SJ- PALIO DI QUINTANA, TRIONFO DI COLORI DEL MAESTRO NESPOLO

VIVI L’UMBRIA
FOLIGNO
sabato 5 settembre 2009
PALIO DI RIVINCITA QUINTANA- UGO NESPOLO SVELA I SEGRETI DELL’OPERA
fonte: ENTE GIOSTRA QUINTANA

L’artista Ugo Nespolo svela i segreti dell’opera.

Amore o potere?
A palazzo Trinci la disputa fra avvocati e professori. La sentenza e’ l’indizione della giostra.

La tecnica è quella di un arazzo moderno, il soggetto è quello che riconduce immediatamente alla sfida cavalleresca di Foligno. E’ stato presentato a palazzo Trinci, nella sala Sisto IV il Palio della Giostra della Rivincita firmato dall’artista Ugo Nespolo. Sono stati proprio l’artista ed il presidente dell’Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli a togliere il drappo rosso che copriva l’opera, al termine del vero e proprio dibattimento processuale (“semiserio”, come avvertiva il sottotitolo di presentazione dell’appuntamento al Trinci) tra avvocati e professori, la cui sentenza altro non è stata che l’indizione della Giostra della Quintana da parte del presidente della corte, Metelli, per domenica 13 settembre al “Campo de li Giochi”. E al vincitore andrà proprio il Palio di Ugo Nespolo (che per la Quintana ne ha già firmato uno nel 1991). La sua opera è nata da un tradizionale bozzetto, poi elaborato il computer per tramutarla in immagine digitale che è stata quindi utilizzata da una particolarissima attrezzatura (difficile peraltro da manovrare, ovviamente da parte dello stesso artista) che dà corpo al disegno ai suoi colori trasformandoli in intrecci di filato. Il risultato è quello di una tessitura che si rivela arazzo. Il Palio raffigura un cavaliere in carriera in una policromia che lo rendono vitale ed affascinante. Quando è stato tolto il drappo che lo copriva, in sala si sono avuti applausi e commenti favorevoli. Sul Palio di solito i quintanari sono esigentissimi.
E di certo il dibattimento fra avvocati e professori che ha preceduto la presentazione del Palio è stato qualcosa di assolutamente originale e divertente: di fatto si è trattato di un processo che ha ruotato intorno al solito dilemma quintanaro: meglio l’amor della Dama perché la donna è superiore all’uomo; o meglio il favore del Principe perché comunque l’uomo è superiore alla donna? Dilemma reale, perché nel 1613 fu proprio questo a “stimolare” l’indizione della Giostra a cui fa riferimento la Quintana attuale. La scena è stata ricostruita dalla professoressa Anna Maria Rodante e dal Comitato scientifico dell’Ente Giostra della Quintana ed ha avuto come protagonisti gli avvocati Giovanni Picuti e Cesare Augusto Mazzoli (che sostenevano la tesi secondo cui la donna è superiore all’uomo) avendo come testimone l’assessore Elisabetta Piccolotti; e dall’avvocato Domenico Benedetti Valentini e dal professor Roberto Segatori che sostenevano la tesi opposta, avendo come testimone l’assessore Rita Zampolini. A giudicare il tutto la corte composta dal presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli e dai magistrati dell’Ente. LA conclusione? Una sentenza che ovviamente dà appuntamento al Campo per la tenzone cavalleresca. I cavalieri giostreranno cinque a favore dell’uomo e cinque a favore della donna.

Annunci

Sj- Colazione a Gavelli (Valnerina) e trebbiatura del Farro a Monteleone di Spoleto, da Mariolina Savino

EDITORIALE M. SAVINO
MONTELEONE DI SPOLETO
mercoledì 12 agosto 2009
NASCERE A MUCCIAFORA, LAVORARE A ROMA E AVERE LA FRETTA DI TORNARE NELLA PROPRIA TERRA DI VALNERINA!
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

COSA C’E’ DI MEGLIO IN AGOSTO, CHE ANDARE SUI PRATI DI GAVELLI E FARE LA MERENDA CON “PANE BONO E PROSCIUTTO DE’ CASA INSIME AGLI AMICI, CON UN BUON BICCHIERE DI ROSSO CASERECCIO?”

Appuntamento di buon ora con le redazioni di Umbria dei Sapori e Spoletoclick per vivere la fantastica trebbiatura del Farro con il professor Ivo Picchiarelli, Mauro Benedetti e altri amici, proprio davanti alla splendida Monteleone, poggiata come per incanto fra il verde rigoglioso della boschiva Valnerina.

E dopo aver consumato la ricca colazione con pane, prosciutto e vino rosso, oltre ad una piacevole bevuta alla fonte zampilante dei prati di Gavelli (assolutamente da non perdere in questi giorni di vacanza), ci siamo recati sui campi ambrati di farro, mentre una grande trebbia sollevava e tagliava le magiche spighe del prodotto dop monteleonese, per poi travasarlo su un tratttore.

Un prodotto semplice che per anni era stato abbandonato, tanto da farne un ricco pasto per gli animali, ora riscoperto ed apprezzato, ricopre sulla tavola tutti i ruoli, fino a concorrere (si fa per dire) con il mitico tartufo per celebrità e presenza sui mercati italiani ed esteri.

