SJ- BUONA PASQUA AI NOSTRI MERAVIGLIOSI LETTORI DAL NETWORK DI NEWS REAL TIME FREE PER TUTTI!

Perugia
giovedì 1 aprile 2010
FANTACITY FESTIVAL- ORIGINALITÀ DEL LABORATORIO “INOMINFORMA”
Al Fantacity un’attività e una mostra per giocare con le lettere dell’alfabeto, elaborate in modo da ottenere …
Spoleto
giovedì 1 aprile 2010
CARO DIRETTORE, PERDERE POLTRONE FA MALE, MA LE SARACINESCHE ABBASSATE?
Caro Direttore,

A Spoleto il dado è tratto!
Da …

Spoleto
giovedì 1 aprile 2010
ERCOLE OLIVARIO- SODDISFAZIONE SICILIANA DOPO IL PREMIO A SPOLETO
La Sicilia fa il pieno al concorso olivicolo per eccellenza, quello che disegna la mappa del gotha della produzione nostrana. L’unica regione ad aggiudicarsi cinque premi nelle rispettive menzioni. Stiamo parlando dell’Ercole Olivario,un’edizione di altissimo …
Mondo
mercoledì 31 marzo 2010
BUONA PASQUA CARI AMICI LETTORI, ORMAI ABBIAMO SMESSO DI CONTARVI, SIETE TANTI E VI RINGRAZIAMO DI CUORE!
E’ UN RITUALE PER LE FESTE, QUELLO DEGLI AUGURI CHE DA ANNI SI RIPETE, CON SEMPRE PIU’ AMICI IN RETE E CON RINNOVELLATO ENTUSIASMO DA PARTE NOSTRA!

Montefalco
mercoledì 31 marzo 2010
PROMUOVE IL SAGRANTINO DI MONTEFALCO EVA KOTTROVA, SOMMELIER E OPINIONISTA DI CULTURA UNGHERESE
Promuovere, valorizzare, tutelare la memoria storica del Bel Paese; è l’impegno che ha solennemente preso Eva Kottrova, organizzatrice di eventi, opinionista con proprie rubriche su organi di informazione nell’Est Europa e sommelier dell’Associazione Italiana Sommeliers, …
Norcia
mercoledì 31 marzo 2010
PASQUA IN VALNERINA- VIA CRUCIS DI NORCIA, SUGGESTIONE VIVA PER LE VIE CITTADINE
Il prossimo venerdì sera, fede, devozione, dogma e folclore si fonderanno a Norcia, coinvolgendo tutta la popolazione, ma anche gli abitanti dei centri frazionali limitrofi, quando si snoderà fuori dalle mura di cinta della città la suggestiva ed …
Spello
mercoledì 31 marzo 2010
PASQUA IN UMBRIA- QUID DORMITIS? MUSICA E MEDITAZIONI NELLA VEGLIA DI ADORAZIONE EUCARISTICA
QUID DORMITIS? Musica e Meditazioni nella Veglia di Adorazione Eucaristica

Elevazione di letture e meditazioni con musiche di Francesco Soriano (esecuzione integrale dei Motetula de Passione), Marco Antonio Ingegneri, Maurice Duruflé, Zoltan Kodali, Jonathan Adams …
Perugia
mercoledì 31 marzo 2010
FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL GIORNALISMO- EVENTO SPECIALE DEDICATO AL FOOD&WINE ONLINE
Una serie di interventi con gli esperti del settore trasmessi rigorosamente in live streaming con interazione del pubblico in sala e utenti che seguono l’evento in diretta sul sito e via Twitter. Partner dell’iniziativa la Regione Umbria

Annunci

Sj- NETWORK SPOLETOCLICK E COLLEGATI, NE’ BLOG NE’ SITI DI PROVINCIA…PORTALI TURISTICI E DI INFORMAZIONE FREE IN RETE!

