2009
ARIA DI PALIO E LUCA TERENZI CERCA FIGURANTI
DIAMO SPAZIO ALL’APPELLO DI LUCA TERENZI CHE CERCA FIGURANTI PER IL CORTEO DEL PALIO CHE A CASTEL RITALDI E’ IN DIRITTURA DI ARRIVO E SI SVOLGERA’ IL 1° AGOSTO PER LE STRADE DELL’AMENO BORGO.

Mondo
venerdì 17 luglio 2009
TURBINE VATICANO, ESTATE ROVENTE DI AVVICENDAMENTI DI VESCOVI E ARCIVESCOVI
La segreteria di Stato della Santa Sede cambia volto in modo importante.
Sono le prime nomine numericamente e qualitativamente significative dopo il “caso Richard Williamson” – il vescovo lefebvriano negazionista sulla Shoah – che tanto aveva fatto auspicare
Preci
venerdì 17 luglio 2009
PANE PROSCIUTTO E FANTASIA. NOVITA’ NOTTE BIANCA DEL GUSTO!
PROGRAMMA

Sabato 25 Luglio 2009

SJ- TANTI RICORDI DI ANNI DI LAVORO E FOTO CHE SCANDISCONO IL TEMPO CHE PASSA….

E SEMBRA IERI CHE MONSIGNORE PRESE VISIONE DI PICCOLE UMBRIE, IL NOSTRO GIORNALE MENSILE CHE PER ANNI HA INFORMATO IL TERRITORIO DI TANTE PICCOLE E GRANDI MANIFESTAZIONI CHE SI SONO TENUTE A SPOLETO E IN UMBRIA E A VOLTE ADDIRITTURA IN ITALIA, COME IL CIBUS DI PARMA, E ANCORA E ANCORA….

POI L’AVVENTO DI UMBRIA E CAMPANILI E NEL FRATTEMPO LA RETE SEMPRE PIU’ NEI NOSTRI PENSIERI E NEGLI OCCHI DEI NOSTRI LETTORI CHE , COMODAMENTE, POTEVANO LEGGERE DI TUTTO E DI PIU’ ANCHE DALL’ALTRA PARTE DEL GLOBO, GRAZIE AL NOSTRO LAVORO COSTANTE E VOLONTARIO DI GIORNALISTI INNAMMORATI DELL’UMBRIA CON UMBRIACLICK.

E POI ANCORA SPOLETOCLICK, LA NOSTRA SCOMMESSA IN UN TERRITORIO MOLTO PIU’ DIVISO DI ALTRI, DOVE PICCOLI E GRANDI VELENI HANNO INSIDIATO UN LAVORO SPECIALE, ONESTO E  DI GRANDE IMPATTO GRAFICO E GIORNALISTICO, CHE PIU’ VOLTE E’ STATO TENTATO DI OSCURARE.

MA LA TIGNA E’ TIGNA E IMPERTERRITI FORNIAMO LA NOSTRA ALTRAINFORMAZIONE, QUELLA LIBERA, INDIPENDENTE, GIOIOSA E CRITICA QUANDO CI VUOLE… CON  UN TEMPO DI LETTURA ECCEZIONALE CHE SUPERA BEN NOTI NETWORK NAZIONALI.

DOBBIAMO A MONSIGNOR RICCARDO FONTANA IL RICONOSCIMENTO DELL’AUTOREVOLEZZA DI MOLTI DI NOI CHIAMATI SENTINELLE DEL TERRITORIO, PER LA GRANDE CONSIERAZIONE E ATTENZIONE CHE HA POSTO AI NOSTRI MANUFATTI, AGLI ARTICOLI E ALLE FOTO, CHE IN QUESTI ANNI HANNO VIVACIZZATO UNA CERTA MONOTONIA EDITORIALE SPOLETINA CHE  PER UN PERIODO TROPPO LUNGO SI ERA FOSSILIZZATA SOLO SU ALCUNI MEZZI DI COMUNICAZIONE.

IL PRIMO ARCIVESCOVO, RICCARDO FONTANA,  CHE NEL NOSTRO TERRITORIO HA INIZIATO UN PERCORSO COMUNICATIVO IMPORTANTE CON I GIORNALISTI, RADUNANDOLI INTORNO A SE IN OCCASIONE DEL PATRONO DEI MEDIA SAN FRANCESCO DI SALES, CREANDO UN APPUNTAMENTO FISSO CON MESSA, CORDIALE CHIACCHIERATA DI APPROFONDIMENTO DI PROBLEMATICHE LEGATE AL TERRITORIO E PRANZO FINALE.