Intanto le pecore brucano l’erba, mentre i monteleonesi autoctoni
rivivono i tempi della propria gioventù dopo aver percorso le strade del mondo, nella cittadina ricca di storia antica come testimonia la famosa e contesa Biga che, in bella vista, attrae visite da tutto il mondo dall’altra parte dell’Oceano.

Mauro Benedetti da anni vive e lavora a Roma dove tratta carni suine “ancora all’uso nostro” dice orgogliosamente, certo che appena può, corre nella sua casa di Mucciafora, dove ritrova la dimensione umana der paesello, e dimentica per un pò, il fragore della città e l’arte frenetica del fare quotidiano.

Dopo la “sfarrata” tutti a pranzo dall’esperto trebbiatore, dove bistecche di vitello dalla consistenza ormai introvabile, e dal sapore eccellente, soddisfano le papille gustative del nostro acuto conoscitore, professore Ivo Picchiarelli, da sempre attento alla cultura contadina umbra.

A volte basta poco per vivere l’Umbria con gioia e senza tante pretese, incorniciando una giornata divenuta speciale, mentre il farro già prosegue la sua corsa fino a quando, imbustato ed etichettato, arriverà sulle vostre tavole imbandite con il suo carico di elementi straordinari per la salute di chi lo consuma di frequente.

Spoletoclick…estate con noi!

foto a cura di Mariolina Savino

Nel prossimo numero di L’Umbria dei Sapori Autunno, troverete altre foto e l’approfondimento sul farro!
Da non perdere!!!

torna indietro

Sj- FARE CULTURA, PAROLA DI SIMONE FAGIOLI!

Nuova Associazione Culturale

“Fare Cultura”

Una nuova Associazione Culturale si sta affacciando sulla scena culturale della Città di Spoleto: “Fare Cultura”. Nata dall’idea di 6 giovani spoletini, Fare Cultura ha già all’attivo due spettacoli realizzati durante il periodo dello “Spoleto 52° Festival dei 2 Mondi”.
La prima serata poetico-musicale, dal titolo “Un cocktail con Apollo e Dionisio: frizzando con musica e poesia”, si è svolta presso il Meeting Point Rossobastardo il giorno mercoledì 08 luglio 2009. L’idea è nata dai versi del M° Gian Carlo Menotti: “Perché, Apollo, abbandonasti tuo figlio?/ Come puoi consentire che la furia dionisiaca calpesti/impunita i campi armoniosi dall’uomo seminati con fatica?”. La serata, che cadeva all’indomani del compleanno del Maestro, si è aperta con un omaggio a lui dedicato: la recita dei versi di “The death of Orpheus”, una sua cantata per tenore e orchestra che è anche una preghiera ad Apollo affinché il dio restituisca a Orfeo l’antica armonia di cui era latore con il suo canto irenico e lirico.
I poeti intervenuti (Elisabetta Comastri, Loriano Grullini (Miklo), Filippo Tocchio (Pierinoeillupo), Sandro Costanzi, Jacopo Feliciani, Paola Gubbini e Paolo Parigi (Pablos) e Federica Mosca) hanno poi proposto i loro versi, alternati ad altri tratti dai grandi poeti e da celebri arie e romanze, ispirati sempre alla tematica del vino, e affidate agli attori Marija Zipancic e Danilo Santi. Moderatore della serata è stato Simone Fagioli.
La seconda iniziativa, nata da un’idea di Spoleto Sette Giorni (L’Altro Festival), si è svolta invece presso la Galleria d’Arte “Le Logge” al Borgaccio il giorno giovedì 09 luglio. Un suggestivo appuntamento costituito da un reading di poesia a cura di Simone Fagioli, che ha preso vita tra le importanti testimonianze dell’arte del passato della galleria Le Logge e che ha coinvolto i poeti e gli attori che si erano già esibiti al Rossobastardo, accompagnati dal sax di Cristian Panetto. La lettura di poesie è stata inoltre sottolineata dall’intervento del neo-Sindaco del Comune di Spoleto, Daniele Benedetti.

 

locandina 2009 2 copia[1]

Sj- Spoleto verso un futuro condiviso, cena e stelle in BORGO! foto e news per voi da Mariolina Savino

VIVI L’UMBRIA
SPOLETO
venerdì 7 agosto 2009
A BORGO? UNA RIVOLUZIONE PACIFICA E FESTA DI CONCILIAZIONE SOTTO LE STELLE!
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

EVENTO PERFETTAMENTE RIUSCITO, CON TUTTI A SEDERE, POSTI ASSEGNATI E SERVIZIO, DA DEFINIRE ASSOLUTAMENTE BUONO.
QUALCHE NOME DEI SEGNAPOSTI, HA CAMBIATO PER UNA O o UNA A, IL SESSO DI CHI DA GIORGIO SI E’ CHIAMATO GIORGA, MA DICIAMO CHE L’ERRORE VENIALE, SU UNA COSI’ GRANDE CENA PER IL NUMERO DI OSPITI PAGANTI, CI PUO’ STARE.

Non è nostro stile descrivere l’evento come un compitino a casa, nè fare l’elenco dettagliato dei presenti, così senza offendere o gratificare nessuno, diremo che dal primo cittadino allo spoletino qualunque, la variegata assemblea ha avuto l’occasione di vivere una serata diversa in compagnia, allietati, questo va detto dalla straordinaria voce della Gentili accompagnata da Luca Panico, che si è avventurata in un classico di Claudio Villa come un amore così grande ed altri pezzi canori, per cui occorrono qualità vocali eccellenti.