UMBRIA
domenica 21 giugno 2009
MARIOLINA SAVINO: FARE, SAPER FARE, FAI SAPERE AGLI ALTRI CIO’ CHE SAI FARE!
fonte: SCUOLA GI GIORNALISMO PERUGIA

SPOLETOCLICK E UMBRIACLICK -VISTI E COMMENTATI- DAI COLLEGHI DELLA SCUOLA DI GIORNALISMO DI PERUGIA
fonte: Quattro Colonne- Scuola Giornalismo Perugia

Mariolina Savino racconta la nascita della sua pagina web
L’ UmbriaClick.it nella Rete
Un sito d’informazione sulla regione e sullo sviluppo della rete locale

di Giuseppe Lisi

«Tutta l’Umbria a portata di mouse». Raccontare il territorio, i problemi e lo sviluppo della regione e delle realtà locali tramite la Rete, informando coloro che navigano su Internet. E’ questo l’obiettivo di Umbriaclick.it, un sito d’informazione locale nato nel 2005 a Spoleto. La fondatrice, Mariolina Savino, racconta così l’avvicinamento a questo mondo: «Sono stata attratta da Internet, incuriosita dalla velocità con cui si possono ottenere e inoltrare le notizie, nonché dalla possibilità di poter sfruttare nuovi strumenti come photoshop, un programma che serve a elaborare e ritoccare le foto».

La rete locale – Giornalista pubblicista da molti anni, ha mantenuto un rapporto costante con le testate giornalistiche locali. Un rapporto che le ha permesso di creare una fitta rete di contatti, grazie alla quale riesce ad inserire sempre più notizie e informazioni nel proprio portale web. Sono molti anche i giovani interessati a collaborare con lei: «Ricevo circa 200 mail al giorno da molti volontari che si offrono di scrivere pezzi. Tra loro, la maggior parte sono studenti universitari, che hanno intenzione di intraprendere questa carriera. L’unica cosa che chiedo a coloro che mi scrivono e che vogliono lavorare volontariamente (Giornalisti Volontari ATPAI)per questi portali è l’onestà».

Pochi gli investimenti pubblicitari – Il problema principale che ha trovato lungo la strada è stato quello di trovare fondi per la sopravvivenza del suo sito: « C’è ancora poca fiducia da parte dei pubblicitari verso questo mondo. Ma d’altronde vendere pubblicità non è per tutti». Nonostante questo gli sponsor sono arrivati e con essi anche i proventi per mantenere aperto il sito, che continua ad avere numerosi contatti tutti i giorni.
Il rapporto con gli altri blogger locali? «Il mio rapporto con loro è abbastanza conflittuale. Forse ho pestato i piedi a qualcuno».

Ignorati dai giornali, superati da Facebook nel dar voce al territorio
Blog e Umbria: la rivoluzione può attendere
Ancora pochi i blogger che raccontano a fondo la regione

di Martino Villosio

Se l’ultima copia del New York Times verrà venduta nel 2043, il “Corriere dell’Umbria” in versione cartacea potrebbe sopravvivere persino più a lungo. Per le granitiche certezze di un profeta della rivoluzione via blog, il panorama umbro rischia di essere disorientante. Da “Ternimania” a “SpoletoClick”, passando per “PerugiaNotizie”, i blog locali più attenti al territorio parlano delle città per segnalare eventi e iniziative. Fornire news sull’amministrazione. Stimolare l’interazione su quella piazza “virtuale” che per alcuni è destinata a sostituire, a livello locale, il bar e il campanile della domenica. Un nucleo ristretto di siti “di servizio”, invece di una pattuglia sterminata di cittadini pronti a denunciare inefficienze e a beffare sul tempo i media tradizionali.

