SJ- TANTI RICORDI DI ANNI DI LAVORO E FOTO CHE SCANDISCONO IL TEMPO CHE PASSA….

E SEMBRA IERI CHE MONSIGNORE PRESE VISIONE DI PICCOLE UMBRIE, IL NOSTRO GIORNALE MENSILE CHE PER ANNI HA INFORMATO IL TERRITORIO DI TANTE PICCOLE E GRANDI MANIFESTAZIONI CHE SI SONO TENUTE A SPOLETO E IN UMBRIA E A VOLTE ADDIRITTURA IN ITALIA, COME IL CIBUS DI PARMA, E ANCORA E ANCORA….

POI L’AVVENTO DI UMBRIA E CAMPANILI E NEL FRATTEMPO LA RETE SEMPRE PIU’ NEI NOSTRI PENSIERI E NEGLI OCCHI DEI NOSTRI LETTORI CHE , COMODAMENTE, POTEVANO LEGGERE DI TUTTO E DI PIU’ ANCHE DALL’ALTRA PARTE DEL GLOBO, GRAZIE AL NOSTRO LAVORO COSTANTE E VOLONTARIO DI GIORNALISTI INNAMMORATI DELL’UMBRIA CON UMBRIACLICK.

E POI ANCORA SPOLETOCLICK, LA NOSTRA SCOMMESSA IN UN TERRITORIO MOLTO PIU’ DIVISO DI ALTRI, DOVE PICCOLI E GRANDI VELENI HANNO INSIDIATO UN LAVORO SPECIALE, ONESTO E  DI GRANDE IMPATTO GRAFICO E GIORNALISTICO, CHE PIU’ VOLTE E’ STATO TENTATO DI OSCURARE.

MA LA TIGNA E’ TIGNA E IMPERTERRITI FORNIAMO LA NOSTRA ALTRAINFORMAZIONE, QUELLA LIBERA, INDIPENDENTE, GIOIOSA E CRITICA QUANDO CI VUOLE… CON  UN TEMPO DI LETTURA ECCEZIONALE CHE SUPERA BEN NOTI NETWORK NAZIONALI.

DOBBIAMO A MONSIGNOR RICCARDO FONTANA IL RICONOSCIMENTO DELL’AUTOREVOLEZZA DI MOLTI DI NOI CHIAMATI SENTINELLE DEL TERRITORIO, PER LA GRANDE CONSIERAZIONE E ATTENZIONE CHE HA POSTO AI NOSTRI MANUFATTI, AGLI ARTICOLI E ALLE FOTO, CHE IN QUESTI ANNI HANNO VIVACIZZATO UNA CERTA MONOTONIA EDITORIALE SPOLETINA CHE  PER UN PERIODO TROPPO LUNGO SI ERA FOSSILIZZATA SOLO SU ALCUNI MEZZI DI COMUNICAZIONE.

IL PRIMO ARCIVESCOVO, RICCARDO FONTANA,  CHE NEL NOSTRO TERRITORIO HA INIZIATO UN PERCORSO COMUNICATIVO IMPORTANTE CON I GIORNALISTI, RADUNANDOLI INTORNO A SE IN OCCASIONE DEL PATRONO DEI MEDIA SAN FRANCESCO DI SALES, CREANDO UN APPUNTAMENTO FISSO CON MESSA, CORDIALE CHIACCHIERATA DI APPROFONDIMENTO DI PROBLEMATICHE LEGATE AL TERRITORIO E PRANZO FINALE.

UN GRAZIE SENTITO DUNQUE A COLUI CHE HA SAPUTO EVIDENZIARE IL LAVORO DI TUTTI, NESSUNO ESCLUSO, INVITANDO (PURTROPPO SENZA SUCCESSO) AD UN CLIMA SERENO E MENO BATTAGLIERO FRA COLORO CHE DI TALE SETTORE NE FANNO PARTE E CHE, SOFFRONO DI TANTA ASPREZZA NEI RAPPORTI, INGIUSTIFICATA E DANNOSA PER TUTTI.

SIAMO CERTI CHE IL NUOVO ARCIVESCOVO PROSEGUIRA’ SU QUESTO CAMMINO, ESSENDO UN ESPERTO IN COMUNICAZIONI SOCIALI E IN PROBLEMATICHE LEGATE ALLA PROFESSIONE GIORNALISTICA E DEI MEDIA.

Annunci

SPOLETOJOURNAL- GIORNALISMO: Firmata la Carta europea della libertà di stampa

Lo scorso 25 maggio 48 giornalisti europei di 19 paesi (tra cui l’Italia) hanno firmato la “Carta Europea della Libertà di stampa” per proteggere il settore dalle interferenze dei governi e assicurare l’accesso dei giornalisti alle fonti di informazione. L’8 giugno questo documento, che definisce i valori fondamentali che le autorità pubbliche dovrebbero rispettare nei rapporti con i giornalisti, è stato presentato e consegnato da Hans-Ulrich Jörges, Caporedattore della rivista tedesca “Stern”, alla Commissaria per la Società dell’informazione e i media, Viviane Reding, già da tempo attiva su questo fronte, tanto da aver attivato all’interno della Direzione generale da lei guidata una “Task force” proprio per promuovere la diversità e pluralità dei media e la libertà di stampa.

