Sj- ROSSOBASTARDOLIVE TOUR UMBRO

NARNI
lunedì 31 agosto 2009
IN GRANDE STILE A NARNI IL SALUTO ROSSOBASTARDO PER IL GRAN FINALE E….SI RIPARTE!
fonte: ANTONELLA MANNI, UFFICIO STAMPA

IN GRANDE STILE A NARNI SI CHIUDE LA SECONDA EDIZIONE FRINGE IN UMBRIA DOPO L’ESPERIENZA POSITIVA SPOLETINA

Con Toni Green, Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner
COMUNICATO STAMPA
Gran finale al Rossobastardo live ieri sera, domenica 30 agosto, sul primo palcoscenico libero e alternativo dell’Umbria il cui nome è ispirato dal vino rosso che si produce a Bastardo, piccolo centro umbro tra Spoleto, Todi e Montefalco. Per fare festa, sono saliti insieme alla ribalta del locale “fringe”, tutti gli artisti della Menphis Parade: da Toni Green, cantante dotata di una voce straordinaria ed uno stile particolarissimo, a Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner. Dopo le loro esibizioni per il Narni Black Festival, le star della musica black hanno voluto siglare così, in allegria, la conclusione della manifestazione.
Si chiude in questo modo anche l’entusiasmante l’esperienza di Rossobastardo live 09 in un Caffè del Teatro Comunale di Narni (Tr) stracolmo di pubblico e in sinergia con il Narni Black Festival.
Un percorso innovativo, quello di Rossobastrado live, iniziato quest’anno in Umbria al Festival dei Due Mondi di Spoleto e organizzato in collaborazione con Offucina Eclettic Arts sotto la direzione artistica di Andrea Paciotto.

Il progetto, promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, si è proposto di mantenere aperta una finestra sul mondo della creatività contemporanea e ha offerto visibilità a tutti gli artisti e a tutte le discipline artistiche dello spettacolo e delle arti visive contemporanee (teatro, danza, musica, performance, DJ/VJ, video, arti visive e installazioni) con singoli artisti o gruppi arrivati da tutta Europa, coinvolti attraverso un bando di partecipazione.

Rossobastardo live ‘09 è stato quest’anno un punto di riferimento per coloro che desideravano presentare il proprio lavoro nel contesto di importanti manifestazioni artistiche in Umbria. Per promuovere e far conoscere nuove idee, favorire l’incontro e lo scambio culturale ed artistico.

All’interno del Rossobastardo live ‘09 è stata aperta anche una sezione a tema, una sorta di concorso d’idee, che si è proposta di mettere in contatto creativi dell’immagine e della comunicazione con il mondo dell’imprenditoria vitivinicola. Pertanto è stato richiesto agli artisti di inviare idee e proposte per quello che riguarda il design di una ipotetica campagna di comunicazione (etichette, bottiglie, gadgets, slogan, spot e campagne pubblicitarie) del vino Rossobastardo. Le proposte per questa sezione verranno premiate durante la vendemmia che si terrà il prossimo 4 ottobre 2009.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09 è un progetto promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, organizzato con la collaborazione di Offucina Eclectic Arts.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09
Offucina Eclectic Arts – Via XVII Settembre – 06049 Spoleto (PG)
Tel. 0743-222601 – Mail: info@rossobastardolive.net.

Ufficio Stampa
Antonella Manni
Cell. 339.5993281
E-mail: aciemme@virgilio.it

torna indietro

Sj- VALERIA SEVERINI E IL SUO MARE SPOLETANO!

SPOLETO
domenica 30 agosto 2009
MARE NOSTRUM- UNA SPLENDIDA VALERIA SEVERINI NEL MARE UMBRO!
fonte: MARIOLINA SAVINO

QUANDO UNA REGIONE VERDEGGIANTE COME L’UMBRIA HA UNA SOLA PECCA, NIENTE MARE MEDITERRANEO….
NIENTE PAURA, BASTA ORGANIZZARSI E ANDARE IN PISCINA…!

VALERIA, CAVALLO DI RAZZA DELLE GRAFICHE SEVERINI, SEMPRE IN CORSA, PRONTA A COGLIERE L’ATTIMO PER CREARE, INNOVARE, PROPORRE INIZIATIVE EDITORIALI PER LA VALORIZZAZIONE DI UN TERRITORIO CHE DI IMMAGINI E DI BELLEZZE NE HA DA VENDERE, SI PRENDE SEMPRE UN FINE SETTIMANA DI RELAX CON LA FIGLIA E LE AMICHE IN PISCINA.

“E’ il nostro piccolo mare, dice Valeria, il modo migliore per passare un pò di tempo con i propri figli, per ritemprare il corpo e la mente ed essere poi pronti il lunedì per nuove sfide!”

L’Umbria offre tanti svaghi estivi, dagli itinerari in montagna ai percorsi religosi o in bici, dalle visite ai musei ai tanti percorsi culturali che sono amati dai turisti, sempre alla ricerca di immagini da immortalare e riguardare al proprio ritorno, insieme agli amici.

Sempre in piscina, si incontrano tante persone che provengono da tanti paesei differenti, come tre splendide signore toscane che amando l’Umbria hanno preferito Spoleto per il loro mese di ferie, accompagnate dai loro deliziosi amici a quattrozampe.