La serata giusta, con una temperatura perfetta ha incorniciato un lavoro enorme che si è svolto dietro le quinte, fra riunioni, incontri e programmazione dettagiata dell’evento.

Possiamo anche definire l’evento quale serata di conciliazione, non che i due abbiano mai litigato personalmente, ma le tensioni dell’Ascom prima dell’elezione di Tattini, avevano creato qualche frizione e, vedere insieme in grande armonia il neo presidente con l’ex uscente Leonello Spitella, ha dato proprio il senso della ritrovata concordia, un’aria che si respira anche fra Daniele Benedetti e la città che dopo il breve saluto augurale, è stato applaudito senza distinzione da tutti i partecipanti, e le due parole scambiate con Laura Zampa che ci ha assicurato che in Provincia con la Giunta Guasticchi sono state poste le basi per un confronto sereno e che stride con le urla di chi vede sempre Spoleto spogliato di ruoli. Laura Zampa ha tenuto a sottolineare il ruolo alto dei consiglieri provinciali che devono provvedere ai bisogni di tutti gli abitanti della provincia, aggiungendo una postilla importante e imprescindibile, “ho detto a Guasticchi: Va tutto bene, disponibilissimi a collaborare ma non ultimo da ricordare, io sono e riamango spoletina!”

Insomma la politica c’entra anche quando si parla d’altro, certo è che sorridenti e felici di aver vissuto una serata “diversa”, gli ospiti hanno ritirato numerosi premi, estratti durante la lotteria, messi a disposizione da numerosi negozi e servizi di Borgo, dandosi appuntaamento…. chissà al Centro storico?! :-), dove riportare gente e armonia è ormai un punto preso da parte di tutti, nessuno escluso!
Fuori programma, il balletto del presidente di Borgo De Angelis e degli organizzatori dell’evento che, si sono concessi un momento ricco di risate, balli e canti per chiudere in bellezza una settimana impegnativa.
Il conduttore Marcello Mignatti, l’ome amico de casa, per tutti gli spoletini che sono legati con sincero affetto al Marcellone tuttofare, ha scandito con i suoi interventi le varie fasi della serata, già pensando alla cena sotto le stelle che nell’Osteria del Tempo Perso, si terrà la notte di San Lorenzo.
Nei saluti finali non ha dimenticato di ringraziare l’imprenditore Luciano Belli, sponsor ufficiale dell’evento e le cantine che hanno adottato ognuno un tavolo e infine, il cuoco dei cuochi Fabio Ferretti che con simpatia ed esperienza, ha preparato la cena spoletina per tutti, oltre ai numerosi camerieri e tutti coloro che non si sono riparmiati, per la buona riuscita di tutta la serata.

torna indietro

Sj- Casting per voi, miniserie televisive e fiction

1) RAI Miniserie dal titolo provvisorio “La mia casa è piena di specchi”, che racconta la storia di Sofia Loren. Due puntate per la Rai Cv e foto a: Idea Cinema Viale Dei Parioli, 41 00197 Roma Oggetto: Ufficio Casting

2) RAI fiction “Ho sposato uno sbirro 2” Sono aperti i casting per la seconda serie. Foto e curriculum a: Produzione Publispei Ufficio casting Via XXIV Maggio, 43 00187 Roma

3) CANALE 5 fiction “Famiglia italiana” Il cast della fiction è ancora in via di definizione
Foto e curriculum al seguente indirizzo: TAODUE – NOVAFILMS Srl (Ufficio casting) Via Pompeo Magno 1 00192 Roma

4) CANALE 5 fiction “Squadra antimafia – Palermo Oggi” Inizio riprese: ottobre 2009
Foto e curriculum a: TAODUE – NOVAFILMS Srl (Ufficio casting) Via Pompeo Magno 1 00192 Roma

Sj- network Umbriaclick e Spoletoclick, qualità news in rete da Mariolina Savino

Spoleto
sabato 18 luglio 2009
RUBATA L’INSEGNA DI SPOLETOCLICK…
INCOMPRENSIBILI GESTI CHE DAVVERO DENUNCIANO L’INCIVILTA’ DI QUALCUNO, CHE IGNORANDO POSSIBILI SISTEMI DI TELECAMERE E CONTROLLI, AGISCE INDISTURBATO FACENDO PROPRIE, COSE ALTRUI, NON RISPETTANDO MINIMAMENTE GLI ALTRI.
CI RIFERIAMO AD UN MANUFATTO CON

Foligno
sabato 18 luglio 2009
CANTI & DISCANTI- OMAGGIO A TOTO’ IL 21 LUGLIO ALLE ORE 21

Nell’ambito del Festival Canti & Discanti di Foligno,
martedi’ 21 luglio 2009 alle ore 21.00 presso
l’Auditorium San Domenico di Foligno la Compagnia di
Spettacolo ” Il Poeta Toto’ ” …

Perugia
sabato 18 luglio 2009
UMBRIAJAZZ- QUESTA SERA SARÀ LA VOTA DI JAMES TAYLOR AND BAND
Si apre l’ultimo weekend di Umbria Jazz 2009

Questa sera sarà la vota di James Taylor and Band. Saranno presenti Steve Gadd, Larry Goldings, Jimmy Johnson, Mike Laudan, Kate Markowitz, Arnold McCuller ed Andrea

Umbria
sabato 18 luglio 2009
AIAB AIAB ESORTA L’ASSESSORE LIVIANTONI PER LA REVISIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE

Il presidente umbro Vizioli: “Necessario sostenere il settore biologico per affrontare le sfide ambientali di contrasto ai cambiamenti climatici”

Nuovi fondi stanziati dall’Unione Europea da inserire nelle modifiche al PSR 2007–2013 per sostenere

Italia
sabato 18 luglio 2009
SISMA ABRUZZO- IN VISITA IL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO PRESSO LE ZONE COLPITE

Terremoto l’aquila: il consiglio regionale in visita nelle aree colpite dal sisma.

