LA DOP UMBRIA 2010 A FERENTILLO CON LE CAMERE DI COMMERCIO DI PERUGIA E TERNI E UNION CAMERE

Il sindaco di Ferentillo, Silveri, ha salutato tutti gli intervenuti tra i quali l’assessore all’Agricoltura e foreste della Regione Umbria Liviantoni, accogliendo nella meravigliosa sede di San Pietro in Valle l’edizione 2010 del Premio Dop Umbria.

Un discorso speciale quello tenuto dal Presidente della Camera di Commercio di Perugia dr. Mencaroni che ha posto l’accento sui prodotti di nicchia, fiore all’occhiello delle eccellenze dell’Umbria e delle iniziative correlate che essendo troppe, vanificano l’effetto positivo della comunicazione.

In realtà le manifestazioni legate ai tanti pregiati prodotti Dop andrebbero calmierati con una azione di concerto fra i vari enti prediligendo manifestazioni che hanno uno storico importante, una grande qualità di realizzazione e un autentico successo di pubblico.

L’esordio del neo presidente della Camera di Commercio ha trovato l’approvazione di molti presenti tra i quali numerosi produttori, che sentono l’esigenza di una qualificazione della promozione dei tipici, essendo poi gli stessi ad investire nelle varie fiere e mostre che, nate come eventi straordinari e vetrine particolari, si sono diffuse in maniera disordinata con grande spreco di denaro sia pubblico che privato, e non sempre sortiscono l’effetto economico e promozionale programmato.

Da sottolineare l’intervento del Capo Panel Angela Canale che ha posto il punto sulla qualità eccelsa degli olii che hanno partecipato, ricordando che anche coloro che non hanno vinto, non erano certo di qualità inferiore e che a suo dire, anche i piccolissimi frantoi, dovrebbero poter accedere ad una fase, quella del concorso che ponendo un tetto di quantità di produzione, purtroppo li esclude.

I professori universitari presenti, Montedoro, Mannarini e Servili, hanno invece focalizzato l’attento pubblico sulle varie qualità dell’olio extravergine, dall’aspetto economico a quello salutare fino all’innovazione delle filiere degli oliveti che devono guardare al futuro con fiducia investendo in nuove soluzoni di raccolta e di messa a dimora di nuove piantagioni.

La dop umbria è il viatico per accedere all’ercole Olivario che si terrà entro la fine del mese di marzo 2010 a Spoleto.

Numerose le aziende agricole partecipanti che hanno conseguito l’ambìto premio, dalla dorsale dei colli Assisi Spoleto, al Trasimeno, ai Monti Martani al Ternano.

Comunicato ufficiale  nomi dei vincitori:

PERUGIA – Umbria “terroir” olivicolo, perpetua la sua appartenenza alla cultura dell’olivo e dell’olio, celebrando le migliori produzioni delle proprie terre olearie protagoniste dell’undicesima edizione del Concorso Regionale per i Migliori Oli DOP (Denominazione di Origine Protetta) “Umbria”, che oggi si è conclusa all’Abbazia di San Pietro in Valle a Ferentillo. 29 le imprese e i piccoli produttori iscritti al concorso 2010 che hanno saputo mettere in difficoltà i 16 membri della giuria chiamati a scegliere tra oli, tutti di straordinaria qualità. Come tradizione, la giuria ha stilato una classifica di merito per ognuna dlele cinque sottozone in cui è diviso il territorio regionale. (il VIDEO sul processo di estrazione dell’olio di oliva)

Questi i vincitori, i migliori oli DOP “Umbria” per l’annata 2009/2010:

SOTTOZONA COLLI AMERINI

1° CLASSIFICATO Azienda Agraria “OLIVETO DI CONTESSA GELTRUDE” di Amelia (Tr)

2° CLASSIFICATO “IL FRANTOIO” di Suatoni Francesco” di Amelia (Tr)

SOTTOZONA COLLI ASSISI SPOLETO

1° CLASSIFICATO “AZIENDA AGRARIA VIOLA” di S. Eraclio di Foligno (Pg)

2° CLASSIFICATO “SOCIETA’ AGRICOLA MASCIO” di Trevi (Pg)

