Sj- eventi e news, News ed Eventi, voi con noi da sempre!

Perugia
mercoledì 30 settembre 2009
TASSE UNIVERSITARIE, SALE LA PROTESTA
Da oggi, mercoledì 30 ottobre, parte la raccolta firme nelle Facoltà dell’Ateneo perugino.

Al centro delle richieste degli studenti, la diminuzione delle prossime rate delle tasse, l’aumento dei servizi offerto dall’Università e delle borse …

Amelia
martedì 29 settembre 2009
BIODOMENICA DECIMA EDIZIONE
X EDIZIONE

BIODOMENICA

In Umbria appuntamento a Perugia e ad Amelia (Tr)

Perugia, 29 Settembre 2009

Torna in Umbria, a Perugia e ad Amelia, l’appuntamento in cui i produttori incontrano in piazza i consumatori per far …

Mondo
martedì 29 settembre 2009
JESUS WAS HOMELESS SUONERANNO A LOS ANGELES IN OCCASIONE DELL’HIT WEEK 2009
JESUS WAS HOMELESS

Con THE LANDING

Dopo il

Italia
martedì 29 settembre 2009
IN NETTA RIPRESA IL MERCATO DELL’OLIO EXTRAVERGINE DI OLIVA
OLIO: Mercato in ripresa e sulla scena si affaccia il consorzio di Unaprol, I.O.O.%

Roma – Segnali di ripresa per il mercato dell’olio di oliva, dopo mesi di ribassi che avevano …

Spoleto
martedì 29 settembre 2009
MADE IN ITALY- UNA CONQUISTA IL MARCHIO 100 PER CENTO ITALY
Gauzzi: “Salva la tutela del made in Italy.
Si avvia il marchio volontario 100 per cento Italy”

“Si apre una stagione di valorizzazione del nostro patrimonio …

Italia
martedì 29 settembre 2009
DA CIABATTINI A CREATORI DI CALZAURE PREGIATE MADE IN ITALY AL POLIMODA DI FIRENZE
DA ANTICHI MESTIERI A NUOVE OPPORTUNITA’ MADE IN ITALY

L’obiettivo è formare professionisti che coniughino stile personale e artigianalità locale, da sempre punto di forza del ‘Made in …

Spoleto
martedì 29 settembre 2009
TURISMO E CULTURA- SONO TANTE LE MOSTRE IN UMBRIA IN PROGRAMMA DA VISITARE
PERUGIA-CASTIGLIONE DEL LAGO
Nel palazzo Baldeschi al Corso di Perugia e nel palazzo della Corgna di Castiglione del Lago, mostra monografica Alessandro Bruschetti, Futurismo aeropittorico e purilumetria. (Fino al primo novembre).
PERUGIA
Annunci

SPOLETOJOURNAL- ONORE AI CADUTI!

Italia
lunedì 21 settembre 2009
IN ONORE DEI CADUTI DELLA FOLGORE PARTECIPIAMO AL LUTTO NAZIONALE
GRANDE COMMOZIONE E DOLORE IN ITALIA PER GLI UOMINI CHE HANNO ALTO IL SENSO DELLO STATO E ONORANO LA BANDIERA CON IL SACRIFICIO DELLA PROPRIA VITA.

DURANTE I FUNERALI DI STATO LA …

Montefalco
lunedì 21 settembre 2009
I VINI DI ENOLOGICA 30 SBARCANO AL G8 DI NEWYORK

I vini di Enologica 30 sbarcano al G8 di NewYork, mentre Montefalco si è colorata di folklore con la tradizionale festa della vendemmia.

I vini di Enologica 30 sbarcano a New York,

Spoleto
lunedì 21 settembre 2009
LA SPOLETO DI FINE OTTOCENTO NELLE IMMAGINI DI UN FOTOGRAFO ROMANO: UMBERTO ANTONINI
Nell’ambito di un articolato programma di iniziative, in collaborazione con l’Associazione “Giovanni Parenzi”, l’Associazione “Amici di Spoleto” intende accentuare l’attenzione sulla periferia della città, sia per rinsaldare i rapporti con altre realtà associative, sia per contribuire alla valorizzazione di

Campello
lunedì 21 settembre 2009
CALCIO- BUONA LA PRIMA PER LA JUNIORES CAMPELLINA
L’11 bianco azzurro superano 3-0 i pari età del Petrignano.

di Stefano GOBBI (foto E. Pacifici)

Inizia bene il campionato dei baby bianco azzurri che nella partita inaugurale al Conte Ròvero contro il Petrignano …