Ce ne dà notizia il centro Europe Direct Perugia della Provincia di Perugia, che sottolinea come i dieci articoli del documento individuino i principi fondamentali che i governi devono rispettare nei rapporti con i giornalisti, fra cui il divieto della censura, la libertà di accesso alle fonti di informazione nazionali e straniere e la libertà di ottenere e diffondere le informazioni. La Carta ribadisce, inoltre, la necessità di proteggere i giornalisti dai tentativi di vigilanza e auspica un sistema giudiziario efficace per tutelarne i diritti. Finora la Carta, che può essere consultata on-line all’indirizzo http://www.pressfreedom.eu, è disponibile in otto lingue (croato, danese, francese, inglese, polacco, rumeno, russo e tedesco) e può anche essere sottoscritta dai giornalisti interessati.

GRAZIE ALLA SCUOLA DI GIORNALISMO DI PERUGIA CHE SI E’ INTERESSATA ALLA NOSTRA INNOVAZIONE!

DICONO DI NOI
UMBRIA
domenica 15 febbraio 2009
SPOLETOCLICK E UMBRIACLICK -VISTI E COMMENTATI- DAI COLLEGHI DELLA SCUOLA DI GIORNALISMO DI PERUGIA
fonte: Quattro Colonne- Scuola Giornalismo Perugia

Mariolina Savino racconta la nascita della sua pagina web
L’ Umbria nella Rete
Un sito d’informazione sulla regione e sullo sviluppo della rete locale

di Giuseppe Lisi

«Tutta l’Umbria a portata di mouse». Raccontare il territorio, i problemi e lo sviluppo della regione e delle realtà locali tramite la Rete, informando coloro che navigano su Internet. E’ questo l’obiettivo di Umbriaclick.it, un sito d’informazione locale nato nel 2005 a Spoleto. La fondatrice, Mariolina Savino, racconta così l’avvicinamento a questo mondo: «Sono stata attratta da Internet, incuriosita dalla velocità con cui si possono ottenere e inoltrare le notizie, nonché dalla possibilità di poter sfruttare nuovi strumenti come photoshop, un programma che serve a elaborare e ritoccare le foto».

La rete locale – Giornalista pubblicista da molti anni, ha mantenuto un rapporto costante con le testate giornalistiche locali. Un rapporto che le ha permesso di creare una fitta rete di contatti, grazie alla quale riesce ad inserire sempre più notizie e informazioni nel proprio portale web. Sono molti anche i giovani interessati a collaborare con lei: «Ricevo circa 200 mail al giorno da molti volontari che si offrono di scrivere pezzi. Tra loro, la maggior parte sono studenti universitari, che hanno intenzione di intraprendere questa carriera. L’unica cosa che chiedo a coloro che mi scrivono e che vogliono lavorare volontariamente (Giornalisti Volontari ATPAI)per questi portali è l’onestà».

Pochi gli investimenti pubblicitari Il problema principale che ha trovato lungo la strada è stato quello di trovare fondi per la sopravvivenza del suo sito: « C’è ancora poca fiducia da parte dei pubblicitari verso questo mondo. Ma d’altronde vendere pubblicità non è per tutti». Nonostante questo gli sponsor sono arrivati e con essi anche i proventi per mantenere aperto il sito, che continua ad avere numerosi contatti tutti i giorni.
Il rapporto con gli altri blogger locali? «Il mio rapporto con loro è abbastanza conflittuale. Forse ho pestato i piedi a qualcuno».

Ignorati dai giornali, superati da Facebook nel dar voce al territorio
Blog e Umbria: la rivoluzione può attendere

Ancora pochi i blogger che raccontano a fondo la regione

di Martino Villosio

Se l’ultima copia del New York Times verrà venduta nel 2043, il “Corriere dell’Umbria” in versione cartacea potrebbe sopravvivere persino più a lungo. Per le granitiche certezze di un profeta della rivoluzione via blog, il panorama umbro rischia di essere disorientante. Da “Ternimania” a “SpoletoClick”, passando per “PerugiaNotizie”, i blog locali più attenti al territorio parlano delle città per segnalare eventi e iniziative. Fornire news sull’amministrazione. Stimolare l’interazione su quella piazza “virtuale” che per alcuni è destinata a sostituire, a livello locale, il bar e il campanile della domenica. Un nucleo ristretto di siti “di servizio”, invece di una pattuglia sterminata di cittadini pronti a denunciare inefficienze e a beffare sul tempo i media tradizionali.

