Sj- Consumatori consumati da balzelli,tasse,multe e “punizioni pecuniarie”

SPOLETO
giovedì 23 ottobre 2008

ATTENZIONE: PAGATE REGOLARMENTE LE BOLLETTE VUS, O ARRIVERANNO MULTE SALATISSIME

fonte:Redazione

Consumatori consumati da balzelli,tasse,multe e “punizioni pecuniarie”

Foligno-Spoleto-Valnerina, 23/10/2008

Ci è giunta in redazione una segnalazione, con documentazione, di un distacco da parte della VUS di una fornitura di gas ad una famiglia per il mancato pagamento di una bolletta di circa 60.00 euro scaduta da un pò di tempo per dimenticanza o negligenza visto che sono state pagate le successive, nulla da eccepire fin qui. I problemi che il lettore ci vuole sottoporre sono: perchè la lettera di segnalazione del distacco arriva addirittura dopo 3-4 giorni dal distacco avvenuto e del riallaccio visto l’immediato pagamento?
Il costo della riattivazione poi è di 90.00 euro, che cos’è una punizione per il consumatore che non ha pagato nei termini previsti, sono gli interessi di mora o vogliono guadagnare anche in questa operazione visto i pochi minuti impegnati dall’operatore per distaccare e riallaccare il gas. In tempi difficili per l’economia delle famiglie 90.00 euro sono veramente troppi.
Il sindacato dei consumatori intervenga per sanare questa anomalia messa in atto dalla VUS.

Sj- Preoccupati i nostri lettori spoletini e non solo per il crollo delle borse

Nei prossimi mesi

si vedranno gli effetti nefasti

dell’andamento pazzo

delle borse di questi giorni,

come difendersi?

Caro Direttore,

da qualche giorno, non dormo affatto tranquillo. La bufera finanziaria che sta investendo tutto il mondo potrebbe abbattersi anche sulla nostra città dove già non possiamo vantare una florida economia. Mi sconcerta il fatto che molti di noi hanno investito in titoli e obbligazioni, fidandoci completamente degli addetti ai lavori, ed essendo molto ignoranti in materia non abbiamo mai chiesto, dove finissero i nostri soldi e su quali canali venissero investiti.

Mi piacerebbe capire anche dall’informazione che quotidianamente ci offrite se le Banche presenti in città, hanno dichiarato palesemente eventuali perdite legate a questo momento pazzesco economico dove le borse hanno la febbre a quaranta.

Rispettosamente

N.G.

Gentilissimo signore,

Lei ha posto un problema serissimo di cui ancora poco si parla a livello locale, è chiaro che la nostra comunità non potrà essere un’isola felice. Alcuni investimenti vengono fatti sempre controllando lo stato delle banche o delle assicurazioni prima di fare qualsiasi investimento e ad esempio, il colosso bancario Lehman Brothers, aveva le carte in regola fino al giorno prima del crollo verticale.

Giusta dunque la sua preoccupazione che poniamo all’attenzione dei tanti operatori del territorio, invitandoli a far conoscere la sitazione reale del rischio dei tanti clienti che hanno investito, magari in quei titoli che sono nell’occhio del ciclone e per capire anche, come ci si può difendere da eventuali perdite.

Il momento drammatico che tutto il mondo attraversa ha connotazioni stranissime, come dichiarava ieri lo stesso Profumo (Unicredit), -è uno sconvolgimento borsistico mai visto prima-, anche se ha tranquillizzato i clienti dichiarando l’assoluta solidità di una delle banche più importantinel quadro economico nazionale e internazionale.

Tutti invitano alla calma e ad una visione reale delle cose, è comunque importante andare presso il proprio istituto di credito e chiedere lumi sugli investimenti fatti, onde evitare nei prossimi mesi brutte sorprese.

Intanto 27 paesi europei firmano un accordo per la difesa degli investitori dopo il suggerimento di Silvio Berlusconi.

Mariolina SAVINO