3° CLASSIFICATO “AZIENDA AGRARIA CALVARONE” di Spello (Pg)

SOTTOZONA COLLI MARTANI

1° CLASSIFICATO “SOCIETA’ AGRICOLA MORETTI OMERO” di Giano dell’Umbria (Pg) 2° CLASSIFICATO “CANTINE GIORGIO LUNGAROTTI“ di Torgiano (Pg)

3° CLASSIFICATO “FRANTOIO LA CASELLA di SCASSINI PAOLO“ di Todi (Pg)

SOTTOZONA COLLI DEL TRASIMENO

1° CLASSIFICATO “FRANTOIO OLEARIO BATTA GIOVANNI” di Perugia

2° CLASSIFICATO “SAIAGRICOLA TENUTA di MONTE CORONA” di Umbertide (Pg)

3° CLASSIFICATO “FRANTOIO MANCIANTI di NICCOLINI” di San Feliciano – Magione (Pg)

SOTTOZONA COLLI ORVIETANI

1° CLASSIFICATO “AZIENDA AGRARIA RANCHINO EUGENIO” di Orvieto (Tr)

2° CLASSIFICATO “C.U.FR.OL.” di Spoleto (Pg)

3° CLASSIFICATO “AL VECCHIO FRANTOIO F.lli BARTOLOMEI” di Montecchio (Tr)

VINCITORE PREMIO PICCOLO IMPRENDITORE

1° CLASSIFICATO CONSORZIO AGRARIO PROVINCIALE di PERUGIA Soc. Coop. di Spoleto (Pg)
Il Premio “Qualità e Immagine 2010” per la migliore etichetta, per il design della bottiglia e per le confezioni innovative è andato alla Azienda Agraria Marfuga di Francesco Gradassi di Campello sul Clitunno. La Giuria del Concorso guidata dal Panel Leader Angela Canale e coordinata da Giulio Scatolini e composta da 16 membri di alto profilo, tutti iscritti all’Albo Nazionale Assaggiatori, ha voluto sottolineare il livello di eccellenza raggiunto dalla quasi totalità degli oli partecipanti a questa undicesima edizione, frutto di una annata straordinaria per qualità, anche se estremamente scarsa e deludente per quantità.

I 5 milioni e mezzo di olivi impiantati in Umbria su una superficie di 27.000 ettari, hanno prodotto nell’ultima annata 55.000 quintali di olio di qualità superiore, ma al di sotto del 42% rispetto alla produzione dello scorso anno, che fu di 95.000 quintali, e del 34% sulla produzione media degli ultimi dieci anni attestata sugli 84.000 quintali. “Un risultato questo che non ripaga gli sforzi delle imprese che con volontà, passione e determinazione percorrono la strada della qualità e dell’eccellenza” – ha affermato rivolgendosi a tutti i produttori presenti il presidente della Camera di Commercio di Perugia e del Comitato Organizzatore del Concorso Ing. Giorgio Mencaroni”. “Tuttavia l’elevatissima qualità dell’olio DOP “Umbria” – ha continuato Mencaroni – costituisce senz’altro motivo di grande soddisfazione e di orgoglio.

Un risultato frutto non solo dell’ottimale e sinergica combinazione fra le varietà di olivo e l’ambiente pedo-climatico in Umbria, ma anche e in gran parte della volontà di garantire al consumatore un prodotto eccellente, genuino e sicuro, attraverso le solide conoscenze tecnico-scientifiche, la grande esperienza e l’etica professionale fuori dal comune che contraddistingue i nostri produttori”. “Il Concorso e la premiazione degli oli extravergine di oliva DOP Umbria è uno dei cardini della promozione regionale dei prodotti di qualità, ha detto l’Assessore Regionale alle Politiche Agricole Carlo Liviantoni, e costituisce un esempio da seguire per i percorsi di valorizzazione di tutte le altre tipicità ed eccellenze che rendono unica la nostra terra”.