I presidenti delle assemblee umbra e abruzzese propongono di creare una rete tra le regioni della …

Castel Ritaldi
sabato 18 luglio 2009
ARIA DI PALIO E LUCA TERENZI CERCA FIGURANTI
DIAMO SPAZIO ALL’APPELLO DI LUCA TERENZI CHE CERCA FIGURANTI PER IL CORTEO DEL PALIO CHE A CASTEL RITALDI E’ IN DIRITTURA DI ARRIVO E SI SVOLGERA’ IL 1° AGOSTO PER LE STRADE DELL’AMENO BORGO.

Mondo
venerdì 17 luglio 2009
TURBINE VATICANO, ESTATE ROVENTE DI AVVICENDAMENTI DI VESCOVI E ARCIVESCOVI
La segreteria di Stato della Santa Sede cambia volto in modo importante.
Sono le prime nomine numericamente e qualitativamente significative dopo il “caso Richard Williamson” – il vescovo lefebvriano negazionista sulla Shoah – che tanto aveva fatto auspicare
Preci
venerdì 17 luglio 2009
PANE PROSCIUTTO E FANTASIA. NOVITA’ NOTTE BIANCA DEL GUSTO!
PROGRAMMA

Sabato 25 Luglio 2009

SJ-TORNIELLI PRECISO COME UN OROLOGIO SVIZZERO HA AZZECATO ANCHE QUESTA VOLTA, BOCCARDO A SPOLETO, FONTANA AD AREZZO

 

E’ ORMAI UFFICIALE E LA NOTIZIA SI E’ VELOCEMENTE DIFFUSA IN CITTA’ ANCHE SE LE NOMINE ERANO STATE FATTE DA GIORNI.

L’ARCIVESCOVO RICCARDO FONTANA ANDRA’ PRESSO LA CURIA VESCOVILE DI AREZZO PUR MANTENEDO IL TITOLO, MENTRE BOCCARDO, SARA’ ACCOLTO A SPOLETO POCO PRIMA DELL’AUTUNNO.

SEGUE L’ARTICOLO GIA’ PUBBLICATO GIORNI ORSONO DAL NETWORK UMBRIACLICK-SPOLETOCLICK, LE INFORMAZIONI BUONE…PRIMA PASSANO DA NOI!

 
SPOLETO
sabato 4 luglio 2009
IN RETE SE NE PARLA, IN CITTA’ SI MORMORA, IL VESCOVO RENATO BOCCARDO SOSTITUIRA’ L’ARCIVESCOVO FONTANA?
fonte: ANDREA TORNIELLI

L’ Osservatore Romano ha dato ampio risalto a un importantissimo ritrovamento, avvenuto in modo casuale il 19 giugno durante dei lavori di restauro nelle catacombe di Santa Tecla sulla via Ostiense.

Si tratta della più antica icona conosciuta dell’Apostolo delle genti (nella foto). Intanto nei prossimi giorni, prima della partenza del Papa per le vacanze in Val d’Aosta (13 luglio) si attende la pubblicazione della nuova enciclica sociale (Caritas in veritate, un centinaio di pagine dedicate alla glabalizzazione e alla crisi), il motu proprio che sancirà il passaggio della pontificia commissione Ecclesia Dei sotto l’egida della Congregazione per la dottrina della fede (con la nomina del nuovo segretario, monsignor Guido Pozzo), la promozione a nunzio dell’attuale assessore della Segreteria di Stato, monsignor Gabriele Caccia (a sostituirlo, con molta probabilità e salvo ripensamenti dell’ultima ora sarà l’americano Peter Brian Wells, originario della siocesi di Tulsa, capo della sezione inglese della Segreteria di Stato). Viene dato in partenza anche il Sottosegretario ai rapporti con gli Stati – il “viceministro degli Esteri” – monsignor Pietro Parolin (appena rientrato da una missione di una settimana in Cina), destinato a una nunziatura Oltreoceano (il Venezuela o il Canada, se quest’ultima sede sarà lasciata libera dall’arcivescovo Luigi Ventura, che dovrebbe essere designato a Parigi). A breve si attende la nomina dell’attuale Segretario della Congregazione dei vescovi, Francesco Monterisi, ad arciprete della Basilica di San Paolo fuori le Mura, al posto dell’ultraottantenne cardinale Andrea Cordero Lanza di Montezemolo. Al posto di Monterisi dovrebbe arrivare l’attuale nunzio in Spagna, il portoghese Monteiro de Castro. Prevista a giorni anche la nomina a vescovo di Trieste di Giampaolo Crepaldi, segretario del Pontificio Consiglio Giustizia e pace (uno dei collaboratori alla stesura dell’enciclica). Anche l’attuale segretario del Governatorato, il vescovo Renato Boccardo, potrebbe passare il testimone a monsignor Carlo Maria Viganò. Boccardo, per il quale c’era chi avesse ipotizzato un ritorno a Parigi (ci era già stato come collaboratore dell’allora nunzio Angelo Felici), potrebbe essere destinato a una diocesi italiana, come ad esempio Spoleto, nel caso l’attuale arcivescovo Riccardo Fontana fosse trasferito ad Arezzo, diocesi a sua volta lasciata libera dal vescovo Gualtiero Bassetti, che a giorni sarà nominato arcivescovo di Perugia. Sembra invece per il momento frenata la nomina del segretario della Congregazione per i religiosi, il francescano Gianfranco Gardin, alla diocesi di Udine. Mentre si parla con insistenza di un prolungamento biennale del mandato dei tre porporati settantacinquenni (che hanno compiuto o stanno per compiere l’età della pensione), i cardinali Giovanni Battista Re (vescovi), Franc Rodè (religiosi) e Claudio Hummes (clero). Ai quali bisogna aggiungere lo stesso Segretario di Stato Tarcisio Bertone, anche se il suo caso è per certi versi diverso e in molti scommettono che Benedetto XVI non si priverà del suo principale collaboratore.

