Sj- LA NOSTRA REDAZIONE SALUTA L’ARCIVESCOVO RICCARDO FONTANA, FOTO E TESTO A CURA DI MARIOLINA SAVINO

EDITORIALE M. SAVINO
SPOLETO
lunedì 31 agosto 2009
SPOLETOCLICK SALUTA L’ARCIVESCOVO RICCARDO FONTANA
fonte: DIRETTORE MARIOLINA SAVINO

UN SALUTO RISPETTOSO ALL’UOMO COLTO E INTELLIGENTE, AL PASTORE ATTENTO E CARITATEVOLE, ALL’ARCIVESCOVO CHE HA LASCIATO UN’ORMA NEL SUO PASSAGGIO A SPOLETO, CHE NON SARA’ RICORDATA SOLO COME UN OVALE DA AGGIUNGERE A TANTI SUOI PREDECESSORI.

FOTO DI MARIOLINA SAVINO

Il saluto è personale , fuori da schemi e da burocrazie, perchè internet ci da la possibilità di esprimere liberamente sentimenti e punti di vista senza costrizioni di spazi, senza dover per forza seguire un iter, con la spontaneetà che ci contraddistingue e ci lega indissolubilmente al lettore.

Ieri è stato il FONTANA DAY e, visto che tanti colleghi hanno già ampiamento scritto sui quotidiani di oggi, dei vari appuntamenti istituzionali e non, vissuti intensamente dal’Arcivescovo e da tutti coloro che hanno voluto testimoniare con la propria presenza l’apprezzamento e l’affetto per il presule, ormai pronto ad affrontare una nuova fase della sua vita pastorale in Arezzo, noi preferiamo ricordare un incontro significativo, che ci ha dato modo di apprezzare e cogliere direttamente le qualità indiscusse, di una intelligenza fuori dal comune e di una cultura ampia e dettagliata di monsignor Fontana.
Un incontro faccia a faccia durato quasi un’ora e mezza dove si è parlato di tutto, nel salotto buono della curia vescovile, dove sono scomparsi per un momento il provincialismo, le lotte campanilistiche, le troppe inutili chiacchiere che non macinano mulini, dove l’Arcivescovo ha espresso pensieri profondi, convinto di essere ascoltato e compreso.

Una figura particolare quella di Riccardo Fontana, che ieri sera in piazza Duomo, ha posturalmente preso distanza dalla politica, guadagnandosi uno spazio sul palco tutto suo, con di fianco il Duomo, da Lui descritto in modo sublime ed eclettico, con alle spalle la Rocca, e che con coraggio, ha voluto ricordare un uomo che fino a oggi, ha conosciuto solo l’ingratitudine spoletina: Gian Carlo Menotti.

Un ricordo opportuno e dovuto, di una affinità di intelligenze e di visioni, che sono sempre andate oltre le colline e che, hanno conosciuto momenti anche complicati, ma vissuti e superati sempre con stima e rispetto reciproco.

L’arcivescovo ha parlato della Croce, paragonandola a quel melograno dalla scorza amara ma dai molteplici zuccherosi frutti, della palla d’oro in cima al Campanile che serve al viandante che perde la strada di ritrovare la via del ritorno, e della navata centrale del Duomo, che indica all’uomo l’abbraccio della Chiesa e il grande mistero della fede.

Noi siamo certi che Boccardo, (prossimo successore), non sarà certo portatore di qualità inferiori a quelle di Riccardo Fontana, lo dice Lui stesso ricordando la stima e l’amicizia che da anni lo lega all’illustre collega.
Questo passaggio, dopo tanta semina, farà raccogliere buoni frutti alla Comunità religiosa e laica spoletana, sempre che tutto il buono degli insegnamenti e suggerimenti del presule, siano stati raccolti e gelosamente custoditi da una città a volte risulta chiusa e scontrosa, ma in verità, con la forza di un grande cuore, proprio come quel maturo melograno che, dalla scorza amara offre molteplici, deliziosi, vermigli frutti.

Ciao Riccardo,
hai dato dignità al nostro lavoro di cronisti, hai tentato numerose volte di farci diventare migliori, e osiamo sperare che quegli incontri nel giorno del nostro protettore San Francesco di Sales, possano aver creato i presupposti, per guardare fiduciosi verso il futuro a favore di una categoria, quella dei giornalisti, che come hai sempre affermato, devono essere vigili sentinelle del territorio, testimoni imparziali dei fatti e degli avvenimenti, che caratterizzano uno dei comprensori più belli e interessanti dell’Umbria.

Rispettosamente e con grande stima, un affettuoso arrivederci da parte mia e della redazione del network Spoletoclick e Umbriaclick

Mariolina Savino

torna indietro

INSERZIONI UMBRIACLICK INFO
Annunci

Sj- ROSSOBASTARDOLIVE TOUR UMBRO

NARNI
lunedì 31 agosto 2009
IN GRANDE STILE A NARNI IL SALUTO ROSSOBASTARDO PER IL GRAN FINALE E….SI RIPARTE!
fonte: ANTONELLA MANNI, UFFICIO STAMPA

IN GRANDE STILE A NARNI SI CHIUDE LA SECONDA EDIZIONE FRINGE IN UMBRIA DOPO L’ESPERIENZA POSITIVA SPOLETINA

Con Toni Green, Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner
COMUNICATO STAMPA
Gran finale al Rossobastardo live ieri sera, domenica 30 agosto, sul primo palcoscenico libero e alternativo dell’Umbria il cui nome è ispirato dal vino rosso che si produce a Bastardo, piccolo centro umbro tra Spoleto, Todi e Montefalco. Per fare festa, sono saliti insieme alla ribalta del locale “fringe”, tutti gli artisti della Menphis Parade: da Toni Green, cantante dotata di una voce straordinaria ed uno stile particolarissimo, a Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner. Dopo le loro esibizioni per il Narni Black Festival, le star della musica black hanno voluto siglare così, in allegria, la conclusione della manifestazione.
Si chiude in questo modo anche l’entusiasmante l’esperienza di Rossobastardo live 09 in un Caffè del Teatro Comunale di Narni (Tr) stracolmo di pubblico e in sinergia con il Narni Black Festival.
Un percorso innovativo, quello di Rossobastrado live, iniziato quest’anno in Umbria al Festival dei Due Mondi di Spoleto e organizzato in collaborazione con Offucina Eclettic Arts sotto la direzione artistica di Andrea Paciotto.

Il progetto, promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, si è proposto di mantenere aperta una finestra sul mondo della creatività contemporanea e ha offerto visibilità a tutti gli artisti e a tutte le discipline artistiche dello spettacolo e delle arti visive contemporanee (teatro, danza, musica, performance, DJ/VJ, video, arti visive e installazioni) con singoli artisti o gruppi arrivati da tutta Europa, coinvolti attraverso un bando di partecipazione.

Rossobastardo live ‘09 è stato quest’anno un punto di riferimento per coloro che desideravano presentare il proprio lavoro nel contesto di importanti manifestazioni artistiche in Umbria. Per promuovere e far conoscere nuove idee, favorire l’incontro e lo scambio culturale ed artistico.

All’interno del Rossobastardo live ‘09 è stata aperta anche una sezione a tema, una sorta di concorso d’idee, che si è proposta di mettere in contatto creativi dell’immagine e della comunicazione con il mondo dell’imprenditoria vitivinicola. Pertanto è stato richiesto agli artisti di inviare idee e proposte per quello che riguarda il design di una ipotetica campagna di comunicazione (etichette, bottiglie, gadgets, slogan, spot e campagne pubblicitarie) del vino Rossobastardo. Le proposte per questa sezione verranno premiate durante la vendemmia che si terrà il prossimo 4 ottobre 2009.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09 è un progetto promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, organizzato con la collaborazione di Offucina Eclectic Arts.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09
Offucina Eclectic Arts – Via XVII Settembre – 06049 Spoleto (PG)
Tel. 0743-222601 – Mail: info@rossobastardolive.net.

Ufficio Stampa
Antonella Manni
Cell. 339.5993281
E-mail: aciemme@virgilio.it

torna indietro

Sj- VALERIA SEVERINI E IL SUO MARE SPOLETANO!

SPOLETO
domenica 30 agosto 2009
MARE NOSTRUM- UNA SPLENDIDA VALERIA SEVERINI NEL MARE UMBRO!
fonte: MARIOLINA SAVINO

QUANDO UNA REGIONE VERDEGGIANTE COME L’UMBRIA HA UNA SOLA PECCA, NIENTE MARE MEDITERRANEO….
NIENTE PAURA, BASTA ORGANIZZARSI E ANDARE IN PISCINA…!

VALERIA, CAVALLO DI RAZZA DELLE GRAFICHE SEVERINI, SEMPRE IN CORSA, PRONTA A COGLIERE L’ATTIMO PER CREARE, INNOVARE, PROPORRE INIZIATIVE EDITORIALI PER LA VALORIZZAZIONE DI UN TERRITORIO CHE DI IMMAGINI E DI BELLEZZE NE HA DA VENDERE, SI PRENDE SEMPRE UN FINE SETTIMANA DI RELAX CON LA FIGLIA E LE AMICHE IN PISCINA.