Casi estremi – Certo ci sono i casi isolati. Quelli che lasciano percepire, Sotto forma di esempi estremi, il cambiamento rapido che investe mondo dell’informazione. Lo scorso ottobre i genitori di un bambino di quindici mesi, morto per aver ingerito del metadone, sono finiti su tv e giornali. Accusati di pesanti negligenze. Il nonno, docente universitario all’Università di Perugia, ha bypassato i media tradizionali pubblicando sul blog dei suoi studenti una verità diversa, che ha viaggiato on line fino a far piovere rettifiche.
Il mondo universitario è stato sfiorato da un’altra vicenda, che offre invece il destro a chi critica il caos disinvolto dell’informazione in blogosfera. Un gruppo di blogger, gli “Onesti del Gallenga”, ha preso di mira nei mesi scorsi la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia. Formulando accuse pesanti e rigorosamente anonime. La polizia indaga ancora oggi, dopo una denuncia contro ignoti, sui responsabili di un sito che nel frattempo è stato chiuso.
Un altro caso interessante è quello di “Perugia Shock”. Un blog creato e gestito da un giornalista inglese che scrive sotto pseudonimo. “Frank” parla solo del caso Meredith, la studentessa uccisa nel capoluogo umbro un anno e mezzo fa. I giornalisti locali, dal “Corriere” al “Giornale dell’Umbria”, monitorano costantemente il suo sito.

Arriva Facebook – Mentre i giornali su web, da “Umbria Journal” a “Spoleto on line”, sono una fonte preziosa di spunti per i quotidiani cartacei e le tv umbre, il mosaico dei blog è un po’ trascurato. “Per carenza di voci autorevoli”, è la risposta più comune. Le redazioni preferiscono perlustrare Facebook. Dove si moltiplicano i comitati di cittadini riuniti intorno a una causa comune. Dove nascono gruppi di sostegno a candidati politici. Che fanno sentire il blog, così giovane, già un po’ polveroso.

A colloquio con il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria
«Una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog»
Le riflessioni e le aspettative sul rapporto tra giornalismo e nuove tecnologie

di Susanna Lemma

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti del’Umbria, Dante Ciliani, parla del rapporto tra il mondo dell’informazione alternativa ed il giornalismo tradizionale. Racconta i vizi e le virtù delle nuove frontiere della comunicazione, ponendo interrogativi che gli addetti ai lavori non possono piu` evitare.

Le riflessioni – Il cambiamento non è né positivo, né negativo. Avviene e basta. Bisogna saperlo valutare ed affrontare nei migliori dei modi. Il giornalismo può utilizzare internet finché questo risulta complementare alla professione e sia in grado di fornire dati certi e verificabili. Di certo, una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog.

Le aspettative – L’Italia non conosce ancora bene i pro ed i contro dello sviluppo tecnologico del giornalismo. Questa realtà crea confusione e rende difficile distinguere esperienze positive da quelle negative.

Di tutto di più dal nostro Network Spoletclick solo per voi!

Spoleto
lunedì 12 gennaio 2009
ESCLUSIVO- INTERVISTA A MENOTTI 1^ PARTE A CURA DI GIANNA VOLPI
Cari lettori per voi una chicca davvero speciale!
Gianna Volpi curerà personalmente questo spazio di SpoletoClick  dedicato al Maestro, con l’intervista tratta dal suo libro
“SpoletoStory” edizione Rusconi.
lunedì 12 gennaio 2009
A TREVI CERCASI SCRITTORI PER LA “MIA TERRA”
L’assessorato alla Cultura del Comune di Trevi e la Biblioteca Comunale indicono la tredicesima edizione del concorso letterario dal titolo “La mia terra”. I partecipanti, bambini, ragazzi, giovani e adulti dovranno scrivere un racconto originale, composto al computer
A Spoleto
lunedì 12 gennaio 2009
CARO DIRETTORE, BENE O MALE, L’IMPORTANTE È CHE SE NE PARLI!
Gentilissima sig. Savino,

Le scrivo per manifestarLe la mia sincera preoccupazione di come nella nostra splendida città dove non mancano motivi seri per parlare di questioni reali, si sviluppino addirittura contrapposizioni riguardo allo spettacolo