MINI BIBLIOGRAFIA DI MONSIGNOR RENATO BOCCARDO

Nato in Sant’Ambrogio, diocesi di Susa, il 21 dicembre 1952, ordinato il 25 giugno 1977, eletto il 29 novembre 2003, consacrato il 24 gennaio 2004. Dal 22 febbraio 2005 Segretario Generale del Governatorato dello Stato della Città del Vaticano.

Renato Boccardo è
nato a Sant’Ambrogio
di Torino, Valle di
Susa, il 21 dicembre
1952. A Susa, frequenta
il seminario e si
diploma presso il locale
liceo classico. Contribuisce
anche alla
fondazione del gruppo
scout. Si trasferisce a
Roma, dove consegue
presso la Pontificia
Università Gregoriana
la licenza in Teologia
Dogmatica ed il dottorato
in Diritto Canonico.
Il 25 giugno 1977 è
ordinato sacerdote da
mons. Giuseppe Garneri
nella chiesa di
Sant’Ambrogio. Nel
1982 entra nel servizio
diplomatico della Santa
Sede e viene inviato
presso le nunziature
apostoliche di Bolivia,
Cameroun e Francia.
Nel 1989 torna a
Roma per prestare servizio
presso l’Ufficio
delle Cerimonie Liturgiche
del Papa ed
accompagna Giovanni
Paolo II° in tutti i viaggi
di quegli anni. Nel
1992 è nominato
responsabile della
sezione giovani del
Pontificio Consiglio
per i Laici e comincia
ad organizzare le cerimonie
delle Giornate
Mondiali della Gioventù
di Denver,
Manila, Parigi e
Roma. Nel 2001 è
capo del Protocollo
della Segretaria di Stato.
Nel novembre 2003
è eletto vescovo e viene
consacrato titolare
della diocesi di Acquapendente
il 24 gennaio
2004, in San Pietro,
dal cardinale Angelo
Sodano. E’ segretario
del Pontificio Consiglio
per le Comunicazioni
Sociali.

Boccardo, il vescovo dei mass media (articoli d’archivio)