In un piccolo angolo di bosco, proprio a ridosso della piscina di Torricella, le tre amiche hanno potuto prendere il sole, stare in compagnia dei propri inseparabili cagnolini e a turno hanno fatto il bagno nelle acque cristalline.
Cogliamo l’occasione per salutarle dal nostro network Spoletoclick perchè ieri è stato il loro ultimo giorno di vacanza, oggi ritornano a Firenze e da domani a loro dire, purtroppo…, si torna a lavorare!!!!

E di questi tempi dove dalla cronaca si evince che nella mia amata Melfi, in Basilicata, la Fiat aveva deciso di lasciare tanti operai a casa sorpresi dalla notizia al ritorno delle ferie, tornare a lavorare, garantito, è davvero un lusso prezioso!

Dal Mare nostrum spoletino a tutti voi, un augurio di una buona e serena domenica dalla sempre vostra

Mariolina Savino

torna indietro

Sj- CARLO VERDONE RACCONTA ALFONSO MARCHESE E IL SUO LIBRO “MIRACOLO IN SICILIA”

LIBRERIA
SPOLETO
domenica 30 agosto 2009
MIRACOLO A SPOLETO-……DUE VERDONE E UN MARCHESE!
fonte: DIRETTORE MARIOLINA SAVINO

MEGLIO UNA SALA PICCOLA GREMITA CHE UNA SALA GRANDE MEZZA VUOTA….SI DICE COSI’ QUANDO SI SCEGLIE IL LUOGO DI UN CONVEGNO, DI UN INCONTRO O MEGLIO ANCORA PER PRESENTARE UN LIBRO MA….

QUANDO IL LIBRO E’ FIRMATO DAL COLLEGA GIORNALISTA E SCRITTORE ALFONSO MARCHESE E A PRESENTARE L’OPERA, SI PRESENTANO NON UNO MA BEN DUE FRATELLI VERDONE, DI CUI CARLO, ATTORE AMATO E STIMATO E DIRETTO EREDE CONCLAMATO DI ALBERTO SORDI, BE’ ALLORA POSSIAMO DIRE A RAGIONE, CHE MANCO IL NUOVO PALATENDA, AVREBBE POTURO CONTENERE TUTTI COLORO CHE IERI NON HANNO POTUTO ASSISTERE ALL’EVENTO.

IL BINOMIO VERDONE-MARCHESE, SI E’ COSTITUITO TANTISSIMI ANNI FA A ROMA, COMPLICI GLI STUDI DI CINEMA, REGIA E TEATRO, I DUE HANNO STRETTO UN’AMICIZIA CHE ORMAI CONTA TANTE PRIMAVERE, E, IN QUESTA OCCASIONE, CARLO HA SCRITTO LA PREFAZIONE DELL’OPERA STILE LETTERARIO BAROCCO, CHE RACCONTA UNA GUSTOSISSIMA SICILIA, ROMANTICA, AMMICCANTE E PROVOCATRICE!

Alfonso Marchese non è nuovo a queste esperienze letterarie e già pensa ad un prossimo libro sulla sua tanto amata Spoleto, intanto ha goduto dell’affetto di tanti colleghi, amici e lettori che hanno riempito all’inverosimile la saletta di Palazzo Mauri, forse a causa della data scelta, lo scrittore/giornalista, aveva sottovalutato la grande forza di Carlo Verdone che ha certamente contribuito a valorizzare l’incontro, trasformando in una lezione di vita, quella che poteva essere “solo” la presentazione di “MIRACOLO IN SICILIA”

Carlo Verdone ha detto cose importanti che devono far riflettere il mondo dell’arte e dello spettacolo e sopratutto della politica e della cultura- “Oggi si avverte la decadenza dello spettacolo nel suo intero apparato, l’opera deve essere tale, così come il cinema, la musica, e l’arte in genere, dove idee e genio, devono prevalere su tutto il resto.
Gli anni d’oro di un Italia che ha segnato con Rossellini una sorta di Rinascimento del cinema italiano dovranno addivenire, o come Gian Carlo Menotti… una scoperta continua del nuovo, del non ancora appurato, o ancora le scoperte di geni della musica classica e moderna che in questo momento, non stanno dando frutti di originalità, ma la forte sensazione di una decadenza pari a quella di tanti valori, che la nostra attuale società ha perso e che fatica ad apprezzare e riscoprire.
Internet- continua il grande Carlo Verdone- è un mezzo importante ma guai a farlo gestire a chiunque, ci vuole testa e cuore, professionalità, e responsabilità per evitare sterili strumentalizzazioni se non, a volte, la travisazione della realtà , così come facebook, utile contenitore virtuale delle nostre tante amicizie.
Un mezzo di comunicazione fantastico e immediato, ma se la sera non ci si incontra in piazza con gli amici in carne ed ossa, è solo l’illusione di quello che non si tange, insomma una drammatica costatazione di una sotitudine…condivisa da tanti altri soli!.”

Presentato il libro di Alfonso Marchese, ricco di spunti di una italianità descritta tante volte da Camilleri e da altri autori sanguigni del sud, tutti gli invitati si sono trasferiti in Piazza Duomo dove si è dato il via all’inaugurazione di un altro importante evento organizzato da giovani spoletini dove l’attore Biondi, ha assistito alle performance dei poeti presenti e all’esposizione della natura della nuova Associazione Fare Cultura patrocinata da vari Enti e da ATPAI,  a cura del nostro direttore editoriale Simone Fagioli presso la Galleria PoliArte di Spoleto.