Campello
lunedì 21 settembre 2009
SPORT- VILLA ILLUDE CAMPELLO. LA VOLUNTAS VINCE DI RIGORE
Perplessità sull’azione del pareggio bianco rosso. Buona gara sotto la pioggia.

di Stefano GOBBI (foto E. Pacifici)

Vince la Voluntas e lo fa con una tattica accorta, squadra abbastanza corta, buone ripartenze, manovre rapide …

Assisi
domenica 20 settembre 2009
IL MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO ANNULLA IL WELCOME LUNCH DEL 25 SETTEMBRE
Sorpreso e dispiaciuto il comitato organizzatore dell’Assisi Endurance Lifestyle che ha dovuto prendere atto della cancellazione a pochi giorni dall’evento

Il Ministero dello Sviluppo Economico annulla
il welcome lunch del 25 settembre

Con …

Italia
domenica 20 settembre 2009
SISMA VIOLENTO NELLE MARCHE QUESTA MATTINA
Una violenta scossa di terremoto, di magnitudo 4,6 della scala Richter, ha svegliato questa mattina alle 5,50 la gente delle Marche. L’epicentro, secondo l’Istituto nazionale di geofisica è stato nel Maceratese, fra i
Spoleto
domenica 20 settembre 2009
MOMENTO U….MBROSO, LENTO UN CAMBIAMENTO, CHE ANCORA NON E’ EVIDENTE
SI SCHERZA CON LE PAROLE, E ABBIAMO SCRITTO NEL TITOLO U…MBROSO, O PER MEGLIO DIRE OMBROSO.

DALLE ULTIME ELEZIONI PARE CHE ANCORA TUTTO SIA NEL LIMBO… ANCHE SE, OGNI TANTO, TRAPELA QUALCHE MOVIMENTO SOTTERANEO …

Fj- AL CROCE BIANCA la Giostra della Rivincita con il cavaliere Daniele Scarponi e il cavallo Scala Minore

14642-1-213656-tIl rione Croce Bianca con il cavaliere Daniele Scarponi in sella a Scala Minore (detentrice del record della pista della Quintana con 54”36) si è aggiudicato la Rivincita 2009 della Giostra della Quintana di Foligno, conquistando il Palio dell’artista Ugo Nespolo.
Adesso la splendida purosangue baia di nove anni può annoverare al suo attivo anche un Palio di Giostra: quello che in tandem con il Fedele Scarponi fa salire a quota diciotto il rione Croce Bianca nell’albo d’oro, chiudendo un digiuno che durava dal 1996. Dunque la Giostra della Rivincita va alla contrada biancorossa del priore Andrea Ponti che ha trovato il perfetto connubio cavallo-cavaliere dopo l’inevitabile periodo di affiatamento tra Scala e Daniele Scarponi. Il 33enne folignate ha dimostrato grinta e determinazione facendo così gioire i contradaioli di via Butaroni al termine di una Giostra giocatasi sul filo dei centesimi di secondo, ma che di fatto li ha visti sempre in testa. Come solo la Quintana folignate riesce a fare, il pubblico del gremitissimo “Campo de li Giochi” è rimasto col fiato sospeso sino alla fine perché da quando sono stati introdotti i mini-anelli da cinque centimetri, stavolta la differenza l’ha fatta proprio la terza tornata.
La prima e la seconda sono state infatti all’insegna della massima regolarità e senza colpi di scena, se non per l’annuncio del ritiro dell’Ammanniti arrivato all’inizio della seconda manche, quando il priore Fabio Fiordiponti ha comunicato al presidente della giuria di gara Mariano Angioni che Emanuele Capriotti e Ripanera non sarebbero tornati in pista per un lieve infortunio occorso al cavallo. Nulla di grave, ma si è preferito non rischiare. La prima tornata si era chiusa con il responso positivo per tutti e dieci i portacolori, con il Croce Bianca in testa alla classifica provvisoria grazie al tempo più veloce di oggi: 54”85. Bene per tutti anche nella seconda tornata, finita con il Croce Bianca ancora in testa. Con l’inizio della terza sono arrivati anche i primi errori: Michelangelo Fondi, in pista con i colori del Badia (dopo la decisione di Emanuele Filippucci di lasciare) non ha centrato il primo anello da cinque centimetri, errore che non pregiudica la sua grande verve. Per il suo cavallo Street Boogie, purosangue di dieci anni, quella di oggi è stata l’ultima giostra. Poi è toccato a Massimo Gubbini dello Spada abbandonare l’aspirazione alla conquista del Palio, fatale per lui il terzo anello spizzato. Errore anche per il debuttante quanto esperto Luca Veneri del Giotti, primo aretino a disputare la Quintana di Foligno, inciampato su una bandierina dopo una tornata da manuale; il risultato non compromette qualità e determinazione. Sin qui gli errori (pochi) perché poi si deve parlare di chi, in un crescendo, si è davvero avvicinato molto al Palio di Ugo Nespolo, a cominciare dal campione in carica Matteo Martelli de La Mora, bravo nell’affrontare la gara anche se con tempi mai realmente competitivi; poi Gianluca Chicchini del Contrastanga, la cui professionalità si è messa in evidenza ancora una volta fruttandogli un quinto posto. E naturalmente il gruppo dei pretendenti-protagonisti, tutti precisi e tutti competitivi: Lorenzo Paci del Pugilli su Go Betty Go (2’47”55); Luca Innocenzi del Cassero su Naval War (tempo finale complessivo 2’47”26) e Lucio Antici del Morlupo su Burika (2’46”18). Scarponi ha chiuso a 2’45”68, incassando il suo quarto successo personale.
La classifica finale: Croce Bianca, Morlupo, Cassero, Pugilli, Contrastanga, La Mora, Giotti, Spada, Badia, Ammanniti.