Nella struttura della Chiesa ch’è in Roma, monsignor
Renato Boccardo è una figura di primissimo
piano. Il vescovo piemontese, originario di Sant’Ambrogio
in Valle di Susa, è stato nominato dal
Santo Padre Segretario del Pontificio Consiglio per
le Comunicazioni Sociali. Il fatto che la scelta sia
caduta su Boccardo, non fa che dimostrare il dinamismo
della Chiesa Cattolica in campo mediatico.
Infatti è da tempo responsabile dell’organizzazione
della Giornata Mondiale della Gioventù, un evento
che negli ultimi anni ha calamitato l’attenzione
generale, e per il quale la collaborazione con stampa,
radio e televisioni
di tutto il mondo è
componente essenziale.
Parallelamente a
questo lavoro, Boccardo
è anche responsabile
dell’organizzazione
dei viaggi del Papa,
un’attività che data la
frequenza con cui Giovanni
Paolo II° programma
i suoi pellegrinaggi,
malgrado il
suo stato di salute, può
dirsi veramente frenetica.
Tra i molti paesi
visitati perciò dal religioso
valsusino, vi è
anche, inevitabilmente,
la Francia. Non soltanto
perchè vicina al Piemonte, o perchè si è svolta
a Parigi una memorabile edizione della GMG,
nel ’97, ma per un momento piuttosto significativo
della sua carriera ecclesiastica e diplomatica; infatti,
dall’86 all’89, ha lavorato presso la Nunziatura
Apostolica, dopo le esperienze dello stesso genere
in Bolivia e Cameroun.
Cosa ricorda del suo ministero in Francia?
Avevo già conoscenza della Chiesa francese, grazie
alla sua consolidata tradizione, costituita anche dalle
figure di grandi santi, famosi teologi e poi dalle
scuole di spiritualità. Devo dire che operando sul
posto, sono venuto a contatto con una realtà di
grande vivacità umana e spirituale, che possedeva
la capacità di porsi in atteggiamento costruttivo nei
confronti delle grandi sfide del nostro tempo, senza
celare problemi e contraddizioni. Devo riconoscere
che in Francia si vive una distinzione totale tra Stato
e Chiesa, e pertanto si è sviluppata una grande
laicità.
Quella francese sarebbe una Chiesa d’avanguardia?
Direi che nel dopo-Concilio ha perso peso e valore
la funzione della parrocchia, che invece in Italia è
ancora importante punto di riferimento per i fedeli.
Al tempo stesso, però, si è assistito ad una fioritura
di nuove forme di vita cristiana: si tratta di comunità
di vita ed al tempo stesso religiose, come, ad
esempio, le piccole suore di Betlemme, o i monaci
di Gerusalemme. Sono realtà aperte indifferentemente
a religiosi, laici, sacerdoti, famiglie. La parrocchia
ha invece perso terreno per la scristianizzazione,
l’abbandono delle campagne, la crisi notevole
di vocazioni.
Com’è stata la sua vita “parigina”?
Come piemontese sono un po’ filofrancese…Conoscevo
già bene la lingua, poi a Roma ho avuto compagni
di studi d’oltralpe…
A Parigi,
assistendo il Nunzio,
prima il cardinale
Felici, e poi monsignor
Antonetti, ho
curato i rapporti della
Santa Sede con le
realtà locali: pertanto
conservo ricordi bellissimi,
che vanno
dal fascino e dalla
bellezza di Parigi ai
rapporti umani, molti
dei quali durano
ancora oggi. E’ stata
soprattutto la conoscenza
delle nuove
comunità, però, a
colpirmi.
E venendo all’attualità, cosa bolle in pentola per
il suo nuovo incarico?
Portare la voce della Chiesa nel mondo della comunicazione
è oggi una delle sfide più forti. Credo che
oggi il palato della gente sia addomesticato da componenti
come lo scoop e l’assillo dell’audience, per
non dire altro. Penso che la nostra missione sia
quella di operare anche dal di dentro dei vari media
per riuscire a portare benefici a tutti, in nome della
Chiesa.
Ho già avuto incontri con responsabili della comunicazione
per l’America centrale e latina, mentre a
Roma abbiamo incontrato i responsabili della radio
cristiane a libello europeo. A febbraio ospiteremo
un simposio su Chiesa e comunicazione dal titolo:
un futuro che viene da lontano.
Per quanto riguarda i viaggi del Papa?
Le condizioni di salute del santo Padre sono chiare.
Dopo le ultime visite di Berna e la grande esperienza
di Lourdes, ci stiamo comunque attivando per
organizzare la GMG del 2005, che si svolgerà a
Colonia, in Germania. Sono momenti in cui il Papa
sviluppa risorse incredibili, che a stento trovano
spiegazioni, al di fuori di quelle della fede.
Giorgio Brezzo

 
torna indietro

Ristorante San Lorenzo Spoleto

TERREMOTO ABRUZZO-IN SEGNO DI RISPETTO, IL NETWORK SPOLETOCLICK, SOSPENDERA’ LA SUA ATTIVITA’ PER DUE ORE

LAST NEWS
ITALIA
venerdì 10 aprile 2009
SISMA ABRUZZO-NEL GIORNO DEL LUTTO IL NETWORK SPOLETOCLICK & UMBRIACLICK SI FERMA PER DUE ORE
LA TERRA CONTINUA A TREMARE, OGGI, VENERDI’ SANTO ALLE ORE 11,00 LUTTO NAZIONALE E FUNERALI SOLENNI PER LE VITTIME DEL TERREMOTO CHE SONO ARRIVATE A BEN 287, ANCHE SE AVREBBERO POTUTO ESSERE DI UN NUMERO

Ristorante San Lorenzo Spoleto
ITALIA
giovedì 9 aprile 2009
SISMA ABRUZZO- SALE A 275 VITTIME IL NUMERO DEI CORPI ESTRATTI DAL ROVINOSO TERREMOTO NELL’AQUILANO

Terremoto, estratti altri corpi: 275 le vittime. Ancora forti scosse nella notte.

Alla Casa dello Studente recuperati i cadaveri dei ragazzi che mancavano all’appello.

OGGI LA VISITA DEL CAPO DELLO STATO NELLE ZONE TEREMOTATE E

natale2008
UMBRIA
giovedì 9 aprile 2009
IL TEATRO DI MONTE CASTELLO VIBIO SOLIDALE CON L’ABRUZZO
Associazione di Promozione Sociale del Teatro della Concordiaa sostegno dei fondi di solidarietà per il terremoto in Abruzzo.Sarà devoluto tutto il contributoquale erogazione liberale dai visitatori del Teatro della
umbria a portata di mouse
ITALIA
giovedì 9 aprile 2009
LEGGE BACCHELLI PER LO SCRITTORE CALABRESE SAVERIO STRATI

APPELLO AL GOVERNO PERCHE’ APPLICHI

LA “LEGGE BACCHELLI” PER SAVERIO STRATI.

I MEDIA NAZIONALI IGNORANO, LO SCRITTORE CALABRESE, CHE VIVE A SCANDICCI IN CONDIZIONI DIFFICILI.