Foto a cura di Mariolina Savino

torna indietro

Sj- NETWORK SPOLETOCLICK E COLLEGATI, NE’ BLOG NE’ SITI DI PROVINCIA…PORTALI TURISTICI E DI INFORMAZIONE FREE IN RETE!

UMBRIA
domenica 21 giugno 2009
MARIOLINA SAVINO: FARE, SAPER FARE, FAI SAPERE AGLI ALTRI CIO’ CHE SAI FARE!
fonte: SCUOLA GI GIORNALISMO PERUGIA

SPOLETOCLICK E UMBRIACLICK -VISTI E COMMENTATI- DAI COLLEGHI DELLA SCUOLA DI GIORNALISMO DI PERUGIA
fonte: Quattro Colonne- Scuola Giornalismo Perugia

Mariolina Savino racconta la nascita della sua pagina web
L’ UmbriaClick.it nella Rete
Un sito d’informazione sulla regione e sullo sviluppo della rete locale

di Giuseppe Lisi

«Tutta l’Umbria a portata di mouse». Raccontare il territorio, i problemi e lo sviluppo della regione e delle realtà locali tramite la Rete, informando coloro che navigano su Internet. E’ questo l’obiettivo di Umbriaclick.it, un sito d’informazione locale nato nel 2005 a Spoleto. La fondatrice, Mariolina Savino, racconta così l’avvicinamento a questo mondo: «Sono stata attratta da Internet, incuriosita dalla velocità con cui si possono ottenere e inoltrare le notizie, nonché dalla possibilità di poter sfruttare nuovi strumenti come photoshop, un programma che serve a elaborare e ritoccare le foto».

La rete locale – Giornalista pubblicista da molti anni, ha mantenuto un rapporto costante con le testate giornalistiche locali. Un rapporto che le ha permesso di creare una fitta rete di contatti, grazie alla quale riesce ad inserire sempre più notizie e informazioni nel proprio portale web. Sono molti anche i giovani interessati a collaborare con lei: «Ricevo circa 200 mail al giorno da molti volontari che si offrono di scrivere pezzi. Tra loro, la maggior parte sono studenti universitari, che hanno intenzione di intraprendere questa carriera. L’unica cosa che chiedo a coloro che mi scrivono e che vogliono lavorare volontariamente (Giornalisti Volontari ATPAI)per questi portali è l’onestà».

Pochi gli investimenti pubblicitari – Il problema principale che ha trovato lungo la strada è stato quello di trovare fondi per la sopravvivenza del suo sito: « C’è ancora poca fiducia da parte dei pubblicitari verso questo mondo. Ma d’altronde vendere pubblicità non è per tutti». Nonostante questo gli sponsor sono arrivati e con essi anche i proventi per mantenere aperto il sito, che continua ad avere numerosi contatti tutti i giorni.
Il rapporto con gli altri blogger locali? «Il mio rapporto con loro è abbastanza conflittuale. Forse ho pestato i piedi a qualcuno».

Ignorati dai giornali, superati da Facebook nel dar voce al territorio
Blog e Umbria: la rivoluzione può attendere
Ancora pochi i blogger che raccontano a fondo la regione

di Martino Villosio

Se l’ultima copia del New York Times verrà venduta nel 2043, il “Corriere dell’Umbria” in versione cartacea potrebbe sopravvivere persino più a lungo. Per le granitiche certezze di un profeta della rivoluzione via blog, il panorama umbro rischia di essere disorientante. Da “Ternimania” a “SpoletoClick”, passando per “PerugiaNotizie”, i blog locali più attenti al territorio parlano delle città per segnalare eventi e iniziative. Fornire news sull’amministrazione. Stimolare l’interazione su quella piazza “virtuale” che per alcuni è destinata a sostituire, a livello locale, il bar e il campanile della domenica. Un nucleo ristretto di siti “di servizio”, invece di una pattuglia sterminata di cittadini pronti a denunciare inefficienze e a beffare sul tempo i media tradizionali.

Casi estremi – Certo ci sono i casi isolati. Quelli che lasciano percepire, Sotto forma di esempi estremi, il cambiamento rapido che investe mondo dell’informazione. Lo scorso ottobre i genitori di un bambino di quindici mesi, morto per aver ingerito del metadone, sono finiti su tv e giornali. Accusati di pesanti negligenze. Il nonno, docente universitario all’Università di Perugia, ha bypassato i media tradizionali pubblicando sul blog dei suoi studenti una verità diversa, che ha viaggiato on line fino a far piovere rettifiche.
Il mondo universitario è stato sfiorato da un’altra vicenda, che offre invece il destro a chi critica il caos disinvolto dell’informazione in blogosfera. Un gruppo di blogger, gli “Onesti del Gallenga”, ha preso di mira nei mesi scorsi la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia. Formulando accuse pesanti e rigorosamente anonime. La polizia indaga ancora oggi, dopo una denuncia contro ignoti, sui responsabili di un sito che nel frattempo è stato chiuso.
Un altro caso interessante è quello di “Perugia Shock”. Un blog creato e gestito da un giornalista inglese che scrive sotto pseudonimo. “Frank” parla solo del caso Meredith, la studentessa uccisa nel capoluogo umbro un anno e mezzo fa. I giornalisti locali, dal “Corriere” al “Giornale dell’Umbria”, monitorano costantemente il suo sito.