UN GRAZIE SENTITO DUNQUE A COLUI CHE HA SAPUTO EVIDENZIARE IL LAVORO DI TUTTI, NESSUNO ESCLUSO, INVITANDO (PURTROPPO SENZA SUCCESSO) AD UN CLIMA SERENO E MENO BATTAGLIERO FRA COLORO CHE DI TALE SETTORE NE FANNO PARTE E CHE, SOFFRONO DI TANTA ASPREZZA NEI RAPPORTI, INGIUSTIFICATA E DANNOSA PER TUTTI.

SIAMO CERTI CHE IL NUOVO ARCIVESCOVO PROSEGUIRA’ SU QUESTO CAMMINO, ESSENDO UN ESPERTO IN COMUNICAZIONI SOCIALI E IN PROBLEMATICHE LEGATE ALLA PROFESSIONE GIORNALISTICA E DEI MEDIA.

SJ- UMBRIAJAZZ NEWS, GIUNTA FATTA A SPOLETO, 1° SCIOPERO IN RETE

Umbria
lunedì 13 luglio 2009
NASCE DALLA TENACIA DI 6 RAGAZZI UMBRI ALIVEJAM, IL NUOVO SOCIAL NETWORK MUSICALE

Nuovo social network musicale già notato dall’Aquafan e dalla Star Comics di DragonBall

I FROST SONO I VINCITORI DECRETATI DALLA GIURIA DELL’ALIVEJAM CONTEST

La prima AliveJam band si esibirà, domenica 19 Luglio, sul Palco

Spoleto
lunedì 13 luglio 2009
BENEDETTI E LA SUA SQUADRA PRONTI PER AFFRONTARE IL FUTURO
Daniele Benedetti – Sindaco
Dante Andrea Rossi – Vice Sindaco, Juri Cerasini, Battistina Vargiu, Fiorella Campana, Vincenzo
Italia
lunedì 13 luglio 2009
PARTE IL PRIMO SCIOPERO DELLA RETE!
VISTO IL CONTINUO TENTATIVO BIPARTISAN DI CONTROLLARE L’INFORMAZIONE, CERCANDO DI EVITARE LA LIBERA INFORMAZIONE, IL NOSTRO NETWORK ADERIRA’ AL PRIMO SCIOPERO IN RETE CONTRO LA RETTIFICA ENTRO
Spoleto
lunedì 13 luglio 2009
E MONSIGNORE APRE LA PORTA AI GIORNALISTI ESCLUSI DA PIAZZA DUOMO
SOLO GRAZIE ALLA SENSIBILITA’ DELL’ARCIVESCOVO RICCARDO FONTANA, MOLTI COLLEGHI HANNO POTUTO ASSISTERE AL CONCERTO FINALE CHE SI E’ SVOLTO IN PIAZZA DUOMO

Perugia
lunedì 13 luglio 2009
UMBRIAJAZZ- SIMLY RED E 4MILA PRESENZE NELL’ARENA DEL SANTA GIULIANA
Semplicemente… Simply Red. La band inglese, dopo un inizio blando, non ha deluso le aspettative delle oltre 4mila persone presenti ieri sera all’Arena del Santa Giuliana, in occasione del terzo concerto di Umbria Jazz, in programma a Perugia

SPOLETOJOURNAL- GIORNALISTICAMENTE CORRETTI!!!

Spoleto
sabato 11 luglio 2009
RIMARRA’ BASTARDO IL ROSSO CHE HA FATTO LA DIFFERENZA O METTERA’ RADICI A SPOLETO?
UNA CONFERENZA STAMPA CHE SI E’ TRASFORMATA IN DIBATTITO CULTURALE-SOCIAL ECONOMICO QUELLA DI OGGI PRESSO IL ROSSO BASTARDO LIVE, CON GRANDE ASSENTE IL SINDACO DANIELE BENEDETTI

Un sunto …

Italia
venerdì 10 luglio 2009
PARRAVICINI, I GRANDI SCENOGRAFI ITALIANI PASSATI ANCHE PER SPOLETO

Scenografia Parravicini

Con il termine Scenografia Parravicini si intende un prestigioso laboratorio di scenografie per il Teatro, di grande successo che prende avvio dall’attività di scenografo di Angelo Parravicini e …

Italia
venerdì 10 luglio 2009
OLIO: I GRANDI DEL G8 GLOCALIZZANO CON GLI OLI EXTRA VERGINI DOP ABRUZZESI
Roma – Olio extra vergine di oliva dop abruzzese in dono ai grandi del G8 mentre il calendario dell’ultimo giorno del vertice dei Paesi più sviluppati discute
Spoleto
venerdì 10 luglio 2009
MARTEDI’ AL TEMPO PERS0: GRANDE FESTA DU SBRAGAMENTU DE FINE FESTIVALLE!!!
COME TUTTI GLI ANNI ORMAI E’ TRADIZIONE PRENDERSI IL GIUSTO RELAX CON UN INCONTRO FANTASTICO FRA AMICI, ARTISTI E COLLEGHI GIORNALISTI CHE MANGIANO, PARLANO E CANTANO IN ASSOLUTA ALLEGRIA!

