Sj- COLLEZIONE “VINO E COLORI” PER CANTINE APERTE 2010

LA COLLEZIONE “VINO E COLORI” PER CANTINE APERTE 2010

…il Veneto Style prende vita attraverso le sfumature dei colori

L’edizione di Cantine Aperte 2010 è alle porte e le cantine socie del Movimento Turismo del Vino Veneto stanno dando libero spazio alla loro creatività per interpretare con originalità la tematica “Vino e Colori” proposta quest’anno. Dopo il successo del leit-motiv dello scorso anno Vignafior, per il 2010 il Veneto Style ha deciso di dare una sferzata di colore all’evento enogastronomico più importante dell’anno.

“Sarà un giorno di festa per tutti!” dice il Presidente del Movimento Turismo del Vino Veneto Hans Onno Stepski Doliwa “L’ampia partecipazione all’evento da parte delle cantine socie del movimento, ci conferma ancora una volta, qualora ce ne fosse bisogno, l’entusiasmo e la professionalità delle nostre aziende”, il Presidente poi ci tiene a precisare che “il 30 maggio 2010 si preannuncia un’occasione e un piacevole momento per tutti gli amanti e curiosi del mondo del vino per conoscere ed apprezzare i prodotti delle terre venete”.

Le cantine venete aprono le porte a turisti e curiosi suggerendo proposte che solleticano il palato, la mente e soprattutto gli occhi! I colori e le cromature dei vini doc si fondono e si arricchiscono con degustazioni di prodotti tipici locali e vengono allietati dalle note di concerti en plein air, visite guidate alle cantine, mostre d’arte, concorsi letterari e premi pittorici.

Questo è solo un accenno a tutte le proposte accattivanti presentate dalle cantine socie. Il veneto style infatti prende corpo proprio attraverso questi suggerimenti e conferma il suo dinamismo con informazioni e notizie sempre aggiornate disponibili sul sito del movimento www.mtvveneto.it e sui social media di ultima generazione quali Facebook e Twitter. Le cantine socie trovano ispirazione in arcobaleni e tavolozze di colori; fragranze e profumi che tingono le proposte di vivacità e allegria. L’estro delle aziende venete, sempre in progress, è online per permettere ai curiosi e gli amanti del vino di scegliere come divertirsi in questo giorno di festa nella magica cornice del paesaggio veneto accompagnati da buon vino e ottima compagnia.

Piavon di Oderzo(TV), aprile 2010

Annunci

Interventi della Comunità Montana

Comunita’ Montana

Montefalco, 20/10/2008

La Comunità Montana dei Monti Martani e il Comune di Montefalco hanno predisposto un progetto per il “ Miglioramento delle infrastrutture viarie delle aree rurali , Misura 3.2.1. del P.S.R.“.
La Regione Umbria , in attuazione del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013 , ha previsto le disposizioni procedurali relative ai servizi essenziali per l’economia e per la popolazione rurale .
A seguito di questi provvedimenti la Comunità Montana di Spoleto , su incarico della amministrazione comunale di Montefalco , sta predisponendo la progettazione della viabilità municipale denominata “ Polzella – S.Clemente “ per l’importo complessivo di 308.000 euro. Il lavoro è classificato come strada comunale per l’intero tratto oggetto dell’intervento ed ha una notevole importanza nell’ambito del territorio di Montefalco poiché conclude il collegamento tra la strada di Colverano e quelle di Camiamo e San Clemente. Una volta concluse tutte opere di sistemazione sarà favorita l’accessibilità delle zone agricole , il miglioramento della qualità della vita della popolazione residente, il miglioramento del rapporto fra le aziende agricole ed il resto del comprensorio e l’avvicinamento dei cittadini agli spazi rurali. Sarà inoltre valorizzato il paesaggio , con particolare riguardo alla salvaguardia delle attitudini ambientali dell’area interessata. “ La realizzazione di quanto previsto nei programmi attuativi – afferma l’assessore della Comunità Montana , Alessandro Tofi – ha come obiettivo quello di dare una risposta concreta alle esigenze di tante attività agricole e di altrettante attività agrituristiche. L’operazione – conclude Tofi – persegue l’obiettivo della ottimizzazione dei servizi così come previsto dal P.S.R.“.