Arriva Facebook – Mentre i giornali su web, da “Umbria Journal” a “Spoleto on line”, sono una fonte preziosa di spunti per i quotidiani cartacei e le tv umbre, il mosaico dei blog è un po’ trascurato. “Per carenza di voci autorevoli”, è la risposta più comune. Le redazioni preferiscono perlustrare Facebook. Dove si moltiplicano i comitati di cittadini riuniti intorno a una causa comune. Dove nascono gruppi di sostegno a candidati politici. Che fanno sentire il blog, così giovane, già un po’ polveroso.

A colloquio con il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria
«Una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog»
Le riflessioni e le aspettative sul rapporto tra giornalismo e nuove tecnologie

di Susanna Lemma

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti del’Umbria, Dante Ciliani, parla del rapporto tra il mondo dell’informazione alternativa ed il giornalismo tradizionale. Racconta i vizi e le virtù delle nuove frontiere della comunicazione, ponendo interrogativi che gli addetti ai lavori non possono piu` evitare.

Le riflessioni – Il cambiamento non è né positivo, né negativo. Avviene e basta. Bisogna saperlo valutare ed affrontare nei migliori dei modi. Il giornalismo può utilizzare internet finché questo risulta complementare alla professione e sia in grado di fornire dati certi e verificabili. Di certo, una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog.

Le aspettative – L’Italia non conosce ancora bene i pro ed i contro dello sviluppo tecnologico del giornalismo. Questa realtà crea confusione e rende difficile distinguere esperienze positive da quelle negative.

Sj- Spoleto verso un futuro condiviso, cena e stelle in BORGO! foto e news per voi da Mariolina Savino

VIVI L’UMBRIA
SPOLETO
venerdì 7 agosto 2009
A BORGO? UNA RIVOLUZIONE PACIFICA E FESTA DI CONCILIAZIONE SOTTO LE STELLE!
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

EVENTO PERFETTAMENTE RIUSCITO, CON TUTTI A SEDERE, POSTI ASSEGNATI E SERVIZIO, DA DEFINIRE ASSOLUTAMENTE BUONO.
QUALCHE NOME DEI SEGNAPOSTI, HA CAMBIATO PER UNA O o UNA A, IL SESSO DI CHI DA GIORGIO SI E’ CHIAMATO GIORGA, MA DICIAMO CHE L’ERRORE VENIALE, SU UNA COSI’ GRANDE CENA PER IL NUMERO DI OSPITI PAGANTI, CI PUO’ STARE.

Non è nostro stile descrivere l’evento come un compitino a casa, nè fare l’elenco dettagliato dei presenti, così senza offendere o gratificare nessuno, diremo che dal primo cittadino allo spoletino qualunque, la variegata assemblea ha avuto l’occasione di vivere una serata diversa in compagnia, allietati, questo va detto dalla straordinaria voce della Gentili accompagnata da Luca Panico, che si è avventurata in un classico di Claudio Villa come un amore così grande ed altri pezzi canori, per cui occorrono qualità vocali eccellenti.

La serata giusta, con una temperatura perfetta ha incorniciato un lavoro enorme che si è svolto dietro le quinte, fra riunioni, incontri e programmazione dettagiata dell’evento.

Possiamo anche definire l’evento quale serata di conciliazione, non che i due abbiano mai litigato personalmente, ma le tensioni dell’Ascom prima dell’elezione di Tattini, avevano creato qualche frizione e, vedere insieme in grande armonia il neo presidente con l’ex uscente Leonello Spitella, ha dato proprio il senso della ritrovata concordia, un’aria che si respira anche fra Daniele Benedetti e la città che dopo il breve saluto augurale, è stato applaudito senza distinzione da tutti i partecipanti, e le due parole scambiate con Laura Zampa che ci ha assicurato che in Provincia con la Giunta Guasticchi sono state poste le basi per un confronto sereno e che stride con le urla di chi vede sempre Spoleto spogliato di ruoli. Laura Zampa ha tenuto a sottolineare il ruolo alto dei consiglieri provinciali che devono provvedere ai bisogni di tutti gli abitanti della provincia, aggiungendo una postilla importante e imprescindibile, “ho detto a Guasticchi: Va tutto bene, disponibilissimi a collaborare ma non ultimo da ricordare, io sono e riamango spoletina!”

Insomma la politica c’entra anche quando si parla d’altro, certo è che sorridenti e felici di aver vissuto una serata “diversa”, gli ospiti hanno ritirato numerosi premi, estratti durante la lotteria, messi a disposizione da numerosi negozi e servizi di Borgo, dandosi appuntaamento…. chissà al Centro storico?! :-), dove riportare gente e armonia è ormai un punto preso da parte di tutti, nessuno escluso!
Fuori programma, il balletto del presidente di Borgo De Angelis e degli organizzatori dell’evento che, si sono concessi un momento ricco di risate, balli e canti per chiudere in bellezza una settimana impegnativa.
Il conduttore Marcello Mignatti, l’ome amico de casa, per tutti gli spoletini che sono legati con sincero affetto al Marcellone tuttofare, ha scandito con i suoi interventi le varie fasi della serata, già pensando alla cena sotto le stelle che nell’Osteria del Tempo Perso, si terrà la notte di San Lorenzo.
Nei saluti finali non ha dimenticato di ringraziare l’imprenditore Luciano Belli, sponsor ufficiale dell’evento e le cantine che hanno adottato ognuno un tavolo e infine, il cuoco dei cuochi Fabio Ferretti che con simpatia ed esperienza, ha preparato la cena spoletina per tutti, oltre ai numerosi camerieri e tutti coloro che non si sono riparmiati, per la buona riuscita di tutta la serata.