Giano dell’Umbria
lunedì 12 gennaio 2009
DAL MONDO ANTICO AL CRISTIANESIMO. SULLE TRACCE DI GIANO
In una sala gremita, Vania Gasperoni Panella e Maria Grazia Cittadini Fulvi hanno presentato ieri pomeriggio, Venerdì 9 gennaio, a Spoleto nella Sala Ermini di Palazzo Ancaiani, il loro volume “Dal Mondo Antico al Cristianesimo.
Foligno
lunedì 12 gennaio 2009
IL PASTICCIO DELLA FILS TRA MENZOGNE, FAVORI E SPRECHI CON OLTRE 1 MILIONE DI DEBITI DA PAGARE
Nonostante lo sconcertante silenzio messo in atto dalla stampa, nuovi sconcertanti particolari si scoprono sulla vicenda Fils e che smentiscono clamorosamente la versione dell’amministrazione comunale. Particolari che l’opinione pubblica deve conoscere per giudicare a chi hanno affidato il governo
Campello
lunedì 12 gennaio 2009
A MONTECCHIO PAUSA DI RIFLESSIONE PER LA CLITUNNO
Prima sconfitta in campionato: 3-2.

La Juniores vittoriosa a Terni.

(foto E.Pacifici) Foto della 1°rete di Antonini.

La Clitunno perde a Montecchio e riapre il campionato. L’11 di Bordini domina per circa

Italia
lunedì 12 gennaio 2009
IL 14 FEBBRAIO ANDREOTTI COMPIE 90 ANNI.E’ PROPRIO VERO… IL POTERE LOGORA CHI NON LO HA! AUGURI!
Sulla scena politica da più tempo della regina Elisabetta.

E’ il politico italiano più blasonato, sette volte alla guida del governo, uno dei leader democristiani più votati; ma per i suoi nemici e detrattori è stato

A Spoleto
lunedì 12 gennaio 2009
ADDIO A ROBERTO ROBUSTI, CHIAMATO ANCHE “BURUBÙ”
Se n’è andato Roberto Robusti conosciutissimo e stimato titolare dell’omonimo panificio in via del Tiro a Segno. Tutti in città lo conoscevano , e tutti in città lo stimavano per la sua serietà , il suo attaccamento al

AuGuRiSsImI! Dalla nostra redazione vi giungano graditi ovunque voi siate! BUON 2009 da Mariolina Savino!!!

schedabuonannoclickschedacupolapalla-1

EDITORIALE M. SAVINO

 
SPOLETO
martedì 30 dicembre 2008
AUGURI DALLA NOSTRA REDAZIONE DI SPOLETO A TUTTI VOI E BUON ANNO DA MARIOLINA SAVINO
fonte: direttore Mariolina SAVINO

Un anno difficile se ne va e un anno incerto arriva, ma noi inguaribili positivi pensiamo alla crisi come ad un toccasana per il riequilibro di troppe storture che un finto benessere ha provocato!

Siamo certi del buon senso delle famiglie e delle singole persone, delle aziende, delle banche, della politica in generale e del Governo.

Siamo fiduciosi nella Chiesa che non mancherà all’appello per aiutare chi ha difficoltà offrendo il suo discreto supporto, nella politica ch dovrà eliminare davvero tutti gli sprechi eliminando i figli e i figliastri nati da un modo distorto di vivere  la cosa pubblica.
Siamo fiduciosi anche nei commercianti che quando hanno vissuto tempi d’oro lo hanno fatto in silenzio e ora tocca anche a loro, porsi una mano sulla tasca e una sulla coscenza.

Siamo certi che la solidarietà sociale si metterà in moto non offendendo chi si troverà in difficoltà, ma aiutando le famiglie nel rispetto di queste e che, non ci saranno finti poveri in cerca di aiuto, ma reali situazioni dove l’emergenza vivere dignitosamente, costringerà chi ha in eccesso ad offrire a chi non ne ha per vivere!