“Il nostro impegno, l’impegno della Regione è senz’altro di sostenere con ogni mezzo i produttori umbri che con caparbietà, a volte anche contro il mercato, continuano a migliorare il loro prodotto, riuscendo, nel caso dell’olio, a livelli di eccellenza difficilmente imitabili”. Ancora il Presidente della Camera di Commercio di Perugia Giorgio Mencaroni: “L’Umbria nonostante produca meno del 2% della produzione nazionale di olio, può considerarsi una delle più interessanti aree olivicole del Paese per la qualità e la tipicità del prodotto, oltre che per i molteplici riflessi e le connessioni che l’olivo ha da tempi remoti nella storia, nella cultura, nel tessuto economico-sociale e nel paesaggio della Regione.

Gli olivicoltori, infatti, hanno sempre riservato un’attenzione particolare all’olivo e al verificarsi di ogni circostanza avversa hanno sempre provveduto a sostituire le piante morte ed a curare quelle danneggiate o malate; così l’olivo vive la sua vita secolare per dare il suo pregiatissimo prodotto, nonostante le frequenti avversità che lo colpiscono, divenendo simbolo di forza e di longevità e contribuendo in maniera decisiva all’odierna immagine dell’Umbria nel mondo”. Il Concorso per i migliori oli Dop Umbria è stato istituito per valorizzare ulteriormente un olio che negli anni è stato interessato da un vasto processo di miglioramento, promuoverne il consumo, educando i consumatori all’apprezzamento di oli extra vergini di oliva di alta qualità e sensibilizzando gli olivicoltori e i frantoiani al concetto di qualità.

Il Concorso regionale è organizzato dall’Unione Regionale delle Camere di Commercio dell’Umbria, in collaborazione con le Camere di Commercio di Perugia e Temi, la Regione dell’Umbria, il Parco Tecnologico Agroalimentare dell’Umbria, il Consorzio di tutela olio extra vergine Dop Umbria, la Coldiretti, la Confagricoltura, la CIA, l’Accademia Nazionale dell’Olivo e dell’Olio e, da quest’anno, anche la Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia, l’Istituto Nazionale per il Commercio Estero, l’Associazione Strada dell’olio extra vergine d’oliva DOP Umbria e l’Associazione Città dell’Olio.

Prima della cerimonia di premiazione si è tenuto un convengo sul tema “L’olio tipico dell’Umbria e i suoi aspetti salutistici all’interno del Made in Italy” coordinato dal Prof. GianFrancesco Montedoro – Divulgatore Scientifico del Premio Regionale, con le relazioni del Prof. Elmo Mannarino della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università degli Studi di Perugia e del Prof. Maurizio Servili della Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Perugia. In concomitanza con l’edizione 2010 del concorso, è stato organizzato un evento promozionale in collaborazione con i ristoranti aderenti al progetto Quality Restaurant dal titolo: Choco e Olio nei ristoranti di qualità. Nelle ultime due settimane di marzo, grazie al coinvolgimento dei produttori di cioccolateria umbri, Choco e Olio consentirà di degustare in alcuni dei migliori ristoranti dell’Umbria gli oli vincitori del Concorso Regionale per i Migliori Oli DOP Umbria e eccellenti prodotti regionali a base di cioccolato.

In ogni ristorante partecipante all’iniziativa saranno proposti almeno tre Oli Dop da abbinare alle diverse portate e al termine di ogni pasto sarà offerto un prelibato prodotto di cioccolateria di un’azienda umbra. I ristoratori saranno a disposizione dei propri ospiti per fornire informazioni sui processi di lavorazione, le caratteristiche, gli abbinamenti ottimali, sugli oli e sul cioccolato proposti al fine di aumentare la soddisfazione derivante dal loro consumo. Olio d’oliva e burro di cacao possono incontrarsi in un prelibato connubio nel segno della golosità, per dare origine a prodotti dal gusto inconsueto e indimenticabile, in un’unione che esalta profumi e sapori fondendo armoniosamente quelli aromatici del cioccolato con quelli fragranti e fruttati dell’olio e ammorbidendo la consistenza del cioccolato con la fluidità dell’olio, per un insieme vellutato e avvolgente.

