Sj- ROSSOBASTARDOLIVE TOUR UMBRO

NARNI
lunedì 31 agosto 2009
IN GRANDE STILE A NARNI IL SALUTO ROSSOBASTARDO PER IL GRAN FINALE E….SI RIPARTE!
fonte: ANTONELLA MANNI, UFFICIO STAMPA

IN GRANDE STILE A NARNI SI CHIUDE LA SECONDA EDIZIONE FRINGE IN UMBRIA DOPO L’ESPERIENZA POSITIVA SPOLETINA

Con Toni Green, Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner
COMUNICATO STAMPA
Gran finale al Rossobastardo live ieri sera, domenica 30 agosto, sul primo palcoscenico libero e alternativo dell’Umbria il cui nome è ispirato dal vino rosso che si produce a Bastardo, piccolo centro umbro tra Spoleto, Todi e Montefalco. Per fare festa, sono saliti insieme alla ribalta del locale “fringe”, tutti gli artisti della Menphis Parade: da Toni Green, cantante dotata di una voce straordinaria ed uno stile particolarissimo, a Roy Young, Melvia Rodgers e i Soul Spinner. Dopo le loro esibizioni per il Narni Black Festival, le star della musica black hanno voluto siglare così, in allegria, la conclusione della manifestazione.
Si chiude in questo modo anche l’entusiasmante l’esperienza di Rossobastardo live 09 in un Caffè del Teatro Comunale di Narni (Tr) stracolmo di pubblico e in sinergia con il Narni Black Festival.
Un percorso innovativo, quello di Rossobastrado live, iniziato quest’anno in Umbria al Festival dei Due Mondi di Spoleto e organizzato in collaborazione con Offucina Eclettic Arts sotto la direzione artistica di Andrea Paciotto.

Il progetto, promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, si è proposto di mantenere aperta una finestra sul mondo della creatività contemporanea e ha offerto visibilità a tutti gli artisti e a tutte le discipline artistiche dello spettacolo e delle arti visive contemporanee (teatro, danza, musica, performance, DJ/VJ, video, arti visive e installazioni) con singoli artisti o gruppi arrivati da tutta Europa, coinvolti attraverso un bando di partecipazione.

Rossobastardo live ‘09 è stato quest’anno un punto di riferimento per coloro che desideravano presentare il proprio lavoro nel contesto di importanti manifestazioni artistiche in Umbria. Per promuovere e far conoscere nuove idee, favorire l’incontro e lo scambio culturale ed artistico.

All’interno del Rossobastardo live ‘09 è stata aperta anche una sezione a tema, una sorta di concorso d’idee, che si è proposta di mettere in contatto creativi dell’immagine e della comunicazione con il mondo dell’imprenditoria vitivinicola. Pertanto è stato richiesto agli artisti di inviare idee e proposte per quello che riguarda il design di una ipotetica campagna di comunicazione (etichette, bottiglie, gadgets, slogan, spot e campagne pubblicitarie) del vino Rossobastardo. Le proposte per questa sezione verranno premiate durante la vendemmia che si terrà il prossimo 4 ottobre 2009.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09 è un progetto promosso e sostenuto dalla Cantina Signae Cesarini Sartori, organizzato con la collaborazione di Offucina Eclectic Arts.

ROSSOBASTARDO LIVE ‘09
Offucina Eclectic Arts – Via XVII Settembre – 06049 Spoleto (PG)
Tel. 0743-222601 – Mail: info@rossobastardolive.net.

Ufficio Stampa
Antonella Manni
Cell. 339.5993281
E-mail: aciemme@virgilio.it

torna indietro
Annunci

SJ-CON LA MOSTRA DELLO ZAFFERANO SI INAUGURA LA STAGIONE DELLE FIERE IN UMBRIA

ATPAI-TEMPO D’AUTUNNO

TEMPO DI TIPICO

E’ LA GRANDE STAGIONE DEGLI EVENTI CHE SI INAUGURA CON

LA MOSTRA MERCATO DELLO ZAFFERANO DI CASCIA

Mariolina Savino, Presidente dell’Associazione ATPAI

direttore e ideatrice di http://www.umbriaclick.it e http://www.spoletoclick.it

Dal PRESIDENTE di ATPAI

via Plinio il Giovane 10, 06049 Spoleto

MARIOLINA SAVINO

direttoreclick@gmail.com

Ben dieci anni sono trascorsi dalla nascita dell’Asso Tourist pro Agri Italia, associazione autonoma venuta alla luce nel 1998, dopo lunghe considerazioni sulla promozione territoriale dei prodotti tipici, delle eccellenze, dei territori e dell’agricoltura mista agli agriturismi che in quel periodo cominciavano a spuntare come funghi, proprio per la domanda crescente dei turisti italiani e stranieri che volevano “godersi” l’Umbria in maniera assolutamente naturale.