Un anno difficile quello vissuto dove il terremoto della casta ancora non ha concluso i suoi effetti drammatici e con la crisi, stride ancora di più il maltolto.
Giusto il momento di rimettere in discussione modi e sistemi poco civili e poco chiari, di fronte ad un mondo lavorativo che soffre a causa di stipendi esigui, mentre accanto ancora sfrecciano auto blu ingiustificate.

Gli amici si vedono nel momento del bisogno!

Questo è il momento di dimostrare la vera stoffa degli italiani!
Impegno, merito, lavoro, fantasia e tanta voglia di ricreare un sistema produttivo che funzioni davvero, un turismo non deluso da aspettative mancate, una programmazione seria di spettacoli che non preveda sprechi ma solo l’essenziale per fare cose belle e utili, utilizzando al meglio le bellezze architettoniche italiane!

Insomma l’augurio è questo:
Dal monito di Gesù-


amatevi l’un l’altro come io ho amato voi!
 

Auguri di cuore a tutti i nostri lettori!
Come avete visto, abbiamo ristrutturato e ricreato SpoletoClick e UmbriaClick e presto, saranno fatte quelle modifiche che ancora non sono state messe in rete, come l’archivio e più news in home page, un lavoro che dal nuovo anno migliorerà il nostro Network.

Un Augurio ed un saluto ai titolari di Aziende e a coloro che vorranno sostenerci economicamente per il futuro, offriamo banner a costi assolutamente onesti e contenuti come è d’uso in internet, garandentovi la grande visibilità dei nostri portali aggiornati quotidianamente.

A tutti voi amici vicini e lontani, un grandissimo augurio di BUON ANNO
dalla vostra

Mariolina Savino & RedazioneClick!

 
   
torna indietro

natale2008

Sj-Il nostro portale www.SpoletoClick.it sta compiendo le lune per venire al mondo!

SPOLETO
domenica 26 ottobre 2008
SPOLETOCLICK. FARE, SAPER FARE, FAR SAPERE AGLI ALTRI CHE SAI FARE!
fonte: Mariolina Savino direttoreclick@gmail.com

Siamo giunti alla, per così dire, seconda edizione di spoletoclick.

Si riparte con rinnovata forza ed entusiasmo da un alberello che stava solo soletto in una immensa prateria…lo ricordate?


Nulla sarà come prima, se non la passione di comunicare con i lettori, quella sconfinata massa di persone che cerca e trova di tutto un pò e un pò di tutto nelle nostre elucubrazioni giornalistiche, negli approfondimenti, nelle curiosità e negli eventi ricercati e diffusi con dovizia di particolari anche fotografici.
Non siamo ne bravi ne scarsi, SIAMO, e questo è ciò che importa.
Siamo presenti fin dove è possibile, siamo disposti a stare davanti al computer anche 24 ore di fila, siamo pronti a passare Natale e Pasqua, domeniche e feste comandate a scrivere, divulgare, fotografare un’Umbria che c’è, non virtuale ma reale, senza rincorrere la visita o il vil denaro, ma ponendo il punto sulla vericidà dei fatti cercando di non “passarcene” mai con le parole, insomma siamo quelli fuori dal coro.
Pronti alle sfide quando ci vengono lanciate, non siamo amorfi, apatici, svogliati, il nostro è un impegno con il lettore puro, quello che cerca in internet qualcosa che lo informi e lo diverta, che gli dia la voglia di viaggiare e scoprire quanto una piccola regione e piccole cittadine possono offrirgli per staccare la spina.
Siamo quelli che invitiamo tutti ad acquistare i quotidiani che sono sempre un bel modo di comprendere il mondo, siamo quelli che invitano i lettori a viaggiare in tutti i siti di informazione e non, non siamo in concorrenza con i colleghi che come noi, corrono da una parte all’altra cercando di offrire un ventaglio di informazioni che sono utili, e rendono edotti i lettori su piccoli e vasti territori.
Siamo quelli che amano internet e non disdegnano la capatina all’edicola al mattino, o che guardano tanti diversi canali in TV per farsi un’idea propria della realtà del nostro grande paese.
Abbiamo le nostre idee certo, ma se dobbiamo esprimere un pensiero non ci affidiamo mai alla dottrina di questo o quel partito, di questo o quel personaggio politico, se Berlusconi sbaglia va detto così come viene servito Veltroni a buon bisogno.
Le persone e in particolare le donne, che hanno il coraggio di dire ed esprimere le proprie opinioni non sempre in linea con l’idea di massa, a volte sono viste con un pizzico di malignità, ma credetemi non c’è nulla di più sano a questo mondo che avere la forza di pensare e il coraggio di dire ciò che si pensa.
E’ un valore assoluto, anche se questo costa anche in temini economici e non solo!