Martedì 14 luglio ore …

SPOLETOJOURNAL-LE MOSTRE DI ATPAI, FAGIOLO SCULTORE & ELEUTERI PITTORE A SPOLETO

Umbria News

SPOLETO
martedì 30 giugno 2009
ATPAI- PETITE GALLERIE CULTURE PRESENTA LA MOSTRA DI FAGIOLO & ELEUTERI DAL 26 GIUGNO AL 12 LUGLIO IN VIA PLINIO 10
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

LE SCULTURE DI SILVANO FAGIOLO


Silvano Fagiolo lavora intensamente alla «sua» creta, chiuso quotidianamente nel suo studio. Studia le forme, manipola creta. Ha un rapporto privilegiato con questa materia che egli adopera per sviluppare, attraverso una grammatica artistica di sapore classico, temi e soggetti legati alla quotidianità, anzi – meglio – ai problemi, alle contraddizioni, ai sentimenti, alle problematiche che la quotidianità impone.
Si pensi, giusto per fare un esempio, al tema della vita, dalla paternità alla maternità, al dolore, alla «Adolescenza negata» che trova espressione proprio in una delle opere più forti, più cariche di umanità realizzate dallo scultore, un’opera che invita a riflettere intensamente su una gioventù sempre più in balia di piccoli e grandi drammi. Ma il tema della vita (perché è questo il filone maggiore seguito da Fagiolo, e su di esso si innesta anche la scultura appena citata) assume a tragicità nell’opera «Decadenza», dove è rappresentato il corpo di una donna malata, e in «Dolore» dove la Madonna rappresenta il dramma non soltanto di tutte le madri ma anche dei padri per la morte di un figlio. In quest’ultima opera è intenso il contrasto fra la drammatica sofferenza evidenzata nel volto di Maria e la serenità impressa in quella del Figlio.
Fagiolo manipola la creta e indaga l’animo umano. Chi conosce le statue e i bassorilievi da lui realizzati non può non pensare alla dignità della donna che non chiede ma accetta «La Carità», oppure alla mestizia dello sguardo in «Testa di giovane» donna, la fierezza un po’ dolente in «Testa di contadino», il felice abbandono di un bimbo tra le forti braccia di un trepidante padre che pur teme le incognite del futuro in «Paternità», oppure, infine, il candido ma tutt’altro che ingenuo sorriso di «Giovanni Paolo II».
Attraverso le sue sculture, quindi, Silvano Fagiolo “parla” agli altri, trasmette i moti del suo animo a chi osserva il prodotto delle sue mani, rappresenta il nitore degli affetti familiari, della sacralità dell’animo. Parla in modo pacato ma diretto. E lascia il segno. Il suo messaggio non ha bisogno di intermediari, di interpretazioni. Esso arriva immediato perché è vero, intimo. E si esprime con una cifra stilistica alta, che solo chi conosce realmente la forma delle cose, può utilizzare senza temere né critiche né cadute.

Andrea Di Nicola

Scultore e pittore nato a Rieti nel 1947 dove vive e lavora. Ha compiuto gli studi artistici nelle città di Terni e di Roma presso L’Accademia di Belle Arti e la Libera Accademia Del Nudo. Appassionato di scultura fin dalla giovane età sono di questo periodo il ritratto in terracotta del Nonno e il bassorilievo effettuato per il concorso in ricordo di Pier Luigi Mariani, poeta Reatino. Pur avendo giudizi critici lusinghieri, si dedica con più slancio alla pittura, al teatro e all’insegnamento di Arte e Immagine.
Solo negli anni novanta riprende l’arte plastica su stimolo di una persona cara e competente.
Da allora la sua produzione non si è mai interrotta lavorando con passione ottenendo opere di suggestivo interesse Tecnico-Artistico, apprezzate nelle varie mostre sia collettive che singole.
E’ inserito nel catalogo d’arte internazionale NOVART sez. italiana.