Testimonianza di Matteo Cosenza, direttore

Portale informazione turistica UMBRIA ITALIA
SPOLETO
giovedì 9 aprile 2009
INAUGURATA QUESTA MATTINA LA BIBLIOTECA A PALAZZO MAURI, PRONTI AD ACCOGLIERE BENI CULTURALI DALL’ABRUZZO
PRESENTI BUONA PARTE DEI POLITICI UMBRI, QUESTA MATTINA A PALAZZO MAURI SI E’ INAUGURATA LA NUOVA SEDE DELLA BIBLIOTECA COMUNALE.

IL PALAZZO DI GRANDE PREGIO E’ STATO DESTINATO ALL’ARCHIVIO DI TESTI E ALLA

INIZIATIVE-MOSTRE ATPAI SPOLETO
UMBRIA
giovedì 9 aprile 2009
SISMA- PRIMA INTORNO ALL’UNA DI NOTTE E POI ALLE 2:52, TREMA IL CENTRO ITALIA

SCOSSE DI INTENSITA’ IMPRESSIONANTE 4.3 ALL’UNA MENO CINQUE, LA SECONDA ALLE 2,52 DELLA SCALA RICHTER, HANNO FATTO TREMARE NON SOLO L’ABRUZZO MA TUTTO IL CENTRO ITALIA.

AVVERTITE NITIDAMENTE A ROMA COME IN UMBRIA, NELLE MARCHE IN

natale2008
ITALIA
giovedì 9 aprile 2009
SISMA- VADEMECUM DELLA PROTEZIONE CIVILE LAZIO PER AIUTARE ABRUZZO
Arrivano senza sosta da lunedi’ scorso centinaia di segnalazioni al numero verde della Protezione civile regionale per offrire con gesti concreti aiuto alla popolazione colpita dal sisma. Per chi vuole dare la propria disponibilita’ a
Portale informazione turistica UMBRIA ITALIA
ITALIA
giovedì 9 aprile 2009
SISMA ABRUZZO- NONOSTANTE TUTTO, AUGURI DI BUONA PASQUA DI MORENA ZINGALES
VIDEO FOTOGRAFICO DI (CLICCA SUL NOME) MORENA ZINGALES

UN MODO PARTICOLARE PER RICORDARE CHI NON C’E’ PIU’ INGHIOTTITO DALL’ECATOMBE ABRUZZESE DI UN TERREMOTO SENZA FINE, A POCHI GIORNI DALLA PASQUA DI

Ristorante San Lorenzo Spoleto

EXPO CASA VI ASPETTA DOMANI A BASTIA UMBRA

Ultimo giorno per visitare EXPO CASA

Bastia Umbra, 14/03/2009

Ancora una giornata intera di apertura per la mostra nazionale dell’edilizia e arredamento per la casa. Domenica porte aperte con orario continuato dalle 10 alle 21 all’Umbriafiere di Bastia.

Ancora la giornata di oggi (domenica 15 marzo) per visitare la mostra nazionale dell’edilizia e arredamento per la casa.
I quattro padiglioni, con oltre 450 stand in 20.000 metri quadrati di superficie espositiva, di cui 16 mila al coperto e i restanti allestiti nelle aree esterne, restano aperti al pubblico per l’intera giornata dalle ore 10 alle 21. Le 300 aziende, provenienti da tutta Italia, in fiera con migliaia di soluzioni e proposte, all’insegna della tecnologia, dell’innovazione, del design e della funzionalità, pensate per ogni genere di abitazione, offrono un’ampia gamma di scelte tra importanti marchi e produzioni artigianali. Il percorso fieristico, suddiviso in tre sezioni: arredamento, componentistica ed edilizia tende a facilitare la ricerca di risposte alle esigenze del visitatore. Che siano costruire, arredare o ristrutturare, dalle agenzie immobiliari, agli oggetti d’antichità, comprendendo tutti i tipi di arredamenti sia esterni, che interni e arredo bagno, poi caminetti e stufe, complementi d’arredo, soluzioni di condizionamento, riscaldamento e illuminazione bioecologiche, inoltre infissi, materiali per l’edilizia, parquets e pavimenti; ancora piscine, vasche idromassaggio, sistemi di sicurezza e una sezione dedicata ai tessuti, rivestimenti e tappeti.
La novità di questa XXVII edizione di Expo Casa si trova nel padiglione 10, dove è stato allestito un open space promosso dall’associazione perugina Federmobili che vede nove imprese del comparto arredamento e complementi d’arredo della provincia di Perugia esporre i propri prodotti in unico grande stand di 500 metriquadrati. Si chiamano “Gruppo Qualità Garantita” e l’iniziativa che le vede insieme è conseguente all’ l’adesione al marchio di qualità e alla sinergica partecipazione al progetto chiamato “Arredo Q”, presentato nell’ambito del bando regionale “Res.ta.” sulle reti di impresa; un marchio di qualità realizzato con lo scopo di impegnare gli operatori aderenti ad assicurare al consumatore finale servizi di qualitativamente elevati.
“Expo Casa, pur essendo una manifestazione di respiro nazionale – ha dichiarato Roberto Prosperi, presidente dell’ente organizzatore – ha un occhio di riguardo per le imprese locali e le loro iniziative commerciali, che in questo periodo vanno incoraggiate e sostenute per rilanciare l’economia della nostra regione”.