Il nostro portale http://www.spoletoclick.it sta compiendo le lune per venire al mondo, questa volta non più sotto il segno dei pesci ma dello scorpione…una scelta precisa, fatta con dovizia di particolari perchè finalmente, abbiamo imparato a difenderci dalla nostra stessa bontà! Non attacchiamo nessuno ma se provocati, lo scorpione saprà difenderci di sicuro…!
Battute a parte, carissimi lettori, abbiamo giocato in questi giorni annunciandovi l’immediatezza della pubblicazione in rete di Spoletoclick, facendovi apprezzare Umbriaclick nell’attesa, padre indiscusso di tutti i nostri portali.
Oramai è davvero questione di ore, potrete riappropriarvi del vostro portale preferito e l’impegno mio e dei nostri GV, Giornalisti Volontari ATPAI, sarà all’altezza del compito così come quello dei tecnici che ci hanno permesso di studiare la nuova grafica e l’usabilità di SpoletoClick.
Attendo tante visite e vi annuncio che al massimo martedì http://www.spoletoclick.it sarà in rete!

Hasta la vista con un click!

clikka sull’immagine

EDITORIAJOURNAL- FUGA DALLE TENEBRE -AL BAMBINO “BASTARDO” E “FIGLIO DI PUTTANA”-

MONDO

mercoledì 8 ottobre 2008

LA COPERTINA: AL BAMBINO “BASTARDO” E “FIGLIO DI PUTTANA”
fonte: redazioneclick

Al Bambino “Bastardo” e “figlio di puttana” che ero, frutto di un amore impossibile tra due adulti che non si amavano

e a tutti i bambini del mondo che la società, nel suo cinismo e la sua cattiveria, ha targato di “figlio di puttana”

– Al Bambino schiavo che ero, nato e cresciuto in un continente schiavo degli altri e a tutti i bambini maltrattati di questo mondo che subiscono soprusi; prima o poi ogni bambino crescerà, diventerà adulto e sarà l’unico e vero giudice a sentenziare sul comportamento degli adulti durante la sua infanzia.

UN LIBRO DA FARE LEGGERE AD OGNI STUDENTE CHE NON AMA LA SCUOLA O A CHI PENSA CHE OGGI, STUDIARE NON SERVE A NULLA

Ad un anno dall’uscita in libreria, è già un Best-seller (15€ in tutte le librerie):

Jean-Paul POUGALA

“In Fuga dalle Tenebre”

“Gli Struzzi” – Giulio Einaudi Editore ISBN 978-88-06-18798-9

http://www.infugadalletenebre.it

Può la cultura contribuire ad uscire dalla povertà?

L’autobiografia di Jean-Paul Pougala, giovane imprenditore Italo-Camerunese di formazione Europea, è a tal punto fitta, anzi stipata, di accadimenti da richiamare la tradizionale immagine della melagrana. Fitta nel tempo perché, nell’ambito di un’esistenza non ancora giunta ai quarantacinque anni, riassume un’esperienza storica plurisecolare. Da una vera e propria condizione di schiavitù familiare, infantile e adolescenziale, giunge attraverso vicende non di rado al limite dell’inverosimiglianza, al compimento di un travagliato “curriculum studiorum”, fino alla laurea in economia conseguita in Italia e poi fino alla sua attuale posizione di imprenditore a livello intercontinentale. Altrettanto fitta è la dimensione spaziale della sua storia, segnata da un costante andirivieni tra l’Africa, l’Europa e la Cina, non senza un importante soggiorno formativo tra Canada e Stati Uniti.
Questo libro tocca necessariamente una varietà di temi e di registri che, senza presunzioni letterarie, conduce il lettore dal romanzo picaresco alla storia di una formazione intellettuale e morale, in un interessante confronto con realtà profondamente diverse, segnate in più di una circostanza da rischi che non è esagerato definire estremi.