SJ- PALIO DI QUINTANA, TRIONFO DI COLORI DEL MAESTRO NESPOLO

VIVI L’UMBRIA
FOLIGNO
sabato 5 settembre 2009
PALIO DI RIVINCITA QUINTANA- UGO NESPOLO SVELA I SEGRETI DELL’OPERA
fonte: ENTE GIOSTRA QUINTANA

L’artista Ugo Nespolo svela i segreti dell’opera.

Amore o potere?
A palazzo Trinci la disputa fra avvocati e professori. La sentenza e’ l’indizione della giostra.

La tecnica è quella di un arazzo moderno, il soggetto è quello che riconduce immediatamente alla sfida cavalleresca di Foligno. E’ stato presentato a palazzo Trinci, nella sala Sisto IV il Palio della Giostra della Rivincita firmato dall’artista Ugo Nespolo. Sono stati proprio l’artista ed il presidente dell’Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli a togliere il drappo rosso che copriva l’opera, al termine del vero e proprio dibattimento processuale (“semiserio”, come avvertiva il sottotitolo di presentazione dell’appuntamento al Trinci) tra avvocati e professori, la cui sentenza altro non è stata che l’indizione della Giostra della Quintana da parte del presidente della corte, Metelli, per domenica 13 settembre al “Campo de li Giochi”. E al vincitore andrà proprio il Palio di Ugo Nespolo (che per la Quintana ne ha già firmato uno nel 1991). La sua opera è nata da un tradizionale bozzetto, poi elaborato il computer per tramutarla in immagine digitale che è stata quindi utilizzata da una particolarissima attrezzatura (difficile peraltro da manovrare, ovviamente da parte dello stesso artista) che dà corpo al disegno ai suoi colori trasformandoli in intrecci di filato. Il risultato è quello di una tessitura che si rivela arazzo. Il Palio raffigura un cavaliere in carriera in una policromia che lo rendono vitale ed affascinante. Quando è stato tolto il drappo che lo copriva, in sala si sono avuti applausi e commenti favorevoli. Sul Palio di solito i quintanari sono esigentissimi.
E di certo il dibattimento fra avvocati e professori che ha preceduto la presentazione del Palio è stato qualcosa di assolutamente originale e divertente: di fatto si è trattato di un processo che ha ruotato intorno al solito dilemma quintanaro: meglio l’amor della Dama perché la donna è superiore all’uomo; o meglio il favore del Principe perché comunque l’uomo è superiore alla donna? Dilemma reale, perché nel 1613 fu proprio questo a “stimolare” l’indizione della Giostra a cui fa riferimento la Quintana attuale. La scena è stata ricostruita dalla professoressa Anna Maria Rodante e dal Comitato scientifico dell’Ente Giostra della Quintana ed ha avuto come protagonisti gli avvocati Giovanni Picuti e Cesare Augusto Mazzoli (che sostenevano la tesi secondo cui la donna è superiore all’uomo) avendo come testimone l’assessore Elisabetta Piccolotti; e dall’avvocato Domenico Benedetti Valentini e dal professor Roberto Segatori che sostenevano la tesi opposta, avendo come testimone l’assessore Rita Zampolini. A giudicare il tutto la corte composta dal presidente dell’Ente Giostra, Domenico Metelli e dai magistrati dell’Ente. LA conclusione? Una sentenza che ovviamente dà appuntamento al Campo per la tenzone cavalleresca. I cavalieri giostreranno cinque a favore dell’uomo e cinque a favore della donna.