Naque il Frantotipico, ideato e progettato dalla scrivente con l’avvallo dell’allora sindaco Augusto Mancini del comune di Castel Ritaldi, con la partecipazione dell’azienda leader nel campo dei mulini di nuova generazione Rapanelli, con la partecipazione della provincia con l’interessamento di Andreani, con l’Associazione delle città dell’Olio allora presieduta da Carlo Antonini con sede a Siena, con la presenza del professor Ciani della Facoltà di agraria dell’Università di Perugia, con la presenza dell’Arusia allora rappresentata da Leonello Lunghi, della Comunità Montana del Serano con presidente Massimo Brunini, e la partecipazioe delle due Cantine sociali di Spoleto con Paolo Silvestri e di Foligno con Lodovico Mattoni. La Forestale Umbra, la Camera di Commercio di Perugia, la Bps e la Carispo e l’allora onorevole Maurizio Ronconi.

Esperienza fantastica e innovativa in un momento di stallo dove anche Paolo Morbidoni a Giano era partito con entusiasmo, creando un punto di eccellenza per le produzioni tipiche del gianese e non solo, Campello rinnovava l’appuntamento con gli ulivi e Norcia rimeneva e rimane la numero uno per organizzazioni di Mostre tipiche da quasi un cinquantennio. Fu in quegli anni che Valtopina, a causa di una violenta nevicata portò la mostra a due appuntamenti settimanali come ancora oggi si evince dal programma 2008.

Sono passati come dicevo ben dieci anni.

Frantoi Aperti allora organizzato dal Centro Agroalimentare presieduto da Marco Caprai, con il quale abbiamo condiviso i primi timidi passi, ha continuato la sua strada oggi, forse più “spianata” di allora, come possiamo notare dalla presentazione dell’evento 2008 al salone del Gusto di Torino proprio in questi giorni.

La navetta che per primi ci inventammo per unire il vasto territorio Castel Ritaldese con le zone di produzione come Colle del Marchese, Castel San Giovanni e Spoleto, con l’aiuto di un esperto come Vairo Caldarelli, oggi è diventata cosa comune, ma partì proprio da Castel Ritaldi e fu ideata dalla nostra Associazione. Come quel primo Annullo Postale che riportava la Pieve nel francobollo, come ancora le favole di Valecchi, che davano l’impulso a manifestazioni che successivamente si sono sviluppate nel territorio.

Nacque il concorso l’oliva d’oro che vide protagonisti ristoratori a confronto e la giuria fu rappresentata niente di meno che da Duilio Brodoloni di Foligno.

E ancora in vena di ricordi per quella manifestazione che ha segnato l’inizio di un percorso lungo e mai terminato ai nostri giorni, la presenza alla manifestazione del Vice presidente commissione Igiene e Sanità del Governo Berlusconi, Senatore Leonzio Borea per intervento del compianto Ingegnere Ottavio Di Brizi che riuscì a deviare il percorso del parlamentare anzichè da Firenze a Roma dove seguiva un convegno, da Firenze a Castel Ritaldi, seguendo poi la corsa fino alla Capitale ed era il 2001 per non mancare all’inaugurazione di quel Frantotipico ultimo gestito dalla sua ideatrice.

Una attività intensa quella di quegli anni, che andava scemando a causa dell’esiguità dei fondi sempre più incerti e delle pressioni politiche che tendevano a trasformare l’evento in maniera differente dalla prima stesura che aveva guardato ad una centralità economica importante fra Spoleto e Foligno, scegliendo la popolatissima piazza della Bruna per la logistica degli stand, in una posizione felicemente transitata dalla Tuderte.