Tra le esposizioni più recenti:

Rieti, Sala Mostre del Comune
L’ Aquila, Palazzo dei Nobili
Vienna, Istituto di Cultura Russo
Firenze, Galleria Donatello
Spoleto, ATPAI-Petite Gallerie Culture

GLI ACQUERELLI DI WALTER ELEUTERI

Pittore finissimo, è nato a Rieti il 16.06.1929. dopo aver concluso gli studi, liceo artistico e Accademia di belle Arti a Roma, ha completato un percorso di studio e di profonda autocritica.

La sua pittura passa attraaverso l’uso di varie tecniche dallacquarello all’olio, acquaforte, pastello per interpretare a suo modo, soggetti disparati e pur sempre resi in movimento.

La qualità della sua ormai immensa collezione, viene appurata dall’osservatore che si lascia coinvolgere da tanta bellezza espressiva e delicata interpretazione del soggetto, lasciandosi inondare dal messaggio del pittore che trasmette le proprie pulsioni rendendole tangibili nello spazio attraverso una accurata esecuzione del disegno e del colore.

Mariolina Savino

torna indietro

Ristorante San Lorenzo Spoleto

SPOLETOJOURNAL- TITOLI: VIAREGGIO IN LUTTO, SMANETTONI WEB, PINA BAUSCH, È MORTA A 68 ANNI, FESTIVAL E SPORT

Italia
martedì 30 giugno 2009
VIAREGGIO PIANGE I SUOI MORTI, TRE GIORNI DI LUTTO CITTADINO

Emergenza incidente ferroviario.

Per qualsiasi informazione relativa all’incidente ferroviario, danni, vittime, interventi, etc.
Mondo
martedì 30 giugno 2009
SMANETTONI AL SERVIZIO DI SUA MAESTÀ
MONDO INTERNET

Il governo del Regno Unito sarebbe sul punto di creare una speciale unità preposta alla sicurezza delle proprie infrastrutture informatiche che dovrebbe proteggere il Web britannico da cyber-attacchi, ladri di informazioni e …

Mondo
martedì 30 giugno 2009
LUTTO NELLA DANZA CONTEMPORANEA, LA COREOGRAFA TEDESCA, PINA BAUSCH, È MORTA A 68 ANNI
Cinque giorni fa le era stato diagnosticato un tumore.
Dal 1973 è stata direttrice artistica del Tanztheater Wuppertal Pina Bausch con sede a Wuppertal in Germania, considerato il più importante gruppo di teatro danza. Ha rivoluzionato l’idea
Mondo
martedì 30 giugno 2009
FESTIVAL- SYMPHONY OF THE AMERICAS’ SUMMERFEST 2009

American Airlines Presents
Symphony of the Americas’ Summerfest 2009
Maestro

Spoleto
martedì 30 giugno 2009
CARO DIRETTORE, SPOLETO VANTO DELLA SANITA’ PUBBLICA ITALIANA

GENTILE DIRETTORE,

Sono stato ricoverato in questo fine giugno 2009 all’Ospedale S. Matteo di Spoleto (ASL 103) nella Unità Operativa di chirurgia diretta dal Prof. Luciano Casciola per un …

Spoleto
martedì 30 giugno 2009
MARATHON- RIDOLFI E FABIANI, DUE SECONDI POSTI CHE VALGONO COME UNA VITTORIA

MARATHON, CATEGORIE GIOVANI E JUNIOR, PER RIDOLFI E FABIANI (CHE SI LAUREA CAMPIONE REGIONALE DI MARATHON) DUE SECONDI POSTI CHE VALGONO COME UNA VITTORIA.

Quinta e ultima prova della Marathon Umbra a Massa Martana. I

Umbria
martedì 30 giugno 2009
A SCUOLA UMBRA DI AMMINISTRAZIONE PUBBLICA…
Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica, Villa Umbra, loc. Pila, Perugia – 9 luglio 2009

Il Consorzio “Scuola Umbra di Amministrazione Pubblica” (SUAP) presenta una serie di seminari intesi come luogo di incontro e di confronto

Trevi
martedì 30 giugno 2009
ANTIFESTIVAL UN SUCCESSO ANNUNCIATO E CONFERMATO DAL PUBBLICO E DALLA CRITICA
L’Antifestival chiude la seconda edizione con grande successo di pubblico e di critica: ottima la performance dei “Manekà”, musicisti salentini che hanno portato lo scorso venerdì i frenetici ritmi della pizzica al campo sportivo di Cannaiola coinvolgendo nel ballo