Montefalco: Le opere di Palo Massei in mostra

Montefalco, 18/10/2008

L’artista Paolo Massei espone sue recenti opere nei nuovi spazi espositivi del museo di San Francesco . La mostra , intitolata “ Nel blu dipinto di blu “ , è una ricerca interiore complessa che lo ha condotto a confrontarsi con il metodo del togliere , del ridurre all’essenziale l’espressione mutevole della introspezione . Durante il periodo storico che va dalla fine del secondo conflitto mondiale alla conclusione del secolo scorso gran parte della proposta culturale visiva si è sviluppata sulla eliminazione del superfluo e dell’ornamento . A questa fase , detta del “ Riduzionismo “ , hanno contribuito i più grandi artisti di ogni parte del mondo . Nella esposizione dei quadri di Montefalco , Paolo Massei non ha voluto troppo insistere sul “ Riduzionismo “ ed ha volutamente tolto qualsiasi riferimento al simbolo . Per il pittore bevanate “ è più importante la conoscenza che il piacere estetico “ . Agli occhi del profano “ Nel blu dipinto di blu “ può apparire una proposta elementare , ma così non è . Nel suo lavoro , invece , si trova il cardine della strutturalità geometrica pesante , una tecnica di realizzazione lenta e difficoltosa che lo ha impegnato profondamente . Per avere informazioni dettagliate sugli orari di visita si può telefonare al numero 0742 / 379598

( Sistema Museo ) .


MontafalcoJournal- Santa Chiara, Congresso Internazionale

Santa Chiara

Montefalco, 26/09/2008

Giovedì 25 settembre , alle ore 17.30 , nella Chiesa del Monastero , in occasione del VII Centenario della morte di Chiara da Montefalco( 1308-2008 ), si è tenuta la prima parte di un congresso internazionale che si sta svolgendo tra Montefalco e Spoleto . L’evento è organizzato dalla Provincia Agostiniana Italiana e dal Monastero di Santa Chiara , in collaborazione con la Diocesi di Spoleto-Norcia , l’Istituto Patristico “ Augustinianum “ di Roma e il Centro per l’Alto Medioevo di Spoleto.
Il dotto seminario è iniziato con i saluti del sindaco di Montefalco , Valentino Valentini e dell’Arcivescovo di Spoleto-Norcia , S.E. Mons. Riccardo Fontana . Successivamente il professor Dario Vitali , docente presso la Pontificia Università Gregoriana , ha illustrato ai presenti “ Le ragioni storico-spirituali antiche e moderne di un congresso su Chiara da Montefalco “ . Dopo di lui ha preso la parola il professor Silvestro Nessi che ha messo in evidenza “ Le vicende del monastero agostiniano di Montefalco tra storia e spiritualità “ . Al termine delle due relazioni gli organizzatori hanno condotto i presenti ad una visita guidata all’interno del monastero di Santa Chiara . Questo importante evento terminerà , a Montefalco , sabato 27 settembre . Alle ore 11 , nella chiesa di S.Agostino, il professor Elvio Lunghi , docente alla Università degli Studi di Perugia , intratterrà il pubblico con una relazione che metterà in evidenza “Le immagini di Chiara , arte sacra in Valle Umbra , tra XIII e XIV secolo“.