“E’ il nostro piccolo mare, dice Valeria, il modo migliore per passare un pò di tempo con i propri figli, per ritemprare il corpo e la mente ed essere poi pronti il lunedì per nuove sfide!”

L’Umbria offre tanti svaghi estivi, dagli itinerari in montagna ai percorsi religosi o in bici, dalle visite ai musei ai tanti percorsi culturali che sono amati dai turisti, sempre alla ricerca di immagini da immortalare e riguardare al proprio ritorno, insieme agli amici.

Sempre in piscina, si incontrano tante persone che provengono da tanti paesei differenti, come tre splendide signore toscane che amando l’Umbria hanno preferito Spoleto per il loro mese di ferie, accompagnate dai loro deliziosi amici a quattrozampe.

In un piccolo angolo di bosco, proprio a ridosso della piscina di Torricella, le tre amiche hanno potuto prendere il sole, stare in compagnia dei propri inseparabili cagnolini e a turno hanno fatto il bagno nelle acque cristalline.
Cogliamo l’occasione per salutarle dal nostro network Spoletoclick perchè ieri è stato il loro ultimo giorno di vacanza, oggi ritornano a Firenze e da domani a loro dire, purtroppo…, si torna a lavorare!!!!

E di questi tempi dove dalla cronaca si evince che nella mia amata Melfi, in Basilicata, la Fiat aveva deciso di lasciare tanti operai a casa sorpresi dalla notizia al ritorno delle ferie, tornare a lavorare, garantito, è davvero un lusso prezioso!

Dal Mare nostrum spoletino a tutti voi, un augurio di una buona e serena domenica dalla sempre vostra

Mariolina Savino

torna indietro

Sj- CARLO VERDONE RACCONTA ALFONSO MARCHESE E IL SUO LIBRO “MIRACOLO IN SICILIA”

LIBRERIA
SPOLETO
domenica 30 agosto 2009
MIRACOLO A SPOLETO-……DUE VERDONE E UN MARCHESE!
fonte: DIRETTORE MARIOLINA SAVINO

MEGLIO UNA SALA PICCOLA GREMITA CHE UNA SALA GRANDE MEZZA VUOTA….SI DICE COSI’ QUANDO SI SCEGLIE IL LUOGO DI UN CONVEGNO, DI UN INCONTRO O MEGLIO ANCORA PER PRESENTARE UN LIBRO MA….

QUANDO IL LIBRO E’ FIRMATO DAL COLLEGA GIORNALISTA E SCRITTORE ALFONSO MARCHESE E A PRESENTARE L’OPERA, SI PRESENTANO NON UNO MA BEN DUE FRATELLI VERDONE, DI CUI CARLO, ATTORE AMATO E STIMATO E DIRETTO EREDE CONCLAMATO DI ALBERTO SORDI, BE’ ALLORA POSSIAMO DIRE A RAGIONE, CHE MANCO IL NUOVO PALATENDA, AVREBBE POTURO CONTENERE TUTTI COLORO CHE IERI NON HANNO POTUTO ASSISTERE ALL’EVENTO.

IL BINOMIO VERDONE-MARCHESE, SI E’ COSTITUITO TANTISSIMI ANNI FA A ROMA, COMPLICI GLI STUDI DI CINEMA, REGIA E TEATRO, I DUE HANNO STRETTO UN’AMICIZIA CHE ORMAI CONTA TANTE PRIMAVERE, E, IN QUESTA OCCASIONE, CARLO HA SCRITTO LA PREFAZIONE DELL’OPERA STILE LETTERARIO BAROCCO, CHE RACCONTA UNA GUSTOSISSIMA SICILIA, ROMANTICA, AMMICCANTE E PROVOCATRICE!

Alfonso Marchese non è nuovo a queste esperienze letterarie e già pensa ad un prossimo libro sulla sua tanto amata Spoleto, intanto ha goduto dell’affetto di tanti colleghi, amici e lettori che hanno riempito all’inverosimile la saletta di Palazzo Mauri, forse a causa della data scelta, lo scrittore/giornalista, aveva sottovalutato la grande forza di Carlo Verdone che ha certamente contribuito a valorizzare l’incontro, trasformando in una lezione di vita, quella che poteva essere “solo” la presentazione di “MIRACOLO IN SICILIA”

Carlo Verdone ha detto cose importanti che devono far riflettere il mondo dell’arte e dello spettacolo e sopratutto della politica e della cultura- “Oggi si avverte la decadenza dello spettacolo nel suo intero apparato, l’opera deve essere tale, così come il cinema, la musica, e l’arte in genere, dove idee e genio, devono prevalere su tutto il resto.
Gli anni d’oro di un Italia che ha segnato con Rossellini una sorta di Rinascimento del cinema italiano dovranno addivenire, o come Gian Carlo Menotti… una scoperta continua del nuovo, del non ancora appurato, o ancora le scoperte di geni della musica classica e moderna che in questo momento, non stanno dando frutti di originalità, ma la forte sensazione di una decadenza pari a quella di tanti valori, che la nostra attuale società ha perso e che fatica ad apprezzare e riscoprire.
Internet- continua il grande Carlo Verdone- è un mezzo importante ma guai a farlo gestire a chiunque, ci vuole testa e cuore, professionalità, e responsabilità per evitare sterili strumentalizzazioni se non, a volte, la travisazione della realtà , così come facebook, utile contenitore virtuale delle nostre tante amicizie.
Un mezzo di comunicazione fantastico e immediato, ma se la sera non ci si incontra in piazza con gli amici in carne ed ossa, è solo l’illusione di quello che non si tange, insomma una drammatica costatazione di una sotitudine…condivisa da tanti altri soli!.”

Presentato il libro di Alfonso Marchese, ricco di spunti di una italianità descritta tante volte da Camilleri e da altri autori sanguigni del sud, tutti gli invitati si sono trasferiti in Piazza Duomo dove si è dato il via all’inaugurazione di un altro importante evento organizzato da giovani spoletini dove l’attore Biondi, ha assistito alle performance dei poeti presenti e all’esposizione della natura della nuova Associazione Fare Cultura patrocinata da vari Enti e da ATPAI,  a cura del nostro direttore editoriale Simone Fagioli presso la Galleria PoliArte di Spoleto.

Foto a cura di Mariolina Savino

torna indietro

Alexa.com, il punto di riferimento per il top dei siti….ecco i primi cento!

//
//

siti più visitatiLA CLASSIFICA DEI SITI PIU’ VISITATI IN ITALIA . Molti curiosi e professionisti del web si chiedono spesso quali siano i siti pù visitati d’Italia,per conoscere gli argomenti preferiti dai navigatori o i trend dei siti . Per conoscere la classifica dei siti più visitati in Italia e del mondo basta andare su Alexa ,dove appunto si possono vedere i dati di tutti i siti web del mondo. Ecco a voi a classifica dei 100 siti più visitati d’Italia aggiornata ad oggi 22 luglio 2008. Clicca sul nome del sito che ti interessa per vedere tutti i dettagli del traffico: :
1. GoogleVersione italiana del popolare motore e directory. Utilizza inoltre i dati di ODP.google.itSite info for google.it

2.YouTubeYouTube is a way to get your videos to the people who matter to you. Upload, tag and share your videos worldwide!youtube.comSite info for youtube.com
3.

Windows LiveSearch engine from Microsoft.live.comSite info for live.com
4.
Yahoo!Personalized content and search options. Chatrooms, free e-mail, clubs, and pager.yahoo.comSite info for yahoo.com
5.
GoogleEnables users to search the Web, Usenet, and images. Features include PageRank, caching and translation of results, and an option to find similar pages. The company’s focus is developing search technology.google.comSite info for google.com

Interested in popular sites on the web?Buy a List of 10,000 or 100,000!