Casi estremi – Certo ci sono i casi isolati. Quelli che lasciano percepire, Sotto forma di esempi estremi, il cambiamento rapido che investe mondo dell’informazione. Lo scorso ottobre i genitori di un bambino di quindici mesi, morto per aver ingerito del metadone, sono finiti su tv e giornali. Accusati di pesanti negligenze. Il nonno, docente universitario all’Università di Perugia, ha bypassato i media tradizionali pubblicando sul blog dei suoi studenti una verità diversa, che ha viaggiato on line fino a far piovere rettifiche.
Il mondo universitario è stato sfiorato da un’altra vicenda, che offre invece il destro a chi critica il caos disinvolto dell’informazione in blogosfera. Un gruppo di blogger, gli “Onesti del Gallenga”, ha preso di mira nei mesi scorsi la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia. Formulando accuse pesanti e rigorosamente anonime. La polizia indaga ancora oggi, dopo una denuncia contro ignoti, sui responsabili di un sito che nel frattempo è stato chiuso.
Un altro caso interessante è quello di “Perugia Shock”. Un blog creato e gestito da un giornalista inglese che scrive sotto pseudonimo. “Frank” parla solo del caso Meredith, la studentessa uccisa nel capoluogo umbro un anno e mezzo fa. I giornalisti locali, dal “Corriere” al “Giornale dell’Umbria”, monitorano costantemente il suo sito.

Arriva Facebook – Mentre i giornali su web, da “Umbria Journal” a “Spoleto on line”, sono una fonte preziosa di spunti per i quotidiani cartacei e le tv umbre, il mosaico dei blog è un po’ trascurato. “Per carenza di voci autorevoli”, è la risposta più comune. Le redazioni preferiscono perlustrare Facebook. Dove si moltiplicano i comitati di cittadini riuniti intorno a una causa comune. Dove nascono gruppi di sostegno a candidati politici. Che fanno sentire il blog, così giovane, già un po’ polveroso.

A colloquio con il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria
«Una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog»
Le riflessioni e le aspettative sul rapporto tra giornalismo e nuove tecnologie

di Susanna Lemma

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti del’Umbria, Dante Ciliani, parla del rapporto tra il mondo dell’informazione alternativa ed il giornalismo tradizionale. Racconta i vizi e le virtù delle nuove frontiere della comunicazione, ponendo interrogativi che gli addetti ai lavori non possono piu` evitare.

Le riflessioni – Il cambiamento non è né positivo, né negativo. Avviene e basta. Bisogna saperlo valutare ed affrontare nei migliori dei modi. Il giornalismo può utilizzare internet finché questo risulta complementare alla professione e sia in grado di fornire dati certi e verificabili. Di certo, una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog.

Le aspettative – L’Italia non conosce ancora bene i pro ed i contro dello sviluppo tecnologico del giornalismo. Questa realtà crea confusione e rende difficile distinguere esperienze positive da quelle negative.

>>> Ascolta l’intervista a Dante Ciliani


torna indietro

EVENTI, MANIFESTAZIONI, CURIOSITA’? SPOLETOCLICK DI TUTTO E DI PIU’!

Valtopina
venerdì 14 novembre 2008
VALTOPINA MOSTRA MERCATO DEL TARTUFO
Due fine settimana il 22-23 e il 29-30 novembre per gustare il pregiato Tartufo nero con assaggi dimostrazioni e prove di ricerca con esperti tartufai

Perugia
venerdì 14 novembre 2008
TOGNAZZI AL MORLACCHI DA MERCOLEDI’ 19
Gianmarco Tognazzi, protagonista insieme a Bruno Armando, Roberto Tesconi, Franz Cantalupo, Lydia Giordano e Lombardo Fornara di Die Panne, ovvero la notte più bella della mia vita, ha scelto il Teatro Morlacchi di Perugia per
Spoleto
venerdì 14 novembre 2008
DICE CHE PARE CHE DICE….GRANDISSIMA NOVITA’ IN FAMIGLIA RIVISTA…..LEGGI E SCOPRI L’EVENTO 2009!
Questa mattina un incontro veloce con i miei amici della Rivista, Fabio, Andea e Tommaso con tanto di avvocato e che avvocato, Carmelo Parente, forse discutevano di un rinvio…? Non abbiamo chiesto nulla, non pensiamo
Perugia
venerdì 14 novembre 2008
LA VERITÀ, UN BENE ASSOLUTO UNIVERSALE NEL GIORNALISMO E NELLA VITA
Nella Sala de Notari a Perugia si è svolta la prima giornata dei lavori del Convegno Regionale sull’informazione in Umbria organizzato e promosso dagli Uffici Pastorali per le comunicazioni sociali, dalla CONFERENZA EPISCOPALE UMBRA, in