torna indietro

Sj- network Umbriaclick e Spoletoclick, qualità news in rete da Mariolina Savino

Spoleto
sabato 18 luglio 2009
RUBATA L’INSEGNA DI SPOLETOCLICK…
INCOMPRENSIBILI GESTI CHE DAVVERO DENUNCIANO L’INCIVILTA’ DI QUALCUNO, CHE IGNORANDO POSSIBILI SISTEMI DI TELECAMERE E CONTROLLI, AGISCE INDISTURBATO FACENDO PROPRIE, COSE ALTRUI, NON RISPETTANDO MINIMAMENTE GLI ALTRI.
CI RIFERIAMO AD UN MANUFATTO CON

Foligno
sabato 18 luglio 2009
CANTI & DISCANTI- OMAGGIO A TOTO’ IL 21 LUGLIO ALLE ORE 21

Nell’ambito del Festival Canti & Discanti di Foligno,
martedi’ 21 luglio 2009 alle ore 21.00 presso
l’Auditorium San Domenico di Foligno la Compagnia di
Spettacolo ” Il Poeta Toto’ ” …

Perugia
sabato 18 luglio 2009
UMBRIAJAZZ- QUESTA SERA SARÀ LA VOTA DI JAMES TAYLOR AND BAND
Si apre l’ultimo weekend di Umbria Jazz 2009

Questa sera sarà la vota di James Taylor and Band. Saranno presenti Steve Gadd, Larry Goldings, Jimmy Johnson, Mike Laudan, Kate Markowitz, Arnold McCuller ed Andrea

Umbria
sabato 18 luglio 2009
AIAB AIAB ESORTA L’ASSESSORE LIVIANTONI PER LA REVISIONE DEL PIANO DI SVILUPPO RURALE

Il presidente umbro Vizioli: “Necessario sostenere il settore biologico per affrontare le sfide ambientali di contrasto ai cambiamenti climatici”

Nuovi fondi stanziati dall’Unione Europea da inserire nelle modifiche al PSR 2007–2013 per sostenere

Italia
sabato 18 luglio 2009
SISMA ABRUZZO- IN VISITA IL CONSIGLIO REGIONALE UMBRO PRESSO LE ZONE COLPITE

Terremoto l’aquila: il consiglio regionale in visita nelle aree colpite dal sisma.

I presidenti delle assemblee umbra e abruzzese propongono di creare una rete tra le regioni della …

Castel Ritaldi
sabato 18 luglio 2009
ARIA DI PALIO E LUCA TERENZI CERCA FIGURANTI
DIAMO SPAZIO ALL’APPELLO DI LUCA TERENZI CHE CERCA FIGURANTI PER IL CORTEO DEL PALIO CHE A CASTEL RITALDI E’ IN DIRITTURA DI ARRIVO E SI SVOLGERA’ IL 1° AGOSTO PER LE STRADE DELL’AMENO BORGO.

Mondo
venerdì 17 luglio 2009
TURBINE VATICANO, ESTATE ROVENTE DI AVVICENDAMENTI DI VESCOVI E ARCIVESCOVI
La segreteria di Stato della Santa Sede cambia volto in modo importante.
Sono le prime nomine numericamente e qualitativamente significative dopo il “caso Richard Williamson” – il vescovo lefebvriano negazionista sulla Shoah – che tanto aveva fatto auspicare
Preci
venerdì 17 luglio 2009
PANE PROSCIUTTO E FANTASIA. NOVITA’ NOTTE BIANCA DEL GUSTO!
PROGRAMMA

Sabato 25 Luglio 2009

SJ- TANTI RICORDI DI ANNI DI LAVORO E FOTO CHE SCANDISCONO IL TEMPO CHE PASSA….

E SEMBRA IERI CHE MONSIGNORE PRESE VISIONE DI PICCOLE UMBRIE, IL NOSTRO GIORNALE MENSILE CHE PER ANNI HA INFORMATO IL TERRITORIO DI TANTE PICCOLE E GRANDI MANIFESTAZIONI CHE SI SONO TENUTE A SPOLETO E IN UMBRIA E A VOLTE ADDIRITTURA IN ITALIA, COME IL CIBUS DI PARMA, E ANCORA E ANCORA….

POI L’AVVENTO DI UMBRIA E CAMPANILI E NEL FRATTEMPO LA RETE SEMPRE PIU’ NEI NOSTRI PENSIERI E NEGLI OCCHI DEI NOSTRI LETTORI CHE , COMODAMENTE, POTEVANO LEGGERE DI TUTTO E DI PIU’ ANCHE DALL’ALTRA PARTE DEL GLOBO, GRAZIE AL NOSTRO LAVORO COSTANTE E VOLONTARIO DI GIORNALISTI INNAMMORATI DELL’UMBRIA CON UMBRIACLICK.

E POI ANCORA SPOLETOCLICK, LA NOSTRA SCOMMESSA IN UN TERRITORIO MOLTO PIU’ DIVISO DI ALTRI, DOVE PICCOLI E GRANDI VELENI HANNO INSIDIATO UN LAVORO SPECIALE, ONESTO E  DI GRANDE IMPATTO GRAFICO E GIORNALISTICO, CHE PIU’ VOLTE E’ STATO TENTATO DI OSCURARE.