6.
Libero.itlibero.itSite info for libero.it
7.
AliceL’offerta a banda larga di Telecom Italia.alice.itSite info for alice.it
8.
EbayCommunity di compravendita per effettuare transazioni online senza intermediari. Offre la possibilità di accedere a oltre 20 categorie di prodotti, con varie opzioni per una ricerca facilitata.ebay.itSite info for ebay.it
9.
WikipediaAn online collaborative encyclopedia.wikipedia.orgSite info for wikipedia.org
10.
Microsoft Network (MSN)Dialup access and content provider.msn.comSite info for msn.com
11.
Netlog.comnetlog.comSite info for netlog.com
12.
Youporn.comyouporn.comSite info for youporn.com
13.
MyspaceSocial Networking Site.myspace.comSite info for myspace.com
14.
Blogger.comFree, automated weblog publishing tool that sends updates to a site via FTP.blogger.comSite info for blogger.com
15.
La RepubblicaOltre alle notizie destinate all’edicola, contiene anche articoli realizzati appositamente per l’edizione digitale. Aggiornamento 24 ore su 24.repubblica.itSite info for repubblica.it
16.
Forumcommunity.netforumcommunity.netSite info for forumcommunity.net
17.
Badoo.ComBadoo is a dynamic multi-lingual social networking site with innovative photo and video features that allows its users worldwide to gain an instant mass audience and interact both locally and globally.badoo.comSite info for badoo.com
18.
Altervista.orgaltervista.orgSite info for altervista.org
19.
Il Corriere della SeraIl sito offre la consultazione delle notizie principali e un forum di discussione al quale è possibile partecipare liberamente.corriere.itSite info for corriere.it
20.
Tiscali.ittiscali.itSite info for tiscali.it
21.
Leonardo.itleonardo.itSite info for leonardo.it
22.
ForumFree.netPermette di creare forum in lingua italiana in poco tempo, con la possibilità di personalizzazione della grafica e delle sue funzioni.forumfree.netSite info for forumfree.net
23.
FacebookA social utility that connects people, to keep up with friends, upload photos, share links and videos.facebook.comSite info for facebook.com
24.
Gazzetta dello SportSito liberamente consultabile con informazioni ampie su tutti gli sport; è presente anche una sezione forum e sondaggi per esprimere le proprie opinioni.gazzetta.itSite info for gazzetta.it
25.
ImageShackImageShack® is a free image hosting solution. It can be used to share pictures with friends, as well as post images on message boards and blogs. It can also be used to direct link images from your personal website or online auction. And best of all, it’s completely free.imageshack.usSite info for imageshack.us
26.
Mediaset.itmediaset.itSite info for mediaset.it
27.
RapidShareUsers can upload up to 100 meg files for sharing. Provides downloads of 100 megs per hour on the free service. Premium service also available.rapidshare.comSite info for rapidshare.com
28.
Microsoft CorporationMain site for product information, support, and news.microsoft.comSite info for microsoft.com
29.
RedTubePortal gigante de vídeos de sexo.redtube.comSite info for redtube.com
30.
WordPress.comFree blogs managed by the developers of the WordPress software. Includes custom design templates, integrated stats, automatic spam protection and many more features.wordpress.comSite info for wordpress.com
31.
Adult FriendfinderPersonal adverts with pictures and chat. [Membership]adultfriendfinder.comSite info for adultfriendfinder.com
32.
SplinderConsente la creazione di blog e la sua personalizzazione, in più permette di tenersi in contatto con gli altri utenti tramite un sistema di instant messaging.splinder.comSite info for splinder.com
33.
FlickrPicture galleries available with social networking, chat, groups, and photo ratings.flickr.comSite info for flickr.com
34.
Vodafone ItaliaUno dei più diffusi gestori di telefonia. Online profilo aziendale, e numerosi servizi online (ricarica, acquisto telefoni).190.itSite info for 190.it
35.
Aruba S.p.A.[Soci] Fornisce servizi di registrazione domini, hosting e connettività. Presenta l’azienda, le offerte, dispone di forum per l’assistenza tecnica e listino dei prezzi.aruba.itSite info for aruba.it
36.
Sport MediasetPortale con notizie da tutti i settori sportivi. Curiosità, video, foto e interviste.sportmediaset.itSite info for sportmediaset.it
37.
Eazel.comeazel.comSite info for eazel.com
38.
Photobucket image hosting and photo sharingProvides image hosting for auctions, live journals, blogs, message boards, personal websites and online photo albums. Reliable, fast and very simple to use.photobucket.comSite info for photobucket.com
39.
Netsons.orgnetsons.orgSite info for netsons.org
40.
Poste ItalianeIl sito ufficiale presenta il profilo aziendale, comunicati stampa, le tariffe ed i servizi offerti da una rete di oltre 14.000 uffici su tutto il territorio nazionale.poste.itSite info for poste.it
41.
TrenitaliaPräsenz der italienischen Eisenbahn Ferrovie dello Stato. Mit Informationen zum Unternehmen, den Zügen und den Schiffen. Reiseangebote und der Fahrplan stehen bereit. Fahrkarten können online gebucht werden.trenitalia.comSite info for trenitalia.com
42.
KijijiOffre sottosezioni dedicate a singole città, ognuna con un elenco di annunci di privati suddivisi per argomento.kijiji.itSite info for kijiji.it
43.
Il Sole 24 OreEdizione interattiva del celebre giornale di Confindustria.ilsole24ore.comSite info for ilsole24ore.com
44.
Vodafone.itvodafone.itSite info for vodafone.it
45.
Mozilla.commozilla.comSite info for mozilla.com
46.
Pornhub.compornhub.comSite info for pornhub.com
47.
MYmovies.itDatabase del cinema internazionale con schede tematiche, recensioni e commenti degli utenti.mymovies.itSite info for mymovies.it
48.
Pagine BiancheServizio di ricerca di numeri telefonici, CAP e prefissi.paginebianche.itSite info for paginebianche.it
49.
Calciomercato.comNotizie di calcio-mercato italiano ed estero, risultati e classifiche, rassegna stampa, sondaggi e newsletter.calciomercato.comSite info for calciomercato.com
50.
CiaoComunità online nella quale gli iscritti propongono le proprie opinioni e valutazioni su una vasta serie di prodotti e servizi.ciao.itSite info for ciao.it
51.
Tutto mercato webOffre notizie di calciomercato su squadre italiane, europee e sudamericane. Rubriche di approfondimento su volti nuovi e meteore del calcio.tuttomercatoweb.comSite info for tuttomercatoweb.com
52.
W il pinguinoRiferimento per gli appassionati e punto di partenza per la ricerca sul Web di tutto ciò che riguarda il mondo di Linux.hwupgrade.itSite info for hwupgrade.it
53.
Ask.comOffers search for web sites, images, news, blogs, video, maps and directions, local search and shopping.ask.comSite info for ask.com
54.
Dada.netdada.netSite info for dada.net
55.
Googlesyndication.comgooglesyndication.comSite info for googlesyndication.com
56.
HTML.itPortale italiano totalmente dedicato al linguaggio HTML, al web publishing e alla sicurezza. Documentazione, novita , forum e possibilita di scaricare script e immagini. Guide di programmazione e recensioni di software.html.itSite info for html.it
57.
Hi5One of the world’s largest social networkshi5.comSite info for hi5.com
58.
TravianPresenta il browser game che permette di costruire e portaretravian.itSite info for travian.it
59.
FastWebOffre connessioni internet su fibra ottica e ADSL, TV on-demand e Videocomunicazione.fastweb.itSite info for fastweb.it
60.
TuttogratisPortale dedicato alle risorse e servizi gratuiti in rete.tuttogratis.itSite info for tuttogratis.it
61.
Il MeteoMETEO, PREVISIONI DEL TEMPO sempre aggiornate, previsioni ad alta risoluzione, MARI e VENTI, NEVE, previsioni meteo per il Weekendilmeteo.itSite info for ilmeteo.it
62.
Bakeca.itItaly s leading online destination for local classifieds. Findbakeca.itSite info for bakeca.it
63.
RAIThe official broadcasting agency of the Italian government.rai.itSite info for rai.it
64.
AnsaLa principale agenzia di stampa italiana. Flash e articoli sull’attualità, notizie continuamente aggiornate e archivio. Notiziari in italiano, inglese e spagnolo, sul Giubileo e su Internet.ansa.itSite info for ansa.it
65.
TimPresenta tutte le novità, le tariffe, i servizi e consente l’acquisto di alcuni prodotti.tim.itSite info for tim.it
66.
EBayInternational person to person auction site, with products sorted into categories.ebay.comSite info for ebay.com
67.
LiveJasmin.comLive Sex – Hot Live Sex Shows with beautiful young women! – LiveJasminlivejasmin.comSite info for livejasmin.com
68.
ImageVenue hostingWorld s most popular free image hosting for bloggers and message board users.imagevenue.comSite info for imagevenue.com
69.
Flashgames.itCelebre risorsa che offre giochi online gratis realizzati in flash e shockwave, suddividendoli per categorie. Include FAQ ed offre tool inseribili in altri siti.flashgames.itSite info for flashgames.it
70.
Fastwebnet.itfastwebnet.itSite info for fastwebnet.it
71.
MininovaLarge searchable torrents directory.mininova.orgSite info for mininova.org
72.
Excite.itexcite.itSite info for excite.it
73.
Ebaystatic.comebaystatic.comSite info for ebaystatic.com
74.
KatawebIl portale del Gruppo Espresso. Da Kataweb si può entrare gratis in rete e raggiungere tutti i siti del network: da Repubblica.it al motore di ricerca Katalogo, dallo sport alla musica ai webcast alla borsa in tempo reale. Inoltre sms, giochi, news.kataweb.itSite info for kataweb.it
75.
AlFemminile.comPresenta rubriche su bellezza, carriera, coppia, cucina, figli e salute. Offre inoltre un account di posta elettronica, la possibilità di partecipare a vari forum e servizi online a chi si registra gratuitamente.alfemminile.comSite info for alfemminile.com
76.
MegauploadMegaupload is a “leading website of the world” for transferring files easily, with complete security and free of charge.megaupload.comSite info for megaupload.com
77.
Msn.itmsn.itSite info for msn.it
78.
Apple Computer, Inc.Apple’s main homepage.apple.comSite info for apple.com
79.
Unicreditbanca.itunicreditbanca.itSite info for unicreditbanca.it
80.
EdreamsConsente l’acquisto di biglietti ferroviari, voli aerei, prenotazione di strutture ricettive, crociere e noleggio di veicoli.edreams.itSite info for edreams.it
81.
AlitaliaItalian airline providing flight information, scheduling, online booking, travel planner, legal information, services, reservations and tourism information.alitalia.comSite info for alitalia.com
82.
The Internet Movie DatabaseFeatures plot summaries, reviews, cast lists, and theatre schedules.imdb.comSite info for imdb.com
83.
Meetic.itAttivo in molte nazioni, è un celebre strumento per trovare l’anima gemella online.meetic.itSite info for meetic.it
84.
Tube8.comtube8.comSite info for tube8.com
85.
DeviantARTGallery of digital works submitted by members.deviantart.comSite info for deviantart.com
86.
Lycos ItaliaLycos homepage for Italy. Search the web, check e-mail, chat, and send SMS messages from this site.lycos.itSite info for lycos.it
87.
Pagine gialle .it: RechercheMoteur de recherche entre l’annuaire d’entreprises italiens.paginegialle.itSite info for paginegialle.it
88.
Corrieredellosport.itVersione online del Corriere dello Sport/Stadio. Si occupa di tutti gli sport principali con news, dirette live, fotografie e video.corrieredellosport.itSite info for corrieredellosport.it
89.
Subito.itContiene annunci di compravendita tra privati e di aziende, suddivisi per regione.subito.itSite info for subito.it
90.
SkyIl gestore del canale per l’Italia presenta i servizi offerti, il palinsesto e illustra le modalità di abbonamento.sky.itSite info for sky.it
91.
Veoh.comThe Veoh Networks portfolio includes Veoh.com, one of the most popular video hosting services on the Internet, and VeohTV, a free downloadable application that turns online video into Internet Television.veoh.comSite info for veoh.com
92.
Gioco.itgame, games, gaming, spiel, spiele, spielen, gioco, giochetti, jeu, jeux, spel, spelen, speel, spelletjes, spill, spil, spel, juego, juegos, jogo, jogos, gry, gra play free games on the european game-portal network of SPILL GROUPgioco.itSite info for gioco.it
93.
AdobeProvides a range of products for digital media creation and editing, multimedia authoring, and web development. Includes documentation and support for all software.adobe.comSite info for adobe.com
94.
MeridianaItalian private airline operating Europe schedule and charter flights. Headquarters located in Olbia, Sardinia.meridiana.itSite info for meridiana.it
95.
WordReference,comDictionary containing English to/from Spanish, French, German, and Italian, and a language forum.wordreference.comSite info for wordreference.com
96.
Xvideos.comxvideos.comSite info for xvideos.com
97.
SourceForgeThousands of open source projects hosted. offering access to CVS, mailing lists, bug tracking and message boards/forums.sourceforge.netSite info for sourceforge.net
98.
Ferrovie dello StatoPresenta servizi e tariffe, orari e treni garantiti, le direzioni locali e la flotta, la carta Amicotreno e i suoi vantaggi, le linee per gli aeroporti, informazioni utili e recapiti.ferroviedellostato.itSite info for ferroviedellostato.it
99.
Iobloggo.comCrea gratis il tuo blog con iobloggo ed entra a far parte della nostra community!iobloggo.comSite info for iobloggo.com
100.
Heyos.comNetwork pubblicitario rivolto a webmaster ed inserzionisti. E’ erede di Superguadagni.net.heyos.comSite info for heyos.com