Come può la Scuola cambiare un destino ?

E’ un libro da mettere tra le mani di ogni studente che ha detto un giorno di non aver voglia di studiare. L’autore spiega come la “scuola, sempre la scuola, ancora la scuola, fino alla nausea” ha potuto salvarlo dalla schiavitù e cambiare il suo destino, nonostante le difficili condizioni di partenza di miseria estrema in Africa, peggiorate dal razzismo in Italia.

In Camerun Jean-Paul Pougala è figlio di un notabile, ma è obbligato a lasciare l’Africa a metà degli anni Ottanta. In questo libro racconta la sua storia, ma ha anche modo di denunciare le condizioni di vita africana: Pougala è nato in una società patriarcale, suo padre ha trenta figli da varie mogli. Quando con la madre è cacciato di casa decide di tentare la via dell’emigrazione e si ritrova a studiare in Italia, all’Università degli studi di Perugia, finanziando questi studi facendo: il lavapiatti clandestino nei ristoranti di notte, il VUCUMPRA di giorno, e raccogliendo i pomodori d’estate.

Ma anche in Italia sperimenta condizioni di vita non sempre agevoli. Al suo arrivo si sente isolato dai compagni di università per le paure di quegli anni legate all’AIDS. E non è quella l’unica forma di apartheid subdolo e pervasivo che sarà costretto a subire, e che per un certo periodo della sua vita ha prevalso persino nell’immagine che egli aveva di sé.

Sj-FESTIVAL dei DUE MONDI, FRANCIS MENOTTI SCRIVE A TUTTI GLI AMICI DEL FESTIVAL

FESTIVAL DUE MONDI

Appello al mondo di Francis Menotti versione inglese

Spoleto’s no safari

by Gian Carlo Menotti

OPEN LETTER TO ARTISTS, SPONSORS AND FRIENDS OF THE SPOLETO FESTIVAL EVERYWHERE
FROM FRANCIS MENOTTI AND THE MENOTTI FAMILY


Dearest Friends,


My father, the Maestro Gian Carlo Menotti, intended the Festival dei Due Mondi to be a festival for everybody, an event all Italians and music-lovers worldwide could be proud of.  He dedicated his life to it; to the audiences and to the thousands of artists who found their voice under his patronage — some of them now the most prominent artists in the world. It was truly an act of love.

The Festival has been recently taken away by those who, after benefiting my father’s creativity, have decided, after his death, to use what we’ve built for their own gain.  They use our trademark, “Festival dei Due Mondi”, without our consent.  I was thus forced to start a lawsuit to protect our rights, as well as the continuity of our artistic tradition.

On his deathbed, I made a solemn promise to my father to defend the honor and integrity of the Festival to the full extent of my powers.
I take my oath very seriously and I ask you to stand side by side with me in protecting my father’s wishes.  I hope and pray that with the help of the Minister of Culture, we can once again collaborate and all parties can come together to find a solution.

I have been blessed with an extraordinary life.  It has been an honor and a privilege to help my father create the magical moments that audiences and artists shared together each year during a balmy summer month under Umbrian skies.

Do you remember these moments?  Has your soul been touched by the art as mine has?  Then it is essential that we hear from you now!  Your stories of individual inspiration from Festivals past sustain us during our struggle.  Please share these stories with us at

SaveTheFestival@OperaMenotti.com

The Menotti family, as always, will do all it can to carry on this extraordinary dream of my father.