Di quella meravigliosa e sofferta esperienza, rimangono straordinari ricordi come la bruschettona che fece inalberare la pro loco di Spello che guardava al Guiness dei primati con la bruschetta più grande del mondo, (posso dire tranquillamente per buona pace di tutti, a distanza di un decennio, che non avevamo assolutamente pensato a quella opportunità e fu bravissima Graziella, moglie dell’attuale sindaco di Spoleto allora proprietaria del forno Bosi, a fornirci quell’enorme bruschetta che le costò non poca fatica per trasportartla intatta nel luogo della manifestazione). Rimane inoltre l’inoppugnabile primogenitura di un evento che ha fatto tanto rumore, oltre nostro portale Frantotipico.it che ha aperto la strada ad un concetto meno localizzato e certamente più nazionale, che è nei progetti futuri di sviluppo in internet dell’associazione.

Tornando ai nostri tempi ricordiamo che nel prossimo mese di Novembre ci saranno in calendario una serie di eventi di grande interesse nazionale e mondiale che da anni interessano esperti e appassionati di Tartufi, Olio e Vino interessando i territori di Gubbio con la mostra nazionale del Tartufo Bianco e dei prodotti agro- alimentari dal 31 ottobre al 2 novembre, Fabro con la xvi Mostra Nazionale del Tartufo,dal 7 al 10 Novembre, Città di Castello Mostra del Tartufo e dei prodotti del Bosco dal 6 al 9 novembre, Valtopina con i due classici appuntamenti per i fine settimana dal 22 al 23 e dal 29 al 30 novembre 2008.

Vi informeremo poi, tramite i nostri straordinari portali come http://www.umbriaclick.it, http://www.spoletoclick.it e a seguire, di tutte le mostre in programma per la produzione olivicola e vinicola come ormai facciamo da tempo immemore e dove erano in pochi a coltivare questa passione editoriale e di divulgazione, in rispetto della nostra passione per l’eccellenza umbra di qualità e del vostro altissimo interesse a questi argomenti.

Cascia dunque apre le danze con la Mostra dello Zafframe e dei tipici che si sta svolgendo proprio oggi e domani.

Cari lettori vicini e lontani, non perdete queste ghiotte occasioni per prendervi qualche giorno di ferie e godere di tanti sapori e profumi dell’Umbria, oltre alla vista di splendidi tuberi e fiori di zafferano e monumenti, di una terra ricchissima di pace e gioia di vivere!

L’Umbria vi aspetta e la redazione vi ringrazia per la costante presenza nelle alte classifiche dei visitatori.

Da sempre siete la nostra sola ed unica forza, e presto in linea godrete di Spoletoclick, atteso ormai da giorni e che, quando meno ve lo aspettate comparià con un clik!!!!!!!!!!!!!

Italia & Vino- Arte Vino 2008

Tra le soleggiate vigne e le fresche cantine della D.O.C. Colli Berici, l’imperdibile evento estivo per gli amanti dell’arte e dei vini pregiati

Una goccia di vino, un’opera d’arte. A fianco di ogni gusto, sapore e odore dalle caratteristiche originali e peculiari, il frutto unico e irripetibile del talento di un’artista. Arriva l’estate e sui Colli Berici torna la grande festa, che si protrarrà per tutta la stagione, fino ad autunno: è “Artevino 2008”, l’appuntamento organizzato dalla Strada dei Vini D.O.C. per presentare i prodotti dell’ultima vendemmia, fondendo profumi e caratteri delle varietà vinicole delle colline vicentine con le opere di artisti selezionati. Esporranno i propri lavori nelle cantine delle aziende socie del Consorzio a Denominazione di Origine Controllata e ne realizzeranno di nuovi sotto gli occhi dei visitatori. Un’occasione originale, imperdibile per tutti gli appassionati, estimatori o anche semplici curiosi, che vogliano assaporare la sincera ospitalità dei Colli Berici, passando una giornata tra i colori ed i sapori della primavera inoltrata nei fertili rilievi del Basso Vicentino, e le ispirazioni di nascenti forme artistiche.