SJ- IN PRIMO PIANO IL MEGLIO DEGLI EVENTI/NEWS

Foligno
sabato 5 settembre 2009
PALIO DI RIVINCITA QUINTANA- UGO NESPOLO SVELA I SEGRETI DELL’OPERA
L’artista Ugo Nespolo svela i segreti dell’opera.

Amore o potere?
A palazzo Trinci la disputa fra avvocati e professori. La sentenza e’ l’indizione della giostra.

La tecnica è quella di un arazzo moderno,

Italia
venerdì 4 settembre 2009
ASCOM, UNICREDIT,CONFARTIGIANATO,CNA E CASARTIGIANI IN SOS IMPRESA ITALIA
Unicredit Group, Confcommercio, Confartigianato, Cna e Casartigiani hanno firmato l’accordo che avvia il progetto “Sos Impresa Italia” finalizzato al salvataggio nei prossimi sei mesi di circa diecimila piccole imprese a rischio di chiusura a causa delle difficoltà provocate
Umbria
venerdì 4 settembre 2009
VITIVINICOLTURA: SAGRANTINO, BLOCCO DI NUOVI IMPIANTI FINO AL 2012
Il divieto ad impiantare nuovi vigneti di Sagrantino doc rimarrà fino alla fine della campagna viticola 2011/2012. Lo ha stabilito la Giunta della Regione Umbria, su proposta dell’assessore all’Agricoltura Carlo Liviantoni, venendo incontro alla richiesta avanzata dal Consorzio dei

Perugia
venerdì 4 settembre 2009
LA PROVINCIA DI PERUGIA SCEGLIE QUALE TESTIMONIAL LA MARSCIANESE BACCAILLE
La Baccaille testimonial dell’Ente per i prossimi 4 anni

Un bello stemma raffigurante la Provincia di Perugia piantato sul davanti del casco che Monia Baccaille, campionessa italiana in carica di ciclismo su strada e su …

Spoleto
venerdì 4 settembre 2009
PASSEGGIANDO PER CORSO MAZZINI
LA SPOLETO CHE CI PIACE!
QUELLA VIVA, GARBATA, DOVE FRA VICOLI E CORSI, NEGOZI, BAR E TAVOLINI INCONTRI LA GENTE SEMPLICE CHE SI CONFONDE CON TANTI ARTISTI, DOVE IL LAVORO QUOTIDIANO
Valnerina
venerdì 4 settembre 2009
IL TARTUFO, UN RE INCONTRASTATO CHE GOVERNA I SAPORI DELLA TAVOLA
RE TARTUFO, UNA PRELIBATEZZA CHE IN UMBRIA HA AGGIUNTO SAPORE ALLA VISTA DI TANTA BELLEZZA NATURALE, L’OLFATTO E LE SENSAZIONI PARTICOLARI CHE NELLE MANI DEI CUOCHI DI OGNI GENERAZIONE, HANNO FATTO GRANDE LA
TODI
venerdì 4 settembre 2009
ARTE- L´INQUIETA LEGGEREZZA DELLA COMICITÀ

L´inquieta leggerezza della comicità

Cinema e pittura nell´arte di Natino Chirico

Todi, Palazzo del Popolo, Sala dell´Arengo

6-20 settembre 2009

Inaugurazione venerdì 5 settembre ore 18.30

Italia
giovedì 3 settembre 2009
COME TI GIRO LA FRITTATA, DIRETTORI CONTRO DIRETTORI
STRUMENTALIZZARE E FOMENTARE, MONTANDO CASI ENORMI O FARE IL PROPRIO DOVERE ATTENENDOSI ALLA PURA CRONACA, SENZA TENTARE DI SPINGERE VERSO UNA DIREZIONE O L’ALTRA L’OPINIONE PUBBLICA?

DAL PICCOLO VILLAGGIO ALLE GRANDI COMUNITA’, IL LAVORO …

Sj- LA LIBERTA’ DI STAMPA DOBBIAMO ESSERE NOI GIORNALISTI, I PRIMI A DIFENDERLA!!!

MONDO GIORNALISMO
ITALIA
giovedì 3 settembre 2009
COME TI GIRO LA FRITTATA, DIRETTORI CONTRO DIRETTORI
fonte: MARIOLINA SAVINO

STRUMENTALIZZARE E FOMENTARE, MONTANDO CASI ENORMI O FARE IL PROPRIO DOVERE ATTENENDOSI ALLA PURA CRONACA, SENZA TENTARE DI SPINGERE VERSO UNA DIREZIONE O L’ALTRA L’OPINIONE PUBBLICA?