SJ- GIORNAL…MENTE L’UMBRIA E NON SOLO, E…STATE CON MARIOLINA SAVINO

Valtopina
giovedì 20 agosto 2009
IL RICAMO, PREZIOSO MANUFATTO CHE RACCONTA LA STORIA DI UN TERRITORIO
Il tombolo aquilano è tra i prodotti dell’artigianato artistico italiano più conosciuto e dunque l’undicesima edizione della Mostra del ricamo e del tessuto in calendario a Valtopina (Perugia) dal 4 al 6 settembre prossimi non poteva lasciarsi sfuggire
Mondo
giovedì 20 agosto 2009
LA MORALITÀ NON INTRIDE NATURALMENTE LE AZIONI DELLE AZIENDE

Cassandra Crossing/ I principi non sono un optional

La moralità non intride naturalmente le azioni delle aziende. E’ necessaria una reazione per sospingerle a comportarsi in maniera equa rispetto al cittadino
Cassandra Crossing/ …

Cascia
giovedì 20 agosto 2009
ARTE IN MOSTRA DEI GIOVANI CASCIANI
Spazio all’arte contemporanea e a giovani artisti nella città di santa Rita. In piazza Garibaldi è stata, infatti, allestita una mostra di opere realizzate da due giovani casciani, Flavoni Emanuele e Mattei Diego. Una passione comune, quella per
Valnerina
giovedì 20 agosto 2009
CASTELLUCCIO….MEDIEVALE
Anche quest’anno si è svolta a Castelluccio la tradizionale sfilata in costume medioevale.
Per le vie del paese hanno sfilato dame, notabili, menestrelli, sbandieratori e tamburini. Faceva bella mostra di se Romano che indossato un costume

Valnerina
giovedì 20 agosto 2009
FESTA NEL PARCO E SERVIZIO NAVETTA GRATUITO PER LA GIORNATA DI VENERDÌ CON PARTENZA DA PORTA ROMANA E DA PORTA ASCOLANA
Gastronomia di eccellenze tipiche, scenario paesaggistico tra i più suggestivi del Parco Nazionale dei monti Sibillini, intrattenimenti per grandi e piccoli, serate danzanti e spettacoli di cabaret di grande livello. Sono solo alcuni degli ingredienti che, da ventidue anni
A Spoleto
giovedì 20 agosto 2009
SPOLETOCLICK- INFO, SPORT, EVENTI & NEWS

Spoleto, 20/08/2009

Teatro Lirico Spoleto – Al via le prove di regia dello spettacolo L’Elisir d’amore

Segna il debutto della 63ma stagione lirica sperimentale.

Sono 14 i cantanti scritturati …

A Spoleto
mercoledì 19 agosto 2009
MISCELLANEA NEWS DA SPOLETOCLICK
COMUNICATI STAMPA E NEWS DI SPOLETO & DINTORNI

Spoleto, 19/08/2009
La presentazione delle domande entro il 30 settembre 2009 alle ore 12

Contributi per la fornitura di gas metano
Il Comune …

Italia
mercoledì 19 agosto 2009
OGGI SI CONCLUDE LA 28ESIMA SAGRA DEL FAGIOLO IGP DI SARCONI PZ
Al via la 28esima Sagra del fagiolo Igp di Sarconi (Pz). Una kermesse di due giorni – 18 e 19 Agosto, a partire dalle ore 20 – tutta dedicata a “Sua Maestà” il Fagiolo di Sarconi, star

Sj- QUANDO LA VOLPE NON ARRIVA ALL’UVA DICE CHE E’ ACERBA!!!

 

 

Circolo Stampa

E SI’ PARE PROPRIO CHE C’E’ CHI APPROFITTA DEL FERRAGOSTO, PER POTER LANCIARE IL SASSO E NASCONDERE LA MANO…

 

MA  SPOLETOJOURNAL E’ RIMASTO OPERATIVO  PER EVENTUALI URGENZE E QUINDI, RISPONDIAMO DA UNO DEI NOSTRI TANTI SITI, AI BUONTEMPONI CHE FORSE, HANNO APPROFITTATO PROPRIO DELLE GIORNATE FESTIVE, PER ONORACI DELLA LORO CALDA E ACCORATA ATTENZIONE!

ADDIRITTURA CI HANNO DEDICATO  UN PAGAGRAFO DI IGNOMINIE, PER POTER DIRE CHE SONO I PIU’ MEJO DER CUCUZZARO, ….CONVINTI LORO!

UNA COSA E’ CERTA, CHE DA UN’INTERA CORAZZATA, CI SI POTEVA ASPETTARE QUALCOSA DI PIU’ SU ALEXA. COM VISTO CHE NOI, CI SIAMO ARRIVATI CON L’IMPEGNO DI UNA PERSONA SOLA, CHI VI SCRIVE, E DI TANTI CHE, CON TANTA PASSIONE AGGIUNGONO I LORO ARTICOLI, COMUNICATI O FOTO, AI NOSTRI AGGIORNAMENTI QUOTIDIANI INSERITI SEMPRE E COMUNQUE DALLA SOTTOSCRITTA !

Andiamo per ordine, noi saremmo un blog……

per la verità ne seguiamo a decine, E DA ANNI,  oltre ad aver assegnato il ruolo di portali alle perle della nostra creatività editoriale

 SPOLETOCLICK E

UMBRIACLICK!

Non sappiamo scrivere a loro dire…SINTASSI….STILE GIORNALISTICO…da che pulpito…, ma per educazione e bonton verso l’altrui lavoro noi…non lo avremmo mai …neanche pensato…di dare un giudizio così feroce e strumentale!

Addirittura ci saremmo resi rei, di essere editori e giornalisti, e forse la memoria non aiuta, ma lo stesso presidente dell’Ordine dei Giornalisti in una travagliata riunione del Circolo della Stampa Spoletina, (Circolo per ora nel limbo a causa delle solite feroci polemiche, con poco costrutto e molta opera distruttiva da parte dei soliti sobillatori), spiegò che in rete chi svolge il compito di comunicatore spesso copre  tutti i ruoli, visto che se si vuole rimanere  a galla nel mondo complesso editoriale,  è bene risparmiar soldi investendoli in tecnologia e applicazioni che facilitino il lavoro al massimo,  e rimanendo al di sopra delle parti. Comunque noi giornalisti volontari, non ci siamo mai chiesti le altre redazioni dove pescano tanto denaro, da potersi garantire un numero considerevole di collaborazioni a pagamento, perchè non c’è ne cale un granche’.