MONTEFALCOJOURNAL- Dall’azienda agraria “Bartolini” vino d’avanguardia

di Alice Fiordiponti

E’ nel cuore della campagna umbra che si è aperta la settimana enologica, lo scorso 18 settembre. Montefalco, patria del Sagrantino DOCG e sede del centro nazionale vini passiti, ormai da alcuni anni, è il fantastico scenario naturale che ospita l’apoteosi del vino di grande qualità. Il programma della settimana enologica, quest’anno, prevede laboratori del gusto, colazioni tra le vigne e visite guidate nelle cantine. L’Azienda Agricola Romanelli di Montefalco partecipa al progetto. L’Azienda compie i suoi primi trenta anni, nasce infatti nel 1978 quando l’esperto Amedeo e suo figlio Costantino decidono di dedicarsi all’agricoltura creando un’azienda agricola. Oggi Devis Romanelli, figlio di Costantino, appena venticinquenne si occupa dell’azienda di famiglia in modo eccellente. Il nostro Devis è stato intervistato il 19 settembre alle ore 9:30 su RAI STEREO 1 ed in questa occasione ha ribadito il suo amore per la campagna umbra e per i prodotti biologici che cura, quali il vino, appunto, e l’olio, gli autentici gioielli della produzione umbra. Secondo Devis, la vera qualità del vino si ottiene in campagna e la sua azienda ha riscoperto e valorizzato vigneti autoctoni, come il Sagrantino.
Devis ci spiega inoltre che i suoi prodotti vivono grazie a concimazioni esclusivamente
organiche proprio per evitare di usare prodotti di sintesi nelle concimazioni stesse.
Ed inoltre l’azienda fornisce un’equilibrata e corretta nutrizione delle colture per farle
giungere ad un livello ottimale di equilibrio vegeto-produttivo. Per chiunque volesse
acquistare i suoi prodotti è disponibile sul sito http://www.romanelli.se . L’Azienda Romanelli è un’azienda all’avanguardia, lo dimostra
il fatto che i suoi prodotti sono acquistati in tutto il mondo. Non ci resta che fare i nostri complimenti a Devis e augurargli buona fortuna per gli anni a venire!


MONTEFALCOJOURNAL- SETTIMANA ENOLOGICA, PIACEVOLE PASSEGGIATA FRA I SAPORI DI MONTEFALCO

VIVI L’UMBRIA

A CURA DI ATPAI

Presidente

Mariolina Savino

(foto e articolo a cura di Mariolina Savino)

Montefalco è una delle cittadine più suggestive dell’Umbria. Si susseguono eventi popolari, eleganti e di buon gusto sempre super affollati di turisti stranieri e italiani. La cittadina è cresciuta molto negli ultimi anni grazie all’impegno del giovanissimo Sindaco Valentino Valentini e delle numerose aziende che costituiscono l’ossatura economica della cittadella intrisa di arte, cultura e produzione di eccellenza.

La settimana enologica rappresenta ormai un appuntamento fisso per gli amanti del turismo enogastronomico, e in questo contesto pullulano altre iniziative ormai messe a sistema con una quadratura del cechio perfetta.

Nonostante il freddo pungente di ieri grazie a una tramontanina diremmo quasi invernale, si sono svolte le manifestazioni da programma e oggi Montefalco attende un numero ancora maggiore di visitatori per un’altra giornata gradevole fra sapori e saperi di un’Umbria antica e laboriosa.

Tra gli ospiti Ninetto Davoli che ha assistito nel magico teatro alla visione di un vecchissimo film in cui era protagonista. Guglielmo Epifani della CGIL ( La Repubblica )approfittando di un momento di riposo nella faticosa trattativa Alitalia, che ha visitato i vari negozietti artigianali di tessuti e ricami, oltre ad una serie di appassionati di vini e sigari toscani.

MontefalcoJournal- Sagrantino Wine Festival 2008

XXIX Settimana Enologica di Montefalco

dal 18 al 21 settembre

Un viaggio dei sensi nel territorio di origine del Sagrantino, la “ringhiera dell’Umbria”

(TGC) – Montefalco, 8 sett ‘08 – E’ il vitigno più rappresentativo dell’Umbria, pregiata Docg sempre più apprezzata anche oltre l’ambito nazionale: è il Sagrantino di Montefalco. Molti lo conoscono (l’11% degli italiani secondo una recente inchiesta dell’Ismea) e lo degustano nelle enoteche della propria città e qualche viaggiatore curioso in visita a Berlino avrà fatto sosta al “Sagrantino Wine Bar”, nel cuore del Mitte, ma apprezzarlo nel territorio di origine – tra i profumi e le calde atmosfere colorate dalla vendemmia e dalle cantine in festa – è un’esperienza unica che vale un viaggio a Montefalco, in Umbria, dal 18 al 21 settembre.