Quest’anno molte altre iniziative sono state pensate per la promozione in Italia e all’estero degli Oli partecipanti al Premio Regionale Olio DOP “Umbria” a cominciare dalla imminente partecipazione ad Agriumbria (26/28 Marzo), al Festival del Giornalismo di Perugia(21/25 Aprile), al Cibus di Parma (10/13 Maggio), al Festival dei due Mondi di Spoleto (18 Giugno/4 Luglio) e al Festival delle Nazioni di Città di Castello (27 Agosto/5 Settembre). Inoltre, proprio in questi giorni, si stanno definendo i dettagli per la promozione che verrà effettuata in Russia in collaborazione con l’ICE Umbria. Ed è alle viste una grande edizione dell’Ercole Olivario, la diciottesima, in programma in Umbria dal 22 al 27 marzo prossimi. Il premio nazionale più prestigioso e autorevole, istituito nel 1993 dalla Camera di Commercio di Perugia vedrà la partecipazione dei vincitori del Concorso Regionale, con una novità che potrebbe interessare la rappresentanza umbra resa più numerosa proprio in virtù dello straordinario livello di qualità espresso dall’olio DOP Umbria di quest’anno.

Foto a cura di Mariolina Savino


Assisijournal- giornata mondiale della pace in Assisi Festival 2008

Giornata mondiale della pace

Carmela di Matteo (Uj)


ASSISI – Continua il successo delle iniziative inserite nell’ambito dell’Assisi Festival 2008, oggi giornata conclusiva della manifestazione.
Questa mattina è in corso la settima edizione della “Passeggiata Ecologica” sul Monte Subasio, evento finalizzato alla difesa dell’ambiente, alla valorizzazione del territorio e alla promozione dell’attività fisica, con la partecipazione di numerose associazioni sportive e ambientaliste. I partecipanti sono accompagnati da esperti escursionisti, botanici e geologi che durante il percorso illustreranno le peculiarità naturalistiche del territorio.
L’Assisi Festival si conclude con la celebrazione del 21 settembre, Giornata mondiale indetta dalle Nazioni Unite dedicata alla Pace e alla Non-violenza (IDP – United Nations International Day of Peace), realizzata in collaborazione con la SIOI – Società Italiana per l’Organizzazione Internazionale – e con l’Ufficio per il Sostegno alle Nazioni Unite del Comune di Assisi. Per l’occasione verrà conferita, alle ore 16.30 presso la Sala della Conciliazione del Palazzo Comunale, la cittadinanza onoraria di Assisi all’Ambasciatore Umberto La Rocca, Presidente della SIOI e già membro permanente presso l’organizzazione delle Nazioni Unite. Alle ore 18.00, in sintonia con la “Peace Bell special ceremony” delle Nazioni Unite, in cui il Segretario Generale Ban Ki-moon suonerà la Campana della Pace, per inaugurare a New York l’International Day of Peace, contemporaneamente in Assisi verrà suonata la campana della torre del Palazzo Capitano del Popolo, sede dell’Ufficio per il Sostegno alle Nazioni Unite e della Biblioteca depositaria dei documenti dell’Onu. In serata, nella splendida cornice della Basilica Superiore di San Francesco, avrà luogo un “Concerto Straordinario per la Pace e l’Ambiente”, con la partecipazione dell’Orchestra Sinfonica Regionale del Molise, diretta dal M° Franz Albanese, che eseguirà il “Cantico delle Creature”, composizione per voce recitante e orchestra sinfonica del M° Massimo Onofri.
Il Weekend Ecologico, iniziativa che promuove l’educazione ambientale e alimentare, è stato inaugurato venerdì 19 settembre con il seminario dedicato al Rapporto Uomo-Ambiente, che ha trattato in particolare i temi relativi a “Clima – Ambiente – Sviluppo Sostenibile”. Tra gli illustri personaggi intervenuti: il Dott. Paolo Soprano del Ministero dell’Ambiente, il Dott. Luca Lombroso dell’Università di Modena e Reggio Emilia, l’Assessore all’Ambiente della Regione Umbria, Dott. Lamberto Bottini, l’Assessore all’Ambiente della Provincia di Perugia, Dott. Sauro Cristofani, l’Assessore del Comune di Assisi Franco Brunozzi e la Prof.ssa Isabella Procacci, Vice Rettore Convitto Nazionale “Principe di Napoli” di Assisi.
All’iniziativa hanno partecipato delegazioni di studenti del Liceo Scientifico di Assisi, dell’Istituto Alberghiero di Assisi, dell’ITAS di Todi e dell’IPSIA di Perugia.