Ultima considerazione del simpatico articolo, è il riferimento all’immagine personale usata per far cosa? Promozione al nostro network? E allora , qual’è il problema? Ognuno fa quello che crede più opportuno, senza ledere l’altrui dignità, o è proibito?

La promozione pubblicitaria peraltro poco presente sui nostri network è l’ultimo dei nostri pensieri avendo puntato tutto sulla qualità dell’informazione più’ che aver creato una macchinetta per soldi, e ottenere sostegni per coprire le spese non crediamo sia questione che possa interessare aziende di pubblicità e affini che in città, pare non abbiano lasciato neanche un filo d’erba… a mo’ di Attila dopo il proprio passaggio…ma noi non siamo invidiosi, anzi!

Quello che è difficile capire per noi poveri ignoranti di penne e di idee ….sempre secondo il grazioso articoletto… è il perchè dover faticare tanto a scrivere, per arrivare a dire che gli altri sono incapaci e che invece c’è chi è un campione…e… ar popolo?

Alexa.com è solo un riferimento che seguiamo peraltro da anni e che ci è utile per capire il gradimento verso i nostri lettori, certo che IO da sola,  sono riuscita a ideare,creare, elaborare dai testi alla grafica, alle foto, dirigendo bene e compitamente più portali portatori anche di innovazioni tecnologiche, che hanno addirittura richiamato l’interesse della Scuola di Giornalismo di Perugia, (in una loro ricerca i nostri sono risultati i portali fra i più visitati da anni in Umbria), tutto questo mi  inorgoglisce, mentre evidentemente ha creato qualche mal di pancia altrove visto, che l’aticolo e l’intervista risalgono a gennaio 2009 e per la verità, nell’articolato servizio realizzato dai colleghi della Scuola citata, non sono stati neppure nominati i sedicenti più bravi della classe mentre ci sono riferimenti ad altri quotidiani on line di informazione, ritenuti validi e con una storia importante alle spalle!

Cari lettori tanto era dovuto in risposta all’attacco sibillino, ma non abbastanza anonimo da non capire, (tant’è che sono stata avvisata da un attento lettore dell’uscita infelice), sotto quale finestra si suonava la serenata, e tanto abbiamo risposto, ricordando a chi, mostrando poco senso di rispetto verso gli altri, che è stata persa un’ulteriore occasione per tacere, visto che poi alla fine, chi giudica senza l’aiutino è il lettore, e che fino a quando per noi ne rimarrà anche uno solo, gli offriremo sempre notizie non ondivaghe, ma rispondenti alla verità che nulla avrà mai a che fare con eventuali sponsor e senza mai arrecare offesa a nessuno con eccesso di baldanza o demerito assoluto. In verità non ci è sembrato di leggere nelle rare occasioni in cui visitiamo  siti locali, tale distacco fra la parte commerciale e gli argomenti trattati, quasi come se un filo sottile unisse sempre le due cose, per buona pace di tutti dunque, chi non apprezza il nostro lavoro non è obbligato a seguirci, anzi li invitiamo a non visitarci, alla base del nostro network da sempre c’è solo la passione, e ci mettiamo l’anima, mentre ci pare di capire che in tanti, lo preferiscono quale secondo lavoro, retribuito, e, dai toni usati nei nostri confronti, non invidiamo affatto chi ha il tesserino e quindi è giornalista quanto chi lo dirige e, se tanto ci da tanto, sia trattato con tutto sto’ livore ed arroganza!

PER LA PRECISIONE SU ALEXA.COM ABBIAMO SEMPRE AVUTO UN TEMPO DA RECORD PER LE LETTURE DELLE PAGINE OLTRE ALLE PAGINE STESSE IPERVISITATE E FINO AD OGGI ALMENO, NON ABBIAMO MAI SPESO NEANCHE UN EURO SUI MOTORI DI RICERCA PER PROMUOVERCI, MA OGNI SINGOLO CLICK E’ STATO, SOLO E SOLTANTO FRUTTO, DI UN IMPEGNO CERTOSINO E PERSONALE.

CONVINTI CHE LO SPROLOQUIO SIA STATO QUANTOMAI FUORI LUOGO E DANNOSO PER CHI LO HA GENERATO, CHIUDIAMO QUESTA TRANQUILLA NOTA CHIARIFICATRICE CON CHI L’HA VOLUTAMENTE PROVOCATA (NON E’ LA PRIMA VOLTA), DICENDO CHE LA QUALITA’ NON SEMPRE RISPONDE AI NUMERI, E CHE E’ ORA DI PENSARE OGNUNO AI PROPRI FATTI, VISTO CHE ORMAI FRA POLEMICHE, ATTACCHI PIU’ O MENO VELATI VERSO TUTTI E COMMENTI CHE, GENERANO A VOLTE QUALCHE LEGGITTIMO SOSPETTO…DI REGIA FATTA A CASA, IL GIORNALISMO SEMBRA UN GIOCATTOLINO PER INFANTI, PIU’ CHE PER PROFESSIONISTI DELLA PENNA, E POI DIAMINE PASSI UNA BATTUTA DI RABBIA SE I RISULTATI DEGLI OBBIETTIVI FORSE NON SONO QUELLI FISSATI, MA PRENDERSELA CON NOI E’ COME SPARARE SULLA CROCE ROSSA!

DA LUNEDI’ SU SPOLETOCLICK TORNA LA NOSTRA ALTAINFORMAZIONE, QUELLA CHE NON SI OCCUPA DELLE FACEZIE CASALINGHE, MA DI ARGOMENTI CHE DAL 1998 AD OGGI, CI HANNO FATTO GUADAGNARE  UNA REPUTAZIONE IN INTERET, OLTRE CHE A TUTT’ OGGI, RIMANGO LA DONNA (NON ME NE VOGLIANO), CHE DA PIU’ ANNI SI OCCUPA, SENZA SOLUZIONE DI CONTINUITA’, DELLA COMUNICAZIONE IN RETE IN UMBRIA!

O MANCO QUESTO E’ VERO?????????????????????????

Buon Ferragosto dall’ideatrice,editrice,giornalista,grafica,creativa, e tuttofare

Mariolina Savino!

qui ci azzecca….. A’ Livella

di Totò!

Ogn’anno,il due novembre,c’é l’usanza
per i defunti andare al Cimitero.
Ognuno ll’adda fà chesta crianza;
ognuno adda tené chistu penziero.Ogn’anno,puntualmente,in questo giorno,
di questa triste e mesta ricorrenza,
anch’io ci vado,e con dei fiori adorno
il loculo marmoreo ‘e zi’ Vicenza.St’anno m’é capitato ‘navventura…
dopo di aver compiuto il triste omaggio.
Madonna! si ce penzo,e che paura!,
ma po’ facette un’anema e curaggio.’O fatto è chisto,statemi a sentire:
s’avvicinava ll’ora d’à chiusura:
io,tomo tomo,stavo per uscire
buttando un occhio a qualche sepoltura.“Qui dorme in pace il nobile marchese
signore di Rovigo e di Belluno
ardimentoso eroe di mille imprese
morto l’11 maggio del’31”
‘O stemma cu ‘a curona ‘ncoppa a tutto…
…sotto ‘na croce fatta ‘e lampadine;
tre mazze ‘e rose cu ‘na lista ‘e lutto:
cannele,cannelotte e sei lumine.Proprio azzeccata ‘a tomba ‘e stu signore
nce stava ‘n ‘ata tomba piccerella,
abbandunata,senza manco un fiore;
pe’ segno,sulamente ‘na crucella.

E ncoppa ‘a croce appena se liggeva:
“Esposito Gennaro – netturbino”:
guardannola,che ppena me faceva
stu muorto senza manco nu lumino!

Questa è la vita! ‘ncapo a me penzavo…
chi ha avuto tanto e chi nun ave niente!
Stu povero maronna s’aspettava
ca pur all’atu munno era pezzente?

Mentre fantasticavo stu penziero,
s’era ggià fatta quase mezanotte,
e i’rimanette ‘nchiuso priggiuniero,
muorto ‘e paura…nnanze ‘e cannelotte.

Tutto a ‘nu tratto,che veco ‘a luntano?
Ddoje ombre avvicenarse ‘a parte mia…
Penzaje:stu fatto a me mme pare strano…
Stongo scetato…dormo,o è fantasia?

Ate che fantasia;era ‘o Marchese:
c’o’ tubbo,’a caramella e c’o’ pastrano;
chill’ato apriesso a isso un brutto arnese;
tutto fetente e cu ‘nascopa mmano.

E chillo certamente è don Gennaro…
‘omuorto puveriello…’o scupatore.
‘Int ‘a stu fatto i’ nun ce veco chiaro:
so’ muorte e se ritirano a chest’ora?

Putevano sta’ ‘a me quase ‘nu palmo,
quanno ‘o Marchese se fermaje ‘e botto,
s’avota e tomo tomo..calmo calmo,
dicette a don Gennaro:”Giovanotto!