MA LA TIGNA E’ TIGNA E IMPERTERRITI FORNIAMO LA NOSTRA ALTRAINFORMAZIONE, QUELLA LIBERA, INDIPENDENTE, GIOIOSA E CRITICA QUANDO CI VUOLE… CON  UN TEMPO DI LETTURA ECCEZIONALE CHE SUPERA BEN NOTI NETWORK NAZIONALI.

DOBBIAMO A MONSIGNOR RICCARDO FONTANA IL RICONOSCIMENTO DELL’AUTOREVOLEZZA DI MOLTI DI NOI CHIAMATI SENTINELLE DEL TERRITORIO, PER LA GRANDE CONSIERAZIONE E ATTENZIONE CHE HA POSTO AI NOSTRI MANUFATTI, AGLI ARTICOLI E ALLE FOTO, CHE IN QUESTI ANNI HANNO VIVACIZZATO UNA CERTA MONOTONIA EDITORIALE SPOLETINA CHE  PER UN PERIODO TROPPO LUNGO SI ERA FOSSILIZZATA SOLO SU ALCUNI MEZZI DI COMUNICAZIONE.

IL PRIMO ARCIVESCOVO, RICCARDO FONTANA,  CHE NEL NOSTRO TERRITORIO HA INIZIATO UN PERCORSO COMUNICATIVO IMPORTANTE CON I GIORNALISTI, RADUNANDOLI INTORNO A SE IN OCCASIONE DEL PATRONO DEI MEDIA SAN FRANCESCO DI SALES, CREANDO UN APPUNTAMENTO FISSO CON MESSA, CORDIALE CHIACCHIERATA DI APPROFONDIMENTO DI PROBLEMATICHE LEGATE AL TERRITORIO E PRANZO FINALE.

UN GRAZIE SENTITO DUNQUE A COLUI CHE HA SAPUTO EVIDENZIARE IL LAVORO DI TUTTI, NESSUNO ESCLUSO, INVITANDO (PURTROPPO SENZA SUCCESSO) AD UN CLIMA SERENO E MENO BATTAGLIERO FRA COLORO CHE DI TALE SETTORE NE FANNO PARTE E CHE, SOFFRONO DI TANTA ASPREZZA NEI RAPPORTI, INGIUSTIFICATA E DANNOSA PER TUTTI.

SIAMO CERTI CHE IL NUOVO ARCIVESCOVO PROSEGUIRA’ SU QUESTO CAMMINO, ESSENDO UN ESPERTO IN COMUNICAZIONI SOCIALI E IN PROBLEMATICHE LEGATE ALLA PROFESSIONE GIORNALISTICA E DEI MEDIA.

SJ- IL NOSTRO ARCIVESCOVO SALUTA LA DIOCESI E CONTEMPORANEAMENTE GIUNGE IL MESSAGGIO DI RENATO BOCCARDO DA ROMA

MAGAZINE ONLINE
SPOLETO
giovedì 16 luglio 2009
IL PRIMO MESSAGGIO DI MONSIGNOR RENATO BOCCARDO AGLI SPOLETINI
fonte: DIRETTORE MARIOLINA SAVINO

COME ANNUNCIATO DAL NOSTRO NETWORK SPOLETOCLICK&UMBRIACLICK, SOLO QUANDO LA NOTIZIA ERA ORMAI CERTA, MONSIGNOR RENATO BOCCARDO (PRESUMIBILMENTE ENTRERA’) UFFICIALMENTE IN SPOLETO DOMENICA 4 OTTOBRE, GIORNO DI SAN FRANCESCO DI ASSISI, IN DUOMO SOSTITUENDO COSI’ L’ARCIVESCOVO RICCARDO FONTANA CHE SALUTERA’ LA CITTA’ OSPITE IL 30 AGOSTO DALLA CATTEDRALE.

QUESTA MATTINA FONTANA HA RADUNATO TUTTI COLORO CHE GLI SONO STATI VICINI IN QUESTI ANNI.
IN PRIMIS IL NEO ELETTO SINDACO DI SPOLETO: DANIELE BENEDETTI, IL SINDACO DI FRESCA NOMINA DI NORCIA, GIAMPAOLO STEFANELLI, I DIACONI, PRETI, AGOSTINIANI, PASSIONISTI, BENEDETTINI, PRESENTE IN SALA PADRE CASSIAN FOLSOM, LA STAMPA LOCALE E REGIONALE, OLTRE A TANTI AMICI E COLLABORATORI, PER RINGRAZIARLI DELL’ASSISTENZA RICEVUTA IN QUATTORDICI ANNI DI MINISTERO IN TUTTA LA DIOCESI.

GRANDE COMMOZIONE E QUALCHE LACRIMA SINCERA SGORGATA PROPRIO DAGLI OCCHI DEL PRESULE, CHE HA TENTATO DI SURCLASSARE LA PROPRIA DEBOLEZZA UMANA, INFINE HA CEDUTO, ASSISTITO DALLA SIGNORA ANNA TOSTI, CHE GLI HA PRONTAMENTE FORNITO UN FAZZOLETTINO DI CARTA.

FOTO DI RITO CON IL COMANDANTE MEGNA E CON ALTRI MILITARI, ABBRACCI CON I NUMEROSI GIOVANI DELL’ARCIDIOCESI CHE SONO CRESCIUTI PROPRIO ALL’OMBRA DI RICCARDO FONTANA, E IL SALUTO COMMOSSO A DON SANTE QUINTILIANI DI ROCCAPORENA, MEMORIA STORICA DI OLTRE SESSANTANNI DI IMPEGNO SACERDOTALE CONTINUATO, NELLA TERRA NATIA DI SANTA RITA.