Quest’anno il “via” all’evento si accompagnerà alla Rassegna Enologica dei Colli Berici, in programma per sabato 24 e domenica 25 maggio. Oltre ad essere presenti alla “disfida”, ovvero la degustazione di cento vini D.O.C. all’interno della splendida struttura rinascimentale di Palazzo dei Canonici a Barbarano, aperta al pubblico nella giornata di domenica, sette cantine socie infatti “spalancheranno” le proprie porte e accoglieranno i visitatori in loco. Domenica il “gastronauta” potrà quindi bussare alla soglia dell’azienda agricola leonicena “Vini Cris”, coi suoi pendii di argille rosse; visitare l’azienda “Costozza” dei Conti Da Schio a Longare, e la grande grotta usata come cantina sin dal 1300; valutare l’esperienza e professionalità dei produttori dell’azienda “Rivaratta”, a Sarego, a cavallo tra il Vicentino e il Veronese; ascoltare musica rock-jazz con le band Radicanera, Magmatica e Ragrenouille dalle 15 in poi, presso la fattoria “Le Vegre” ad Arcugnano; apprezzare le “Tele fra i vigneti”, evento che si svolgerà con la partecipazione di una cinquantina di artisti fra i filari dell’azienda agricola “Ca’ Rovere”, ad Alonte; attraversare in carrozza le vigne dell’azienda “Costalunga”, a Castegnero, con gli storici veicoli messi a disposizione per l’occasione. Per tutti gli appassionati di motori su due ruote, infine, la cantina sociale “Colli Vicentini” di Montecchio Maggiore offrirà un’accurata selezione di vini fermi, frizzanti e spumanti durante lo svolgimento della mostra “La motocicletta e l’arte”, in programma per quel giorno.

“Artevino” prosegue quindi in giugno e luglio: a seconda della serata il visitatore potrà assaporare i prelibati vini D.O.C. dei Colli, ascoltando diversi generi musicali o la prosa della tradizione veneta, ammirando gli stili e le diverse sfumature di colore di mostre di pittura, apprezzando balli dal sapore antico. Si inizia domenica 8 giugno alla distilleria “Fratelli Brunello”, a Montegalda, con un’estemporanea di pittura aperta al pubblico, per ritornare alla Fattoria “Le Vegre” venerdì 20 dello stesso mese con lo spettacolo teatrale della compagnia Risi “Eppur si muove”, o all’azienda agricola “Costalunga”, per non perdersi le musiche celtiche e medievali dello spettacolo sull’aia col gruppo “Rondeau de Fauvel”. Sabato 21, alla “Ca’ Rovere” la Compagnia Arcobaleno presenterà “El Filò: storie de nà volta”, in contemporanea con la mostra di pittura “”Dal Cavalletto all’affresco” , di Alessandro Zenatello. Il weekend successivo, sabato 28 giugno, la tappa è obbligata alla distilleria “Dal Toso Rino”, per la degustazione delle produzioni proprie, dei vini DOC dell’azienda “Muraro Severino” e la serata col coro veronese “El Vesoto”; lo stesso giorno, alla “Ca’ Rovere”, si potrà assistere allo spettacolo di musica e danza “El sabor de Tango”. Luglio inizia con lo spettacolo a pagamento “Dei Ospital” della Compagnia “Il Covolo”, sabato 5 presso l’azienda “Costozza” di Longare, mentre domenica 6 dalle 10 alle 18 il divertimento è assicurato alla “Festa della Trebbiatura” di Montegalda, alla distilleria “Fratelli Brunello”. Il sabato successivo, 12 luglio, per i più piccini l’azienda agricola “Basso Graziano – Cà Basso” presenta a Longare “Peter Pan” della compagnia teatrale “La bottega delle fiabe”, in contemporanea ad una serata di musica classica offerta a Vicenza dall’azienda “Brazzale Lino”. Martedì 29 luglio il menù è a “chilometri zero”, alla distilleria Fratelli Brunello: serata a pagamento con piatti e prodotti tipici. In agosto l’appuntamento è unico domenica 10, dalle 21, con “Calici di Stelle”, evento che si svolgerà nei centri storici di Barbarano e Lonigo. “Artevino” si conclude alla grande a ottobre con “Distillerie aperte”: da sabato 4 a domenica 12 i laboratori di “Dal Toso Rino” e “Fratelli Brunello” saranno disponibili per visite guidate, a ingresso libero, con approfondimento dell’intero ciclo produttivo e degustazione.

Con “ArteVino 2008” la pregiata produzione delle Aziende dei Colli Berici, la suggestiva cornice collinare e le varie espressioni dell’arte e della creatività renderanno l’estate 2008 un simposio imperdibile di stimoli olfattivi, sonori, gustativi e visivi.