Da Voi vorrei saper,vile carogna,
con quale ardire e come avete osato
di farvi seppellir,per mia vergogna,
accanto a me che sono blasonato!

La casta è casta e va,si,rispettata,
ma Voi perdeste il senso e la misura;
la Vostra salma andava,si,inumata;
ma seppellita nella spazzatura!

Ancora oltre sopportar non posso
la Vostra vicinanza puzzolente,
fa d’uopo,quindi,che cerchiate un fosso
tra i vostri pari,tra la vostra gente”

“Signor Marchese,nun è colpa mia,
i’nun v’avesse fatto chistu tuorto;
mia moglie è stata a ffa’ sta fesseria,
i’ che putevo fa’ si ero muorto?

Si fosse vivo ve farrei cuntento,
pigliasse ‘a casciulella cu ‘e qquatt’osse
e proprio mo,obbj’…’nd’a stu mumento
mme ne trasesse dinto a n’ata fossa”.

“E cosa aspetti,oh turpe malcreato,
che l’ira mia raggiunga l’eccedenza?
Se io non fossi stato un titolato
avrei già dato piglio alla violenza!”

“Famme vedé..-piglia sta violenza…
‘A verità,Marché,mme so’ scucciato
‘e te senti;e si perdo ‘a pacienza,
mme scordo ca so’ muorto e so mazzate!…

Ma chi te cride d’essere…nu ddio?
Ccà dinto,’o vvuo capi,ca simmo eguale?…
…Muorto si’tu e muorto so’ pur’io;
ognuno comme a ‘na’ato é tale e quale”.

“Lurido porco!…Come ti permetti
paragonarti a me ch’ebbi natali
illustri,nobilissimi e perfetti,
da fare invidia a Principi Reali?”.

“Tu qua’ Natale…Pasca e Ppifania!!!
T”o vvuo’ mettere ‘ncapo…’int’a cervella
che staje malato ancora e’ fantasia?…
‘A morte ‘o ssaje ched”e?…è una livella.

‘Nu rre,’nu maggistrato,’nu grand’ommo,
trasenno stu canciello ha fatt’o punto
c’ha perzo tutto,’a vita e pure ‘o nomme:
tu nu t’hè fatto ancora chistu cunto?

Perciò,stamme a ssenti…nun fa”o restivo,
suppuorteme vicino-che te ‘mporta?
Sti ppagliacciate ‘e ffanno sulo ‘e vive:
nuje simmo serie…appartenimmo à morte!”

SJ- NOI AFFAMATI DI CURIOSITA’…DA SEMPRE FOLLI INNOVATORI FREE IN RETE!

spoleto-struzzo

Siate curiosi siate folli
di Steve Jobs
Nella vita le sconfitte sono le svolte migliori. Perché costringono a pensare in modo diverso e creativo.

innovatori_palla

Voglio raccontarvi tre storie della mia vita. Tutto qui, niente di eccezionale: solo tre storie. La prima storia è su una cosa che io chiamo ‘unire i puntini’ di una vita. Quand’ero ragazzo, ho abbandonato l’università, il Reed College, dopo il primo semestre. Ho continuato a seguire alcuni corsi informalmente per un altro anno e mezzo, poi me ne sono andato del tutto. Perché l’ho fatto? è iniziato tutto prima che nascessi. La mia mamma biologica era una giovane studentessa universitaria non sposata e quando rimase incinta decise di darmi in adozione. Voleva assolutamente che io fossi adottato da una coppia di laureati, e fece in modo che tutto fosse organizzato per farmi adottare sin dalla nascita da un avvocato e sua moglie. Però, quando arrivai io, questa coppia – all’ultimo minuto – disse che voleva adottare una femmina. Così, quelli che poi sarebbero diventati i miei genitori adottivi, e che erano al secondo posto nella lista d’attesa, ricevettero una chiamata nel bel mezzo della notte che gli diceva: “C’è un bambino, un maschietto, non previsto. Lo volete?”. Loro risposero: “Certamente!”. Più tardi la mia mamma biologica scoprì che questa coppia non era laureata: la donna non aveva mai finito il college e l’uomo non si era nemmeno diplomato al liceo. Allora la mia mamma biologica si rifiutò di firmare le ultime carte per l’adozione. Poi accettò di farlo, mesi dopo, solo quando i miei genitori adottivi promisero formalmente che un giorno io sarei andato al college. Questo è stato l’inizio della mia vita.

Così, come stabilito, parecchi anni dopo, nel 1972, andai al college. Ma ingenuamente ne scelsi uno troppo costoso, e tutti i risparmi dei miei genitori finirono per pagarmi l’ammissione e i corsi. Dopo sei mesi non riuscivo a trovarci nessuna vera opportunità. Non avevo idea di quello che avrei voluto fare della mia vita e non vedevo come il college potesse aiutarmi a capirlo. Eppure ero là, che spendevo tutti quei soldi che i miei genitori avevano messo da parte lavorando per tutta una vita.

Così decisi di mollare e di avere fiducia, che tutto sarebbe andato bene lo stesso.

Era molto difficile all’epoca, ma guardandomi indietro ritengo che sia stata una delle migliori decisioni che abbia mai preso in vita mia.

Nel momento in cui abbandonai il college, smisi di seguire i corsi che non mi interessavano e cominciai invece a entrare nelle classi che trovavo più interessanti.

Non è stato tutto rose e fiori, però. Non avevo più una camera nel dormitorio, ed ero costretto a dormire sul pavimento delle camere dei miei amici. Guadagnavo soldi riportando al venditore le bottiglie di Coca-Cola vuote per avere i cinque centesimi di deposito e potermi comprare da mangiare. Una volta la settimana, alla domenica sera, camminavo per sette miglia attraverso la città per avere finalmente un buon pasto al tempio degli Hare Krishna: l’unico della settimana. Ma tutto quel che ho trovato seguendo la mia curiosità e la mia intuizione è risultato essere senza prezzo, dopo. Vi faccio subito un esempio.

Il Reed College all’epoca offriva probabilmente i migliori corsi di calligrafia del Paese. In tutto il campus ogni poster, ogni etichetta, ogni cartello era scritto a mano con calligrafie meravigliose. Dato che avevo mollato i corsi ufficiali, decisi che avrei seguito la classe di calligrafia per imparare a scrivere così. Fu lì che imparai i caratteri con e senza le ‘grazie’, capii la differenza tra gli spazi che dividono le differenti combinazioni di lettere, compresi che cosa rende grande una stampa tipografica del testo. Fu meraviglioso, in un modo che la scienza non è in grado di offrire, perché era bello, ma anche artistico, storico, e io ne fui assolutamente affascinato.

Nessuna di queste cose, però, aveva alcuna speranza di trovare un’applicazione pratica nella mia vita. Ma poi, dieci anni dopo, quando ci trovammo a progettare il primo Macintosh, mi tornò tutto utile. E lo utilizzammo per il Mac. è stato il primo computer dotato di capacità tipografiche evolute. Se non avessi lasciato i corsi ufficiali e non avessi poi partecipato a quel singolo corso, il Mac non avrebbe probabilmente mai avuto la possibilità di gestire caratteri differenti o spaziati in maniera proporzionale. E dato che Windows ha copiato il Mac, è probabile che non ci sarebbe stato nessun personal computer con quelle capacità. Se non avessi mollato il college, non sarei mai riuscito a frequentare quel corso di calligrafia e i personal computer potrebbero non avere quelle stupende capacità di tipografia che invece hanno. Certamente, all’epoca in cui ero al college era impossibile per me ‘unire i puntini’ guardando il futuro. Ma è diventato molto, molto chiaro dieci anni dopo, quando ho potuto guardare all’indietro.

Insomma, non è possibile ‘unire i puntini’ guardando avanti; si può unirli solo dopo, guardandoci all’indietro. Così, bisogna aver sempre fiducia che in qualche modo, nel futuro, i puntini si potranno unire. Bisogna credere in qualcosa: il nostro ombelico, il destino, la vita, il karma, qualsiasi cosa. Perché credere che alla fine i puntini si uniranno ci darà la fiducia necessaria per seguire il nostro cuore anche quando questo ci porterà lontano dalle strade più sicure e scontate, e farà la differenza nella nostra vita. Questo approccio non mi ha mai lasciato a piedi e, invece, ha sempre fatto la differenza nella mia vita.

La mia seconda storia è a proposito dell’amore e della perdita

Io sono stato fortunato: ho scoperto molto presto che cosa amo fare nella mia vita. Steve Wozniak e io abbiamo fondato Apple nel garage della casa dei miei genitori quando avevo appena 20 anni. Abbiamo lavorato duramente e in dieci anni Apple è diventata – da quell’aziendina con due ragazzi in un garage che era all’inizio – una compagnia da 2 miliardi di dollari con oltre 4 mila dipendenti.

Nel 1985 – io avevo appena compiuto 30 anni e da pochi mesi avevamo realizzato la nostra migliore creazione, il Macintosh – sono stato licenziato.

Come si fa a venir licenziati dall’azienda che hai creato? Beh, quando Apple era cresciuta, avevamo assunto qualcuno che ritenevo avesse molto talento e capacità per guidare l’azienda insieme a me, e per il primo anno le cose erano andate molto bene. Ma poi le nostre visioni del futuro hanno cominciato a divergere e alla fine abbiamo avuto uno scontro. Quando questo successe, il consiglio di amministrazione si schierò dalla sua parte. Quindi, a 30 anni io ero fuori. E in maniera plateale. Quello che era stato il principale scopo della mia vita adulta era saltato e io ero completamente devastato.