DOPO IL SALUTO GENERALE, I GIORNALISTI HANNO VOLUTO INCONTRARE L’ARCIVESCOVO COME ACCADE ORMAI DA SEMPRE PER UN PERSONALE AUGURIO PER IL NUOVO INCARICO, E FORSE A BREVE UN PIC NIC PRESSO L’ABBAZIA DI Ss. FELICE E MAURO PROMOSSO DALLA SCRIVENTE, E ACCOLTO CON GRANDE ENTUSIASMO DA RICCARDO FONTANA.

PER UN ARCIVESCOVO CHE VA AD AREZZO, UN ARCIVESCOVO CHE ARRIVA DIRETTAMENTE DA ROMA, POCO PIU’ DI CINQUANTASETTE ANNI, DI BELL’ASPETTO, RESPONSABILE DEI MASS MEDIA, ORGANIZZATORE DELLE GIORNATE MONDIALI DELLA GIOVENTU’, INSOMMA IL NUMERO DUE DELLO STATO DELLA CITTA’ DEL VATICANO.

AGLI SPOLETINI IL SALUTO GIUNGE DIRETTAMENTE DA MONSIGNOR RENATO BOCCARDO CHE PUBBLICHIAMO INTEGRALMENTE.

Primo messaggio dell’Arcivescovo eletto mons. Renato Boccardo alla Chiesa di Spoleto-Norcia

Ai fratelli e sorelle che sono nell’Archidiocesi di Spoleto-Norcia, «credenti in Cristo Gesù: grazia a voi e pace da Dio, Padre nostro, e dal Signore Gesù Cristo» (Ef 1, 1-2).

Con trepidazione e con gioia ho accolto dalla parola del Santo Padre Benedetto XVI la chiamata di Dio a servire come Arcivescovo la Chiesa che è a Spoleto-Norcia. Vengo dunque a voi nel nome del Signore, pastore e custode delle nostre anime (cf 1 Pt 2,25), che guida il suo popolo con sapienza imperscrutabile e non gli fa mancare i mezzi e gli strumenti della salvezza.

Vengo a voi portando il Vangelo, del quale non mi vergogno (cf Rm 1,16) e per il quale intendo spendermi, non per fare da padrone sulla vostra fede, ma per essere collaboratore della vostra gioia (cf 2 Cor 1,24). Fedeli all’insegnamento della Chiesa e del Concilio Ecumenico Vaticano II, continuando la strada tracciata dal recente Sinodo Diocesano e dall’Arcivescovo Riccardo, al quale fin dal tempo degli studi mi uniscono sentimenti di stima e di fraterna amicizia, percorreremo insieme le vie della fede e della carità, per essere nel nostro tempo testimoni di Cristo risorto, speranza del mondo, e per offrire a tutti la testimonianza credibile del nostro amore e del nostro servizio, riservando una attenzione privilegiata a chi è più piccolo e povero.

Come Pietro e gli altri Apostoli, vengo a voi senza né oro né argento (cf At 3,6), ricco solo della parola del Signore che ascolteremo insieme e del Pane della vita che spezzeremo insieme, per attingervi la forza di edificare ogni giorno la civiltà dell’amore.

Saluto tutta la comunità diocesana: Mons. Vicario Generale ed i Sacerdoti secolari e religiosi, primi e preziosi collaboratori del Vescovo; le famiglie, cellula fondamentale della società civile ed ecclesiale, ed i giovani, speranza della Chiesa e del mondo, con i quali ho condiviso l’esperienza entusiasmante delle Giornate Mondiali della Gioventù; le persone consacrate che spendono l’esistenza nel servizio dell’evangelizzazione o vivono nel nascondimento della vita donata alla contemplazione; gli anziani e gli ammalati, che con la loro saggezza e la loro sofferenza illuminano e rendono fecondo il nostro cammino quotidiano.

Il mio pensiero si dirige poi agli uomini e donne di buona volontà che credono di non credere: troverete nel Vescovo un amico e un fratello, desideroso di incontrarvi, di conoscervi, di condividere con voi un tratto di strada.

Rivolgo infine un rispettoso saluto alle Autorità civili, con le quali mi impegno a lavorare nella ricerca e nella realizzazione del bene comune, a servizio dell’uomo e della sua promozione integrale, nella verità, nella giustizia, nella solidarietà e nella pace.

In questo momento, di fronte alla missione che il Signore mi affida, sento tutto il peso della mia povertà: guardo perciò con ammirazione alla lunga storia di fede, santità, cultura e tradizioni della gloriosa Chiesa spoletana-nursina e mi pongo con attenzione alla scuola dei grandi Santi che ne hanno segnato la vita – in particolare Ponziano, Benedetto, Scolastica e Rita – e continuano ad arricchirla con la luce della loro testimonianza e la potenza della loro intercessione.

A loro e a voi mi affido: pregate per il vostro nuovo Arcivescovo affinché, con il dono del suo Spirito, Iddio Altissimo gli conceda la sapienza del cuore ed egli sappia ascoltare ed accogliere ognuno di voi come dono prezioso ed accompagnarlo con saggezza e prudenza nella ricerca del Volto del Signore.