NORCIA Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Nero Pregiato e dei Prodotti Tipici di Qualità

NERO NORCIA 2009  

Nella città natale di San Benedetto, patrono principale d’Europa, torna NERO NORCIA Mostra Mercato Nazionale del Tartufo Nero Pregiato e dei Prodotti Tipici di Qualità. Profumi, sapori, e approfondimenti culturali per i sei giorni più gustosi dell’anno.
Anche la 46esima edizione, infatti, si articolerà secondo l’ormai consolidata formula del doppio fine settimana (20, 21 e 22 febbraio e 27, 28 febbraio e 1 marzo).  A tagliare il nastro inaugurale, insieme al commissario straordinario del Comune di Norcia, Giancarlo de Filippis, sarà il sottosegretario al ministero delle Politiche Agricole ON. ANTONIO BUONFIGLIO.
Subito dopo il vice direttore del Tg5 TONI CAPUOZZO avrà il compito di presentare il Paniere dei Prodotti Tipici presenti all’esposizione nursina.
Questa del 2009 si presenta come una edizione con molte novità, a cominciare dalla collaborazione con la società Epta-Confcommercio cui fa capo la segreteria organizzativa degli eventi collaterali in programma .
Proprio gli eventi collaterali assumeranno quest’anno un’importanza maggiore rispetto al passato, anche se il protagonista indiscusso della manifestazione resterà il nostro Tuber Melanosporum Vittadini (Tartufo Nero Pregiato di Norcia).
NERO NORCIA 2009 sarà, infatti, caratterizzato da una forte interattività. Non solo esposizione di prodotti tipici di qualità, con particolare attenzione alle eccellenze di Norcia, della Valnerina e dell’Umbria in generale, ma anche, ad esempio, la possibilità di apprendere i segreti più intimi di una cucina da chef a cinque stelle.
Nel cortile del complesso monumentale di San Francesco, in pieno centro storico, infatti, il Cedrav, in collaborazione con Eatalian Style allestirà una vera e propria “OFFICINA DEL GUSTO” all’interno della quale, grazie a chef professionisti, sarà possibile conoscere sotto un altro punto di vista, quello della cucina, le eccellenze gastronomiche del territorio. I piatti oggetto delle lezioni, teoriche e pratiche (sono previsti due momenti di incontro al giorno, in entrambi i fine settimana), saranno poi offerti in degustazione previa prenotazione (entry ticket Euro 5,00) presso la società Epta-Confcommercio (Tel. 075.5005577 oppure in loco direttamente all’Officina del Gusto).
Ma c’è di più. Domenica 1 marzo lungo via della Circonvallazione, nella zona di fronte a Porta Romana, esperti cavatori metteranno alla prova i loro migliori segugi allestendo così un’affascinante dimostrazione di cava del prezioso tubero. I giardini pubblici appena fuori le mura e piazza Sergio Forti (nel centro storico), invece, saranno teatro delle rappresentazioni degli antichi mestieri: il maniscalco (sabato 21 febbraio), il casaro (domenica 22 febbraio), il norcino (domenica 22 febbraio), il fabbro (domenica 1 marzo). Sempre in piazza Sergio Forti, domenica 1 marzo (pomeriggio) appuntamento con “Prosciutto Show: la fetta più trasparente”, gara di abilità tra norcini che dovranno tagliare una fetta di prosciutto di almeno 25 centimetri, ma più fina e trasparente possibile.
Non mancheranno i momenti culturali, di spessore anche internazionale. Sabato 21 febbraio, in Comune, presentazione del libro “Labaro e Medagliere – I Cruciani o Crociani di Serravalle di Norcia nel Ducato di Spoleto”. Giovedì 26 febbraio, alle 17.30, nell’auditorium di San Francesco, la corale “Gildo Antonioni” di Norcia, diretta dal maestro Luca Garbini, ospiterà i giovani dell’ “Orchestra della città gemellata di Ottobeuren” diretti dal maestro Josef Miltschitzky. Sabato 28
febbraio, al teatro civico (ore 18), concerto del “Complesso Bandistico Città di Norcia”. Nel Circuito museale nursino (Palazzo del Vignola, piazza San Benedetto) l’associazione Archeonursia e l’associazione Balestrieri di Norcia realizzeranno visite guidate in costume d’epoca rinascimentale. Sempre all’interno del Palazzo del Vignola sono in programma animazioni e rievocazioni storiche di epoca rinascimentale, con musiche e performance teatrali. Sono previste anche mostre fotografiche (Francalancia, Palazzo del Vignola), pittoriche (Bizzarri, complesso monumentale San Francesco), documentarie, iconografiche (Servizio turistico associato Valnerina, portico delle Misure).
Ricco anche il programma convegnistico. L’inaugurazione dell’edizione 2009 di Nero Norcia sarà preceduta, venerdì 20 febbraio (ore 10), da un momento di approfondimento sui 60 anni della Costituzione della Repubblica Italiana. Interverranno, oltre al commissario straordinario del Comune di Norcia e vice prefetto della Provincia di Perugia, Giancarlo de Filippis, anche Pietro Renzini, già dirigente della Polizia di Stato di Perugia e Carmine Esposito, magistrato di Sorveglianza presso il tribunale di Perugia.  Nei giorni successivi la maggior parte degli incontri sarà comunque incentrata sulla qualità dei prodotti tipici, intesa come volano imprescindibile di promozione e sviluppo turistico ed economico del comprensorio.