Per alcuni mesi non ho saputo davvero cosa fare. Mi sentivo come se avessi tradito la generazione di imprenditori prima di me; come se avessi lasciato cadere la fiaccola che mi era stata passata. Era stato un fallimento pubblico e io presi anche in considerazione l’ipotesi di scappare via dalla Silicon Valley.

Ma qualcosa lentamente cominciò a crescere in me: ancora amavo quello che avevo fatto. L’evolvere degli eventi con Apple non aveva cambiato di un bit questa cosa. Ero stato respinto, ma ero sempre innamorato. E per questo decisi di ricominciare da capo.

Non me ne accorsi allora, ma il fatto di essere stato licenziato da Apple era stata la miglior cosa che mi potesse succedere. La pesantezza del successo era stata rimpiazzata dalla leggerezza di essere di nuovo un debuttante, senza più certezze su niente. Mi liberò dagli impedimenti, consentendomi di entrare in uno dei periodi più creativi della mia vita.

Durante i cinque anni successivi fondai un’azienda chiamata NeXT e poi un’altra chiamata Pixar, e mi innamorai di una donna meravigliosa che sarebbe diventata mia moglie. Pixar si è rivelata in grado di creare il primo film in animazione digitale, ‘Toy Story’, e adesso è lo studio di animazione di maggior successo al mondo. In un significativo susseguirsi degli eventi, Apple ha comprato NeXT, io sono tornato ad Apple e la tecnologia sviluppata da NeXT è nel cuore dell’attuale rinascimento di Apple. Mia moglie Laurene e io abbiamo una splendida famiglia. Sono sicuro che niente di tutto questo sarebbe successo se non fossi stato licenziato da Apple. è stata una medicina molto amara, ma ritengo che fosse necessaria per il paziente.

Qualche volta la vita ti colpisce come un mattone in testa. Non bisogna perdere la fede, però. Sono convinto che l’unica cosa che mi ha trattenuto dal mollare tutto sia stato l’amore per quello che ho fatto. Bisogna trovare quel che amiamo. E questo vale sia per il nostro lavoro che per i nostri affetti. Il nostro lavoro riempirà una buona parte della nostra vita, e l’unico modo per essere realmente soddisfatti è di fare quello che riteniamo essere un buon lavoro. E l’unico modo per fare un buon lavoro è amare quello che facciamo. Chi ancora non l’ha trovato, deve continuare a cercare. Non accontentarsi. Con tutto il cuore, sono sicuro che capirete quando lo troverete. E, come in tutte le grandi storie d’amore, diventerà sempre migliore mano a mano che gli anni passano. Perciò, bisogna continuare a cercare sino a che non lo si è trovato. Senza accontentarsi.

La terza storia è a proposito della morte.

Quando avevo 17 anni lessi una citazione che suonava più o meno così: “Se vivrai ogni giorno come se fosse l’ultimo, un giorno avrai sicuramente ragione”. Mi colpì molto e da allora, negli ultimi 33 anni, mi sono guardato ogni mattina allo specchio chiedendomi: “Se oggi fosse l’ultimo giorno della mia vita, vorrei fare quello che sto per fare oggi?”. E ogni qualvolta la risposta è no per troppi giorni di fila, capisco che c’è qualcosa che deve essere cambiato.

Ricordarmi che morirò presto è il più importante strumento che io abbia mai incontrato per fare le grandi scelte della vita. Perché quasi tutte le cose – tutte le aspettative di eternità, tutto l’orgoglio, tutti i timori di essere imbarazzati o di fallire – semplicemente svaniscono di fronte all’idea della morte, lasciando solo quello che c’è di realmente importante. Ricordarsi che dobbiamo morire è il modo migliore che io conosca per evitare di cadere nella trappola di chi pensa che abbiamo sempre qualcosa da perdere. Siamo già nudi. Non c’è ragione, quindi, per non seguire il nostro cuore.

Più o meno un anno fa mi è stato diagnosticato un cancro. Ho fatto la Tac alle sette e mezzo del mattino e questa ha mostrato chiaramente un tumore nel mio pancreas. Prima non sapevo neanche che cosa fosse un pancreas. I dottori mi dissero che si trattava di un cancro che era quasi sicuramente di tipo incurabile, che sarei morto entro i prossimi tre, al massimo sei mesi. Quindi sarebbe stato meglio se avessi messo ordine nei miei affari (che è il codice dei dottori per dirti di prepararti a morire). Questo significa prepararsi a dire ai tuoi figli in pochi mesi tutto quello che pensavi di poter dire loro in dieci anni. Questo significa essere sicuri che tutto sia stato organizzato in modo tale che per la tua famiglia sia il più semplice possibile. Questo significa prepararsi a dire i tuoi addio.

Ho vissuto con il responso di quella diagnosi tutto il giorno. La sera tardi è arrivata la biopsia, cioè il risultato dell’analisi effettuata infilando un endoscopio giù per la mia gola, attraverso lo stomaco sino agli intestini, per inserire un ago nel mio pancreas e catturare poche cellule del mio tumore. Ero sotto anestesia ma mia moglie – che era là – mi ha detto che quando i medici hanno visto le cellule sotto il microscopio hanno cominciato a gridare, perché è saltato fuori che si trattava di un cancro al pancreas molto raro e curabile con un intervento chirurgico. Ho fatto l’intervento chirurgico e adesso, per fortuna, sto bene.

Questa è stata la volta in cui sono andato più vicino alla morte e spero che sia anche l’unica per qualche decennio. Essendoci passato attraverso, adesso posso parlarvi con un po’ più di cognizione di causa di quando la morte per me era solo un concetto astratto

Nessuno vuole morire. Anche le persone che vogliono andare in paradiso, in realtà non vogliono morire per andarci. Ma la morte è la destinazione ultima che tutti abbiamo in comune. Nessuno gli è mai sfuggito. Ed è così come deve essere, perché la morte è con tutta probabilità la più grande invenzione della vita. è l’agente di cambiamento della vita. Spazza via il vecchio per far posto al nuovo.

Il nostro tempo è limitato, per cui non lo dobbiamo sprecare vivendo la vita di qualcun altro. Non facciamoci intrappolare dai dogmi, che vuol dire vivere seguendo i risultati del pensiero di altre persone. Non lasciamo che il rumore delle opinioni altrui offuschi la nostra voce interiore. E, cosa più importante di tutte, dobbiamo avere il coraggio di seguire il nostro cuore e la nostra intuizione. In qualche modo, essi sanno che cosa vogliamo realmente diventare. Tutto il resto è secondario.

Quando ero un ragazzo, c’era un giornale incredibile che si chiamava ‘The Whole Earth Catalog’, praticamente una delle bibbie della mia generazione. è stata creata da Stewart Brand non molto lontano da qui, a Menlo Park, e Stewart ci aveva messo dentro tutto il suo tocco poetico. è stato alla fine degli anni Sessanta, prima dei personal computer e del desktop publishing, quando tutto era fatto con macchine per scrivere, forbici e foto Polaroid. è stata una specie di Google in formato cartaceo tascabile, 35 anni prima che ci fosse Google: era idealistica e sconvolgente, traboccante di concetti chiari e fantastiche nozioni.

Stewart e il suo gruppo pubblicarono vari numeri di ‘The Whole Earth Catalog’ e quando arrivarono alla fine del loro percorso, pubblicarono l’ultimo numero. Era più o meno la metà degli anni Settanta. Nell’ultima pagina di quel numero finale c’era la fotografia di una strada di campagna di prima mattina, il tipo di strada dove potreste trovarvi a fare l’autostop se siete dei tipi abbastanza avventurosi. Sotto la foto c’erano le parole: ‘Stay Hungry. Stay Foolish’, siate affamati, siate folli. Era il loro messaggio di addio. Stay Hungry. Stay Foolish: io me lo sono sempre augurato per me stesso.

E adesso lo auguro a voi.

Stay Hungry. Stay Foolish.

VINMONSALUTOSPOLETOCLICKPRO

Sj- NETWORK SPOLETOCLICK E COLLEGATI, NE’ BLOG NE’ SITI DI PROVINCIA…PORTALI TURISTICI E DI INFORMAZIONE FREE IN RETE!

UMBRIA
domenica 21 giugno 2009
MARIOLINA SAVINO: FARE, SAPER FARE, FAI SAPERE AGLI ALTRI CIO’ CHE SAI FARE!
fonte: SCUOLA GI GIORNALISMO PERUGIA

SPOLETOCLICK E UMBRIACLICK -VISTI E COMMENTATI- DAI COLLEGHI DELLA SCUOLA DI GIORNALISMO DI PERUGIA
fonte: Quattro Colonne- Scuola Giornalismo Perugia

Mariolina Savino racconta la nascita della sua pagina web
L’ UmbriaClick.it nella Rete
Un sito d’informazione sulla regione e sullo sviluppo della rete locale

di Giuseppe Lisi

«Tutta l’Umbria a portata di mouse». Raccontare il territorio, i problemi e lo sviluppo della regione e delle realtà locali tramite la Rete, informando coloro che navigano su Internet. E’ questo l’obiettivo di Umbriaclick.it, un sito d’informazione locale nato nel 2005 a Spoleto. La fondatrice, Mariolina Savino, racconta così l’avvicinamento a questo mondo: «Sono stata attratta da Internet, incuriosita dalla velocità con cui si possono ottenere e inoltrare le notizie, nonché dalla possibilità di poter sfruttare nuovi strumenti come photoshop, un programma che serve a elaborare e ritoccare le foto».