DAL PICCOLO VILLAGGIO ALLE GRANDI COMUNITA’, IL LAVORO GIORNALISTICO E’ SIMBOLO DI CIVILTA’ E DI GRANDE DEMOCRAZIA.

A volte accade che c’è chi si fa prendere per così dire la mano, “passando il segno”,e se si tenta di difendersi dalla gogna mediatica, non si può mai sapere quale insidia sia nascosta dietro l’angolo.

Difficile capire certi vettori, certo è che se fino a qualche tempo fa sentivamo parlare di Berlusconi come chi faceva troppo il padre, nel senso di nominare spesso la propria famiglia, improvvisamente quello stesso Berlusconi diventa un mostro di amoralità dove ci si tuffano, manco a dirlo i  giornali due giorni prima delle elezioni, detrattori politici e tutti coloro che pur di vedero all’angolo della strada a chiedere l’elemosina, darebbero via un occhio della propria testa.

Non sarà un santo, ma alla fine gli italiani gli riconoscono un’intelligenza non comune ed una grande capacità organizzativa e di relazioni sociali.
Gli italiani, accettando qualche difetto riconosciuto del Premier lo hanno votato e apprezzano l’opera del suo Governo, mentre dall’altra parte non arrivano che critiche e deboli consigli per risolvere problemi che affogandoli nelle storielle da giornale rosa, evitano di entrare a gamba tesa per dare risposte o stimolare il Governo a correggere il tiro dove sbaglia.

C’è da chiedersi perchè alcuni giornali che da anni non fanno che allungare la lista degli attacchi personali a Berlusconi, si sentano vittime della mancanza di libertà di stampa, solo nel momento in cui altri colleghi con gli identici mezzi di informazione reagiscono rispondendo per le rime? Ma quante volte altri politici hanno querelato altri giornali, ma nessuno parlava di fascismo o di mancanza di libertà di stampa?

Una doppia verità che onestamente è difficile da comprendere,
di certo il giornalismo è affidato agli uomini e alle donne che secondo coscienza e seguendo un codice deontologico, cercano di fare il proprio mestiere, chi in maniera più professionale, chi magari seguendo logiche dettate dall’esperienza, in ogni caso non riteniamo corretto che la stessa categoria si scontri in maniera così violenta nel proprio interno, perchè è giusto fare bene il proprio mestiere, ci stà anche la concorrenza e l’amor di appartenenza alla propria casa editrice, ma la dignità di ognuno di noi che ama più di ogni cosa questo meraviglioso e straordinario lavoro di cronista, viene sempre prima di qualsivoglia condizionamento esterno.

Non è facile non farsi prendere la penna e tentare di rimanere imparziali a volte, ma si deve, l’onore di cronaca è un fatto, utilizzare una professione per stravolgere fatti, realtà o spingere il lettore a pensare o ad agire secondo dichiarazioni non pertinenti, a volte opere di pura fantasia, o strumentali è un’altra.

Il lettore distratto è facile preda di chi non rispetta semplici e comuni leggi di buon senso, infatti in tempi dove ormai l’analfabetismo è solo un ricordo e con l’imperversare della rete, è sempre più difficile raccontare balle e più facile verificare l’attendibilità di tutte le informazioni reali o presunte.

Un difetto proprio di noi italiani è la pigrizia e a volte di pensare che alcuni network siano padroni della verità assoluta, non può essere così, ognuno si fa la propria idea dopo aver letto lo stesso fatto ma con punti di vista diversi, quando il fatto c’è e proviene da fonte autorevole e autorizzata, se invece, pensando già nel senno di poi, c’è chi parla per altri, paventando situazioni, facendo nomi e poi alla fine ipotizzando qualcosa, quello è davvero il momento in cui l’attenzione si deve fare alta!
E’ quello l’attimo in cui il giornalismo cambia aspetto e diventa “politico”, il famoso quinto potere, dire senza troppi veli cose che già a prescindere,  possono condizionare scelte o addirittura cambare il corso naturale delle cose.

Cari lettori, è davvero difficile mantenere “pulito” il palinsesto di qualsiasi giornale o mezzo di comunicazione, cartaceo, televisivo, radiofonico o in rete, lo vediamo noi nel nostro piccolo quando c’è sempre chi tenta di tirarti per la giacca, ci vuole una grande preparazione ed esperienza, principalmente ci vuole onestà intellettuale e forse un pizzico di rispetto in più per se stessi e per il lettore.

torna indietro

2009 banner spo