Anche quest’anno, dal 18 al 21 settembre, Montefalco dedica al suo più prezioso e celebre prodotto, le manifestazioni della Settimana Enologica, nota anche come “Sagrantino Wine Festival”. L’evento prevede un fitto calendario di appuntamenti che, oltre alla tradizionale mostra mercato dedicata alle aziende del territorio, presenta in anteprima la nuova annata del Sagrantino (2005) e la nuova etichetta – disegnata dal celebre fumettista Tanino Liberatore – e propone laboratori del gusto con gli chef di “Jeunes Restaurateurs d’Europe”, degustazioni guidate e confronti con i grandi vini del mondo, visite guidate delle cantine, menu degustazione nelle enoteche del centro storico, workshop con la stampa, colazioni tra le vigne e passeggiate dei sapori in bicicletta lungo la strada del Sagrantino, alla scoperta dei luoghi di produzione e dei siti d’arte.

A questo si aggiungono gli aperitivi musicali nelle enoteche, gli spettacoli di musica classica (in collaborazione con Umbria Music Fest e ospiti di rilievo come Sandro Laffranchini, primo violoncello della Scala di Milano), il “Sagrantino Film Festival, la rassegna cinematografica all’aperto tradizionalmente intitolata ad un protagonista del cinema vicino al mondo del vino e dei sapori (quest’anno Vittorio Gassman e Ninetto Davoli), le suggestioni folkloristiche legate alla festa della vendemmia e altri momenti di approfondimento, di intrattenimento e di meditazione, sempre in compagnia di un buon calice di… Sagrantino.

A Montefalco e lungo tutta la Strada del Sagrantino, nei comuni di Montefalco, Bevagna, Castel Ritaldi, Giano dell’Umbria e Gualdo Cattaneo, agriturismi, alberghi di charme, caratteristiche locande e residenze d’epoca offrono una splendida accoglienza e nei ristoranti, osterie e winebar sarà possibile apprezzare cibi genuini e specialità della tradizione gastronomica locale abbinate al Sagrantino nella versione “secco” – ideale con cacciagione, arrosti, strangozzi al tartufo nero e zuppa di legumi – o nella preziosa versione “passito”.

Meta turistica privilegiata, Montefalco è in grado di offrire numerose opportunità di svago e di approfondimento artistico-culturale: dagli affreschi di Benozzo Gozzoli, del Perugino e della Scuola Umbra del ‘400 conservati nel Museo Civico della ex chiesa di San Francesco, alle numerose cantine, spesso aperte al pubblico durante l’anno per visite guidate e degustazioni.

Sj- Montefalco “Just in time ” – sabato 24 maggio

Enoteca “ Federico II “ di Montefalco presenta “ Just in time “ – sabato 24 maggio

L’enoteca Federico II di Montefalco ha organizzato “ Just in time “ , un evento musicale per palati fini e per buongustai . Le dolci note del blues , del mambo , del jazz e del tango , da sabato 24 maggio a sabato 26 luglio , allieteranno le serate di coloro che amano la musica , il buon bere e cibi prelibati . Si comincia questa sera , alle ore 21 , con “ Makondo “ , un gruppo di musicisti dell’America Latina composto da Cosuè Castillo
( voce e chitarra ) , Aldo Persichino ( basso ) , Sergio La Rinalda( congas e bongo ) , Stefano Zavattoni ( piano ) e Mario Tovo ( chitarra ) , proporrà al pubblico presente uno spettacolo fresco , piacevole , ricco di sonorità e ritmi tutti da gustare .