La rete locale – Giornalista pubblicista da molti anni, ha mantenuto un rapporto costante con le testate giornalistiche locali. Un rapporto che le ha permesso di creare una fitta rete di contatti, grazie alla quale riesce ad inserire sempre più notizie e informazioni nel proprio portale web. Sono molti anche i giovani interessati a collaborare con lei: «Ricevo circa 200 mail al giorno da molti volontari che si offrono di scrivere pezzi. Tra loro, la maggior parte sono studenti universitari, che hanno intenzione di intraprendere questa carriera. L’unica cosa che chiedo a coloro che mi scrivono e che vogliono lavorare volontariamente (Giornalisti Volontari ATPAI)per questi portali è l’onestà».

Pochi gli investimenti pubblicitari – Il problema principale che ha trovato lungo la strada è stato quello di trovare fondi per la sopravvivenza del suo sito: « C’è ancora poca fiducia da parte dei pubblicitari verso questo mondo. Ma d’altronde vendere pubblicità non è per tutti». Nonostante questo gli sponsor sono arrivati e con essi anche i proventi per mantenere aperto il sito, che continua ad avere numerosi contatti tutti i giorni.
Il rapporto con gli altri blogger locali? «Il mio rapporto con loro è abbastanza conflittuale. Forse ho pestato i piedi a qualcuno».

Ignorati dai giornali, superati da Facebook nel dar voce al territorio
Blog e Umbria: la rivoluzione può attendere
Ancora pochi i blogger che raccontano a fondo la regione

di Martino Villosio

Se l’ultima copia del New York Times verrà venduta nel 2043, il “Corriere dell’Umbria” in versione cartacea potrebbe sopravvivere persino più a lungo. Per le granitiche certezze di un profeta della rivoluzione via blog, il panorama umbro rischia di essere disorientante. Da “Ternimania” a “SpoletoClick”, passando per “PerugiaNotizie”, i blog locali più attenti al territorio parlano delle città per segnalare eventi e iniziative. Fornire news sull’amministrazione. Stimolare l’interazione su quella piazza “virtuale” che per alcuni è destinata a sostituire, a livello locale, il bar e il campanile della domenica. Un nucleo ristretto di siti “di servizio”, invece di una pattuglia sterminata di cittadini pronti a denunciare inefficienze e a beffare sul tempo i media tradizionali.

Casi estremi – Certo ci sono i casi isolati. Quelli che lasciano percepire, Sotto forma di esempi estremi, il cambiamento rapido che investe mondo dell’informazione. Lo scorso ottobre i genitori di un bambino di quindici mesi, morto per aver ingerito del metadone, sono finiti su tv e giornali. Accusati di pesanti negligenze. Il nonno, docente universitario all’Università di Perugia, ha bypassato i media tradizionali pubblicando sul blog dei suoi studenti una verità diversa, che ha viaggiato on line fino a far piovere rettifiche.
Il mondo universitario è stato sfiorato da un’altra vicenda, che offre invece il destro a chi critica il caos disinvolto dell’informazione in blogosfera. Un gruppo di blogger, gli “Onesti del Gallenga”, ha preso di mira nei mesi scorsi la rettrice dell’Università per Stranieri di Perugia. Formulando accuse pesanti e rigorosamente anonime. La polizia indaga ancora oggi, dopo una denuncia contro ignoti, sui responsabili di un sito che nel frattempo è stato chiuso.
Un altro caso interessante è quello di “Perugia Shock”. Un blog creato e gestito da un giornalista inglese che scrive sotto pseudonimo. “Frank” parla solo del caso Meredith, la studentessa uccisa nel capoluogo umbro un anno e mezzo fa. I giornalisti locali, dal “Corriere” al “Giornale dell’Umbria”, monitorano costantemente il suo sito.

Arriva Facebook – Mentre i giornali su web, da “Umbria Journal” a “Spoleto on line”, sono una fonte preziosa di spunti per i quotidiani cartacei e le tv umbre, il mosaico dei blog è un po’ trascurato. “Per carenza di voci autorevoli”, è la risposta più comune. Le redazioni preferiscono perlustrare Facebook. Dove si moltiplicano i comitati di cittadini riuniti intorno a una causa comune. Dove nascono gruppi di sostegno a candidati politici. Che fanno sentire il blog, così giovane, già un po’ polveroso.

A colloquio con il presidente dell’Ordine dei giornalisti dell’Umbria
«Una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog»
Le riflessioni e le aspettative sul rapporto tra giornalismo e nuove tecnologie

di Susanna Lemma

Il presidente dell’Ordine dei giornalisti del’Umbria, Dante Ciliani, parla del rapporto tra il mondo dell’informazione alternativa ed il giornalismo tradizionale. Racconta i vizi e le virtù delle nuove frontiere della comunicazione, ponendo interrogativi che gli addetti ai lavori non possono piu` evitare.

Le riflessioni – Il cambiamento non è né positivo, né negativo. Avviene e basta. Bisogna saperlo valutare ed affrontare nei migliori dei modi. Il giornalismo può utilizzare internet finché questo risulta complementare alla professione e sia in grado di fornire dati certi e verificabili. Di certo, una professione così strutturata non sarà sostituita dai blog.

Le aspettative – L’Italia non conosce ancora bene i pro ed i contro dello sviluppo tecnologico del giornalismo. Questa realtà crea confusione e rende difficile distinguere esperienze positive da quelle negative.

Sj- Colazione a Gavelli (Valnerina) e trebbiatura del Farro a Monteleone di Spoleto, da Mariolina Savino

EDITORIALE M. SAVINO
MONTELEONE DI SPOLETO
mercoledì 12 agosto 2009
NASCERE A MUCCIAFORA, LAVORARE A ROMA E AVERE LA FRETTA DI TORNARE NELLA PROPRIA TERRA DI VALNERINA!
fonte: PRESIDENTE ATPAI MARIOLINA SAVINO

COSA C’E’ DI MEGLIO IN AGOSTO, CHE ANDARE SUI PRATI DI GAVELLI E FARE LA MERENDA CON “PANE BONO E PROSCIUTTO DE’ CASA INSIME AGLI AMICI, CON UN BUON BICCHIERE DI ROSSO CASERECCIO?”

Appuntamento di buon ora con le redazioni di Umbria dei Sapori e Spoletoclick per vivere la fantastica trebbiatura del Farro con il professor Ivo Picchiarelli, Mauro Benedetti e altri amici, proprio davanti alla splendida Monteleone, poggiata come per incanto fra il verde rigoglioso della boschiva Valnerina.

E dopo aver consumato la ricca colazione con pane, prosciutto e vino rosso, oltre ad una piacevole bevuta alla fonte zampilante dei prati di Gavelli (assolutamente da non perdere in questi giorni di vacanza), ci siamo recati sui campi ambrati di farro, mentre una grande trebbia sollevava e tagliava le magiche spighe del prodotto dop monteleonese, per poi travasarlo su un tratttore.

Un prodotto semplice che per anni era stato abbandonato, tanto da farne un ricco pasto per gli animali, ora riscoperto ed apprezzato, ricopre sulla tavola tutti i ruoli, fino a concorrere (si fa per dire) con il mitico tartufo per celebrità e presenza sui mercati italiani ed esteri.

Intanto le pecore brucano l’erba, mentre i monteleonesi autoctoni
rivivono i tempi della propria gioventù dopo aver percorso le strade del mondo, nella cittadina ricca di storia antica come testimonia la famosa e contesa Biga che, in bella vista, attrae visite da tutto il mondo dall’altra parte dell’Oceano.

Mauro Benedetti da anni vive e lavora a Roma dove tratta carni suine “ancora all’uso nostro” dice orgogliosamente, certo che appena può, corre nella sua casa di Mucciafora, dove ritrova la dimensione umana der paesello, e dimentica per un pò, il fragore della città e l’arte frenetica del fare quotidiano.

Dopo la “sfarrata” tutti a pranzo dall’esperto trebbiatore, dove bistecche di vitello dalla consistenza ormai introvabile, e dal sapore eccellente, soddisfano le papille gustative del nostro acuto conoscitore, professore Ivo Picchiarelli, da sempre attento alla cultura contadina umbra.

A volte basta poco per vivere l’Umbria con gioia e senza tante pretese, incorniciando una giornata divenuta speciale, mentre il farro già prosegue la sua corsa fino a quando, imbustato ed etichettato, arriverà sulle vostre tavole imbandite con il suo carico di elementi straordinari per la salute di chi lo consuma di frequente.

Spoletoclick…estate con noi!

foto a cura di Mariolina Savino

Nel prossimo numero di L’Umbria dei Sapori Autunno, troverete altre foto e l’approfondimento sul farro!
Da non perdere!!!

torna indietro