In attesa di incontrarvi, invoco su di me e su di voi, che già mi siete diventati cari (cf 1 Tess 2, 8), la protezione ed il sorriso materno della Madre del Signore, venerata nella nostra bella Basilica Cattedrale nel mistero della sua assunzione al Cielo, coronata di gloria e di onore, «segno di sicura speranza e di consolazione per il popolo di Dio che è in cammino» (LG 68).

+ Renato Boccardo
Arcivescovo eletto di Spoleto-Norcia

torna indietro

Portale informazione turistica UMBRIA ITALIA

SPOLETOJOURNAL-LE MOSTRE DI ATPAI, FAGIOLO SCULTORE & ELEUTERI PITTORE A SPOLETO

Umbria News

SPOLETO
martedì 30 giugno 2009
ATPAI- PETITE GALLERIE CULTURE PRESENTA LA MOSTRA DI FAGIOLO & ELEUTERI DAL 26 GIUGNO AL 12 LUGLIO IN VIA PLINIO 10
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

LE SCULTURE DI SILVANO FAGIOLO


Silvano Fagiolo lavora intensamente alla «sua» creta, chiuso quotidianamente nel suo studio. Studia le forme, manipola creta. Ha un rapporto privilegiato con questa materia che egli adopera per sviluppare, attraverso una grammatica artistica di sapore classico, temi e soggetti legati alla quotidianità, anzi – meglio – ai problemi, alle contraddizioni, ai sentimenti, alle problematiche che la quotidianità impone.
Si pensi, giusto per fare un esempio, al tema della vita, dalla paternità alla maternità, al dolore, alla «Adolescenza negata» che trova espressione proprio in una delle opere più forti, più cariche di umanità realizzate dallo scultore, un’opera che invita a riflettere intensamente su una gioventù sempre più in balia di piccoli e grandi drammi. Ma il tema della vita (perché è questo il filone maggiore seguito da Fagiolo, e su di esso si innesta anche la scultura appena citata) assume a tragicità nell’opera «Decadenza», dove è rappresentato il corpo di una donna malata, e in «Dolore» dove la Madonna rappresenta il dramma non soltanto di tutte le madri ma anche dei padri per la morte di un figlio. In quest’ultima opera è intenso il contrasto fra la drammatica sofferenza evidenzata nel volto di Maria e la serenità impressa in quella del Figlio.
Fagiolo manipola la creta e indaga l’animo umano. Chi conosce le statue e i bassorilievi da lui realizzati non può non pensare alla dignità della donna che non chiede ma accetta «La Carità», oppure alla mestizia dello sguardo in «Testa di giovane» donna, la fierezza un po’ dolente in «Testa di contadino», il felice abbandono di un bimbo tra le forti braccia di un trepidante padre che pur teme le incognite del futuro in «Paternità», oppure, infine, il candido ma tutt’altro che ingenuo sorriso di «Giovanni Paolo II».
Attraverso le sue sculture, quindi, Silvano Fagiolo “parla” agli altri, trasmette i moti del suo animo a chi osserva il prodotto delle sue mani, rappresenta il nitore degli affetti familiari, della sacralità dell’animo. Parla in modo pacato ma diretto. E lascia il segno. Il suo messaggio non ha bisogno di intermediari, di interpretazioni. Esso arriva immediato perché è vero, intimo. E si esprime con una cifra stilistica alta, che solo chi conosce realmente la forma delle cose, può utilizzare senza temere né critiche né cadute.

Andrea Di Nicola

Scultore e pittore nato a Rieti nel 1947 dove vive e lavora. Ha compiuto gli studi artistici nelle città di Terni e di Roma presso L’Accademia di Belle Arti e la Libera Accademia Del Nudo. Appassionato di scultura fin dalla giovane età sono di questo periodo il ritratto in terracotta del Nonno e il bassorilievo effettuato per il concorso in ricordo di Pier Luigi Mariani, poeta Reatino. Pur avendo giudizi critici lusinghieri, si dedica con più slancio alla pittura, al teatro e all’insegnamento di Arte e Immagine.
Solo negli anni novanta riprende l’arte plastica su stimolo di una persona cara e competente.
Da allora la sua produzione non si è mai interrotta lavorando con passione ottenendo opere di suggestivo interesse Tecnico-Artistico, apprezzate nelle varie mostre sia collettive che singole.
E’ inserito nel catalogo d’arte internazionale NOVART sez. italiana.

Tra le esposizioni più recenti:

Rieti, Sala Mostre del Comune
L’ Aquila, Palazzo dei Nobili
Vienna, Istituto di Cultura Russo
Firenze, Galleria Donatello
Spoleto, ATPAI-Petite Gallerie Culture

GLI ACQUERELLI DI WALTER ELEUTERI

Pittore finissimo, è nato a Rieti il 16.06.1929. dopo aver concluso gli studi, liceo artistico e Accademia di belle Arti a Roma, ha completato un percorso di studio e di profonda autocritica.

La sua pittura passa attraaverso l’uso di varie tecniche dallacquarello all’olio, acquaforte, pastello per interpretare a suo modo, soggetti disparati e pur sempre resi in movimento.

La qualità della sua ormai immensa collezione, viene appurata dall’osservatore che si lascia coinvolgere da tanta bellezza espressiva e delicata interpretazione del soggetto, lasciandosi inondare dal messaggio del pittore che trasmette le proprie pulsioni rendendole tangibili nello spazio attraverso una accurata esecuzione del disegno e del colore.

Mariolina Savino

torna indietro

Ristorante San Lorenzo Spoleto