With my warmest regards to the people of Italy, and artists everywhere,

Francis Menotti

PRIMA PAGINA

SEMBRAVA STRANO IL SILENZIO, LA CAPPA SUL FESTIVAL, LA TOTALE ARRESA DI FRANCIS DI FRONTE ALLA SITUAZIONE. E A MOLTI STAVA BENISSIMO COSI’, MA CHI DI NOI NON DIFENDEREBBE CON LE UNGHIE E CON I DENTI UN BENE, UNA EREDITA’, ANCHE E SOLO PER IL RISPETTO ALLO SCOMPARSO?

I POSSIBILI “DEBITI” SONO UN’ALTRA COSA E VANNO TRATTATI A PARTE.

TRATTO DAL SITO UFFICIALE DEL FESTIVAL DEI DUE MONDI DI G&F MENOTTI

LETTERA APERTA AGLI ARTISTI, SPONSOR E AMICI DELLO SPOLETO FESTIVAL IN TUTTO IL MONDO
DA FRANCIS MENOTTI E DALLA FAMIGLIA MENOTTI

Foto archivio 2007, di Mariolina Savino

Amici carissimi,

mio padre, Maestro Gian Carlo Menotti, intendeva il Festival dei Due Mondi come una festa per tutti, una manifestazione di cui ogni italiano e ogni amante della musica in tutto il mondo potesse andare fiero. Vi dedicò la sua vita: sia al pubblico sia alle migliaia di artisti – molti dei quali assurti oggi a fama mondiale – che vi trovarono espressione sotto il suo patrocinio. E’ stato un vero atto d’amore.

Di recente il Festival ci è stato sottratto da coloro che, dopo la morte di mio padre e dopo aver raccolto i frutti della sua creatività, hanno deciso di appropriarsi in modo indebito di quello che abbiamo costruito con tanta fatica.

Utilizzano il nostro marchio, il “Festival dei Due Mondi”, senza il nostro consenso. Per questo motivo sono stato costretto a procedere per vie legali con l’intento di proteggere sia i nostri diritti sia la continuità della nostra tradizione artistica.

Mio padre giaceva sul letto di morte, quando gli promisi solennemente di difendere l’onore e l’integrità del Festival con tutti i miei sforzi. Prendo molto sul serio questo giuramento e vi invito a darmi manforte nel tutelare i desideri di mio padre. E’ il nostro più vivo augurio che, con l’aiuto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali, possiamo tornare nuovamente a collaborare e che le varie parti possano congiungersi per trovare una soluzione.

La fortuna mi ha regalato una vita straordinaria. E’ stato un onore e un privilegio, aiutare mio padre a creare quei momenti magici che il pubblico e gli artisti hanno condiviso insieme anno dopo anno, sotto il dolce cielo estivo dell’Umbria.

Vi ricordate di quei momenti? L’arte ha commosso anche la vostra anima, come ha commosso la mia? Allora è adesso che abbiamo bisogno dei vostri messaggi! Le vostre testimonianze ed ispirazioni ci sosterranno nella nostra lotta.

Fateci partecipi a

SaveTheFestival@OperaMenotti.com

Come ha sempre fatto, la famiglia Menotti si impegna al massimo per far continuare il sogno straordinario di mio padre.

Saluto con viva cordialità tutti gli italiani e gli artisti nel mondo.

Francis Menotti

Oj- Premio Int. per i diritti umani “Città di Orvieto”

Orvieto, Terni il 31 maggio 2008

8^ edizione del Premio Internazionale per i diritti umani “Città di Orvieto”

La cittadina di Orvieto propone per il 31 maggio 2008 una giornata dedicata all’attenzione umanistica con l’8^ edizione del Premio Internazionale per i diritti umani “Città di Orvieto”. Sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica il premio è il contributo della Comunità locale alla salvaguardia dei diritti umani. Il riconoscimento è attribuito annualmente ad un personaggio che si è distinto nella difesa dei diritti umani a livello internazionale. La finalità del premio è quella della di dare continuità ai progetti intrapresi dal premiato.